Questo sito contribuisce alla audience di

Ho confessato ma non riesco a chiudere... - Pagina 74

Discussione iniziata da lei68 il 20-09-2016 - 870 messaggi - 63126 Visite

Like Tree621Likes
  1. L'avatar di elemento

    elemento elemento è offline Super ApprendistaMessaggi 551 Membro dal Mar 2016
    Località Italia
    #731

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da lei68 Visualizza Messaggio
    Non sono arrabbiata, mi dispiace...quello che mi fa star male è sentire lui infelice, ha diritto alla serenità in casa sua, a vivere una vita quantomeno decente...Ieri sera mi ha scritto che sono ai ferri corti, che non si parlano più dopo lo scontro di mercoledì. Ieri sera lui ha preparato la cena per sè e le ragazze, lei ha mangiato da sola dopo. Ha detto che non sa quanto resisterà, che a lui interessano solo le figlie, che sono la sua vita. Secondo lui le ragazze sono serene, non percepiscono le tensioni. lei si è comprata 2 libri "leader di te stesso" e "cambiare senza paura". Probabilmente anche lei è insoddisfatta della sua situazione e sta cercando di capire come uscirne.
    Gli ho detto che per il bene delle ragazze dovrebbero trovare nuovi equilibri, accordandosi tra di loro, parlando della situazione, per il bene delle ragazze, che sono particolarmente fragili.
    La coppia può finire, ma i figli vanno tutelati sempre. Se lui lasciasse casa sarebbe davvero un problema per loro. Ultimamente ci stiamo vedendo davvero poco, dovevamo vederci stasera, ma esce lei e lui deve stare con le ragazze...è tutto davvero complicato, lui è molto preso dai suoi impegni familiari...
    Perdonami... tu hai diritto ad essere felice.....
    Lui la sua infelicita se l'è creata da solo.... noi donne dovremmo smettere di fare le infermierine e imparare dagli uomini un po' di sano egoismo!!! Pensa a te stessa e lascia a lui le sue dinamiche familiari!


    cla77 likes this.
     
  2. L'avatar di elemento

    elemento elemento è offline Super ApprendistaMessaggi 551 Membro dal Mar 2016
    Località Italia
    #732

    Predefinito

    Non ricordo quanti anni hanno le ragazze...
    Mi sembra strano che siano serene, che non percepiscano la tensione e che trovino normale che la madre mangi da sola.... mah...
     
  3. lei68 lei68 è offline JuniorMessaggi 2,207 Membro dal Aug 2016 #733

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da elemento Visualizza Messaggio
    Non ricordo quanti anni hanno le ragazze...
    Mi sembra strano che siano serene, che non percepiscano la tensione e che trovino normale che la madre mangi da sola.... mah...
    Sono perfettamente d'accordo con te. Ma si vede che sono tutti strani in quella casa, spesso la figlia di 14 anni dorme con la madre. ...a casa mia colazione e cena sempre insieme, pranzo spessissimo...Anche durante i periodi più difficili, con mio marito non ho mai perso il dialogo, ci siamo sempre confrontati su tutto, su quello che stavamo provando, su cosa volevamo fare. e nonostante ciò mio figlio ha capito che c'era aria di crisi.
    Probabilmente le loro dinamiche familiari sono sempre state piuttosto problematiche. Io credo che debba decidere lui se rimanere o andare, se riesce a creare un buon equilibrio in casa è giusto che rimanga per il bene delle figlie. La prima regola che ci siamo dati è che i figli vengono prima di tutto, sicuramente anche prima di noi stessi. A me interessa solo che loro non esistano più come coppia e che lui ami me, io accetterò le sue decisioni .
    Se le sue figlie sono serene, anche lui lo è, a me interessa questo principalmente.
     
  4. cla77 cla77 è offline JuniorMessaggi 1,075 Membro dal Mar 2017 #734

    Predefinito

    @lei68

    i rapporti sani lo sono anche in fase di crisi, con tuo marito hai un rapporto "sano", che non ci sia più amore non preclude il rispetto tra persone.
    Tra loro probabilmente il rapporto NON è sano e comunque concordo con @elemento, le sue dinamiche familiari se le deve vedere lui, se lui comunque ha un equilibrio e sta bene lì che motivo c'è di pensare a lasciare. Mi chiedo cosa succederebbe se tu non ci fossi più...secondo me tu sei collante di questo equilibrio perchè comunque colma le sue mancanze con te.
    elemento and grano like this.
    Ultima modifica di cla77; 21-04-2017 alle 10:56
     
  5. Danyla Danyla è offline Super ApprendistaMessaggi 771 Membro dal Sep 2016 #735

    Predefinito

    Mio figlio aveva 15 anni quando si è accorto che qualcosa non andava nel nostro matrimonio, ed erano sei mesi che non andava più.
    Questo era per dire che il tuo amante non ha capito un acca, come fanno di solito gli uomini, che sono piuttosto superficiali. Le ragazze hanno sicuramente capito. Non è possibile che una di loro vada spesso a dormire con la mamma e non abbia compreso, come non è possibile che il fatto che lei abbia mangiato da sola, sia passato in cavalleria. Insomma, per quanto l'organizzazione della casa possa essere insolita, se tra i genitori non c'è amore si sente. E se se ne è accorto mio figlio che è un ragazzo (mai in casa, sempre preso tra amici e ragazze, e con impegni vari) figurarsi due ragazze che notoriamente sono molto più attente ai particolari, che sono nel periodo dell'adolescenza e che cominciano ad avere i primi filarini con i ragazzi. Vedere che la mamma e il papà nemmeno si sfiorano, che non c'è intesa quando si guardano, salta agli occhi.
    Ora io credo che questo amante che hai, alla fine sia un po' come tuo marito: cioè non prende decisioni. Certo sarà bravissimo a lavoro, ma per quel che riguarda la vita privata è uno che nasconde la testa nella sabbia. Le ragazze di sicuro non sono serene, e sinceramente il separarsi sarebbe la soluzione migliore. Tra l'altro non dormire in casa non vuol dire che non potrà seguire le figlie. Perché lui per loro ci sarà sempre, solo non dormirà nella stessa casa. MI hai detto che è benestante e può quindi prendere una casa vicino a quella delle ragazze. Certo circoleranno meno soldi, ma lui hai detto che guadagna abbastanza. Insomma per me è una scusa quella di non andare via per le ragazze, perché certo è chiaro che la sua vita sarà rivoluzionata e a volte a una certa età non si ha più la voglia di cambiare abitudini.
    Insomma io credo che certe persone si crogiolino nel loro casino e continuino ad andare avanti per inerzia senza fare niente. Salvo poi lamentarsi con l'amante-ascoltatrice-psicologa. Così viene compatito e coccolato. E tu sei adatta a far questo.
    In ogni caso vorrei farti notare quel che ti hanno detto più volte qua in questa sede: la tua visione di famiglia con moglie che cura la casa, lavoro part time e volontariato è buona per te, ma potrebbe non essere buona per un'altra persona, come appunto proprio la moglie del tuo amante. Ci sono persone che si realizzano o tengono molto alla carriera, altre più alla famiglia. E questo dipende anche da molte cose. Per esempio se quella donna amasse il suo lavoro (il mio per esempio non mi piace, è noioso e io sono una creativa), è logico che ci tenga. Poi come ha detto un'altra commentatrice, uno non lo sa come reagisce a diventare genitore, e spesso non è detto che chi lavora molto bene fuori casa, poi sia un'ottima organizzatrice nelle mura domestiche.
    Renditi conto che tu critichi un po' troppo lei, mentre lei potrebbe criticare te: perché magari per lei il rispetto verso un marito non è dato dai maglioni messi in ordine e da un piatto caldo la sera, ma forse da non andare a letto con un altro uomo, promettere di non vederlo più ma farlo lo stesso.
    Come vedi le opinioni sono diverse da persona a persona e ognuna ha i suoi valori.
    Sinceramente vai già a letto con suo marito, che mi sembra già tanto, criticare anche come tiene la casa, solo perché tu sei una casalinga perfetta (ma a te piace farlo e questo è profondamente diverso dal dover fare una cosa che non piace fare) mi sembra esagerare.
    flair and elemento like this.
     
  6. lei68 lei68 è offline JuniorMessaggi 2,207 Membro dal Aug 2016 #736

    Predefinito

    Danyla il tuo post è molto bello e molto lucido, le tue note molto costruttive.
    Hai perfettamente ragione, non siamo tutti uguali e non tutti amiamo gli stessi ruoli e gli stessi stili di vita, è probabile che io e quest'uomo abbiamo una visione abbastanza simile. Nella mia visione, se amo una persona voglio prendermi cura di lei, anche nelle cose materiali.
    Di fatto sono sempre stata io a spingerlo ad avere un dialogo con la sua compagna, a cercare di mantenere una situazione di equilibrio, perché fondamentalmente non volevo essere la causa della loro separazione (so già che riceverò molte critiche per questo....). Ora che invece il disagio è di entrambi, che la situazione gli sta scoppiando tra le mani, penso che sia una scelta che lui deve fare indipendentemente da me (a meno che non la faccia prima lei, ma ne dubito..). In realtà se lui andasse via di casa vorrebbe come naturale conseguenza che io andassi a vivere con lui.
    Il mio problema è che a casa mia regna un minimo di armonia. Quello che potrei fare io è parlare chiaramente a mio marito, dicendo che amo un'altra persona e cercare di tutelare al massimo mio figlio, organizzando in qualche modo la mia permanenza nella casa attuale o comunque un modo per stare con mio figlio e seguirlo anche a casa.
    Sono comunque passaggi da fare nei modi e nei tempi giusti. Lui ha detto che in ogni caso vuole aspettare che le ragazze finiscano l'anno scolastico (la piccola la quinta elementare e la grande la prima superiore) e poi eventualmente vedere se la situazione in casa diventa più vivibile.
     
  7. cla77 cla77 è offline JuniorMessaggi 1,075 Membro dal Mar 2017 #737

    Predefinito

    sai cosa...io questa cosa della "situazione vivibile"...ok...è vivibile ma hai bisogno dell'amante, come mai...qualcosa ti manca no? Ma si può portare avanti un matrimonio perchè è vivibile e cercare altrove tutto ciò che non ci dà la nostra coppia? Che vita facciamo...me lo chiedo sempre...
    reborned78, lei68 and Grandeamore like this.
     
  8. L'avatar di Biagio702

    Biagio702 Biagio702 è offline ApprendistaMessaggi 266 Membro dal Nov 2016
    Località Italia
    #738

    Predefinito

    Quando penso alla mia e alle vostre storie, rileggendo anche vari 3d del forum cerco di trarre alcune considerazioni:
    - va bene trovare tratti comuni nelle nostre situazioni, ma lo sforzo di classificarci o giudicarci a vicenda è inutile;
    - succede di innamorarsi di un altro/a anche da sposati/impegnati, il contratto civile/religioso/morale non ci garantisce l'immunità;
    - la coppia "clandestina" che si crea è una "nuova" coppia, affannarsi ad essere "sostituti" o "rivali" dei protagonisti coppie di "origine" è un esercizio inutile;
    - per il motivo di cui sopra, rinunciate, in prospettiva, ad un pacchetto completo per avere un pacchetto completo con i residui del vecchio pacchetto;
    - se è amore e non un "calesse" lo si capisce solo col tempo, e non è detto, nel primo caso, che sia sufficiente a farci rompere le nostre "gabbie" in cui siamo comodi per abitudine;
    - la fedeltà non è un concetto astratto a cui votarsi per la vita, quando amate vi viene naturale;
    - è inutile sentirsi forti solo perchè non si è infedeli sessualmente: a volte il desiderio del piacere è meglio e più lussurioso del piacere stesso (semi-cit.).

    PS: Perdonatemi la giornata da epitaffio, oggi mi è presa così
     
  9. Danyla Danyla è offline Super ApprendistaMessaggi 771 Membro dal Sep 2016 #739

    Predefinito

    Sono d'accordo con te Lei. Se il tuo amante è arrivato ai ferri corti con sua moglie, penso che, indipendentemente da te, sia il caso di separarsi. Anche perché se si comincia a litigare di brutto la convivenza diventa insopportabile. Quel che una volta era amore potrebbe tramutarsi in odio o, quanto meno, in un astio insormontabile e questo non è mai bene per nessuno, non solo per la coppia ma per i figli che subiscono qualcosa di cui non sono responsabili.
    Certo è che una separazione non si fa in due minuti e comprendo che lui voglia almeno aspettare la metà di giugno per non compromettere almeno i risultati scolastici e per magari far accettare di più la separazione in un momento in cui le ragazze non saranno pressate dagli studi. Certo è sempre un colpo, ma sempre di vivere in casa un'atmosfera con l'aria che si taglia con il coltello.
    Per il resto probabilmente tu e il tuo amante, siete sicuramente più ben assortiti di quanto lo siate con i rispettivi coniugi. Ma la vita ci porta a sbagliare, a prendere abbagli e magari a crescere insieme ma in maniera diversa e gli obiettivi possono cambiare e non trovare più affiatamento con chi si era scelto, sicuri che sarebbe stato per sempre. Ti auguro di trovare magari un giorno non troppo lontano la serenità e felicità cui aspiri. Non è così non fattibile come pensi. Tempo fa anche io non avrei mai pensato di separarmi. E quando mi resi conto che il matrimonio era finito, mi sembrava di essere incastrata in una situazione senza uscita. E calcola che io non avevo nessun amante, ma mio marito non è era più quello che avevo sposato, e quindi mi sentivo soffocare in un rapporto che non era quello che avevo scelto. Posso immaginare perciò quanto ci si senti intrappolati quando si è anche innamorati di un altro. Perciò io in questi casi consiglio sempre di lasciare quel che io chiamo "gabbia". Un matrimonio senza amore infatti per me è una gabbia, e questo anche se c'è rimasto ancora l'affetto, perché prima o poi in qualche maniera si vuole fuggire. E c'è chi lo fa appunto trovandosi, magari senza nemmeno cercarlo, un amante. Ma così alla fine si rimane incastrati pure peggio: se da una parte c'è il matrimonio che non si riesce a sciogliere, dall'altra si trova uno spiraglio di felicità che non si riesce mai a raggiungere. Diciamo che è una brutta situazione.
     
  10. cla77 cla77 è offline JuniorMessaggi 1,075 Membro dal Mar 2017 #740

    Predefinito

    @Danyla è proprio così...avere un'altra persona ti fa portare avanti un rapporto privo di senso.
    Ammiro il tuo coraggio, io ancora nn ce l'ho ma mi rendo conto di essere arrivata ad un punto di esasperazione tale da sentirmi soffocare come dici tu.
     

AMANDO SOCIAL

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]