Questo sito contribuisce alla audience di

ho trovato il coraggio... - Pagina 156

Discussione iniziata da stellafalc il 01-05-2010 - 1557 messaggi - 105331 Visite

Like Tree342Likes
  1. PINASO PINASO è offline FriendMessaggi 4,335 Membro dal Feb 2015
    Località Tra fiume Po e fiume Arno, ad est del meridiano di Alessandria e ad ovest del meridiano di Bologna
    #1551

    Predefinito

    raccontaci stellafalc


    Due chiacchiere in chat : http://forum.amando.it/due-chiacchiere-chat-136665/#post3851582
    Benvenuti, vedrete che vi troverete bene su questo forum, tranne se siete : doppi nick, fake, troll, utenti già bannati in passato e a chi vota nei sondaggi senza aver mai scritto messaggi
     
  2. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è online Super SeniorMessaggi 20,401 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #1552

    Predefinito

    Mentre io svolgevo il mio primo incarico di lavoro, con entusiasmo e con, a volte, stanchezza e tante domande, un giorno, gli scrissi un messaggio privato, parlandogli dei miei sentimenti che dura(va)no da tanti anni, ma di quanto rispettassi e comprendessi la sua scelta di non vivere qualcosa di diverso da un'amicizia.
    Non ricordo, poi, se mi rispose subito, ma comunque, mi rispose in privato su Fb: "Al mio ritorno (da un lungo viaggio che stava facendo), non ci vedremo più, non voglio vivere situazioni come le nostre - ancora disse - dillo a tua mamma: prima o poi doveva succedere".
    Gli feci notare che era stato fuori luogo, da parte sua, tirare in ballo mamma.
    Litigammo in chat: "Sei lontano da casa da tanti giorni, hai fatto questo viaggio perché ne avevi bisogno, ti stai anche divertendo - gli scrissi arrabbiata - ma hai trovato il tempo di scrivermi, di disturbarmi - perché sto studiando e ora chiuderò i libri piangendo; hai trovato questo tempo - continuai - perché mi hai pensato...e, se mi hai pensato, questo non dipende da me".
    Spento il pc: piansi tante lacrime, era confusissima, pensierosa, incredula, stanca, sola.
    Per lui, imparai a piangere, sempre: per felicità o tristezza.
    Piansi quando decidemmo di rivederci dopo tanti anni ed ebbi paura di non riuscire a farmi accompagnare da nessuno; piansi, in silenzio, per la felicità, infinite volte, prima di sorridere, pensando ai momenti condivisi.
    Cominciai, per la prima volta in vita mia per questo motivo, a mangiare e a dormire poco.
    Ultima modifica di stellafalc; 17-04-2018 alle 07:06
     
  3. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è online Super SeniorMessaggi 20,401 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #1553

    Predefinito

    Credo possiate immaginare come vissi i giorni seguenti, il periodo seguente.
    Dovevo, comunque, lavorare: l'aver ottenuto la supplenza è stato l'ennesimo sogno realizzato.
    Poco tempo prima della sua parenza, gli chiesi, malgrado il suo comportamento nei miei confronti, ed il mio conseguente sta d'animo, aiuto: del materiale grafico suo, per realizzare un lavoro che ha entusiasmato i bambini......
    Appena ottenni la supplenza, contrariamente a quanto mi ero ripromessa di fare, non gli raccontai la mia bella novità: "Se comincerò a lavorare - gli dissi un giorno - sarai il primo a saperlo".
    Effettivamente, del mio incarico di lavoro, seppe e ne fu contento, ma non lo seppe da me.
    Vennero i giorni in cui, complice un trattamento medico a cui periodicamente mi sottopongo lontano da casa, organizzammo, io e la mia famiglia, qualche giorno di vacanza....
    Ultima modifica di stellafalc; 17-04-2018 alle 18:42
     
  4. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è online Super SeniorMessaggi 20,401 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #1554

    Predefinito

    Trascorsi quei giorni soffrendo, ma sforzandomi di distrarmi, di godermi il relax, le uscite.
    Tornata a casa, ricominciai a studiare: decisi, dalla sera alla mattina, di preparare l'esame, per me, più (psicologicamente e materialmente) difficile del mio attuale corso di laurea; lo rimandai per anni e, anche a partire da settembre in poi, lo rimandai ulteriormente, fino alla decisione di farmi aiutare a prepararlo (studiando insieme a una psicologa che svolgeva il Servizio civile presso la mia università, specializzata su temi medici).

    A novembre, durante il consueto ponte, andammo, con la mia famiglia, a fare un'altra "gita".
    Al ritorno da questa gita, leggo, scritto sul muro di un ponte autostradale: "Bellissimo, Stella, ti amo" (non ricordo se c'era l'iniziale del suo nome, come firma), ma i miei mi parlarono di lui; mi affrettai a dire che, quello, non era un messaggio rivolto a me, semmai, scritto da chissà chi, ma non era la nostra situazione.

    Tempo prima, ebbi conferma così che io e lui non ci saremmo più rivisti:
    uno degli ultimi giorni di scuola, un ragazzino quasi suo omonimo, venne a salutarmi
    ("nel caso non dovessi vederla più, prof, la saluto ora")....

    Fu una delle prime volte in cui persi le parole, come canta Ligabue.
    Ultima modifica di stellafalc; 19-04-2018 alle 17:00
     
  5. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è online Super SeniorMessaggi 20,401 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #1555

    Predefinito

    Tornata a casa, continuai a fare la mia vita, conscia che qualcosa, semmai ci sia/fosse stato qualcosa (la nostra amicizia), si fosse e rotto/a.
    Malgrado ciò, di tanto in tanto, cercavo di recuperare il nostro dialogo con lui, senza riuscirci mai.
    PINASO likes this.
    Ultima modifica di stellafalc; 23-04-2018 alle 14:20
     
  6. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è online Super SeniorMessaggi 20,401 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #1556

    Predefinito

    Inoltre, prima del viaggetto, festeggiai il mio compleanno: lo invitai tramite messaggio, mi disse che non sarebbe stato presente; qualche ora prima di uscire a cena con famiglia e parenti, litigai, sempre tramite messaggi telefonici.
    Affrontai la festa raccontando a una mia amica storica (con la quale attualmente non ho più contatti, poi scriverò perché) l'accaduto con lui.
    Mi sentivo derealizzata, sola, seppur, anche in quel contesto, cercai di godermi la serata.
    Arrivò pure una domanda, ad alta voce: "Dove è lui?"
    "Non c'è, ha scelto così".

    Durante quella avvenuta mesi prima, che considero la nostra prima vera litigata, gli scrissi:
    "Devi dirmi di persona che non vuoi più vivere la nostra amicizia, anche telefonicamente, appena tornerai dall'estero, ci sentiremo solo per questo".

    Effettivamente, mesi dopo, ci sentimmo, ma non litigammo.
    PINASO likes this.
    Ultima modifica di stellafalc; Ieri alle 11:44
     
  7. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è online Super SeniorMessaggi 20,401 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #1557

    Predefinito

    Prima di vivere i festeggiamenti per il mio compleanno, o in un'altra litigata (non ricordo bene), mi scrisse: "Fai come vuoi, comprendo tutto, ma devo vivere senza di te".
    Gli risposi che vivendo e standomi lontano, avrebbe compreso, forse, quello che in qualche modo so io. Gli augurai di vivere, di vivere bene.
    Mentre vivevo questo periodo, questo scombussolamento, queste novità, il non dormire o il dormire male, o il mangiar poco, mi destreggiavo soprattutto a preparare, aiutata, l'esame più difficile, psicologicamente ed emotivamente (vivevo attacchi di panico più o meno forti, arrivai a non riuscire ad aprir libro, dati gli argomenti, tutte le parole mi ricordavano lui), del mio attuale corso di laurea.
    è .....
    amore. nient'altro (h. hesse);
    gioia più grande, non attesa (sòfocle);
    nascosta dappertutto...(anonimo);
    qualunque viaggio intraprendiamo (q. o. flocco);
    esercitare liberamente il proprio ingegno (aristotele);
    l'uomo saggio non lo cerca, cerca l'assenza del dolore(aristotele);
    fatto di un niente che al momento in cui lo viviamo ci sembra tutto...
    poi non te lo togli più: lo scopri dopo, quando è troppo tardi" (a. baricco)


    indovinello pazzo!
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]