Questo sito contribuisce alla audience di

Non mi sento apprezzata dai miei genitori

Discussione iniziata da DolcePioggia il 13-07-2017 - 5 messaggi - 317 Visite

Like Tree2Likes
  • 1 Post By Marcioindanimarca
  • 1 Post By PINASO
  1. DolcePioggia DolcePioggia è offline PrincipianteMessaggi 42 Membro dal Dec 2009 #1

    Predefinito Non mi sento apprezzata dai miei genitori

    Buonasera a tutti. Scrivo qui perché finalmente mi sono resa conto di avere un problema. Spero che possiate darmi qualche consiglio.
    Sono una ragazza di 21 anni e come da titolo non mi sento apprezzata dai miei genitori, specialmente da mia madre. Sono sempre stata brava a scuola, perlopiù nelle materie umanistiche, dove i miei voti erano eccellenti. Non ero un granché in quelle scientifiche, ma in quelle, nonostante alcune difficoltà, portavo sempre a casa dei voti pressoché normali. Non sono mai stata bocciata, non ho mai avuto debiti al liceo e dopo la maturità mi sono iscritta all'università. Dopo un paio di strafalcioni di "assestamento", i miei voti sono sempre stati 27, 28 e recentemente 29, quindi nulla di cui lamentarsi, almeno per me. Oggi, per varie circostanze molto lunghe da descrivere, ho accettato un 25, che nonostante non sia un voto brillante non è nemmeno da buttare. Certo, abbassa un po' la media, ma ho ancora diversi esami da dare con cui posso "recuperare". Quando mia madre l'ha saputo mi ha fatto una scenata del tipo: "Come osi accettare un 25 senza neanche riprovare a fare l'esame? Noi facciamo tanti sacrifici per te e questi non sono i risultati che ci aspettiamo". Ha cominciato a "minacciarmi" del fatto che lei e mio padre non mi pagheranno la laurea magistrale perché non ne vale la pena. Ma secondo voi è una cosa normale? Tutto questo mi ha fatto pensare al suo atteggiamento quando andavo a scuola, o anche in casi più generici. Le frasi erano sempre: "Ecco, non ti impegni abbastanza", "Mi sarei aspettata di più", "Beh, non è che sia poi un gran voto", "Come sei lenta a studiare! Ma gli altri come fanno a dare più esami di te, sono dei fenomeni?", e poi c'erano anche le immancabili: "Sono tutte fidanzate tranne te, cos'hai che non va?", "Perché devi essere sempre diversa da tutti?". Ora che sto con il mio ragazzo da un anno e mezzo trova da ridire anche lì: "Eh ma sono difficili le relazioni a distanza, poi lui ha un caratteraccio...", "Quando siete insieme non fate mai niente di costruttivo", "E se poi ti trasferisci nel suo Paese noi per cosa abbiamo investito in te i nostri soldi?". Mai un complimento, mai un "brava", un "continua così, sono orgogliosa di te", tranne qualche volta, ma si possono contare sulle dita di una mano. Io tutto quello che ricordo sono solo ed esclusivamente critiche, lei che si innervosisce per cose che io ritengo futili, e che si lamenta del fatto che io sia insicura. Ora a 21 anni sto realizzando che questa mia insicurezza potrebbe derivare proprio da questo suo atteggiamento. Ah, parlo perlopiù di mia madre, perché con mio papà ho meno dialogo e mi sembra più moderato rispetto a lei. Che ne pensate? Voi vi siete mai sentiti così? Come avete risolto?
    Grazie per aver letto questo lunghissimo post


     
  2. L'avatar di Marcioindanimarca

    Marcioindanimarca Marcioindanimarca è offline ApprendistaMessaggi 464 Membro dal Mar 2017 #2

    Predefinito

    Personalmente no, ma i genitori di una mia cara amica erano come i tuoi.
    Per quanto difficile dovresti cercare di farti entrare le critiche da un orecchio e fartele uscire dall'altro, tanto comunque avrebbe da ridire.
    Tua madre magari pensa che facendo così ti sproni a migliorare, non capendo che invece fa l'esatto opposto.
    E so che è frustrante non ricevere mai un "brava", ma alla fin fine: che te ne fai?
    Tu stai costruendo il tuo futuro per te stessa; i genitori sono solo un punto di partenza ma non staranno tutta la vita con noi, e anche se a qualcuno capita prima, a qualcuno dopo, ma inevitabilmente arriva a tutti il momento in cui a farci i complimenti saremo solo noi stessi.
    Azzardo un'ipotesi: per le tasse non potresti trovare un lavoretto (che non ostacoli gli studi), in modo da aiutarli e sentirti meno in colpa se incominciano a minacciarti di non finanziarti l'università?
    Baci
    sakura985 likes this.
    "We walk through ourselves, meeting robbers, ghosts, giants, old men, young men, wives, widows, brothers-in-love. But always meeting ourselves." J.J.
     
  3. PINASO PINASO è offline FriendMessaggi 3,629 Membro dal Feb 2015
    Località Tra fiume Po e fiume Arno, ad est del meridiano di Alessandria e ad ovest del meridiano di Bologna
    #3

    Predefinito

    Per la questione del tuo ragazzo ci può stare che ti abbiano detto così, sarebbero piuttosto delusi se te ne andassi via, perché non potrebbero più vederti, ma per un 25 universitario non si dovrebbe fare una scena di questo tipo.
    giulianb likes this.
    http://forum.amando.it/quando-mi-innamoro-mi-viene-ansia-122455/
    http://forum.amando.it/rendersi-interessante-ragazze-123874/
     
  4. L'avatar di CelesteOcchigrandi

    CelesteOcchigrandi CelesteOcchigrandi è offline PrincipianteMessaggi 55 Membro dal Aug 2017 #4

    Predefinito

    Ciao, ho 24 anni e mi ritrovo tantissimo nelle tue parole! Sembra un po' la mia storia!
    Anche io sono brava nelle materie umanistiche, rispetto a quelle scientifiche che mi hanno sempre creato qualche difficoltà, non a caso ho frequentato il Liceo Classico e poi ora sto facendo Lettere! E i miei genitori, specie mia madre perchè mio padre è più moderato, esattamente come la tua situazione, hanno sempre preteso molto, e se c'era da dire qualcosa di negativo sta sicura che non lesinavano, mentre se c'era da fare un complimento ad esempio per un bel voto, era molto tirato, anzi condito con frasi "è il tuo dovere", o dal classico "e gli altri quanto hanno preso?". Questo al liceo, poi all'università sotto il 27 è un risultato poco degno, da chi non si è impegnato a dovere etc. Ma anche sopra il 27, a meno che di un 30, subito dopo un "brava" stiracchiato il commento "e perchè non 30?". Anche per quanto riguarda le relazioni la stessa identica cosa, ho avuto una prima storia conclusasi un anno fa, durata 4 anni, sì disastrosa, ma mia madre ha reso il tutto mille volte più difficile, mettendomi continuamente pulci nell'orecchio e giudicando qualsiasi cosa su cui riuscisse a mettere gli occhi, e lo fa anche ora che sto da poco con un altro ragazzo che invece è meraviglioso, almeno per ora, e con cui tutto va bene, perciò non era solo perchè con l'altro le cose andavano maluccio, ormai ho visto, come sospettavo, che è proprio parte della sua indole cercare cose negative con la lente, anche dove non ci sono, e mettermi ansie dove potrei benissimo evitare, cose che poi influiscono negativamente non solo sulla mia relazione, ma anche sul mio carattere: come te sono sempre stata molto insicura.
    Non so se ti ci puoi rivedere come situazione, ma mia madre è molto iperprotettiva e morbosamente attaccata a me, mi vuole molto bene so che non è cattiva, ma a volte i suoi comportamenti possono sfiorarla, la cattiveria, e spesso anche l'egoismo: mi sono ritrovata molto persino sul discorso della preoccupazione del tuo ragazzo che vive lontano perchè il mio attuale c'è il rischio che per lavoro possa spostarsi, anche poco, e mia mamma è in crisi per paura che lo segua, adduce mille motivazioni ma io so che è perchè impazzirebbe all'idea di vedermi di meno, sono anche figlia unica e poi il suo è proprio un carattere così, prova un bene morboso, iperprotettivo e oppressivo.
    Non ho ancora trovato una soluzione definitiva, magari questo post sarà utile anche a me. Per ora per quanto riguarda la relazione e basta ho capito una cosa: renderla meno partecipe possibile di ciò che accade, nel bene e nel male, così che non può commentare o altro, è brutto da dire ma solo così riesco a viverla tranquilla (e tanto riesce comunque ad osservare e rompere, ad esempio una Domenica ci siamo visti solo la sera e lei a menarla tutto il pomeriggio su quanto sia poco carino lasciare la fidanzata a casa la Domenica pomeriggio, "tanto vale essere soli", "che dovrà mai fare?", "mah..." e robe del genere tutto il santo giorno!).
     
  5. L'avatar di giulianb

    giulianb giulianb è offline ApprendistaMessaggi 379 Membro dal Mar 2016 #5

    Predefinito

    Brutta situazione dolcepioggia, una madre svalutante potrebbe avere implicazioni nella tua vita. Sembri però una ragazza forte e dovresti farcela a superare le insicurezze che questo ti procura.
    Come sei nelle relazioni? Tendi ad importi oppure per non perdere la benevolenza degli altri scendi a compromessi e ti ritrovi molto spesso ad accontentare gli altri?
     

AMANDO SOCIAL

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]