Questo sito contribuisce alla audience di

Periodo difficile, marito assente.. ho perso la testa per un altro...

Discussione iniziata da LaLaLand il 15-05-2017 - 57 messaggi - 2758 Visite

Like Tree92Likes
  1. LaLaLand LaLaLand è offline PrincipianteMessaggi 23 Membro dal May 2017 #1

    Predefinito Periodo difficile, marito assente.. ho perso la testa per un altro...

    Confesso che mi sono messa a leggere una valanga di messaggi postati in questa sezione, un po' per trovare conforto, un po' per ritrovarmi nelle vostre storie e nel vostro dolore.

    La mia situazione è questa, 36 anni, sposata da 3, nessun figlio.
    Conosco da molto colui che è diventato il mio 'amante' (ex colleghi) ma sono nell'ultimo anno ci siamo avvicinati moltissimo fino appunto ad iniziare una relazione parallela a quelle ufficiali (lui sposato da 2 con un bimbo di 2)

    Il primo a dichiararsi è stato lui, io -seppur desiderandola molto- ho allontanato il più possibile fin da subito l'idea di cominciare una storia parallela perché non mi volevo illudere. Non volevo soffrire né lui far soffrire me. Abbiamo però continuato a sentirci (senza vederci) finché un giorno viene a trovarmi fuori dal lavoro e mi da un bacio fugace. Da quel momento ci siamo dichiarati apertamente, confessandoci che ci amavamo da tempo. Il suo ti amo mi ha travolta, il suo raccontarmi del nostro possibile futuro insieme mi ha tolto il respiro e mi ha dato speranza. Ci sono cascata dentro con tutte le scarpe ritrovandomi innamorata, follemente innamorata.


    Ad oggi mi chiede se vedo in futuro di costruire una vita con lui, se accetterei l'idea di una famiglia allargata, la presenza di un figlio non mio e di quella che sarebbe la sua futura ex ''attuale moglie'' (lui la chiama così, come se fosse 'a scadenza'). Per ora dice che non agisce per la separazione perché suo figlio è ancora piccolo, che non ce la farebbe ad allontanarsi e vederlo a giorni prestabiliti. Inoltre teme molto rivendicazioni da parte della moglie, probabilmente pure economica. Sogna una separazione 'morbida', senza scontri, spera che anche lei abbia un altro. Boh. Ho molta confusione in testa.



    Ci vediamo molto poco e sempre e solo in base alle sue disponibilità, lui lavora da casa ed inoltre ha una vita molto molto regolare, introdurre delle uscite alternative lo metterebbe a serio rischio di essere scoperto.

    Però ci sentiamo tutto il giorno, è una chat continua, il suo buongiorno non mi manca mai, appena possibile ci telefoniamo oltre a scriverci sempre, più raramente la sera e nei weekend quando, dice lui, è più sotto sorveglianza, letteralmente .

    Io molto spesso ho crisi di pianto, di rabbia, di esistenza. Ovviamente a lui raramente dimostro il mio malessere perché temo mi dica: soffri troppo, lasciamoci.



    Pochi giorni fa mi sono recata nelle vicinanze di casa sua scrivendogli, sono qui, hai voglia di venire a darmi un bacio? Ovviamente non gli ho fatto piazzate, non lo farei mai, volevo solo vederlo e per lui mi sono messa in macchina e lo ho raggiunto seppur col rischio che mi dicesse 'non posso'.
    Abbiamo passato -come sempre quando sto con lui- momenti bellissimi seppur brevi, solo un suo bacio mi dà immensa serenità e gioia.

    Il punto è che mi manca sempre, è il mio unico dolcissimo pensiero.

    So che mi ama e che sono sempre nei suoi pensieri, me lo ripete continuamente ed io ho scelto di credergli ma volte lo ammetto arrivo a pensare che usi sempre la storia del figlio per farmi stare buona, ma presumo che sia la disperazione che mi porta a ciò. Che senso ha per lui portare avanti una ''relazione'' così tanto limitata con me se i suoi sentimenti non sono sinceri? Non abbiamo la possibilità di vederci spesso e quando possiamo siamo comunque molto limitati (non abbiamo un posto nostro in cui stare).

    Vivo una angoscia costante e penso che dalle mie parole confusionarie si capisca.



    Nel quotidiano sto in un matrimonio finto, uno di quelli in cui mai avrei creduto di trovarmi.
    Mio marito è un uomo completamente diverso da me, non riesco ancora a credere di averlo sposato. Di certo non immaginavo una vita così piatta, nessun trasporto. Lui dice di amarmi ma non me lo dimostra, lo ha fatto veramente pochissime volte in 6 anni. Ho sempre avuto l'impressione di elemosinare le sue attenzioni. I rapporti sessuali non esistono più, insieme non abbiamo mai fatto faville a dire la verità, se non all'inizio, ma poi tutto è scemato e nonostante il mio impegno e la mia volontà di far funzionare le cose da quel lato a lui mi è sempre sembrato non interessare un granché. Litigi continui che partono sempre da me, mi sento la sua serva, quella che gli tiene pulita casa e se ne sta buona senza rompere troppo. Inutile dire che ho provato ad affrontare mille volte il discorso, da parte sua solo mezze frasi e molti silenzi, dice che si accorge che sto male e che sta male anche lui... eppure non fa NULLA per trovare una soluzione con me. Io ci ho rinunciato, mi fa talmente tanta rabbia ormai.


    Vorrei se ne andasse, vorrei poter ricominciare e poter vivere un amore vero. Ma sono così condizionata dalla mia famiglia, da quello che penserebbe la gente, non è facile. Sento già le accuse di mia madre che mi chiede: e allora perché ti sei sposata? Già, perché mi sono sposata? Perché pensavo che si sarebbe sistemato tutto.
    So di sbagliare.
    Inoltre mi prende anche lo sconforto perché penso che non sono più una ragazzina, che ho fallito, che sognavo di essere madre e una vita tranquilla ed invece non ho nulla, vivo un inferno da cui non so come uscire. Da fuori sono bravissima a fingere che tutto sia perfetto. Mi faccio schifo.

    Gli unici momenti di felicità autentica che vivo sono i pochi rubati assieme al mio vero amore.

    Una gioia unica, senza finzione. Siamo io e lui e il resto non esiste.
    Abbiamo più volte affrontato l'argomento e lui anche in passato se da una parte mi era sembrato una roccia decisa a portare avanti il matrimonio per il bene del figlio, altre volte è crollato confidandomi che la fortezza che si è costruito in questi anni ha basi di sabbia e che sente che sta per crollare. Eppure non cede, non molla. Il suo matrimonio sembra procedere normalmente, con i loro viaggi, le loro vacanze, le loro cene fuori. Tutto per il figlio? E' davvero così?
    E perché mi dice che teme che mi stanchi di aspettare? Perché pensa che divorzieremo dagli attuali compagni per metterci insieme? Dovrei davvero aspettarlo o mi sto illudendo?


    Mi dice che con la moglie non ha rapporti sessuali da anni, l'ultimo risale a quando appunto lei è rimasta incinta (lo cercavano). E' come se avessero stretto un tacito patto per far crescere serenamente il figlio. Ma può essere davvero così? Per quanto può continuare un matrimonio farsa in funzione della serenità del figlio? Davvero una coppia rinuncia ad esistere pur di non traumatizzarlo? E il figlio come lo percepisce l'amore tra papà e mamma? Io davvero non capisco, ma probabilmente è perché non ho figli a mia volta.


    La mia vita è a pezzi.


    Vorrei tanto riuscire a trovare una soluzione, parlarne con qualcuno senza essere giudicata. Non so davvero più come fare, temo di cadere in depressione.


    Qualcuno ha voglia di confrontarsi con me? Sto tanto male.


     
  2. creamy33 creamy33 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 411 Membro dal Nov 2016 #2

    Predefinito

    È vero quello che dice lui! Per i figli si fa questo e altro! Anche io lo sto facendo( spero ancora per poco) ! E non credere che la felicità vera sia quella che vivi con il tuo amante : nel fare gli amanti si prende il buono delle relazioni!
    Grandeamore likes this.
     
  3. L'avatar di Sasha38

    Sasha38 Sasha38 è offline ApprendistaMessaggi 329 Membro dal Nov 2016 #3

    Predefinito

    Nessuno ti giudica assolutamente stai tranquilla ...vedi potenzialmente credo il tuo problema non è tanto l esserti innamorata di un altro quanto di vivere un matrimonio ormai finito che non ti da più nulla ..di conseguenza l altro ha riempito quelle mancanze ..solo che è sposato e ha un figlio il che si rende tutto molto complicato...forse in primis dovresti cercare di fare chiarezza su cosa devi fare (cosa che sai già )..cioè chiudere il tuo matrimonio sei giovane e cmq non essendoci figli sarebbe meno difficile..fregatene della gente è la tua vita e non viverla accontentandoti se si puoi cambiarla fallo ma solo per te stessa!
     
  4. L'avatar di Azzy

    Azzy Azzy è offline FriendMessaggi 4,520 Membro dal Dec 2015 #4

    Predefinito

    La tua vita è a pezzi perché tu la stai facendo a pezzi.
    Vedi la felicità fuori dalla tua gabbia, ma ci resti chiusa dentro con rabbia.
    Cosa ti vincola a tuo marito? Dipendenza economica? Quello è l'unico vero ostacolo, perché già lo vedi come la causa della tua infelicità, ma lui mica ti ha messo le catene. I giudizi di genitori e gente sono tutte balle, la vita è tua e sopratutto una sola, per viverla scontenta.
    D'altronde razionalizza che il tuo amante non ti farà felice a sua volta, perché non lascia la moglie.
    Devi trovare tu la soluzione, perché si dice che chi è causa del suo mal pianga se stesso...
    kitiara1974 and Error404 like this.
     
  5. L'avatar di elemento

    elemento elemento è offline ApprendistaMessaggi 412 Membro dal Mar 2016
    Località Italia
    #5

    Predefinito

    Tranquilla! Qui siamo tutti/i con relazioni travagliate!
    Che dirti.... un anno forse é poco (per te sembrerà un'eternitá!) per valutare.... certo una separazione "morbida" mi sembra un po' un'utopia.... valuta piano ma non prendere decisioni in relazione alle sue azioni, se davvero ti senti in prigione nel tuo matrimonio, valuta anche tu la separazione, non avete figli ed é, in genere, più semplice...
    Un'ultima cosa, per esperienza, non credere a tutto ciò che lui ti dice della sua vita matrimoniale, troppo spesso non sono totalmente sinceri, vuoi per paura, vuoi per vergogna, vuoi perché sono un po' bugiardi di natura....
    In questo forum puoi leggere tante esperienze diverse, ma ognuna ha le sue sfaccettature, ognuna é a se stante, non c'è un modo giusto per comportarsi in situazioni simili, sarebbe meglio se tu riuscissi a viverti questa relazione con meno ansie, con meno trasporto, so che é impossibile, ma so anche quanto si sta male essere costrette a stare lontane dall'uomo che si ama, non poterlo sentire, toccare, guardarlo negli occhi per capire se é sincero o meno...
    Un abbraccio
    Grandeamore and reborned78 like this.
     
  6. L'avatar di Rosascarlatta

    Rosascarlatta Rosascarlatta è offline ApprendistaMessaggi 373 Membro dal Sep 2016 #6

    Predefinito

    Il fatto che vi sentite spesso è bello ma ha anche il suo lato negativo.,. Metti che iniziasse a farsi sentire meno.... avresti già una dipendenza e li sarebbero dolori. Mi auguro che faccia sulserio e che non ti dica belle cose per poi non farne niente.
    L'unica cosa positiva dell'uomo sposato con cui mi sento è che non fa promesse e niente... almeno se dice qualcosa sono sicura che sia vera... inoltre non abbiamo un vero rapporto da amanti e penso che se provasse un sentimento agirebbe... e non farebbe mere promesse.
    Penso che se non avete figli sia un motivo in più per lasciarlo da sola o magari se il tuo amante inizia a fare sulserio....
    Error404 likes this.
     
  7. LaLaLand LaLaLand è offline PrincipianteMessaggi 23 Membro dal May 2017 #7

    Predefinito

    Dunque.. io non mi ritengo una credulona, né una sprovveduta, per questo a volte in passato lo ho frenato io l'amante, minimizzando i sentimenti... ma lui, tutt'ora, puntualmente mi prospetta scenari di un futuro insieme.
    Se non lo pensa davvero, perché? E' questo che non capisco.
    Una parte di me ha i piedi ben saldi a terra e sa che potrebbe non accadere mai... l'altra parte di me crede nell'amore e soprattutto in lui.


    Io non sono dell'avviso che l'amore tra amanti sia tutto rose e fiori, non sempre almeno, non nel mio caso soprattutto.. Si fanno i conti con molti dolori, lontananze, gelosie, da entrambe le parti. Ma non vi sto dicendo nulla di nuovo, sono sicura.. Però posso assicurare che vedersi mezz'oretta in un boschetto sperduto una volta al mese senza scambiarsi nulla altro che abbracci o baci non è esattamente la mia idea di 'relazione clandestina spinta da una passione sfrenata'
    Ciò che mi spinge verso di lui è la visione comune che abbiamo della coppia e della vita, d'altra parte ci conosciamo da tempo, siamo stati amici prima che amanti, con tanto di confidenze e conoscenza dei reciproci difetti... non stiamo ''prendendo il buono della relazione''


    Non è che non mi separo da mio marito per comodità, solo che il peso di TUTTO lo ho sempre avuto io, ora pure questa cosa qui, dovrò buttarlo fuori di casa visto che la casa è mia, quindi il fattore economico non c'entra. Mi fa tanta rabbia perché non si è mai smosso. Lascia solo a me anche questo ultimo fardello enorme. Sinceramente penso non mi abbia nemmeno lui mai amato, non mi spiego altrimenti il perché di tanta passività

    elemento likes this.
     
  8. L'avatar di Rosascarlatta

    Rosascarlatta Rosascarlatta è offline ApprendistaMessaggi 373 Membro dal Sep 2016 #8

    Predefinito

    Non metto in dubbio le tue capacità valutative... solo che, personalmente, a fronte di una tale dichiarazione, guarderei e mi aspetterei più fatti che parole.... non a caso stimo di più chi non dice e che si controlla in certe esternazioni perché non crea illusioni....
    elemento and Error404 like this.
     
  9. L'avatar di Grandeamore

    Grandeamore Grandeamore è offline ApprendistaMessaggi 354 Membro dal Feb 2017 #9

    Predefinito

    @creamy33

    Anche io tengo in piedi un matrimonio da farsa, soprattutto per i figli ma non solo...
    Rosascarlatta likes this.
    Ultima modifica di Bakko; 16-05-2017 alle 10:33 Motivo: Quote non necessario
     
  10. L'avatar di sele57

    sele57 sele57 è offline Super SeniorMessaggi 16,275 Membro dal Apr 2008
    Località nel paese dei sogni
    #10

    Predefinito

    non ti fidare...ti ha raccontato le solite bugie...niente sesso con la moglie bla bla bla niente di piu falso ...non separarti per prima...fai che sia lui a fare il primo passo verso la separazione...poi visto che te sei innamorata lo segui....non non fare quel passo prima te..ti ritroveresti da sola
    Al ul bighe no cjavei

    e ognun al bale con so agne

    "A vê il morôs 'e jè una crôs, a no vêlu a' son dôs"

    Une biele femine 'e jè il paradîs dai vôi, l'infiâr da l'anime e il purgatori dal tacuìn"
     

AMANDO SOCIAL

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]