Questo sito contribuisce alla audience di

Scarsi risultati all'Università - Pagina 3

Discussione iniziata da Bartolino il 09-03-2018 - 24 messaggi - 1610 Visite

Like Tree19Likes
  1. L'avatar di r1087

    r1087 r1087 è offline Super ApprendistaMessaggi 791 Membro dal Oct 2017
    Località Italy,Emilia Romagna
    #21

    Predefinito

    Non per consolare nessuno ma ho due amici una di 28 e l altro 33 una ci ha messo 7 anni a fare la triennale senza fare nient'altro e l altro si è iscritto a 23 anni e non ha ancora finito mentre la sorella di lui nella metà del tempo ha fatto 5 anni di triennale e magistrale


    \m/ \m/
     
  2. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,404 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #22

    Predefinito

    Comprensibile che tu sia demoralizzato, che tu voglia il meglio per tuo figlio (quindi bene fissare obiettivi per responsabilizzarlo verso gli studi), ma l'università è qualcosa che riguarda il suo futuro e, dunque, puoi dirgli che non lo manterrai a vita, ma non imporgli come vivere il suo percorso-periodo universitario.
    Bene invogliarlo alla ricerca di un lavoro ma, se ha già difficoltà a concentrarsi sullo studio, dato che, soprattutto all'inizio, conciliare lavoro e studio non è facile, potresti ottenere l'effetto contrario.
    è .....
    amore. nient'altro (h. hesse);
    gioia più grande, non attesa (sòfocle);
    nascosta dappertutto...(anonimo);
    qualunque viaggio intraprendiamo (q. o. flocco);
    esercitare liberamente il proprio ingegno (aristotele);
    l'uomo saggio non lo cerca, cerca l'assenza del dolore(aristotele);
    fatto di un niente che al momento in cui lo viviamo ci sembra tutto...
    poi non te lo togli più: lo scopri dopo, quando è troppo tardi" (a. baricco)


    indovinello pazzo!
     
  3. L'avatar di Joey91919

    Joey91919 Joey91919 è offline PrincipianteMessaggi 121 Membro dal Aug 2016 #23

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da r1087 Visualizza Messaggio
    Non per consolare nessuno ma ho due amici una di 28 e l altro 33 una ci ha messo 7 anni a fare la triennale senza fare nient'altro e l altro si è iscritto a 23 anni e non ha ancora finito mentre la sorella di lui nella metà del tempo ha fatto 5 anni di triennale e magistrale
    Con questo cosa vuoi dire?
    Ognuno di noi dovrebbe astenersi da lgiudicare la vita degli altri, a prescindere!
     
  4. L'avatar di Joey91919

    Joey91919 Joey91919 è offline PrincipianteMessaggi 121 Membro dal Aug 2016 #24

    Predefinito

    Guarda, da figlia cresciuta da genitori che l'hanno viziata ti posso consigliare di metterlo un po' alle strette. Durante l'università i miei genitori hanno sempre cercato di darmi tutto (discutibile) mi hanno sempre tenuta (come diciamo noi qui) nella ''bambagia''. Ora, da laureata (fuoricorso) posso solo dirti che se mi avessero responsabilizzata un po' di più ai tempi, sarebbe stato diverso. Io ti consiglio di affrontare la cosa a tavolino: gli fai presente la tua situazione e gli dici chiaramente che visti i risultati poco proficui non sei più disposto a sostenerlo economicamente negli studi. Potresti stimolarlo a cercare qualche lavoretto che gli possa permettere di uscire la sera con gli amici, in questo modo dovrebbe iniziare a dare un po' più valore ai soldi, alla fatica che ci vuole per guadagnerseli e alla facilità con cui si spendono.
    Da ragazza probabilmente é più semplice trovare lavoretti ''tappabuchi'' in quanto spesso nei locali si cercano figure femminili, ma questo non dovrebbe esularlo dal tentare (io, il rimpianto di non averlo fatto un po' ce l'ho)...potrebbe tentare come PR per qualche locale o lo steward alle partite... insomma, imparare a pensare un po' più a se stesso e un po' meno al gruppo di amici (anche perché non é detto che nel gruppo ci siano tutti studenti universitari come lui che capiscano la situazione) e al tempo stesso un po' di più agli studi anche perché (dal mio punto di vista) spesso finisce che i compagni dell'università tra loro si dicono ''nooo, ma va non sto studiando per quell'esame....studio tutto il giorno prima e fanchiulo'' (e poi magari hanno studiato per davvero e si sono preparati bene) e vengono promossi, mentre lui per seguire quel che han detto, li emula (studiando tutto all'ultimo) e rimane fregato!

    Buona fortuna!
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]