Questo sito contribuisce alla audience di

Vita vuota

Discussione iniziata da Emanuelbmw il 13-02-2018 - 4 messaggi - 229 Visite

Like Tree1Likes
  • 1 Post By Pitonessa
  1. Emanuelbmw Emanuelbmw è offline PrincipianteMessaggi 3 Membro dal Dec 2015
    Località italia
    #1

    Predefinito Vita vuota

    Ciao a tutti e in primis chiedo scusa sia allo staff che hai membri iscritti a questo sito, non mi ricordo se mi sono presentato, perchè ormani sono molti hanni che non vengo su questo sito. Ho aperto questa discussione perchè ho un problema che mi porto avanti da ormai moltissimi hanni. Io mi chiamo Emanuel e ho 32 anni per motivi di sicurezza il cognome non l'ho metto, io ho subito sia violenze fisiche che mentali tutto questo fino al età di 11 anni, quando è successo un fatto molto grave dove con l'aiuto di mia madre è intervenuto il tribunale dei minori, e questo fatto mi ha già segnato una parte della mia vita che ancora adesso non va bene, dopo di questo il compagno che stava con mia madre a deciso di andarsene anche lui, questo episodio è successo verso i 18 anni, e qui un altro crollo morale. Passato anche questo periodo, per modo di dire, un giorno per il mio compleanno vengo a sapere un'altro fatto che ancora adesso e sinonimo di un vuoto e di un forte dolore interno, il mio concepimento è stato fatto da un atto di violenza che poi è continuato (li a livello verbale) anche durante il periodo di gestazione (i 9 mesi nella pancia ). Tutto questo mi ha segnato molto e ancora adesso faccio moltissima fatica a stare con le persone, di solito rimango l'ho stretto neccessario (lavoro e commissioni) e poi sparisco e mi rifugio in casa, dove vivo la maggiorparte del tempo, facendo molti lavoretti di vario genere. Da qualche 5 anni più o meno vivo da solo, prima vivevo con mia madre, non sono uscito prima per vari problemi economici, non avevo soldi un quantitativo di soldi neccessario per vivere da solo. Ora causa crisi e carenza del lavoro dove vivevo, io vivevo a San remo, mi sono dovuto trasferire a Bologna dove mi ha chiamato una famosa azzienda a livello internazionale, qui la stessa azzienda mi ha come molti colleghi ha fornito un piccolo contributo che uno lo poteva usare ho come affitto o come rogito, io pensando di aver trovato il lavoro giusto e ben pagato mi sono fatto portare dal entusiasmo ho fatto la cavolata di acquistare una casa. Non l'avessi mai fatto. Nella mia ricerca alla fine l'ho trovata, 175 mq con due giardini, si trova a Bazzano un cittadina piccola come dove vivevo io, io non amo molto la confusione e la folla di persone. Qui è iniziato un'altro calvario, la casa mi è stata venduta come nuova e poi invece sto rifacendo tutto perchè molte cose non sono a norma. Ma non è per questo che ho aperto la discussione, ma per questo altro fatto. La casa che ho preso è una villetta a schiera ed è attaccata con altre villette, le altre villette sono state più o meno vendute tutte nello stesso tempo, più o meno chi prima chi dopo, a parte due dove ci sono due coppie in affitto. Qui per puro caso ho conosciuto delle bravvissime persone che piano piano siamo diventati ottimi amici, oltre a questo però ho conosciuto una donna che al inzio non mi interessava. Il problema sorge ora la persona in questione e sposata, lei si chiama Samatha. Lei è una donna molto attraente fuori e semplice dentro, una persona con cui è facile prendere confidenza e avere una conversazione. Nei vari problemi della casa è sorto per tutti è due l'apertura del gas di casa, io come gentilezza senza nessun fine, dopo vari problemi con l'ente fornitore sono riuscito a farmelo aprire e dopo varie litigate sono riuscito a convincerla a fare le stesse cose che ho fatto io e anche a lei hanno aperto finalmente il gas. Molti di voi si chiedo e il marito dove era, il marito se lo possiamo chiamare marito e poi capite perchè dico cosi, l'ha abbandonata a se stessa e andato in trasferta lasciandola da sola a sistemare un trasloco e queste cose burocratiche. Dopo un'po di tempo, probabilmente la gelosia non lo so il marito ha montato una rete alta 3 metri al confine tra le due case, lei mi aveva detto che montava la rete per pravasi ma non immaginavo alta 3 metri pensavo come gli altri 1,80/2 metri massimo. E li me la sono presa e ho smesso di salutarli, perchè mi sentivo ferito e preso in giro. Passa l'hanno e un giorno mi arriva lei al mio cancello tutta piangendo se potevo portare il suo curriculum in azienda, lo prendo e gli chiedo cosa è successo ma lei mi risponde che deve andare dalla vicina, ok. Una volta preso il curriculum lo guardo e vedo che non va bene, ancora una volta l'aiuto lo risistemo e vado dalla vicina e gli porto il curriculum modificato, entro gli do il curriculum e gli dico dove mancano delle parti e dove lo deve sistemare, e dopo 5 secondi si mette a piangere, io di nuovo chiedo come mai, lei non risponde e la vicina mi dice di andare poi mi spieghera se vorrà. Dopo qualche giorno mi chiama la vicina, che anche con lei abbiamo avuto una piccola incompressione ma poi abbiamo risolto, se portavo Sa..... al ospedale e va bene, dopo 5 minuti arriva lei di corsa tutta in lacrime che non riusciva a respirare, entra e piange, non dico nulla per paura di farla stare male ancora di più, lei si tranquillizza un attimo e va a casa a cambiarsi. Pronta sale in macchina e la porto in ospedale nel tragitto le mi dice io sono pazza. Io non l'ho mai pensato, anzi pensavo sempre il contrario che sei normale. Arrivati la lascio e lei entra più tardi mi arrivano dei messaggi, sia da lei che dalla vicina, mi hanno ricoverata, ho detto cosa succede stavi bene quando ti ho portato in ospedale, non avevi ferite gravi io pensavo a un controllo. Morale della favola il marito l'ha tradita con altra e la sta lasciando, il problema è che lei è innamorata persa di lui e lui non se ne vuole andare di casa, lei cosi ha tentato più volte di togliersi la vita. Io quando ho saputto tutto sono crollato si moralmente che psicologicamente, poi qualche giorno fa è successo un'altro fatto del genere che lei ha mischiato dei super alcolici con i farmaci che deve prendere per non deprimersi. E venuta dalla vicina che ci dovevamo vedere li tutti e due e aveva l'alito che puzzava di alcool, io sempre con gentilezza anche se ora devo essere sincero con me stesso io provo qualcosa per lei, perchè io che non ho mai avuto una donna che mi volesse e tenesse a me mi ha fatto stringere il cuore vederla cosi e tratta male da un marito che non la considera neanche. Io con tutto quello che ho subito e il mio eterno isolamento, a fatto di me una persona strana, io se non provo qualcosa per una persona non riesco ne a uscirci assieme ne a fare altro (in tendo sesso, sono ancora vergine). Vedere questa scena a aperto in me delle ferite che io ho cercato di coprire per non stare più male, io che pagherei con la mia stessa vita se potessi avere anche un solo giorno non tanto una persona che mia amasse e mi volesse bene come lei vuole al marito, lui invece la disprezza e la continua a ferire e lei continua a fare avanti e indietro come una trottola, io che vedo e sto passado questa stessa scena ma sta volta in famiglia tra mia sorella e mio cognato mi sta uccidendo dentro, alla fine penso che prendero la decisione di suicidarmi perchè non riesco più a andare avanti cosi. Oltre a questo mi sono dichiaro a lei, ma lei mi ha risposto che per ora se non ricordo male le parole vuole solo una amicizia. Per me va bene, ma quello che non riesco a capire e che tipo da vicini o come la vicina dove lei va tutti i giorni e si confida come se fosse una sorella? Io questo che vorrei capire. Io se no non so cosa fare, per tutta questa questione ho perso anche l'appettito e la voglia di fare tutto e di vivere, io non ho niente per cui conta che io resti qua. Mi sembra di essere un guscio vuoto. Voi cosa di te chiedo scusa del messaggio cosi lungo non so più cosa fare.


     
  2. L'avatar di Pitonessa

    Pitonessa Pitonessa è offline Super SeniorMessaggi 19,213 Membro dal Aug 2013
    Località Italia
    #2

    Predefinito

    La situazione è davvero complicata, secondo me hai fatto bene ad esternare a Samantha il tuo amore nei suoi confronti, ovviamente Samantha essendo sposata non poteva fare altro che darti come risposta quella che al momento gli interessi come amico, la vicina non centra nulla, considerala una amica di Samantha, probabilmente conosce Samantha da più tempo di te e conosce anche i suoi problemi...cercate di volervi bene e non esitate a chiedere aiuto ad un medico specialista (psichiatra) che possa indirizzarvi verso la giusta strada farmacologica e non solo...
    coraggio!!
    passerosolitario84 likes this.
    Hai in tasca una pistola o sei semplicemente felice di vedermi?
    Mae West
     
  3. Emanuelbmw Emanuelbmw è offline PrincipianteMessaggi 3 Membro dal Dec 2015
    Località italia
    #3

    Predefinito

    Ciao Pitonessa, grazie per il cosiglio ma devo precisare una cosa che forse nel apertura del discussione, ho fatto male a non mettere o mi sono spiegato male, ma siamo arrivati tutti e due nello stesso momento, io la casa l'ho comprata a marzo 2016 lei a dicembre del 2015, metre la vicina era da qui già da tempo, da come ho capito abita nella casa in cui è da un paio di anni, il problema è forse che io sono un uomo e da come mi ha parlato lei e sua madre anche lei ha subito dei maltrattamenti da piccola oltre a questo lei ha avuto una figlia con un'altro uomo prima di suo marito di ora e anche questo da come ho capito la trattava male. Io mi prendo sempre le cotte per le persone sbagliate.
     
  4. L'avatar di Pitonessa

    Pitonessa Pitonessa è offline Super SeniorMessaggi 19,213 Membro dal Aug 2013
    Località Italia
    #4

    Predefinito

    Secondo me non cambia niente, con la vicina ha un rapporto di amicizia.
    Samantha è una donna sposata, malamente sposata, quello che dovrebbe fare è separarsi da questo marito il resto verrà da se se dovrà venire...
    Hai in tasca una pistola o sei semplicemente felice di vedermi?
    Mae West
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]