Questo sito contribuisce alla audience di

Vorrei lavorare in un'azienda seria

Discussione iniziata da Alessandro95 il 19-05-2017 - 5 messaggi - 154 Visite

Like Tree2Likes
  • 1 Post By Aliggy
  • 1 Post By Sousuke
  1. L'avatar di Alessandro95

    Alessandro95 Alessandro95 è offline PrincipianteMessaggi 142 Membro dal Jul 2015 #1

    Predefinito Vorrei lavorare in un'azienda seria

    Ciao a tutti è la prima volta che scrivo in questa sezione perchè in questo forum non ho mai parlato del mio lavoro però è un periodo che mi stanno sorgendo dei profondi dubbi.

    Ho 21 anni di milano e mi sono diplomato l'anno scorso in perito informatico, ho subito trovato lavoro (novembre) in quest'azienda con un contratto da stagista per 6 mesi. Siamo un'azienda informatica piccola: c'è il mio capo, io, un collega che mi "aiuta" (anche se frequenta poco) e un'altro che si occupa dell'amministrazione.
    Con loro ormai si è creato un rapporto di amicizia, soprattutto col mio capo che ogni giorno mi da degli ottimi consigli riguardo le ragazze e la vita in generale, c'è poco stress e non c'è tutto questo "fiscalismo" sugli orari/ferie.
    Il lavoro riguarda i computer (programmatore) e infatti mi trovo benissimo - è il mio mondo -.

    I 6 mesi sono passati veramente in fretta e il mio capo mi propone di prolungare il contratto di altri 6 mesi sempre come stage. Io ho provato a fargli qualche controproposta, anche per incentivarmi a continuare a lavorare qui ma non c'è stato niente da fare e quindi ho deciso di accettare alle condizioni proposte.
    Sono passati 18 giorni da quel giorno e mi sto accorgendo che non c'è più quell'entusiasmo di prima, le ore non passano e quello che mi dice di fare il mio capo, lo prendo con noia.. penso "ma che me ne frega di aiutare sta azienda con i progetti".
    Non vedo un futuro, ogni mattina devo chiedere al mio capo il programma del giorno se no rimarrei li fermo a non far nulla, solo che io non ce la faccio a far finta di lavorare e quando lo guardo in attesa di istruzioni, lui mi dice "perchè mi guardi? Lavora no?" Io gli rispondo, "cosa devo fare?" e allora, nei suoi tempi, mi spiega.

    Per quanto riguarda il rapporto affettivo non ho nulla da dire, anche professionalmente, se non capisco qualcosa non si arrabbia ma mi spiega, cerca sempre di farmi capire le cose e mi aiuta però non mi sento più parte di questa azienda.

    Vorrei lavorare in un'azienda un po' più grossa, imparare a collaborare in un team e ogni mattina arrivare a lavoro e pensare: "ok dobbiamo sviluppare un omino: Mattia si occupa di creare la testa, Filippo il corpo e io le gambe, in progetto dura 2 anni".
    Secondo voi questi sono pensieri normali o forse dovrei iniziare a pensare di cercare un altro post?


     
  2. L'avatar di DonaldBrutt

    DonaldBrutt DonaldBrutt è offline JuniorMessaggi 1,774 Membro dal Jan 2016 #2

    Predefinito

    fortuna che ci stanno ancora i burocrati ed i giuristi, che se ci affidassimo ad ingegneri/informatici non dureremmo più di due giorni.
     
  3. Aliggy Aliggy è offline JuniorMessaggi 1,088 Membro dal Mar 2014 #3

    Predefinito

    Secondo me sei molto giovane, ne hai di strada avanti, adesso hai avuto la gran fortuna di trovare qualcuno che ti abbia accolto in casa sua ad apprendere tutto ciò che ti serve per qualificarti e progredire, quella esperienza che farà curriculum e ti aiuterà senz'altro ad arrivare dove sei. Alle volte si pensa che iniziare da grandi aziende sia una cosa gratificante, invece è un passo importante e molto impegnativo, da farsi dopo aver maturato una certa maturità lavorativa e capacità di gestire alti flussi di lavoro in un contesto grande e dispersivo. Secondo me due cose potresti fare, innanzitutto chiarire con il tuo capo perchè prolungare lo stage, quale intenzione abbia, piuttosto che assumerti come dipendente vero e proprio a tempo indeterminato ha scelto questa strada, probabilmente ha in mente qualcosa che, forse per imbarazzo da parte tua, non avete chiarito. E poi sicuramente ti consiglierei di non demordere, sei troppo giovane per parlare di "tetto della carriera", non accontentarti MAI ma al contempo non mollare questo stage fintanto che non trovi ciò che desideri, potrebbe volertici del tempo. Intanto nessuno ti vieta di guardarti intorno, però comunque accumulare esperienza ti serve nel frattempo .. Stare a casa un pò meno. Se mollassi tutto ora te ne pentiresti, secndo me.
    passerosolitario84 likes this.
     
  4. L'avatar di Alessandro95

    Alessandro95 Alessandro95 è offline PrincipianteMessaggi 142 Membro dal Jul 2015 #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Aliggy Visualizza Messaggio
    Secondo me sei molto giovane, ne hai di strada avanti, adesso hai avuto la gran fortuna di trovare qualcuno che ti abbia accolto in casa sua ad apprendere tutto ciò che ti serve per qualificarti e progredire, quella esperienza che farà curriculum e ti aiuterà senz'altro ad arrivare dove sei. Alle volte si pensa che iniziare da grandi aziende sia una cosa gratificante, invece è un passo importante e molto impegnativo, da farsi dopo aver maturato una certa maturità lavorativa e capacità di gestire alti flussi di lavoro in un contesto grande e dispersivo. Secondo me due cose potresti fare, innanzitutto chiarire con il tuo capo perchè prolungare lo stage, quale intenzione abbia, piuttosto che assumerti come dipendente vero e proprio a tempo indeterminato ha scelto questa strada, probabilmente ha in mente qualcosa che, forse per imbarazzo da parte tua, non avete chiarito. E poi sicuramente ti consiglierei di non demordere, sei troppo giovane per parlare di "tetto della carriera", non accontentarti MAI ma al contempo non mollare questo stage fintanto che non trovi ciò che desideri, potrebbe volertici del tempo. Intanto nessuno ti vieta di guardarti intorno, però comunque accumulare esperienza ti serve nel frattempo .. Stare a casa un pò meno. Se mollassi tutto ora te ne pentiresti, secndo me.
    Si si ma io non ho intenzione di dire al mio capo, ciao è stato bello senza avere un'altro posto dietro. Sicuramente però se iniziassi a cercare un'altro lavoro dovrei fare i colloqui quindi chiedere permessi e non è che ogni 2 giorni posso dire al mio capo che sto a casa.

    Sicuramente non penso di voler avere un ferrari adesso però mi piacerebbe lavorare in team, in un'azienda dove ci fosse un futuro, "avanzamento di grado/carriera", la classica struttura, capo > pm > dipendenti. Io invece qui mi sento frenato e starei sempre nella mia posizione attuale perché sopra di me c'è solo il mio capo. Non esiste il concetto di "promozione" e se ad esempio avessi 50 anni e dovessi mantenere una famiglia allora qui starei benissimo ma a 21 anni perché devo continuare a "sprecare del tempo/rubar soldi", quando magari potrei dedicarmi a cercarmi un lavoro più serio che mi porti gratificazione?
     
  5. L'avatar di Sousuke

    Sousuke Sousuke è offline MasterMessaggi 28,424 Membro dal Jun 2015
    Località Gallarate - Padania
    #5

    Predefinito

    la seconda che hai detto

    finisci lo stage, e se non ti assumono o non ti piace l'ambiente guarda altrove
    passerosolitario84 likes this.
    Il giorno zero Sousuke creò, in tal guisa, dio a sua immagine e somiglianza. Non ho alcun difetto, se si esclude quello di non averne alcuno. Inventore del succo Succhia & Ingoia alla pera e banana.
    Io ho sempre ragione, anche quando ho torto.
    La punizione è giustizia per l'ingiusto. Io non parlo, se si esclude il linguaggio non verbale.
    Se senti profumo di fiori girati, deve esserci una bara nei paraggi. Dopo l'arrivo c'è sempre un burrone invisibile.

     

AMANDO SOCIAL

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]