Il 25 aprile

Discussione iniziata da cilieginaabc il 25-04-2008 - 5 messaggi - 1958 Visite

  1. L'avatar di cilieginaabc

    cilieginaabc cilieginaabc è offline FriendMessaggi 4,146 Membro dal Jan 2008 #1

    Predefinito Il 25 aprile

    Molto bello e profondo il discorso del nostro caro Presidente ,di cui riporto uno stralcio:
    "I nostri padri hanno realizzato il sogno dell'Italia unita. La nostra generazione ha sconfitto il nazifascismo e ha gettato le basi dell'Europa unita, fino al superamento della lunga stagione della 'guerra fredda' con l'abbattimento del muro di Berlino. I giovani di oggi sono chiamati a contrastare i nuovi autoritarismi e integralismi, che rappresentano -sottolinea significativamente Napolitano- la negazione dei principi e dei valori che ispirarono la lotta per la Liberazione".


    Ultima modifica di cilieginaabc; 25-04-2008 alle 12:31
    Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conoscePascal
     
  2. L'avatar di cilieginaabc

    cilieginaabc cilieginaabc è offline FriendMessaggi 4,146 Membro dal Jan 2008 #2

    Predefinito

    Con dispiacere constato che i nostri politici sono sempre in disaccordo,persino su questi eventi importanti della nostra storia,mi dispiace soprattutto per la poca sensibilità mostrata dal PDL.
    La famosa frase di Carducci "La storia è maestra di vita", non ci ha insegnato proprio nulla,devo dire con rammarico.
    Un saluto a tutti
    Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conoscePascal
     
  3. L'avatar di rosablu90

    rosablu90 rosablu90 è offline JuniorMessaggi 2,088 Membro dal Jan 2008 #3

    Predefinito x cilieginaabc

    Un bambino, dopo aver ascoltato un anziano partigiano che parlava della Resistenza, disse: - Bella questa storia della Resistenza, ma come finisce?-
    E il partigiano rispose:- Continua...
     
  4. michela1978 michela1978 è offline BannedMessaggi 267 Membro dal Jan 2008 #4

    Predefinito basta con questi retaggi del passato !

    Belin, ragazzuoli miei, ancora siamo a parlare della resistenza??? Io credo che quel periodo lì sia stato davvero esemplare per capire come sono gli italiani: il giorno prima tutti in Piazza Venezia a gridare "****, ****", il giorno dopo, caduto il Fascismo in disgrazia, tutti sui monti a fare i partigiani. Sempre dalla parte del vincitore e meno male che poi non abbiamo seguito i partigiani comunisti, sennò saremmo caduti dalla padella nella brace, ovvero da Mussolini a Stalin.......BRRRRR mi vengono i brividi solo a pensarci.
     
  5. Farewell Farewell è offline PrincipianteMessaggi 98 Membro dal Jun 2007 #5

    Predefinito

    Non credo che in Italia si sarebbe potuto arrivare alla dittatura comunista. Non ci sono mai stati i presupposti. I partigiani non erano solo comunisti, questo ce lo testimonia tutto quel filone letteraio che passa sotto il nome di neorealismo.
    Valori come l'antifascismo e l'unità sono sempre validi, non è solo un pensare alla restienza con nostalgia.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]