Amanti o cosa? Definizione in termini - Pagina 14

Discussione iniziata da Sara111 il 08-10-2021 - 207 messaggi - 12462 Visite

Like Tree100Likes
  1. L'avatar di Sara111

    Sara111 Sara111 è offline JuniorMessaggi 1,117 Membro dal Aug 2021 #131

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Darlene Visualizza Messaggio
    Non sono sicura che la poligamia sia la risoluzione. La monogamia non è stata una scelta a caso, è stata adottata perché rappresenta la condizione più favorevole e sicura per la società benché sia castrante per l’uomo (inteso come essere umano).
    Ma sicuramente la monogamia è stata una scelta vincente a livello evoluzionistico.
    Allo stesso tempo non si è mai smesso di far sesso con altre persone pur essendo legati ad altri.
    Inoltre il nostro concetto moderno di tradimento deriva principalmente da una cultura cristiana e patriarcale, un tipo di cultura non definisce tutta l’umanità nella sua interezza, ma è frutto di tanti fattori.
    Quindi io personalmente non riesco a condannare totalmente il tradimento, perché lo vedo come qualcosa impossibile da eliminare del tutto, in quanto esseri umani.
    Come prosegue con l’amante o cosa?
    Ecco parliamo di cose più leggere...
    Considerato tutto io resterei sul termine protoamici scopanti e non se ne parli più 😂


     
  2. L'avatar di Sara111

    Sara111 Sara111 è offline JuniorMessaggi 1,117 Membro dal Aug 2021 #132

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fausto62 Visualizza Messaggio
    ... ma consideri il solo "Occidente" o tutto il mondo?
    Per come sono le cose attualmente è impossibile considerare l’umanità come una cosa sola.
    Quindi ti direi si, concentriamoci sul l’Occidente, dove il cammino verso il riconoscimento delle diverse identità sessuali e tipi di amori è appena iniziato.
    Ma volevo aggiungere che le diatribe che si fermano a tradimento si/tradimento no mi annoiano, quindi cercavo di ampliare il concetto.

    Adesso torno volentieri a parare con Etta della cioccolata che leccherà dal Bischero quando riusciranno a vedersi 😜
     
  3. L'avatar di Sara111

    Sara111 Sara111 è offline JuniorMessaggi 1,117 Membro dal Aug 2021 #133

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Melite Visualizza Messaggio
    Sicuramente ci saranno anche queste situazioni, ma io parlavo del concetto di tradimento in sé e per sé, che non concepisco.
    Ma è giusto che qualcuno, secondo la sua natura, non concepisca qualcosa.
    Ma si può anche accettare che esista per altre persone, della serie, saranno cavoli loro...
     
  4. Melite Melite è offline BannedMessaggi 12,539 Membro dal Oct 2017 #134

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Sara111 Visualizza Messaggio
    Ma si può anche accettare che esista per altre persone, della serie, saranno cavoli loro...
    Ne prendo atto, ma non posso accettare un comportamento che giudico negativamente, anche perché più persone disoneste ci sono, più le persone si sentiranno giustificate ad essere disoneste in virtù del fatto che "tanto lo fanno tutti". Non condivido quando scrivi che secondo te è normale tradire perché siamo esseri umani, perché per fortuna esistono esseri umani con il senso della correttezza e del rispetto verso il proprio compagno. Lo so, sono pochi, e forse per questo i traditori sentono di essere giustificati, ma alla fine sono solo delle persone meschine che non vogliono ammettere di esserlo. Tu sei mai stata tradita, Sara? Non intendo solo dal tuo fidanzato, ma magari da un'amica, da un genitore, da qualcuno di cui ti fidavi? Hai sentito il dolore della pugnalata alle spalle, sì o no?
    Minsc and Mike72 like this.
     
  5. L'avatar di CaosCalmo

    CaosCalmo CaosCalmo è offline FriendMessaggi 4,757 Membro dal Dec 2017 #135

    Predefinito

    Sara,
    facciamo “protoamici scopanti meschini”, così facciamo contenta la nostra amica che ama ripetere questa parola "meschino" come un mantra. Chissà se così, dopo averla fatta felice..., la prossima domenica, non spreca la bella giornata di sole e trova il tempo di andare a farsi una passeggiata, senza sentirsi in dovere di passare in casa un pomeriggio che a gentaglia come noi, (che amiamo la vita), apparirebbe un tantino meschineddu, per dare lezioni di etica e morale agli altri... (Ahahahahahah, scusate, permettetemi di fare una grassa risata...)

    Che poi in una ipotetica gara per l’assegnazione del premio “Meschino d’oro” onestamente non so chi si piazzerebbe al primo posto tra i rappresentanti di queste due categorie:

    - I traditori in tutte le sue mille sfumature…
    - I cacciatori di traditori, auto assisi sui più alti scranni di integrità morale, (integrità a cui dobbiamo credere sulla parola eh..., perché della loro vita nulla ci è dato sapere, visto che sono bravissimi a sparare a zero sulle vite degli altri, ma nulla raccontano della propria…), e che molto "coerentemente", (sigh...), con quanto riportato nella firma, non si fanno alcun tipo di problema in ogni loro post a rimarcare “Quanto bene pensano di se stessi, e quanto male degli altri…”, e lo fanno dalla mattina alla sera, senza rendersi conto di risultare forse un tantino ripetitivi, ridicoli e magari ..., anche un tantinello meschini…

    O no?

    Buona settimana a tutti i meschineddi… :-)
    Ultima modifica di CaosCalmo; 11-10-2021 alle 08:47
     
  6. L'avatar di olograf

    olograf olograf è offline Super ApprendistaMessaggi 711 Membro dal Jan 2011
    Località roma
    #136

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Sara111 Visualizza Messaggio
    Ma sicuramente la monogamia è stata una scelta vincente a livello evoluzionistico.
    Allo stesso tempo non si è mai smesso di far sesso con altre persone pur essendo legati ad altri.
    Inoltre il nostro concetto moderno di tradimento deriva principalmente da una cultura cristiana e patriarcale, un tipo di cultura non definisce tutta l’umanità nella sua interezza, ma è frutto di tanti fattori.
    Quindi io personalmente non riesco a condannare totalmente il tradimento, perché lo vedo come qualcosa impossibile da eliminare del tutto, in quanto esseri umani.

    Ecco parliamo di cose più leggere...
    Considerato tutto io resterei sul termine protoamici scopanti e non se ne parli più 😂
    no neanche noi che siamo qui condanniamo il tradimento perchè se no non saremo in questo posto a parlare e confrontarsi .
    Sappiamo tutti che nella vita siamo in costante e sottoposti a pulsioni sessuali , sia uomini che donne , ci sono stati e ci saranno chi le vive sia che sia single o in una convivenza , che va di moda oggi o anche chi è sposato .
    La differenza è cedere al desiderio oppure negarsi questo piacere , siamo in tanti e tanti modi di pensare .
    Alcuni dicono che le promesse di fedeltà si mantengono c'è chi ci riesce e chi no per questo non demonizziamo nessuno , solo vediamo , leggendo qui gli sconcassi che provocano nei rapporti con le persone con cui condividiamo la vita , le gioie del matrimonio , i figli e le cose che si costruiscono insieme .
    ripeto tuti possono fare tutto ma ci sono delle regole che non sono categoriche per cui se ognuno pensa si possono trasgredire , poi ognuno si cerca la giustificazione che vuole .
    Sara non ti biasimo la tua idea di vita e tua e si fa bene fai tu
    Sara111 likes this.
     
  7. L'avatar di Spaturno999

    Spaturno999 Spaturno999 è offline JuniorMessaggi 1,104 Membro dal Feb 2021 #137

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Avatar64 Visualizza Messaggio
    In certe società la poligamia legale, almeno quella maschile, è già il passato, basti pensare ai mussulmani oppure ai mormomoni, che possono avere più mogli, senza contare le concubine😂.

    Francamente non so se nel mondo ci sia una qualche forma di poligamia legale anche femminile, però tutto può essere 😉.
    Io avevo letto un articolo su una società matriarcale cinese dove gli uomini venivano "richiesti" dalle donne e lasciavano le scarpe fuori dalla porta per segnalare agli altri che la donna in quel momento era occupata
     
  8. Melite Melite è offline BannedMessaggi 12,539 Membro dal Oct 2017 #138

    Predefinito

    Basta leggere (dalla Treccani online):

    POLIANDRIA. - È la condizione matrimoniale di una donna che diviene di diritto moglie di più uomini. Se ne distinguono due forme: la prima è detta poliandria "fraterna": in essa, quando il figlio maggiore di una famiglia prende moglie, la sposa è sottoposta ai diritti maritali di tutti i fratelli che convivono col maggiore. Questo rimane il capo della casa, è il solo padrone riconosciuto degli averi e il solo erede del patrimonio familiare (Tibetani). L'altra forma è la poliandria "libera", per cui una donna può sposare più uomini non congiunti da vincoli familiari, che vanno quindi a convivere nella casa di lei o si alternano nel visitarla secondo turni prestabiliti (Nair e Toda dell'India meridionale): forma molto meno diffusa, anzi assai rara, e connessa a un'elevata posizione sociale ed economica della donna, sia come caso individuale, sia come condizione normale del gruppo. Infatti mentre la poliandria fraterna si associa in genere a uno statuto patriarcale del diritto familiare e di successione (pur conservando la donna, com'è logico, notevole indipendenza e autorità morale), la poliandria libera è quasi sempre congiunta alla discendenza matrilineare e al matriarcato propriamente detto.

    La famiglia poliandrica è andata scomparendo quasi dappertutto, nei tempi più recenti, specialmente per l'influsso della cultura europea e per la decadenza dei gruppi indigeni che la praticavano. Ma secondo le osservazioni fatte negli ultimi secoli, essa è stata constatata in varie regioni etniche della terra. L'Asia centrale e l'India sembrano esserne il maggior centro di sviluppo e anche di persistenza. I Tibetani praticano tuttora comunemente (sebbene esistano tra essi anche la famiglia monogamica e poliginica) la poliandria fraterna. Gruppi poliandrici sono stati segnalati da antichi storici cinesi anche fra nazioni turco-mongole e tracce ne esistono ancora tra le tribù dell'Asia nord-orientale (Ghiliaki, poliandria fraterna con patriarcato; Camciadali, poliandria libera con resti di matriarcato). L'India meridionale (Toda, Nair, Kurumba, Muduvar e varie caste paria) è forse il maggiore centro storico, con notevoli persistenze attuali, della poliandria libera. Questa, congiunta alla famiglia matriarcale, è stata constatata anche in alcuni gruppi insulari della Polinesia, specialmente nelle Isole Marchesi, tra gli Americani del NO. (Aleuti, Tlingit) e gl'Irochesi e in qualche popolazione dell'Africa negra (Congo) o camitica (Guanci delle Isole Canarie). Tra i Singalesi occorre sporadicamente la poliandria fraterna.

    Alla poliandria sono state attribuite origini di ordine economico: si è detto cioè che essa è sorta in paesi poveri di risorse per la necessità di mantenere intatto il patrimonio familiare e di ridurre l'incremento della popolazione. Questi sono indubbiamente gli effetti della poliandria, ma essi vengono raggiunti più facilmente, anche nei popoli a cultura media, con altri mezzi. E in molti casi non esiste affatto la povertà del paese o del gruppo. Non c'è dubbio, invece, che essa rappresenta una deviazione nello sviluppo dell'istituto familiare, deviazione che non sembra doversi inserire molto in basso nella storia di quello, perché nessun gruppo primitivo è poliandrico. Il clima sociale più adatto al suo sviluppo è stato quello rappresentato dalle forme superiori del matriarcato nelle società agricole tropicali o subtropicali o, comunque, dalle società nelle quali la donna acquistava autorità e indipendenza. Ma anche tra queste la poliandria dovette essere un'eccezione, perché la famiglia matriarcale, per il prevalere degl'istinti naturali della donna, è raramente poligamica. Ancora oggi le società rimaste matriarcali tendono alla monogamia, com'è nei Tuareghi del Sahara, fatto assai notevole in un popolo musulmano. È naturale poi che la poliandria fraterna abbia ricondotto al patriarcato, per l'influenza della gerarchia naturale rappresentata dall'età fra i congiunti.

    Casi di matrimonio poliandrico, nelle sue diverse forme, sono attestati per varie e fra loro lontane regioni del mondo antico; ma questo costume non fu mai molto diffuso, anche per le speciali condizioni sociali che esso presuppone. La testimonianza più esplicita è quella di Polibio (XII, 6 b, 8) per gli Spartani: "Presso gli Spartani è costume che tre o quattro uomini, e anche di più se sono fratelli, abbiano una sola moglie, e i figli di costoro sono comuni. Ed è costume lodato che se uno ha avuto figli in numero sufficiente, ceda la moglie ad un amico". E ciò che le fonti dicono della libertà di costumi delle donne spartane, mostra che non si aveva in Sparta un concetto rigido della fedeltà coniugale. Un caso di cessione della moglie è attestato anche in Roma, fra Catone Uticense e Ortensio (Plut., Cat. min., 25, 52); Strabone, che vi accenna ricordando lo stesso costume presso i Tapuri del Caspio (XI, 9,1), lo dice un antico uso romano. Per i Britanni abbiamo la testimonianza di Cesare (De bello gall., V, 14): uxores habent deni duodenique inter se communes et maxime fratres cum fratribus parentesque cum liberis; sed si qui sunt ex his nati, eorum habentur liberi, quo primum virgo quaeque deducta est. Ma mentre sembra che Cesare parli di poliandria poliginica, cioé di gruppi di uomini che hanno in comune parecchie donne, altre fonti parlano di vera poliandria dei Britanni (Bardesane, in Eusebio, Pr. ev., VI, 10, 28) e altre ancora di promiscuità sessuale degl'Irlandesi e dei Caledoni. Questi castumi sono fatti però risalire alla popolazione pre-indoeuropea delle isole britanniche. Strabone ricorda poi la poliandria per i Medi (XI, 13, 11, dove molte edizioni hanno alterato il testo facendogli dire l'opposto) e per i Sabei dell'Arabia Felice (XVI, 4, 25): " (I maschi di una famiglia) hanno una moglie in tutti, e chi primo entra, pone il suo bastone alla porta e sta con lei; ma la moglie passa la notte col più vecchio dei fratelli. Perciò sono tutti fra loro fratelli e si uniscono anche con le madri. L'adultero è punito con la morte ed è ritenuto tale chi è di altra stirpe". Pare che questo uso sia confermato dalle iscrizioni sabee e tracce di poliandria si sarebbero notate anche nell'antica Babilonia e presso altri Semiti.
     
  9. L'avatar di Sara111

    Sara111 Sara111 è offline JuniorMessaggi 1,117 Membro dal Aug 2021 #139

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Melite Visualizza Messaggio
    Ne prendo atto, ma non posso accettare un comportamento che giudico negativamente, anche perché più persone disoneste ci sono, più le persone si sentiranno giustificate ad essere disoneste in virtù del fatto che "tanto lo fanno tutti".
    Per me il fatto che il comportamento è comune non porta a pensare che è meno grave, solo che per quante regole morali abbiamo, è molto facile dimenticarle per seguire i nostri desideri.
    Oltretutto mai stata una che segue la corrente con la scelta più facile e comoda solo per farsi accettare dagli altri.
    Tu sei mai stata tradita, Sara? Non intendo solo dal tuo fidanzato, ma magari da un'amica, da un genitore, da qualcuno di cui ti fidavi? Hai sentito il dolore della pugnalata alle spalle, sì o no?
    Non so se classificarlo come tradimento o proprio una fiducia che non c’è mai stata, ma ti assicuro che conosco un dolore simile. L’ho sperimentato più volte e ultimamente mi sono ritrovata ad affrontarlo volontariamente, scavando tra i ricordi della vita.
     
  10. Melite Melite è offline BannedMessaggi 12,539 Membro dal Oct 2017 #140

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Sara111 Visualizza Messaggio
    per quante regole morali abbiamo, è molto facile dimenticarle per seguire i nostri desideri.
    Fortunatamente c'è chi non vive la propria morale come una regola imposta, ma come una convinzione personale del voler agire nella correttezza.

    Citazione Originariamente Scritto da Sara111 Visualizza Messaggio
    ti assicuro che conosco un dolore simile. L’ho sperimentato più volte
    Quello che mi chiedo è se pur di seguire i tuoi desideri, non ti importi di infliggerlo ad altri. Parlo ovviamente per ipotesi, visto che da quel che dici il tuo fidanzato non ha problemi se tu vai a letto con altri.