Amicizia con la comitiva dell'università

Discussione iniziata da linkinb il 08-11-2018 - 1 messaggio - 1069 Visite

  1. linkinb linkinb è offline PrincipianteMessaggi 72 Membro dal Jun 2013 #1

    Predefinito Amicizia con la comitiva dell'università

    Ciao a tutti, volevo chiedere quando e come ci si può definire amici (oltre che colleghi) col proprio gruppo di studi all'università. Sono una ragazza che frequenta una magistrale, e siamo una decina in tutto, all'inizio mi trovavo benissimo con loro nonostante la timidezza e la paura (siamo quasi tutte ragazze) di combinarmi con ragazze pettegole, o oche, invece mi sono sentita fortunatissima, anche se molte di loro ritornavano a casa il weekend, a parte questo non avevo nulla di cui lamentarmi...fino a quando durante un progetto di studi, a squadre, ognuno col suo ruolo, una ragazza della mia squadra mi fa pressioni su pressioni (hai fatto questo? A che punto sta la ricerca? Ei ma hai inviato quest altro al prof?Ricordati di...) e un giorno sono esplosa dalla rabbia tutt al più che in un momento di bisogno, per questo progetto , si sono girati tutti dall'altra parte, compresa questa ragazza. Da quest ultima mi sono sentita trattare in particolar modo come se non mi dessi abbastanza da fare e quelle pressioni non facevano che confermare le mie tesi. Da quel giorno per 2 settimane questa ragazza non mi ha parlato e non solo: tutta la classe mi "ignorava" e mi guardava diversamente. Infatti un altra persona del corso mi ha detto che quella ragazza ne ha parlato col resto della classe, che mi sono arrabbiata, che ho risposto male ma di preciso come e con quale versione non lo so poiche ero assente. Da quel momento saranno passati mesi, mi continuano a invitare ai pranzi o fuori ogni tanto e anche quella ragazza, come se non fosse successo nulla, ma qualcosa si è comunque incrinato (anche da parte mia: non li vedo più come una volta)...e in generale mi sono autoconvinta di non essergli più cosi simpatica, alle volte mi estraneo, altre sono comunque un po più "rigida" di prima; li vedo tra loro con molto più feeling che con me, che pur invitandomi a certe occasioni altre cose le fanno tra loro, parlano di situazioni che non conosco o di quella volta che sono uscite in quel posto e dove io ovviamente non c ero o non sono stata invitata...Non capisco, vorrei solo poter ricominciare da capo con altre persone ma un litigio o incomprensione può sempre stare dietro l angolo e si ripeterebbe tutto in un circolo vizioso..ora stringo i denti e cerco di essere più sciolta e disinvolta possibile ma in generale queste situazioni proprio non so come affrontarle, spero che qualcuno di voi ci sia gia passato e mi possa dare un consiglio...finche queste cose succedono all'università è un conto ma sul posto di lavoro sarebbe un casino


     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]