Un amore che mi ha distrutto

Discussione iniziata da inferno8882 il 19-09-2018 - 49 messaggi - 5958 Visite

Like Tree22Likes
  1. inferno8882 inferno8882 è offline PrincipianteMessaggi 14 Membro dal Sep 2018 #1

    Predefinito Un amore che mi ha distrutto

    Vorrei raccontarvi la storia del mio amore....vi prego di non giudicarmi, so che ho fatto tante cose sbagliate ma le ho fatte solo perchè, purtroppo, a volte è il cuore che comanda.
    Premessa: ho 36 anni, sono sposato ed ho un figlio piccolo, ho sempre amato mia moglie e l'ho sempre trattata benissimo, essendo ricambiato allo stesso modo. Ero una persona tranquilla, scherzosa, felice, con accanto tanti amici che mi volevano e mi vogliono bene. Poi 4 anni fa ho iniziato un nuovo lavoro, ed ho conosciuto una collega di 5 anni piu' piccola di me: all'inizio mi ha colpito fisicamente essendo molto carina, ma nemmeno mi passava per l'anticamera del cervello di provarci con lei: figuratevi, non avevo mai pensato di poter provare sentimenti per qualcuna che non fosse mia moglie...poi lei era così bella che pensavo fosse al di sopra delle mie 'possibilità'(soffro di scarsa autostima anche se a detta di molte ragazze sono carino ed ho un bel fisico).
    Il mio capo un giorno mi diede l'incarico di seguire dei lavori insieme a lei, e da quel giorno abbiamo lavorato quasi tutti i giorni insieme. Da subito lei si è dimostrata dolce e gentile, sebbene gli altri miei colleghi la definissero 'un'oca che se la tira' o 'una ritardata':all'inizio non mi fidavo di lei un po' per pregiudizio dettato da questi commenti. Ma lei mi faceva moltissime domande sulla mia vita e sul mio passato, ci sentivamo per lavoro ma poi finiva sempre a parlare di noi e dei nostri guai, e giorno dopo giorno costruimmo un bel rapporto di complicità e sostegno reciproco. Entrambe avevamo dei problemi personali, io con mia moglie che spingeva per avere un figlio anche se non mi sentivo pronto, lei con il suo ragazzo con cui stava da tanti anni ma che non era più sicura di amare; erano pronti al matrimonio ma lei non se la sentiva. Dentro di me piano piano stava nascendo un sentimento, volevo proteggerla, volevo vederla sorridere sempre mentre lei invece era sempre triste e preoccupata, per il lavoro, per dei problemi familiari e per questa situazione che ho appena descritto. Anche lei si preoccupava per me, ogni mattina mi chiamava per sapere come stavo, ogni volta che aveva 5 minuti liberi mi cercava per stare insieme, se mi vedeva solo in disparte veniva da me per sapere se stavo male. Io non sapevo se lo facesse per amicizia o perchè le piacevo, essendo una ragazza molto religiosa e con lo 'spirito da crocerossina'; io sono tutto l'opposto, sono freddo, sono cresciuto in mezzo alla strada e ho fatto parecchi casini, quindi spesso la allontanavo e la trattavo male anche se in realtà volevo l'opposto. Più mi comportavo così più lei si avvicinava a me, faceva battute del tipo: 'lo sai che i colleghi pensano che io e te siamo fidanzati?' oppure 'cosa vedi se mi guardi negli occhi?'....ed io ho iniziato a stare al gioco, spesso mi fissava, ci guardavamo negli occhi e mi sentivo il cuore a mille. Proprio io? Possibile? Siamo quasi tutti uomini a lavoro e cercava sempre me.
    Passavano i giorni ed il mio sentimento cresceva, in segreto, cercavo di reprimerlo ma ormai passavo le giornate a pensare a lei. Ma sono sposato, quindi dovevo togliermela dalla testa.
    Dopo due mesi di battutine e risate insieme un giorno mi chiama (sempre a lavoro, non ci siamo mai scambiati i numeri di cell) e mi dice andiamo a prenderci un caffè insieme....mi parla di quanto non sopporta più il suo lui, mi dice che io la capisco al volo anche prima che lei parli, ed alla fine mi chiede se la sera stessa sarei uscito (era venerdi). Io ingenuamente le rispondo che sarei uscito coi miei amici, e lei mi disse 'vabbè io penso che rimarro' a casa'.
    Ripenso continuamente a quel giorno....avrei dovuto dirle che la volevo, che volevo uscire con lei, ma non ero sicuro che avrebbe accettato, perchè mi ripeteva sempre che i ragazzi impegnati non le interessavano.
    Partii per una breve vacanza e raccontai tutto al mio migliore amico, che mi consigliò di invitarla ad uscire, almeno ad un suo rifiuto mi sarei messo l'anima in pace.
    Ma quando tornai lei era più fredda del solito, le chiesi se dopo il lavoro volevamo vederci...lei inizio' a farfugliare e a cambiare discorso poi mi liquidò con un 'ora devo tornare in ufficio'.
    Rimasi sconvolto: perchè aveva reagito cosi'? Bastava un no e non avrei insistito.
    Due giorni dopo la chiamai e le chiesi il perchè di quella reazione: mi disse che aveva pensato molte volte ad uscire con me ma eravamo entrambe impegnati ed aveva paura che qualcuno ci vedesse. Allora le dissi di non cercarmi più se non per motivi di lavoro, ma lei non voleva, diceva che voleva ancora parlare con me. Mi chiese se provavo dei sentimenti per lei, negai tutto ovviamente.
    Accettai la sua decisione ma questo purtroppo mi calmò solo per qualche giorno: ormai ero innamorato perso di lei, mi capiva, e soprattutto quando stavo con lei non sentivo più quel senso di vuoto che mi accompagnava da sempre....non mi ero mai sentito cosi' preso nemmeno quando avevo conosciuto mia moglie.
    Poco dopo fui costretto a lasciare il lavoro perchè mi scadette il contratto, e manco a farlo apposta la incontrai in giro. Non la salutai e mi rimase a guardare...dopo un paio di giorni la vidi di nuovo, venne da me e si arrabbiò molto per questo, dicendo che non dovevo comportarmi cosi', le chiesi il suo numero, le dissi che avevo bisogno di lei, ma mi rispose dicendomi 'dimenticami, mi devi dimenticare e basta'.
    Mi sentivo a pezzi...mi mancava ogni giorno, pensavo sempre e solo a lei. Sono stato malissimo per più di un anno, uscivo ogni sera con la speranza di incontrarla; quando era con le sue amiche mi guardava e poi rideva con loro, a volte mi salutava a volte faceva finta di niente. Io mi sentivo ferito, triste, deluso.....perchè? L'avevo amata tanto e volevo proteggerla da tutto cio' che la faceva soffrire. Lei si lasciò e si mise insieme ad un altro ragazzo, senza mai cercarmi.
    Dopo un anno e mezzo di dolore, piano piano cominciai a rassegnarmi, ma non la dimenticai, non dimenticai mai quella ragazza bella e dolce che mi aveva fatto tanto battere il cuore. Tornai alla mia vita con la morte dentro.
    Ma il destino a volte è strano, e quest'anno mi ridanno il mio vecchio posto di lavoro. Lei ancora è li'.
    Inutile dire che non vedevo l'ora di poterle parlare di nuovo, ma lei è fredda e distante, al contrario di tutti gli altri colleghi. Non mi chiede niente e nemmeno mi ha mai chiesto di mio figlio.
    Comincio ad ignorarla perchè non volevo più stare male; lei dopo qualche tempo comincia a provare ad attaccare bottone con qualche scusa, ma la evito.
    In estate un mio amico mi dice che lei è di nuovo single, ed io a quel punto raccolgo il coraggio e le parlo, le spiego tutto, le dico che per me è importante, che non ho provato mai per nessuna certi sentimenti, raccontandole quanto ho sofferto.
    Lei all'inizio si arrabbia perchè nega di avermi detto di dimenticarla, dice che mi vuole bene e ci tiene a me, ma quando ha capito che mi stavo allontanando da mia moglie per colpa sua ha deciso di smettere di cercarmi perchè reputa il matrimonio troppo importante e non riesce ad andare oltre questo suo limite con me. Ma nega anche tante cose che ha detto, dice che quando mi ha rivisto a lavoro ha provato a parlare con me ma ero freddo (grossa bugia dato che era lei che faceva cosi') e mi dice che non pensava che io stessi cosi', che pensava non me ne fregasse niente di lei.Mi chiede 'perchè non me lo hai detto quando te l'ho chiesto se provavi qualcosa per me'? Le rispondo che non volevo farla soffrire, io sapevo che era impossibile e lei si sarebbe sentita in colpa, per questo ho preferito soffrire solo io ed amarla in silenzio per tanti anni.
    Ora si comporta in maniera strana, a volte ride e scherza con me e a volte fa finta che non esisito, io so solo che non riesco a dimenticarla anche se so che non sarà mai mia. Mi ha lasciato un buco nel petto dove prima c'era il mio cuore.
    Ho cercato di essere più sincero possibile, ho voluto raccontarvi la mia storia perchè ho bisogno di capire. Sono tormentato perchè tutti questi segnali contrastanti da parte sua mi fanno pensare che anche io le piaccio....ogni commento o suggerimento è ben accetto ma vi prego, non giudicatemi. Ho tentato in tutti i modi di rimuoverla dalla mia vita, lo so che ho sbagliato e gli sbagli si pagano, ma non decidiamo noi quando e di chi innamorarci.


     
  2. L'avatar di Xena14

    Xena14 Xena14 è offline Super FriendMessaggi 5,114 Membro dal Oct 2017
    Località Nel Paese delle Meraviglie
    #2

    Predefinito

    Scusa ma come fai a definirlo "amore"???
    No regrets
     
  3. jakie jakie è offline PrincipianteMessaggi 33 Membro dal Sep 2018 #3

    Predefinito

    Prima di tuffarti a capofitto in una relazione extraconiugale interrogati bene su cosa provi ancora per tua moglie: dai un valore ai ricordi ai momenti belli alle emozioni che ancora provi .....chiarisciti le idee, davvero pensi che il tuo matrimonio non si possa recuperare? iniziare una relazione ed avere un amante significa mettere in discussione la coppia e non svagarsi per ritornare poi in famiglia più soddisfatto e allegro, l'amante non può essere un giro di giostra ...è una cosa seria
     
  4. L'avatar di Xena14

    Xena14 Xena14 è offline Super FriendMessaggi 5,114 Membro dal Oct 2017
    Località Nel Paese delle Meraviglie
    #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jakie Visualizza Messaggio
    Prima di tuffarti a capofitto in una relazione extraconiugale interrogati bene su cosa provi ancora per tua moglie: dai un valore ai ricordi ai momenti belli alle emozioni che ancora provi .....chiarisciti le idee, davvero pensi che il tuo matrimonio non si possa recuperare? iniziare una relazione ed avere un amante significa mettere in discussione la coppia e non svagarsi per ritornare poi in famiglia più soddisfatto e allegro, l'amante non può essere un giro di giostra ...è una cosa seria
    Ma proprio no Jackie, l'amante é proprio un giro di giostra, una ventata di freschezza, una pazzia momentanea, una scarica di adrenalina!
    Ultima modifica di Xena14; 20-09-2018 alle 17:35
     
  5. jakie jakie è offline PrincipianteMessaggi 33 Membro dal Sep 2018 #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Xena14 Visualizza Messaggio
    Ma proprio no Jackie, l'amante é proprio un giro di giostra, una ventata di freschezza, una pazzia momentanea, una scarica di adrenalina!
    Xena io mi riferisco ad un amante con cui alla fine crei una relazione piuttosto stabile con un coinvolgimento sentimentale non ad un'avventura o ad una storia di letto
    Anitashock and cosmicglitter like this.
     
  6. L'avatar di Xena14

    Xena14 Xena14 è offline Super FriendMessaggi 5,114 Membro dal Oct 2017
    Località Nel Paese delle Meraviglie
    #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jakie Visualizza Messaggio
    Xena io mi riferisco ad un amante con cui alla fine crei una relazione piuttosto stabile con un coinvolgimento sentimentale non ad un'avventura o ad una storia di letto
    Ti riferisci quindi ad un fidanzamento con prospettive di futuro. Un amante in quanto tale é effimero e senza obblighi di nessun tipo.
    No regrets
     
  7. inferno8882 inferno8882 è offline PrincipianteMessaggi 14 Membro dal Sep 2018 #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Xena14 Visualizza Messaggio
    Scusa ma come fai a definirlo "amore"???
    Non ho provato mai niente di simile per nessuna ragazza che ho frequentato.
    Penso continuamente a lei, mi manca sempre
    quando le sto accanto ho il cuore a tremila e le farfalle allo stomaco
    quando la guardo negli occhi ho i brividi.
    Poi la cosa che mi fa più strano è che anche se siamo totalmente diversi, sono irrestitibilmente attratto da lei. non lo so, è chimica.
    Penso di avere parecchi 'sintomi'
     
  8. jakie jakie è offline PrincipianteMessaggi 33 Membro dal Sep 2018 #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Xena14 Visualizza Messaggio
    Ti riferisci quindi ad un fidanzamento con prospettive di futuro. Un amante in quanto tale é effimero e senza obblighi di nessun tipo.
    mi riferisco al fatto che le storie non sono mai tutte bianche o tutte nere magari nascono in un modo e diventano altro non siamo programmati per una sola direzione ...lo dimostrano tutte le storie conflittuali che abbondano in questo forum..... il ruolo dell'amante effimero e senza obblighi è pura utopia, non esiste se non nella teoria!!!
    Anitashock and aurora71116 like this.
     
  9. L'avatar di Xena14

    Xena14 Xena14 è offline Super FriendMessaggi 5,114 Membro dal Oct 2017
    Località Nel Paese delle Meraviglie
    #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jakie Visualizza Messaggio
    mi riferisco al fatto che le storie non sono mai tutte bianche o tutte nere magari nascono in un modo e diventano altro non siamo programmati per una sola direzione ...lo dimostrano tutte le storie conflittuali che abbondano in questo forum..... il ruolo dell'amante effimero e senza obblighi è pura utopia, non esiste se non nella teoria!!!
    Ti assicuro che esiste Jakie, io ne sono la prova. Una relazione extra meravigliosa e coinvolgente ma senza paranoie di nessun tipo, non si chiede né si esige, senza nessun obbligo in assoluto se non quello di trascorrere dei momenti indimenticabili insieme, sempre e solo se entrambi ne abbiamo voglia.
    No regrets
     
  10. L'avatar di lei68

    lei68 lei68 è offline FriendMessaggi 4,299 Membro dal Aug 2016 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da inferno8882 Visualizza Messaggio
    Non ho provato mai niente di simile per nessuna ragazza che ho frequentato.
    Penso continuamente a lei, mi manca sempre
    quando le sto accanto ho il cuore a tremila e le farfalle allo stomaco
    quando la guardo negli occhi ho i brividi.
    Poi la cosa che mi fa più strano è che anche se siamo totalmente diversi, sono irrestitibilmente attratto da lei. non lo so, è chimica.
    Penso di avere parecchi 'sintomi'
    Scusami se approfitto dei tuoi sentimenti, ma vorrei che lo leggessero tutti quei trituratori di cabbasisi che dicono che non bisogna credere alle parole che ci dicono i nostri amanti, che sono tutte frottole a nostro uso e consumo, per averla facile.
    E invece, cari cinici ad ogni costo, anche gli uomini sono capaci di provare sinceramente certi sentimenti.
    Tiè!!
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]