Amore, questo sconosciuto (?) Sono pazzo io? Aiutatemi a capire...

Discussione iniziata da Goldenboy il 12-10-2012 - 29 messaggi - 5403 Visite

Like Tree6Likes
  1. Goldenboy Goldenboy è offline PrincipianteMessaggi 11 Membro dal May 2011 #1

    Predefinito Amore, questo sconosciuto (?) Sono pazzo io? Aiutatemi a capire...

    Buongiorno a tutti, scrivo la mia storia per la prima volta, desideroso di avere qualche consiglio da parte vostra. Io non ho mai amato. Non mi sono mai innamorato di nessuna ragazza o donna. Non è mai scattato nessuna scintilla, non ho mai sentito le farfalle nello stomaco, non ho mai vissuto una relazione con la tranquillità e la serenità della consapevolezza che la Lei in questione fosse la donna giusta con cui stare, mai provato né colpi di fulmine né quell’amore in crescendo dovuto al conoscersi piano piano. Insomma, ho un blocco nei confronti dell’Amore, che per me rappresenta uno sconosciuto. Circondato da coppie che si dichiarano amore eterno, da ragazzi e ragazze che passano da un Ti amo all’altro senza troppi problemi, io invece mi sento bloccato da questo punto di vista. Devo però raccontarvi un attimo la mia storia, un po’ lunga, spero abbiate la pazienza di leggerla.
    La mia vita sentimentale è iniziata a 23 anni. Prima, un’adolescenza fatta di amori platonici, romanticismo, friendzones a manetta, pali e qualche frequentazione con qualche ragazza (durata al massimo 3 uscite, quasi sempre per decisioni loro). Insomma, una mezza calzetta, senza tutte quelle esperienze tipiche dell’adolescenza e della prima giovinezza fatte di prime volte, prime ragazzine, ecc. Complice il forum, sono migliorato molto, ho capito dove sbagliavo e ho cominciato a vedere i risultati. Nell’estate del 2009 ho conosciuto quella che sarà poi la mia prima ragazza, tramite Facebook. Pur essendo di un’altra regione, frequentava la mia stessa università nella mia città. Dopo un po’ di conoscenza virtuale, accetta di uscire. Questa è la volta buona, mi dico, mi sento preso, coinvolto, la ragazza mi piace, sia fisicamente, sia caratterliamente, siamo affini come vite e come modi di pensare, insomma penso sia davvero quella giusta. Dopo tre uscite (e un bacio) lei decide di chiudere, c’è l’estate di mezzo e ha altro a cui pensare, ed il mio atteggiamento stra-needy non aiuta. Così, penso sia finita con un’altra delusione, mi faccio la mia estate da single, ma col pensiero sempre a lei, a quella che reputavo essere quella giusta. Tornato, accetta di riuscire e la cosa continua, diciamo che stiamo insieme, con lei faccio le mie prime esperienze, decidendo però di fermarmi al petting, senza andare fino in fondo (ero ancora vergine). La ragione sta nel fatto che volevo riservare la prima volta per una ragazza di cui fossi davvero innamorato, ed il problema era proprio quello: non sento crescere il sentimento in me. Ci sto bene, mi trovo benissimo, abbiamo tante cose in comune, eppure non scatta la scintilla, non sento di amarla. Via via comincia a evidenziarsi ai miei occhi un suo difetto fisico, che in estate manco avevo notato. Nella mia mente si ingigantisce, mi impedisce di vivere una relazione sana con lei, non le faccio conoscere i miei amici perché (mi vergogno come un cane, ma devo ammetterlo) mi vergogno di lei, di questo particolare suo difetto (abbastanza comune in realtà); allo stesso tempo, non accetto di uscire con i suoi amici, quindi usciamo solo io e lei. Non la tradisco mai, ma flirto spesso con altre ragazze. Dopo Natale le cose vanno peggiorando: lei continua a coinvolgersi, il suo sentimento nei miei confronti cresce mentre il mio resta uguale, continuo ad avere lo stesso pallino di quel difetto, a marzo 2010 arriva la prima crisi, le chiedo una pausa per cui lei soffrirà come un cane, per poi tornare con lei dopo due settimane a cose sostanzialmente identiche. Lei, innamorata persa, mi riprende; le cose continuano nello stesso modo (se non peggio, con lei che scopre qualche messaggio sospetto sul mio FB) fino a maggio, quando decidiamo di lasciarsi definitivamente. Passo un mese veramente brutto in cui non ci sentiamo, mi manca da morire, così penso che forse la amo, forse sono io a non aver capito; le chiedo di rivedersi, decidiamo di rifrequentarci piano piano, ma non riesco a fare chiarezza, continuo ad avere dubbi su di lei, sul perché non mi prenda così, sul fatto che l’amore non può essere tutto là, nel semplice “stare bene insieme”, manca qualcosa nonostante lei sia una ragazza magnifica. Nel frattempo continuiamo solo con il petting, e continuo a tenerla esclusa dalla mia vita, senza portarla mai fuori con i miei amici, sempre per il solito motivo. Durante l’estate è un continuo tira e molla, lei ogni tanto cerca di chiudere, io la ricerco perché ne sento il bisogno, fino alla mia decisione di fare un viaggio da solo e chiarificatore in un altro paese. Durante quel mese di assenza mi concentro sul viaggio e su di me, con lei non ci sentiamo più. Torno dal viaggio più sereno, senza risposte su di lei ma più sereno e tranquillo. Non ci rimettiamo insieme, pur essendo in buoni rapporti. Eppure nei mesi successivi sento che mi manca, ci penso spesso, ma resisto e non la chiamo, convinto che sia bene così per me e per lei. A Natale si fa viva lei, ed io cedo subito…e ci rivediamo. Da là partono altri sei mesi in cui ci vediamo (quasi di nascosto), senza rimettersi insieme. Lei è ancora innamorata di me, io continuo ad avere i soliti dubbi. Lei continua a volere una storia con la S maiuscola, in cui finalmente io sia deciso nello stare con lei, la faccia sentire amata. Io non gli do niente di tutto questo. A febbraio, però, decido di compiere il grande passo, e faccio l’amore per la prima volta nella mia vita, con lei. Tralasciando il disastro effettivo di quella prima volta, non mi aiuta a capirci niente, anzi il giorno dopo mi sento decisamente male. Nei mesi successivi è un tira e molla, spesso lei decide di chiudere definitavamente, ma poi effettivamente ci rivediamo (pur senza fare sesso)..le cose sono peggiorate ulteriormente dalla mia decisione di andare in Erasmus, cosa che lei non prende bene e che vive come una fuga dalla situazione (quale in effetti, forse, è). A giugno, tuttavia, succede il casino definitivo: complice Fb, si convince che l’abbia tradita con una sua cugina (cosa non vera), si ******* terribilmente e chiude definitavamente con me. Io decido di prendere questa cosa come un segnale e la definitva occasione di chiudere una storia tormentata e dolorosa come questa. Nell’estate non ci sentiamo, poi finalmente parto per l’Erasmus, da cui torno sei mesi dopo. In quei sei mesi frequento altre ragazze, ho altre esperienze (anche sessuali), ma non trovo nessuna di cui mi innamori. Con un’altra ragazza finiamo in una situazione simile, anche lei si innamora e ci soffre da cani, mentre io continuo a persistere nel mio mutismo emotivo. Torno dall’Erasmus, la vita qua continua come sempre; uscicchio con altre ragazze, niente di serio, la testa continua ad andare alla mia ex…d’estate si rifà viva lei, vuole un libro indietro. Prendo la palla al balzo, le propongo un aperitivo per rirdarle il libro. Ci vediamo, passiamo una piacevole ora e mezzo; nei giorni successivi mi faccio vivo con qualche messaggino..lei risponde sempre, alla fine le propongo di uscire. Lei declina, mi fa capire che se tornassi seriamente potrebbe anche pensarci ma uscire così per uscire non vuole; la capisco, è comprensibilissimo; decido di lasciar perdere. In estate ho altre storielle, con ragazze di cui però non riesco a innamorarmi, mentre ironicamente loro si coinvolgono e sono prese, così sono costrettto a chiudere per evitare di fargli ulteriormente male. Durante la frrequentazione con queste ragazze mi capita un fenomeno strano: mi capita di pensare più intensamente alla mia ex, quasi una specie di reazione. Arrivo alla situazione di oggi, in cui sono solo, penso spesso alla mia ex ma ho anche una dannata paura di rifarmi vivo con lei, di ricadere negli stessi schemi mentali e negli stessi errori. Non capisco se ci sia qualcosa di sbagliato in me, una sorta di blocco nei confronti dell’amore, ed una sorta di fissa per questa ragazza che sembra pregiudicare tutte le storie successive e la mia stessa serenità. A volte sono convinto che lei sia quella giusta, altre volte penso a tutti i tentativi ed il dolore che ha caratterizzato la nostra storia, e mi dico: “ma l’Amore non dovrebbe essere una cosa semplice? Una cosa che senti se c’è o no? Una cosa che dà serenità alle due persone coinvolte?” Perché in me tutto questo non c’è? Perché ho tutta questa difficoltà nel trovare l’Amore, o nel riconoscerlo? Vi prego, datemi una mano. So che quello che emerge da questo racconto è una persona gretta e meschina, che ha fatto male ad altre persone; ma vi assicuro che l’ho fatto non intenzionalmente, e che alla mia ex ho voluto e voglio un bene immenso.
    Stellapersiana likes this.


     
  2. woldfound woldfound è offline PrincipianteMessaggi 37 Membro dal Oct 2012 #2

    Predefinito

    che storia, devo dire che l'ho letta molto volentieri e che non penso che tu sia una persona gretta e meschina...mi sento di dirti innanzitutto che l'amore non è una cosa semplice, non lo è mai stato...e che almeno tu a differenza di tutti quelli che dicono ti amo con facilita' e poi tradiscono non lo fai...evidentemente dai a questa parola e al concetto dell'amore grande importanza...io mi sento pero' inoltre di dirti che, sempre per il mio modestissimo parere tu dovevi coinvolgerla nella tua vita invece di allontanarla....non puoi trovare le risposte che cerchi se non la coinvolgi in pieno nelle tue attivita'...non la presenti ai tuoi amici...ecc...perchè è proprio da la' che potresti renderti veramente conto di essere innamorato di lei o meno....fatti coraggio e provaci...e non vergognarti di lei..sono altri i motivi per cui ci si deve vergognare nella vita!!!
    è chiaro che questa tra le tante è la tua storia piu' importante....e fidati quando una storia è importante devi difendere il sentimento e cio' che rappresenta...qualsiasi esso sia!!!
     
  3. L'avatar di PamPam86

    PamPam86 PamPam86 è offline JuniorMessaggi 1,246 Membro dal Jul 2010
    Località Veneto
    #3

    Predefinito

    Forse ti sei focalizzato su quel difetto perchè non potevi credere esistesse una ragazza così perfetta per te, e hai voluto cercale una magagna per forza. Si può sapere che difetto è? Giusto per valutarne l'importanza....
    Se non hai trovato altre che ti piacessero come lei qualcosa di importante per lei lo provi, checchè ne dica il tuo "gusto estetico",quindi perchè non renderla partecipe di tutta la tua vita, e vedere come va questa volta?
    A pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca
     
  4. woldfound woldfound è offline PrincipianteMessaggi 37 Membro dal Oct 2012 #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da PamPam86 Visualizza Messaggio
    Forse ti sei focalizzato su quel difetto perchè non potevi credere esistesse una ragazza così perfetta per te, e hai voluto cercale una magagna per forza. Si può sapere che difetto è? Giusto per valutarne l'importanza....
    Se non hai trovato altre che ti piacessero come lei qualcosa di importante per lei lo provi, checchè ne dica il tuo "gusto estetico",quindi perchè non renderla partecipe di tutta la tua vita, e vedere come va questa volta?
    tutto giusto secondo me, il difetto non è il problema, è solo la "scusa".
    se per una persona non provi niente non ti sentirai mai cosi' legato...e tu a questa ragazza ci sei legato eccome!!!
    tutti i tuoi dubbi secondo me nascono proprio dal fatto che ti sei privato di viverla al 100% questa storia.
    è chiaro, non si sa quale sia questo difetto, ma, presumo che se fosse stato un difetto cosi' palese e fastidioso te ne saresti accorto fin dall'inizio!!
     
  5. Goldenboy Goldenboy è offline PrincipianteMessaggi 11 Membro dal May 2011 #5

    Predefinito

    Beh, ci ho pensato anche io..però magari mi son detto che se fosse stato vero Amore questo difetto sarei riuscito a superarlo, invece mi inibiva a tal punto da impedirmi di farla conoscere ad amici e conoscenti e a renderla davvero parte della mia vita. In più è come se fossimo a livelli di sentimento diversi, più vedevo che lei si coinvolgeva più io rimanevo allo stesso punto. Non riesco a capire come mai, a distanza di tempo, ancora ci penso..sarà che è stata la prima ragazza, ma non riesco a dimenticarla e ancora oggi rappresenta un pensiero quotidiano. Tutte le volte che abbiamo provato a tornare insieme, però, è andata male, con i soliti problemi che riemergevano e grandi sofferenze, soprattutto da parte sua. Non capisco se il mio è sentimento vero o una semplice mancanza dovuta ad una dipendenza affettiva..ma non dicono che quando è Amore si sa e basta?
     
  6. woldfound woldfound è offline PrincipianteMessaggi 37 Membro dal Oct 2012 #6

    Predefinito

    eh...fosse cosi' facile!molte volte magari lo si capisce subito che è amore...altre volte invece non è facile capirlo!
    di certo pero' non è normale pensare una persona tutti i giorni, ma posso essere sfacciato e chiederti qual'è questo difetto???
    altrimenti si fa fatica anche a dar consiglio
     
  7. L'avatar di TACHIPIRINA

    TACHIPIRINA TACHIPIRINA è offline SeniorMessaggi 9,834 Membro dal Dec 2010 #7

    Predefinito

    A me sembra un capriccio...

    e appena arriverà l'amore non penso nemmeno se ti chiederai se è vero o no,non ci sara' bisogno di tutte ste pippe mentali e semplicemente lo vivrai.

    oh cosi dicono eh
    Ultima modifica di TACHIPIRINA; 16-10-2012 alle 17:41


    dopo l'inverno arriva sempre la primavera
     
  8. Goldenboy Goldenboy è offline PrincipianteMessaggi 11 Membro dal May 2011 #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da woldfound Visualizza Messaggio
    eh...fosse cosi' facile!molte volte magari lo si capisce subito che è amore...altre volte invece non è facile capirlo!
    di certo pero' non è normale pensare una persona tutti i giorni, ma posso essere sfacciato e chiederti qual'è questo difetto???
    altrimenti si fa fatica anche a dar consiglio
    Beh, è un difetto abbastanza normale, però preferirei non dirlo per rispetto verso di lei e verso altre persone che possono avere lo stesso difetto..non è nulla di trascendentale nè malformazioni, eh..ci sono tantissimi uomini che ci passano sopra. Il fatto è che per me ha rappresentato una specie di pallino: quello che mi chiedo è se un difetto fisico possa inibire un qualcosa di alto e sacro come l'Amore. Se così fosse, mi sentirei molto superficiale...
     
  9. L'avatar di Gypsy

    Gypsy Gypsy è offline Super FriendMessaggi 7,044 Membro dal Aug 2011 #9

    Predefinito

    anche io vorrei saperlo!
    Amore è tutto ciò che si può ancora tradire.
    (A.Pazienza)
     
  10. L'avatar di MeiHoLin

    MeiHoLin MeiHoLin è offline Super ApprendistaMessaggi 624 Membro dal Aug 2012
    Località Proteo Tien (di base in sud Piemont)
    #10

    Predefinito

    Golden Boy...

    Ma da dove viene l'idea che hai dell'Amore? Dal rinascimento?

    io quando ho le farfalle nello stomaco prendo la citrosodina, eppure sono innamoratissima di mio marito...

    Mi sembri solo un ragazzo molto spaventato.. e molto confuso...
    Spaventato perchè amare qualcuno in fondo significa "mettersi a nudo" condividere aspetti e situazione della nostra vita, cosa che tu hai escluso totalmente..
    Confuso perchè vai in cerca della ragazza Perfetta.. Ti sei risparmiato, sessualmente parlando, perchè aspettavi quella giusta... ma nello stesso tempo sei 'stra-needy' (ho cercato su gogole cosa significa: stra bisognoso)..
    Pretendi, ma non dai...

    Poi ti trovi la scusa del difetto fisico (che continui a tenerci nascosto nonostante la nostra curiosità morbosa) per allontanarti da lei, per non farla entrare nel tuo mondo e definitivamente nel tuo cuore..
    Ma continui a pensare a lei e nessun'altra è nella tua testa come lei...

    Mi sebra che tu abbia solo tanta paura...

    Cos'è sta storia della ragazza giusta?
    Intendi perfetta per te?
    Ma la persona giusta non la puoi riconoscere dal cartellino..
    (Secondo me non è giusta se non lo è anche a letto...)
    Non esiste la persona che si adatti ai tuoi ideali..
    devi riconoscere che ogni essere umano ha dei difetti, e devi andare in cerca della persona che ha i difetti con cui puoi convivere...

    Questo è l'Amore..

    Sto bene con te, sono felice con te anche se non sei perfetto!


    Per me non hai un blocco nei confronti dell'amore.. hai solo paura di amare..
    Colei likes this.
    Ultima modifica di MeiHoLin; 16-10-2012 alle 19:52
    BRAINY IS DEFINITELY THE NEW SEXY
    "......maybe I'm on the side of the angels,
    but DON'T think for one SECOND
    that I'm one of them....."
    S. H.