L'amore ai tempi del Covid-19

Discussione iniziata da Ophelie il 26-04-2020 - 34 messaggi - 2365 Visite

Like Tree12Likes
  1. Ophelie Ophelie è offline PrincipianteMessaggi 65 Membro dal Nov 2017 #1

    Predefinito L'amore ai tempi del Covid-19

    Ciao Belli!

    Forse sono io a mettermi sempre in situazioni assurde, ma al momento ho proprio bisogno di un po' di conforto/opinioni.

    Frequentavo questo ragazzo da circa sei mesi. La nostra relazione non è mai stata facile.
    Veniamo da due culture e due paesi molto diversi. Io vivo all'estero da 10 anni, per lui era la prima volta lontano dalla sua famiglia e dal suo ambiente culturale, ma più che altro le nostre difficoltà sono state relazionali: io appena uscita da una relazione devastante, tossica, con un individuo (almeno nei miei confronti) a dir poco maligno, Lui con il naso appena fuori da un'altra situazione altrettanto impegnativa e sofferta seppur per altri motivi.

    Il nostro bagaglio ci rende esitanti e spesso ci fa avvicinare nel modo sbagliato, con dinamiche non sempre sane. A frenarci è soprattutto la consapevolezza di avere una data di scadenza: Settembre 2020, quando Lui avrebbe dovuto fare ritorno nel suo paese.
    Nonostante tutto ci innamoriamo e per me sono stati mesi importanti che mi hanno finalmente aiutata a voltare pagina verso un futuro più sereno e florido. Finalmente ho riacquistato una spensieratezza che credevo perduta in tutti gli aspetti della vita.
    Io e Lui siamo diversi, un mix forse assolutamente incompatibile ed improbabile, litighiamo abbastanza spesso ma in qualche modo troviamo il modo di coesistere.
    Io, intellettuale, studiosa, impegnata in mille interessi, emotivamente sono un libro aperto che quasi mi si vede pulsare il cuore e a dir poco nevrotica. Lui svogliato, allergico alla cultura, palestrato, parla di macchine e belle donne, apparentemente incurante del prossimo, ha un fragile cuore d'oro ma lo tiene segregato dietro mura protettive quasi inespugnabili.

    Metà marzo, arriva l'epidemia di Covid-19. Un fulmine a ciel sereno. Le nostre vite cambiano radicalmente nell'arco di una settimana. Non esagero. Penso saprete di cosa parlo...
    La sua famiglia va nel panico e nonostante Lui sia adulto già da un pezzo lo richiamano all'ordine e nell'emergenza gli intimano di lasciare tutto, tornare nel suo paese, vicino ai suoi cari e "al sicuro".
    Sono giorni incerti e tristi, ma lui mi dice di non avere scelta. Nella sua cultura l'opinione della famiglia è molto importante, non può ignorarla e, tra le altre cose, non vuole dare preoccupazione a suo padre con il quale ha un rapporto particolare.
    Sapevo che il momento della separazione sarebbe arrivato, ma non credevo così presto né in modo così improvviso, violento e doloroso.

    La nostra ultima notte non è stata magica come nelle favole, anzi, è stato difficile più del solito penetrare le sue difese emotive.
    Mi dice che non vuole lasciarmi andare, che sarò ciò che gli mancherà di più di questa città e soprattutto dice di amarmi e che cercherà di tornare in estate. Abbiamo fatto l'amore sapendo che probabilmente sarebbe stata l'ultima volta. Romantico, drammatico, anche straziante e forse per questo speciale. Prima di separarci mi sono tolta una catenina d'oro a forma di cuore che usavo portare e gli ho chiesto di tenerla con se per potermi ricordare...

    Tornato nel suo paese comincia a cercarmi ogni giorno. Ci scriviamo, parliamo e sogniamo ad occhi aperti tutte le cose che ci piacerebbe fare insieme e che non abbiamo avuto modo di fare. Paradossalmente da lontano la nostra connessione si rafforza, come immagino sarà successo ad altri di approfondire alcuni rapporti nel momento della quarantena.
    Forse è stata follia ma mi sono detta che forse avremmo potuto provare una relazione a distanza, vedere come andasse giorno per giorno.

    Finché la settimana scorsa comincia a diventare distante. Lo confronto quasi subito. Sono d'indole forte e diretta e forse anche un po' rompiscatole. Dapprima ha cercato di eludere la conversazione dicendomi d'essere stato risucchiato nei ritmi del lavoro, ma dopo un po' ammette di sentirsi triste, dice di amarmi e di aver pensato ad un futuro con me ma la consapevolezza che probabilmente le nostre vite potrebbero non incrociarsi mai più gli rende difficile investire nella nostra relazione.
    La verità è che io non potrei mai raggiungerlo nel suo paese e lui non potrà mai realisticamente tornare dove vivo io per questioni lavorative e di visto. Abbiamo anche pensato all'assurdo di sposarci ma in verità nessuno dei due mollerebbe mai la propria vita e comunità.

    Ci diciamo addio. E' l'unico modo. Gli chiedo perdono per essere stata una spina nel fianco alle volte, spiegandogli che forse è un po' il mio meccanismo di sabotaggio e difesa ma lui mi dice che se avesse anche solo la speranza di poter tornare dove ci siamo incontrati, starebbe insieme a me. Mi manda una fotografia delle sue mani bellissime e mascoline che espongono la mia catenina a forma di cuore. Gli scrivo che l'amo tra le lacrime, totalmente incapace di trattenere un enorme sorriso.

    Come ben saprete, è altamente improbabile riuscire a viaggiare di nuovo quest'estate, dunque anche la flebile possibilità che tornasse da me almeno per qualche mese è svanita.
    Forse sono solo una stupida incredibile romantica e ci sono una quantità di cose che sto trascurando in questo racconto, o forse è la natura umana drammatizzare una situazione impossibile, ritenere un grande amore qualcuno solo perché è improvvisamente fuori dalla nostra presa.
    Eppure il mio Tokyo (come usavo chiamarlo) mi ha insegnato ad amare di nuovo in un momento in cui ero emotivamente prostrata e pensavo non potesse accadere più e per certi versi mi ha ridato la vita.

    Mi manca tremendamente e ho paura mi abbia già dimenticato.
    E' un pensiero irrazionale ma voglio stare con lui


     
  2. L'avatar di Azzy

    Azzy Azzy è offline Super FriendMessaggi 7,305 Membro dal Dec 2015 #2

    Predefinito

    Di quali Paesi stiamo parlando? Non credo che nel 2020 ci sia nulla di impossibile. Prima o poi ripartiranno anche i voli.
    norge and alan73 like this.
    Welcome Home
     
  3. L'avatar di JohnDoe1986

    JohnDoe1986 JohnDoe1986 è offline FriendMessaggi 4,081 Membro dal Jul 2012 #3

    Predefinito

    purtroppo la mente di molti, anche la mia, è entrata in un loop di ragionamenti angoscianti, è normale data la situazione, per il resto non so che dire, spero che ognuno trovi la forza, non dico di pensare che tanto anche per gli altri è così, perchè è un ragionamento che mi sta sulle balle, però bo, bisogna trovare un motivo per avere la forza di andare avanti.
    Io vedo il cielo sopra noi
    che restiamo qui, abbandonati
    come se, se non ci fosse più
    niente, più niente al mondo.
     
  4. L'avatar di Soldatojoker

    Soldatojoker Soldatojoker è offline JuniorMessaggi 1,813 Membro dal Nov 2019 #4

    Predefinito

    Ti voglio regalare una "perla di saggezza" firmata Soldatojoker.

    Lascia andare questa tua bellissima storia e tienila in serbo nel tuo cuore. Poi, da anziana, la racconterai alla tua nipotina, dicendole che hai amato un samurai dal cuore d'oro, infarcendola di particolari dolci o anche truculenti come si fa nei racconti, dicendole che il coronavirus seppe uccidere oltre i corpi anche gli amori, ma che poi conoscesti suo nonno e l'amore rispuntò con rinnovato vigore.

    Qui da noi avrei detto che lui per te è stato un ottimo chiodo scaccia chiodo, ma nel vostro caso direi più un kintsugi.
    alan73 likes this.
    I morti sanno soltanto una cosa: che è meglio essere vivi. (Soldato Joker, quello vero)
     
  5. L'avatar di SiLaDoMaQuiNo

    SiLaDoMaQuiNo SiLaDoMaQuiNo è offline ApprendistaMessaggi 234 Membro dal Nov 2019 #5

    Predefinito

    La mamma di Forrest Gump diceva che la vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai quello che ti capita.
    Oggi voglio essere meno cinica del solito e voglio pensare che se per lui sei veramente importante come dice, tornerà appena possibile... Chissà... Le frontiere riapriranno prima o poi... Altrimenti lentamente finirà come finiscono le millemila storie d'amore estive che si smorzano di giorno in giorno con il ritorno dalle vacanze e che ricorderai con mielosa nostalgia a distanza di anni. 🌹
    Soldatojoker and alan73 like this.
    Amo ergo sum
     
  6. Ophelie Ophelie è offline PrincipianteMessaggi 65 Membro dal Nov 2017 #6

    Predefinito

    @Soldatojoker:

    Immagino di essere stata fuorviante ma lui non è giapponese. Vive in Pakistan ed io in Inghilterra. Non che cambi molto...
    Capisco cosa intendi e probabilmente è il consiglio più sensato però per me Tokyo non è stato soltanto un chiodo scaccia chioda anche se ha avuto l'effetto di purificarmi il cuore.

    @Azzy/ SiLaDoMaQuiNo:

    E' vero, le possibilità nel mondo moderno sono infinite ma ci sono dei limiti che non possiamo trascurare in questo caso.
    Prima di tutto, il suo visto scade ad inizio Ottobre e gli sarebbe molto difficile rinnovarlo in queste condizioni.
    Inoltre, anche se dovesse tornare entro Ottobre sarebbe soltanto a breve termine, per un paio di mesi (comunque lo spero) e non per restare con me.
    Purtroppo abbiamo sempre saputo che sarebbe comunque rimasto per un periodo limitato perché la sua vita è in Pakistan, come la mia vita e la mia carriera (a cui tengo molto) sono in Inghilterra.

    @Jhon Doe:

    Fortunatamente di motivi per superare questa crisi globale ne ho tanti, ma non avrei voluto perderlo. (Ovviamente ...)

    Non voglio suonare lamentosa e banale e so di dover accettare la cruda realtà, ma in questi giorni mi manca da morire ed ho un fortissimo desiderio di stare con lui...
     
  7. L'avatar di Soldatojoker

    Soldatojoker Soldatojoker è offline JuniorMessaggi 1,813 Membro dal Nov 2019 #7

    Predefinito

    Pakistan....
    Ok, un motivo in più per considerare questa storia chiusa e archiviata nel cassetto dei dolci ricordi da aprire più in là negli anni.

    Ps, Adesso sarò meno "poetico": a meno che tu sia di cultura e religione islamica, direi che l'hai scampata bella. 😎
    Gershwin likes this.
    I morti sanno soltanto una cosa: che è meglio essere vivi. (Soldato Joker, quello vero)
     
  8. Ophelie Ophelie è offline PrincipianteMessaggi 65 Membro dal Nov 2017 #8

    Predefinito

    Mha, non lo so. A volte la religione è solo una sovrastruttura poi in questo caso non stiamo parlando di un becero conservatore con ideali retrogradi...

    Certo, forse la religione, la sua cultura, sono stati alcuni dei suoi freni inibitori con me ed anche i motivi per cui non potremo ritrovarci. Per come stanno le cose, di sicuro ad un certo punto, tra non molto, lui dovrà sposare una ragazza del posto e sistemarsi perché è così che funziona la loro società. Per me non esiste neanche la possibilità di sposarmi senza essere totalmente innamorata o per via di un'imposizione sociale. Dovrò volerlo io.

    Ma di musulmani ne ho conosciuti tanti e molto diversi tra loro, nessuno mi ha mai trattato in maniera irrispettosa (compreso lui). I problemi che abbiamo avuto ci sono stati per via di discrepanze caratteriali.
    Ultima modifica di Ophelie; 26-04-2020 alle 19:08
     
  9. L'avatar di Haydee

    Haydee Haydee è offline FriendMessaggi 4,090 Membro dal Apr 2016
    Località .
    #9

    Predefinito

    Boh, io credo che non c'entri la sua religione o provenienza, non credo sia il punto focale.
    Vi siete piaciuti ognuno con il proprio modo ma avete aspirazioni e progetti diversi.
    Ripeto il sentimento c'è ma non al punto di rivedere le vostre priorità.
     
  10. L'avatar di Soldatojoker

    Soldatojoker Soldatojoker è offline JuniorMessaggi 1,813 Membro dal Nov 2019 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ophelie Visualizza Messaggio
    Ma di musulmani ne ho conosciuti tanti e molto diversi tra loro, nessuno mi ha mai trattato in maniera irrispettosa (compreso lui).
    Certo, finche non ne diventi moglie, convertita all'Islam e di conseguenza di sua proprietà. Se cerchi in rete c'è da mettersi le mani nei capelli: un grande classico è il totale rovesciamento degli schemi comportamentali tra il prima e il dopo matrimonio.

    Ma, senza offesa, tu mi appari piuttosto incosciente nel sottovalutare il fattore culturale, cosa che parrebbe invece non aver sottovalutato lui, per tua fortuna.
    SiLaDoMaQuiNo and JohnDoe1986 like this.
    I morti sanno soltanto una cosa: che è meglio essere vivi. (Soldato Joker, quello vero)