A un anno dalla rottura ci penso ancora

Discussione iniziata da hptv il 07-01-2021 - 15 messaggi - 739 Visite

Like Tree6Likes
  1. hptv hptv è offline PrincipianteMessaggi 161 Membro dal Jan 2021 #1

    Predefinito A un anno dalla rottura ci penso ancora

    Ciao tutti

    cerco di farla breve. Stavo con questa ragazza da 2 anni. I primi 6 mesi belli ma non idilliaci, lei mi racconta del suo passato turbolento, era una ragazza sofferente, a volte peccava di egoismo e quindi più volte ho pensato di chiuderla perché non mi fidavo. Poi dopo 6 mesi si ammala di depressione forte e attacchi di panico (non era la prima volta) io le sto vicino con naturalezza.
    inizia ad assumere psicofarmaci e avviene la svolta in positivo: lei diventa molto più dolce e affettuosa, mi fa tantissime dimostrazione d’amore, io inizio a sciogliermi e ci innamoriamo davvero. Tutto bene per oltre un anno a parte qualche suo sfogo assurdo dettato dalla sua insicurezza. Verso la fine dei 2 anni cambia lavoro, diventa fredda e distaccata e a fine 2019, 40 giorni dopo uno splendido viaggio extra Europeo, mi chiede una pausa, che rifiuto lasciandola. Diceva di amarmi e che non c’era nessun altro.
    preso dalla nostalgia continuo a sentirla e intuisco che c’era un altro nella sua testa (è forse non solo li) ma lei nega qualsiasi contatto con questa persona.
    poi un giorno mi dice di essere andata a letto con suo ex di 10 anni fa e che é finita.
    ci metto una pietra sopra e succede il peggio: dopo 2 mesi torna in lacrime supplicandomi di vederla, dice che sta andando di nuovo dallo psicologo e che ha dei problemi che cerca di risolvere.
    io mi nego ma poi cedo. Quando ci rivediamo mi racconta che si era presa di un suo collega e si erano baciati ad un aperitivo, ma che poi ha chiuso perché lui voleva solo sesso.
    io sotto shock perché oltre alla scopata con l’ex dovevo aggiungerci pure questo.
    dopo qualche giorno mi dice che ero il suo passato e che non voleva più farmi del male.
    io stavolta finisco sotto a un treno ma non è finita qui. Mesi dopo ricevo un addebito sulla mi carta, era lei che si scusa mi ridà i soldi e tenta un aggancio con “come stai? Io così così”.

    vengo a scoprire giorni dopo che era andata a farsi un weekend con il suo collega.

    iniziò un percorso di psicoterapia dove mi viene spiegato che probabilmente questa ragazza è borderline e che i suoi riavvicinamenti erano manipolazioni per ingelosire il suo collega e per verificare che io fossi ancora lì per lei.

    inizio a voltare pagina, esco con 2 ragazze ma non provo nulla a parte il sesso. E ci ritroviamo ad oggi dove io vado avanti nella mia vita ma penso ancora a lei nonostante sia perfettamente cosciente che è una persona squallida ma disturbata. Se si curasse come in passato sarebbe una bella persona, non voglio giustificarla ma è una persona molto sofferente (per quanto adotti comportamenti squallidi).
    so che non sarà mai felice con nessuno a parte i suoi soliti periodi iniziali di mirroring e di idealizzazione. E so che col collega ovviamente è finita ma ha subito trovato un altro con cui sta insieme.

    nonostante la psicoterapia continuo a farmi delle domande...mi ha mai amato veramente? Ha mai pensato di scusarsi? Tutti possono innamorarsi di un altro ma a 30 anni ci va un po’ di rispetto e ammettere la presenza di un’altra persona.
    ribadisco che io nella vita non mi sto piangendo addosso, sto andando avanti, ho anche seguito a livello di donne (non esageratamente) ma non riesco a sbloccarmi dal lato sentimentale.
    sono sicuro di averla amata tanto, ed era la prima volta che mi succedeva. Prima dello schifo la ritenevo la donna della mia vita, fatico ancora a credere a quanto successo.


     
  2. L'avatar di Soldatojoker

    Soldatojoker Soldatojoker è offline JuniorMessaggi 2,485 Membro dal Nov 2019 #2

    Predefinito

    Va bene la psicoterapia, ma potrebbe esserti utile una cura detox a base di sport adrenalinico, uno di quelli che comportano anche una certa progettualità e dedizione, che ne so, mtb enduro, downhill, arrampicata, alpinismo, insomma robe così. Te capì?
    norge likes this.
    "Noi addestriamo dei giovani a scaricare Napalm sulla gente, ma i loro comandanti non gli permettono di scrivere "ca zzo" sui loro aerei perché è osceno" Walter E. Kurtz
     
  3. hptv hptv è offline PrincipianteMessaggi 161 Membro dal Jan 2021 #3

    Predefinito

    Faccio CrossFit ma sto lockdown di ***** mi ha tolto pure quello 😩
     
  4. L'avatar di Soldatojoker

    Soldatojoker Soldatojoker è offline JuniorMessaggi 2,485 Membro dal Nov 2019 #4

    Predefinito

    Conosco il crossfit... Non va bene 😁 Serve qualcosa che ti riempia la testa anche quando sei a casa, in modo da espellere i brutti pensieri 😉
    norge likes this.
    Ultima modifica di Soldatojoker; 07-01-2021 alle 22:03
     
  5. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 29,173 Membro dal Jan 2019 #5

    Predefinito

    Concordo con soldato... devi impegnare la mente, mi spiace e ti auguro davvero novità positive.
    hptv likes this.
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)
     
  6. Adanyy Adanyy è offline ApprendistaMessaggi 484 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #6

    Predefinito

    Mi dispiace dirtelo ma se è 1 anno che ti trascini dietro questa cosa mi sa che hai sbagliato psicologo.
    Attenzione, ci può stare che anche a distanza di tutto questo tempo ogni tanto ci pensi ancora, ma quello che non ci sta assolutamente è che questo pensiero di faccia ancora male e che finisca col condizionare la tua vita.
    E lascia perdere le cose del tipo che lei è borderline.... a te non deve assolutamente interessare (problemi suoi).
    L'unico tuo interesse sei te stesso!

    Bene lo sport e se non riesci a fare crossfit... esci e corri.. un pezzo alla volta allenati per fare una maratona!!!
    E soprattutto non chiuderti in casa perchè la cosa è deleteria.
    Ultima modifica di Adanyy; 08-01-2021 alle 10:13
     
  7. L'avatar di SunsetLimited

    SunsetLimited SunsetLimited è offline Super ApprendistaMessaggi 605 Membro dal Jan 2017
    Località La più grande delle isole italiane
    #7

    Predefinito

    Lo psicoterapeuta dovrebbe aiutarti a capire la persona che avevi accanto, spiegarti come ragionava, spiegarti il perché faceva quello che faceva e farti capire a cosa andavi incontro continuando a frequentarla. Che ci sia un periodo di dolore e insensibilità ci sta, e non mi stupisce possa essere anche lungo (io stesso sto vivendo questa cosa dopo 10 mesi) , però con la consapevolezza che se la storia fosse andata avanti la mia vita sarebbe stata di gran lunga peggiore e per tanto tempo.
    Lo sport aiuta sempre, anche di gruppo per socializzare di più, ma va bene pure la settimana enigmistica, l'importante è tenere occupata in modo positivo la mente e continua a uscire con altre donne, fosse solo per sesso (ma senza fare il bastard*) , in definitiva resta in movimento su tutti i piani della tua vita.
     
  8. Adanyy Adanyy è offline ApprendistaMessaggi 484 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SunsetLimited Visualizza Messaggio
    Lo psicoterapeuta dovrebbe aiutarti a capire la persona che avevi accanto, spiegarti come ragionava, spiegarti il perché faceva quello che faceva e farti capire a cosa andavi incontro continuando a frequentarla.
    Scusami ma dissento totalmente...
    Il lavoro di uno psicoterapeuta non è quello di aiutarti a trovare le risposte di altri, ma quello di aiutarti a trovare le risposte dentro di te per aiutarti a capire perché vivi male certe dinamiche esistenziali.
     
  9. L'avatar di SunsetLimited

    SunsetLimited SunsetLimited è offline Super ApprendistaMessaggi 605 Membro dal Jan 2017
    Località La più grande delle isole italiane
    #9

    Predefinito

    Non solo quello, lo psicoterapeuta (dipende che metodologia segue) , ti fa vedere le cose in modo differente rispetto a come di solito le vedi, quindi ti permette di valutare anche ipotesi che altrimenti non avresti mai pensato. Spesso è vero che abbiamo dei comportamenti sbagliati, magari effetto di condizionamenti familiari o sociali, ma altrettanto spesso questi comportamenti ci condizionano e non ci fanno vedere tutte le possibili chiavi di lettura dei comportamenti altrui, e lì che restiamo fregati.
    Perché ci accade qualcosa e non sappiamo dare una vera interpretazione e quindi in soggetti depressi o remissivi il senso di colpa la fa da padrone.
    hptv likes this.
     
  10. hptv hptv è offline PrincipianteMessaggi 161 Membro dal Jan 2021 #10

    Predefinito

    Confermo che anche per me lo psicoterapeuta deve farti vedere non solo cosa sbagliavi tu, ma deve farti capire certe dinamiche comportamentali dell’altra persona, che per me erano inspiegabili

    Mi si é aperto un mondo, ho capito tantissime cose. Ho schivato un proiettile bello grosso.

    Il problema é che a volte mi sento in colpa, é questa la cosa che fatico a superare, pur rendendomi conto che la colpa della rottura dipendeva dalla sua instabilità e immaturità

    Sia chiaro io non sono stato perfetto, ma le cose importanti non sono mai mancate.

    Mi sento in colpa perché insistevo a voler riprendere gli studi (pesanti) e questo creava instabilità al futuro della coppia.

    Però lei stessa quando é tornata mi ha detto: “ti ho lasciato perché non mi sentivo in coppia, abbiamo gusti diversi nei film e a volte non riuscivamo a trovare una quadra. In più sei problematico nel senso che hai problemi in famiglia” parole sue

    Ultimamente si lamentava del fatto che se non avessi lasciato un lavoro più stabile per uno meno remunerativo, avremmo potuto comprare casa (e questo mai l’avrei fatto prima di andare almeno a convivere in affitto, passo da lì a breve)

    Insomma, era diventata una pretesa dietro l’altra.