Avrò fatto bene?

Discussione iniziata da Volen il 03-05-2021 - 6 messaggi - 264 Visite

Like Tree2Likes
  • 1 Post By Minsc
  • 1 Post By Volen
  1. Volen Volen è offline PrincipianteMessaggi 3 Membro dal May 2021 #1

    Predefinito Avrò fatto bene?

    Salve a tutti quanti, ho 28 anni appena compiuti e vivo in provincia di Brescia per lavoro da 2 anni ma originario di Palermo. La mia storia inizia circa 17 anni fa a scuola. Era il primo anno di scuola e non conoscevo nessuno, sono sempre stato timido e di poche parole ma non appena mi si dava un pizzico di confidenza mi aprivo subito e davo il meglio di me. Conobbi questo mio amico(che per comodità chiamerò M), era robusto come me ai tempi e capii subito che saremmo diventati amici per la pelle. Cosi fu, e nei successivi anni di scuola andavo sempre a casa sua a giocare e studiare, eravamo praticamente inseparabili. Nel corso degli anni scolastici conobbi altri amici importanti, uno di questi era un altro compagno di classe(che chiamerò D), e un altro ancora che era un ex compagno di M che chiamerò P. Eravamo un quartetto molto attaccato e facevamo quasi tutto assieme. Al terzo anno delle superiori fummo bocciati tutti e quattro ma io cambiai scuola per delle prof veramente poco piacevoli, nulla cambiò tra di noi , anzi ci avvicinammo ancora di di più. In particolare io e P stringemmo un amicizia di ferro ancora di più di quella che avevo con M. Ci diplomammo tutti nello stesso anno e cominciammo a intraprendere strade differenti, ormai eravamo abituati a non vederci piu tutti i giorni a scuola quindi quel distacco che di solito si crea con i compagni non si era creato e le nostre solite uscite e giocate non mancavano mai.La prima crepa del nostro gruppo si creò non appena una notte di capodanno ci fu una incomprensione tra M e D, dove M pensava che D ci avesse provato con la ragazza con il quale M si sentiva in quel periodo. Litigarono pesante e solo dopo qualche settimana fecero pace ma nulla fu più come prima, venne fuori un lato di M che non avevo mai visto, era stato cieco davanti a quel fatto, successivamente si era scoperto che non era vero.Andando avanti con gli anni io intraprendo le mie diverse strade per cercare lavoro e parto per l umbria... poi per Milano... poi a Monaco in Germania e insomma ho girato un pó senza mai trovare un lavoro in pianta stabile, per poi dopo 2 anni di giri ritornare a Palermo e lavorare come autista n.c.c. per circa 2 anni. 2 anni veramente stupendi, si usciva si andava in giro con il mio pulmino e ci si divertiva veramente un mondo, finché un giorno tutto si spense, non ho mai capito veramente il perché io ed M ci vedevamo molto di meno, con D ci sentivamo con messaggi, l unico con il quale continuavo a sentirmi e vedere quasi tutti in giorni era P.Un giorno scoppia una lite tra M e D per la vecchia discussione della ragazza di M ma stavolta finisce male. M dice che per lui D non conta nulla come amico e che in generale gli amici non contano nulla, a vicenda si dicono cose terribili e di conseguenza anche con me D smette di vedersi. Le parole di M erano parole forti ma io sono una persona che sorvola quasi su tutto e continuammo a sentirci.Arriviamo ora al presente circa 2 anni fa. Trovai lavoro a Brescia avevo qualche soldino da parte e presi una casa tutta per me in affitto, alla prima occasione invitai ad M e P a venire da me visto che potevo aiutarli avendo la casa. M prese la palla al balzo e venne a brescia quasi subito e cominciò a lavorare, dopo qualche mese si volle trasferire da dei conoscenti ( sempre di palermo) incontrati a brescia perché con me era troppo difficile vivere a senso suo. E cominciai a stare da solo a casa. Creammo una bella comitiva di amici anche a brescia, eravamo quasi tutti di Palermo e uscivamo quasi tutti i sabati. Una domenica M mi chiama e cosi senza tanti perché decide di bloccare e eliminare P dalla sua rubrica e social. Piu volte avevano avuto divergenze per il lavoro perché M era molto invidioso di tutti e se qualcuno faceva qualcosa meglio di lui si incazzava e litigava. Disse che con P non aveva piu niente a che fare e che non aveva senso nemmeno dirglielo vhe voleva lasciarlo cosi senza nemmeno mandargli un messaggio.Piu volte lo rimproverai e glielo dissi di mandargli anche un semplice " ciao non ti voglio piu sentire " ma lui niente, e cosi fece, lo bloccò ed eliminò manco fosse un virus. 23 anni di amicizia ( loro erano amici dalle elementari) gettati con un blocca numero. Con questa azione M perse svariati punti e per me non fu mai più il vecchio amicone di sempre. Anche perché io e P eravamo e siamo amici per la pelle e ci rimasi molto male dell accaduto.Dopo quell avvenimento i messaggi con M furono veramente pochi.. ci vedavamo ma soltanto perché c erano gli altri della comitiva.. Ed ecco che arriva il covid e la zona rossa micidiale, io sto in provincia ed M in città. Naturalmente anche tutti quella della comitiva stanno in città e io non sono il tipo che prende la macchina ed esce a trasgredire le regole.Rimasi, solo a casa (fortuna che c è la mia gattina) per piu di 3 mesi senza vedere nessuno. Non appena la zona diventò gialla mi aspettavo un messaggio o un invito ma nulla.Nessuno mi cercò, nemmeno M.Gli scrissi per primo perché non sono molto paziente.Mi rispose dicendomi che non pensava che avessi bisogno di attenzioni e si scusava.Continuai io dicendogli che mi conosceva benissimo e che un messaggio ogni tanto anche un come stai? Mi sarebbe servito per non abbattermi del tutto. Ma lui niente, era come un muro continuò ribattendo che con gli anni siamo cambiati tutti e che non mi conosceva più. Gli dissi che ero sempre quello di un tempo e mi bastava appunto poco per rendermi felice, gli dissi che ero nervoso e solo senza nessuno. Mi rispose con la frase piu generica di sempre e li capii che dovevo fare qualcosa. Mi disse che sono cose che succedono a tutti e che la vita va così. Risposi dicendogli che non aveva più una parola speciale per me il suo amico da 17 anni,che non sapeva piu come rispondermi tanto da dirmi una cosa cosi generica che nemmeno il piu lontano degli sconosciuti avrebbe detto ad una persona sentimentalmente fragile. Gli chiamai subito dopo.M era impulsivo e non sapeva discutere ma volevo sentirlo. Cominciò a dirmi che ho un carattere di ***** e che la gente non mi vuole vedere e che sono infantile. Li gli dissi che se io ero l infantile, allora lui cosa era dopo aver bloccato P senza nemmeno mandargli un messaggio. Mi bloccò il telefono in faccia perché non sapeva come ribattere e da quel momento non lo sentii più. Ora lui vive appunto a brescia e insieme a lui a casa sua abita parte della comitiva di amici creatasi qui. Ovvio dire che non vedo più nessuno di loro perché ci sarebbe anche M di mezzo e non ho intenzione di vederlo mai più. Ma sono rimasto solo a casa (sempre con la mia gagtina) ma senza vedere nessuno.Delle mie scelte ne vado fiero perché piuttosto che continuare a vedere gente come lui preferisco stare solo e tengo i nervi saldi, questa storia mi ha fatto crescere molto nell ultimo periodo, ma mi piacerebbe sapere il vostro parere, so che mancano dettagli e probabilmente è difficile da capire ma mi sono sfogato.


     
  2. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 32,271 Membro dal Jan 2019 #2

    Predefinito

    Nemmeno P senti più?
    Beh ho capito che loro non ti scrivevamo ma anche tu non hai più scritto a nessuno?
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)
     
  3. Volen Volen è offline PrincipianteMessaggi 3 Membro dal May 2021 #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da norge Visualizza Messaggio
    Nemmeno P senti più?
    Beh ho capito che loro non ti scrivevamo ma anche tu non hai più scritto a nessuno?
    Sento soltanto P. A distanza naturalmente
    Perché lui è ancora a Palermo. E no, non gli ho scritto più perché a chiedere scusa in passato ero sempre stato io e mi sono rotto. Poi dopo tutte quelle brutte parole nei miei confronti non se ne parla.
     
  4. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 8,236 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #4

    Predefinito

    Le amicizie come gli amori possono finire. Sono dell'idea che in una vera amicizia ci sei tu e ci sono gli altri. Se non ti cercano mai e sei sempre tu a farlo vuol dire che non c'è più quella amicizia di un tempo. Non puoi che andare avanti e conoscere nuova gente.
    Volen likes this.
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"

    "Il cambiamento non viene mai senza dolore"

    "Anche nei momenti bui, non possiamo rinunciare alle cose che ci rendono umani"

     
  5. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 32,271 Membro dal Jan 2019 #5

    Predefinito

    Vedrai che farai nuove amicizie. 😊
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)
     
  6. Volen Volen è offline PrincipianteMessaggi 3 Membro dal May 2021 #6

    Predefinito

    Si lo spero anche se ho un pó di difficoltà ma solo sto imparando molto, vedo sempre il lato positivo delle cose 😅
    norge likes this.