C'è amore per tutti?

Discussione iniziata da nnbrg94 il 27-01-2021 - 9 messaggi - 534 Visite

Like Tree3Likes
  • 1 Post By nnbrg94
  • 2 Post By fausto62
  1. nnbrg94 nnbrg94 è offline PrincipianteMessaggi 45 Membro dal Jan 2021 #1

    Predefinito C'è amore per tutti?

    Dopo questo titolo degno di un nuovo romanzo di Fabio Volo, provo ad articolare la mia domanda.
    Ho 25 anni e nonostante in passato io abbia avuto frequentazioni, storie (uno lunga 4 anni), non sono mai stata innamorata, non ho mai provato reale amore e non ho mai percepito di essere amata. Ora, so che molti di voi, soprattutto i più navigati, sorrideranno all'idea dei miei 25 anni e penseranno "cara mia, sai quante altre potenziali batoste ti aspettano prima di una storia appagante", ma la verità è che sento che mi manca qualcosa.
    Nell'ultimo anno ho avuto a che fare con 5/6 ragazzi, che per un motivo o un altro non hanno fatto che esasperare tutti i miei nodi irrisolti.
    Purtroppo ho un passato abbastanza complesso di violenza fisica e psicologica in famiglia, con cui, dopo anni di analisi, ho imparato a convivere, ma che mi ha indubbiamente lasciato con grandi problemi di natura sociale e relazionale. Sono diventata molto abile a nascondere le mie criticità, quando qualcuno mi conosce mi dimostro serena, spigliata e propositiva, ma la verità è che sono molto selettiva e diffidente e, con un passato così ingombrante, mi apro con molta difficoltà. Sento di avere il bisogno di affiancarmi a qualcuno con le spalle larghe, che mi dia senso di protezione e che sia premuroso ed empatico noi confronti delle mie debolezze, ma non arrivo mai al punto in cui mi sento cullata a sufficienza da poter far luce sul mio passato. Ho sempre avuto a che fare con persone sbagliate o, forse, non ho mai concesso a nessuna di queste di avvicinarsi tanto da concedergli il lusso di dimostrarmi amore. Non lo so, forse una via di mezzo, temo sia un circolo vizioso.
    Tornando al punto iniziale, mi chiedevo: davvero c'è amore per tutti? Posto il fatto che devo e dovrò lavorare ancora molto su me stessa per raggiungere la piena consapevolezza delle mie potenzialità, davvero in futuro qualcuno mi guarderà pensando che io sia l'anima più bella che abbia mai incontrato su questa terra? (qui di nuovo Fabio Volo) davvero lo penserò anch'io di qualcuno?
    Ora mi sembrano ipotesi così remote



    PS: per chi mi avesse riconosciuto, no, non ho novità in merito al mio primo thread. FORSE, ci rivedremo tra qualche settimana se/quando tornerà da Milano e in quel caso sarò tutta orecchi!
    Minsc likes this.


     
  2. L'avatar di Antasia

    Antasia Antasia è offline JuniorMessaggi 1,394 Membro dal Sep 2020 #2

    Predefinito

    Nooo..non mi dire che ti piace Fabio Volo o che lo ritieni uno scrittore..
    Comunque, a parte questo..mi sento di dirti che l'amore non ti arriva per merito, bontà o buone intenzioni. E nemmeno se ti metti a cercarlo affannosamente.
    E' qualcosa non pienamente governabile dai singoli. Al di fuori del loro controllo. C'è quindi la possibilità che alcuni possano tutt'al più sperimentare l'affetto, ma non l'amore nel senso vero del termine.
    Ciò che è indubbio è che non si può vivere affacciati alla finestra, aspettando che le cose semplicemente accadano, o che le persone si materializzino dal nulla.
    Bisogna comunque mettersi in gioco, ed essere emotivamente pronti, forti quanto basta per non entrare in una energia di bisogno, e non far ruotare la propria vita attorno a quella di un altro, o alla ricerca di un sentimento, o peggio..ricercare con esasperazione una qualche forma di riconoscimento.
    Già arrivare a questo punto, ti dà ottime possibilità di incontrare le persone giuste.
    Posso semplicemente consigliarti di migliorare te stessa, di superare le paure e le insicurezze che ti porti dietro, ed improntare la tua vita verso ciò che vuoi, verso la persona che aspiri a diventare.
    Considera anche che molte persone se la raccontano, e si fregano con le loro mani, accettando rapporti che fanno acqua da tutte le parti, da cui esitano ad uscirne per paura della solitudine. Non credere a ciò che ti raccontano, di disillusione in giro ce ne è tanta.
    Nel mio caso, le persone mi sono semplicemente capitate, e sono stata io abile nel riconoscerle, credendo al mio istinto. Sono capitate in periodi particolari della mia vita, come se fossero un segno. Non credere però che sia sempre facile, perchè un rapporto richiede un impegno costante, non è un qualcosa che dopo un pò puoi riporre in un cassetto. E' qualcosa che devi rinnovare e tutelare giorno dopo giorno.
    In bocca al lupo per la tua vita
    Ultima modifica di Antasia; 31-01-2021 alle 17:17
     
  3. L'avatar di stella.luna

    stella.luna stella.luna è online Super ApprendistaMessaggi 829 Membro dal Nov 2020 #3

    Predefinito

    Cos ha Fabio volo ? Certo non è Calvino o Umberto Eco ma i suoi romanzi sono piacevoli da leggere , semplici . Racconta storie di vita quotidiana , io pur essendo amante di scrittori di altro livello i suoi libri li ho letti tutti , li trovo di una genuina umanità
    Ultima modifica di stella.luna; 31-01-2021 alle 17:19
     
  4. L'avatar di Antasia

    Antasia Antasia è offline JuniorMessaggi 1,394 Membro dal Sep 2020 #4

    Predefinito

    @stella.luna
    Gusti personali, a me non piace proprio..Lo trovo banale, prevedibile, buonista nei suoi racconti.
    Un pò troppo definirlo uno scrittore..E' uno che ha fatto di tutto e un pò, e ha capito cosa piace alla gente, e da lì ha scritto una serie di libri..A me piace in veste di speaker radiofonico, in questa veste..proprio no.
    "Chi disse preferisco avere fortuna che talento, percepì l'essenza della vita. La gente ha paura di ammettere quanto conti la fortuna nella vita. Terrorizza pensare che sia così fuori controllo."

    "Non posso farci nulla: l'idea dell'infinito mi tormenta."

    "Nell'impossibilità di poterci vedere chiaro, almeno vediamo chiaramente le oscurità."
     
  5. L'avatar di stella.luna

    stella.luna stella.luna è online Super ApprendistaMessaggi 829 Membro dal Nov 2020 #5

    Predefinito

    Antasia può essere che abbia capito cosa piace alla gente , capisco se non ti piace
     
  6. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,867 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #6

    Predefinito

    ... Fabio Volo è ok, c'è chi per business parla agli uccelli e chi alle passere ... business ...
    ... another perspective ...
     
  7. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,867 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #7

    Predefinito

    nnbrg,
    l'innamoramento è una passione chimica, che scaturisce da una ormonalità vivace ... di solito per chi è timido ed introverso resta a livello di cotta, qualcosa chiuso in se ... che non si riesce ad esprimere ... e questa situazione non è piacevole ... per chi si relaziona normalmente l'innamoramento è molto emozionante e questa passione porta ad assuefazione ...
    ... per me ricordare sia le cotte adolescenziali che gli innamoramenti da giovane uomo non è gratificante, situazioni in cui non si ha il controllo di se stessi ...

    ... l'amore non è passione che travolge, è sentimento che si emette come un profumo ... si irradia da dentro di te verso l'esterno, ci sei immersa e investi chi ti circonda, chi si relaziona con te ...
    ... l'amore è razionale perché fondamentalmente è fare il proprio bene, avere cura di se stesso ... infatti l'errore che facciamo è cercarlo al di fuori di noi stessi, aspettarcelo dagli altri ... ma non funziona così, se non lo si impara in noi stessi, non lo si riconosce nelle altre persone ...
    ... la prima cosa è sviluppare la capacità di amare, abbiamo tante abilità da sviluppare, la più importante è prendersi cura di noi stessi perché è la cosa più diretta, sappiamo subito se una cosa è bene o male per noi stessi, se è bene per noi stessi lo sarà anche per le altre persone ...
    ... a volte ci si deve educare perché non si nasce imparati, ma c'è sempre la consapevolezza istintiva che ci suggerisce come disciplinarci ... considera che disciplinarsi è fare la scelta in ogni momento di amarsi ed amare e questo va contro ai facili conformismi ...

    ... non è facile amare ma è anche l'unico modo per farsi amare ...
    Antasia and nnbrg94 like this.
    ... another perspective ...
     
  8. erik555 erik555 è offline BannedMessaggi 6,086 Membro dal Oct 2012
    Località una grande città in mezzo alla pianura
    #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da nnbrg94 Visualizza Messaggio
    Dopo questo titolo degno di un nuovo romanzo di Fabio Volo....
    eh ma allora hai una concezione dell’amore come lui. Spero che tu sia ironica

    Ho 25 anni e nonostante in passato io abbia avuto frequentazioni, storie (uno lunga 4 anni), non sono mai stata innamorata, non ho mai provato reale amore
    chi l’ha stabilito? Se ne dedurrebbe che tu dunque abbia una termine di paragone, sempre sperando che non siano i romanzetti di Volo o il luogo comune delle farfalle nello stomaco.

    e non ho mai percepito di essere amata.
    ciò infatti dipende proprio e solo da te, cioè se non sei tu la prima a volerti bene...nn percepirai mai di sentirti amata da nessuno, nemmeno dal più affettuoso degli amanti. Non si sta insieme quattro anni senza che ci sia un po’ di affetto in circolo, senza che ci sia un bilancio di dare/avere almeno in pareggio o in attivo anche di un solo centesimo.

    Sono diventata molto abile a nascondere le mie criticità, quando qualcuno mi conosce mi dimostro serena, spigliata e propositiva, ma la verità è che sono molto selettiva e diffidente e, con un passato così ingombrante, mi apro con molta difficoltà.
    sarai mica l’unica a mostrare un aspetto “socialmente gradevole” sarai mica l’unica introversa e ipersensibile che non desidera mostrare molto di sé.

    Sento di avere il bisogno di affiancarmi a qualcuno con le spalle larghe, che mi dia senso di protezione e che sia premuroso ed empatico noi confronti delle mie debolezze, ma non arrivo mai al punto in cui mi sento cullata a sufficienza da poter far luce sul mio passato.
    gia il tuo terapeuta o analista come sempre attende che sia tu a renderti conto e a ad acquisire consapevolezza, ma qualcuno dovrebbe pur dirti che anche un uomo si aspetta qualcosa da te, di vedere in te la Grande Madre, la vagina cosmica contenitrice/dispensatrice di piacere, la donna/madre dei propri figli, desideroso di abbandonarsi sulle tue tette sazio di sesso e sentendosi amato. Ma non ti chiedi mai cosa tu puoi fare per un uomo?
    Cosa hai da offrirgli e nonostante i tuoi problemi? Sentendoti tu la protagonista della relazione non la passeggera, ma il pilota? Ma in quattro anni di relazione hai mai fatto un pensiero simile? Ho goduto e sono capace di dare, sono comunque donna, femmina, al di là del mio infelice vissuto che mi sono lasciata alle spalle.

    c'è amore per tutti? Posto il fatto che devo e dovrò lavorare ancora molto su me stessa per raggiungere la piena consapevolezza delle mie potenzialità, davvero in futuro qualcuno mi guarderà pensando che io sia l'anima più bella che abbia mai incontrato su questa terra? (qui di nuovo Fabio Volo) davvero lo penserò anch'io di qualcuno?Ora mi sembrano ipotesi così remote
    ritorniamo al celebre afforisma fi Kennedy invece di chiedersi che opportunità mi offre la nazione é il caso di chiedersi cosa un cittadino potrebbe fare per essa. Cioè puoi sentirti a metà del guado ma anche pensare di essere in vista dell’altra riva e più in forze e determinata di quando hai cominciato. In quattro anni dovresti aver compreso perché si sta insieme, perché tu sei donna e lui uomo ed evidentemente tu sei in grado di offrire adeguatamente ciò che lui desidera e viceversa
    certo che se tu sogni chissà quale Nirvana...beh qualcuno dovrebbe dirti che un uomo dispone di una frazione della tua affettività.
    Spetta a te renderti buona da sgranocchiare ed essere un valido partito, spetta a te renderti non solo degna....ma ...indispensabile per lui, insomma essere felice e godere alla faccia di un passato spiacevole, nonostante un passato spiacevole.
    Sei viva e calda e vogliosa di goderti la vita: questo devi pensare, non alle spalle larghe di chicchessia che non é affatto tenuto a farti aprire, né puoi chiedergli ciò. Quello è un caso tuo, da risolvere assieme alla terapeuta.
    Un uomo serve ad altro, vivaddio.
     
  9. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 8,170 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #9

    Predefinito

    BRG, mi dispiace sapere che hai avuto un passato difficoltoso. Però questo ti ha resa più selettiva e prudente e il fatto di aprirti pian piano penso che sia una cosa che comunque è positiva perché ti prepara meglio alla vita e possibili delusioni sul tuo cammino, delusioni che avremo tutti ed è normale. Lo so e lo hai anche sottolineato e ti sembra la solita tiritera ma hai ancora 25 anni ne avrai di esperienze e conoscenze e ti auguro di conoscere l'amore vero e di essere amata. Quando sarai innamorata, avrai occhio solo per quella persona, vorrai stare con lui, vorrai il suo bene e vi prenderete cura entrambi di voi nel bene e nel male e negli ostacoli e vedrai un percorso, una strada da seguire insieme e qualcosa da costruire assieme a lui e viceversa lui penserà questo di te. Sii positiva e non arrenderti mai davanti alle delusioni o le persone sbagliate che incontrerai sul cammino, l'amore arriverà non è impossibile.
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"

    "Il cambiamento non viene mai senza dolore"

    "Anche nei momenti bui, non possiamo rinunciare alle cose che ci rendono umani"