Cambiare... E' vero? E' giusto?

Discussione iniziata da EUFROSINE86 il 05-05-2012 - 2 messaggi - 561 Visite

  1. L'avatar di EUFROSINE86

    EUFROSINE86 EUFROSINE86 è offline Super ApprendistaMessaggi 952 Membro dal Dec 2011
    Località Roma
    #1

    Predefinito Cambiare... E' vero? E' giusto?

    Le esperienze, le cose che ci accadono nel corso della vita ci aiutano a crescere.
    In alcuni casi queste ci migliorano o peggiorano, in base all'effetto che hanno su di noi ma anche in base a come siamo fatti caratterialmente, quanto siamo forti.... o quanto siamo fragili....
    Voi credete che le esperienze, belle o brutte che siano, ci cambiano?
    O è solo un modo di giustificare una nostra reazione (di scombussolamento, temporanea dovuta alla nuova esperienza vissuta) ma intanto restiamo come eravamo?

    Però molti dicono che siamo il frutto di ciò che abbiamo vissuto in passato......

    A voi la parola cari.....


     
  2. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,424 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #2

    Predefinito

    ciao, nella sezione psicologia c'è una discussione simile,
    dove io ho risposto che cambiare è inevitabile, non è
    una giustificazione, è un accadimento concreto nella vita.
    è .....
    amore. nient'altro (h. hesse);
    gioia più grande, non attesa (sòfocle);
    nascosta dappertutto...(anonimo);
    qualunque viaggio intraprendiamo (q. o. flocco);
    esercitare liberamente il proprio ingegno (aristotele);
    l'uomo saggio non lo cerca, cerca l'assenza del dolore(aristotele);
    fatto di un niente che al momento in cui lo viviamo ci sembra tutto...
    poi non te lo togli più: lo scopri dopo, quando è troppo tardi" (a. baricco)


    indovinello pazzo!