Capire. Considerazioni sull'amore.

Discussione iniziata da cinansky il 01-02-2016 - 7 messaggi - 632 Visite

Like Tree7Likes
  • 1 Post By cinansky
  • 3 Post By Gershwin
  • 2 Post By Fawn
  • 1 Post By sark
  1. cinansky cinansky è offline PrincipianteMessaggi 53 Membro dal Jan 2016
    Località Italia; piemonte
    #1

    Predefinito Capire. Considerazioni sull'amore.

    Buona serata a tutti, sono appena arrivato sul forum e questa è la prima volta che scrivo ma, nonostante ciò, è da diverso tempo che ne leggo con importante interesse. Un crescente interesse.
    Sono capitato quì davvero per caso ed appunto ho cominciato a leggere, leggere sempre di più.
    Ho letto tante storie, vostre, alcune difficili alcune complicate - forse anche troppo ( nessuna ironia credetemi ) -; altre che m'è parso rasentino il masochismo, altre ancora - se vere - rigonfie di cinismo/egoismo sfrenato ...e tanto altro ancora.
    Ma tutte, comunque, storie della vita.
    Bene, da tutto questo leggere, le domande fondamentali che mi interessa proporre, forse le uniche, almeno al momento, sono due e cioè ( naturalmente escludendo dal contesto i casi limite che la vita presenta ):.....

    > perchè procurarsi autonomamente così spesso tanta difficoltà e dolenza?,

    > davvero la scintilla d'un attimo più o meno lunga ma, spesso, nella consapevolezza di un destino ... certamente sconosciuto e
    dubbioso se non, piuttosto, certamente vacuo od addirittura certamente vuoto nel suo " non seguito ", può acconsentire e/o
    giustificare la distruzione della propria vita personale quando non addirittura - purtroppo spesso - quella di altri che hanno aperto
    onestamente e seriamente la propria vita, l' anima, alla controparte rimanendo volontariamente indifesi e fiduciosi?.

    In effetti scrivendo quì, questi pensieri, resto ben consapevole di espormi alla critica anche feroce od alla derisione ma, spero vorrete bonariamente accettare queste mie domande / proposte di discussione poichè, davvero, sono interessato a capire tanto, il più possibile rispetto le questioni di vita. Dunque a tutti Voi solamente mi posso rivolgere.
    E credetemi, non sono un bacchettone così come neppure un nascosto moralista, anzi; non amo sparare sentenze e non le sparo perchè troppo spesso sono stato giudicato.
    In effetti alla mia età ( 58 anni ) ne ho davvero viste di tutti i colori del film della vita...anche colori terribili e che mi hanno segnato perchè vissuti molto o troppo spesso sulla mia pelle, da solo.
    Ma nonostante questo la " fame " di capire o provare a capire, come si dice...l'umano incedere...non si è mai spenta.
    Dunque...ringrazio anticipatamente tutti coloro che avranno voglia di perdere un poco di tempo nel leggere questa mia proposizione e, ancor di più, sarò grato a coloro che vorranno anche rispondermi.
    Diversamente, nulla...vorrà dire che l'argomento poco suscita in termini d'interesse e perciò...grazie a tutti egualmente!.


    elemento likes this.
    Ultima modifica di Miao85; 01-02-2016 alle 23:20 Motivo: Rendere il titolo maggiormente esplicativo
     
  2. L'avatar di Regolarefollia

    Regolarefollia Regolarefollia è offline FriendMessaggi 4,449 Membro dal Jun 2015
    Località Deep north east
    #2

    Predefinito

    Credo non si possa trovare una spiegazione soddisfacente..da qualunque angolazione la si veda.
    Se quelle risposte ci fossero avremmo già risolto le nostre vite..
    invece continuiamo a sbagliare pensando ogni volta che sia lo sbaglio giusto.
     
  3. erik555 erik555 è offline Super FriendMessaggi 5,207 Membro dal Oct 2012
    Località una grande città in mezzo alla pianura
    #3

    Predefinito

    sfrondando il tuo post dal tuo linguaggio inutilmente pomposo la risposta è
    "unirsi ad un altro comporta necessariamente abbassare le proprie difese perciò come premessa e prerequisito per costruire un rapporto occorre essere piuttosto astuti e resistenti e accettare il rischio( e saperci fare fronte) che l'altro possa finire la sua motivazione a stare insieme e perciò lasciare". Dunque occorre "capire" queste dinamiche e apprendere a gestirle, possibilmente già da adolescenti.
     
  4. Gershwin Gershwin è online SeniorMessaggi 13,465 Membro dal Jan 2013 #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da erik555 Visualizza Messaggio
    sfrondando il tuo post dal tuo linguaggio inutilmente pomposo
    ... che detto da te...
    Fawn, Gigetta89 and cinansky like this.
    Ultima modifica di Gershwin; 02-02-2016 alle 19:48
     
  5. Fawn Fawn è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 7,529 Membro dal Mar 2015 #5

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gershwin Visualizza Messaggio
    ... che detto da te...
    La stessa cosa che ho pensato io...
    Gershwin and cinansky like this.
     
  6. L'avatar di francencescoadr

    francencescoadr francencescoadr è offline JuniorMessaggi 1,273 Membro dal Oct 2014 #6

    Predefinito

    > davvero la scintilla d'un attimo più o meno lunga ma, spesso, nella consapevolezza di un destino ... certamente sconosciuto e
    dubbioso se non, piuttosto, certamente vacuo od addirittura certamente vuoto nel suo " non seguito ", può acconsentire e/o
    giustificare la distruzione della propria vita personale quando non addirittura - purtroppo spesso - quella di altri che hanno aperto
    onestamente e seriamente la propria vita, l' anima, alla controparte rimanendo volontariamente indifesi e fiduciosi?"

    La scintilla scatta quando tutto e' cosi ripetitivo e regolare. Ci prende cosi tanto la monotonia che si accettano rischi talmente grandi per sentirsi vivi e fregare qual senso di vuoto che ci attanaglia.
     
  7. L'avatar di sark

    sark sark è offline PrincipianteMessaggi 70 Membro dal Jun 2015
    Località Gessate
    #7

    Predefinito

    Secondo me c'è scintilla e scintilla, se é molto forte potresti per lei mettere a soqquadro tutta la tua vita fino a ora...una scintilla normale invece credo che sia più che altro un momento di debolezza o appunto come detto voler scappare dalla monotonia di tutti i giorni...
    Per la questione del dolore e di farsi del male...quando si é innamorati o si ama davvero qualcuno penso che un pò tutti siamo cechi...neghiamo l'evidenza anche a noi stessi pur di giustificarci.
    trale likes this.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]