Carboidrati da verdure...

Discussione iniziata da Dafne608 il 05-12-2020 - 10 messaggi - 461 Visite

Like Tree6Likes
  • 1 Post By Hannibal__Lecter
  • 2 Post By fausto62
  • 1 Post By fausto62
  • 1 Post By Dafne608
  • 1 Post By fausto62
  1. Dafne608 Dafne608 è offline PrincipianteMessaggi 135 Membro dal Jun 2020 #1

    Predefinito Carboidrati da verdure...

    C'è chi sostiene che basta prendere i carboidrati dalle verdure senza bisogno di consumare pasta, pane, cereali etc. È davvero così?Quali sarebbero le combinazioni ideali? Grazie


     
  2. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 29,262 Membro dal Jan 2019 #2

    Predefinito

    Ma hai qualche intolleranza o é una semplice curiosità?
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)
     
  3. Dafne608 Dafne608 è offline PrincipianteMessaggi 135 Membro dal Jun 2020 #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da norge Visualizza Messaggio
    Ma hai qualche intolleranza o é una semplice curiosità?
    Sia per curiosità, sia perché ho la necessità di limitarli 🤗
     
  4. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline FriendMessaggi 3,849 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #4

    Predefinito

    Il nostro corpo ha bisogno di un sacco di elementi, non solo carboidrati. Mangiare solo verdura non ti farà bene, bisogna aver sempre un'alimentazione varia, anche a livello di monotonia, immagina di mangiare sempre verdura e mai goderti una pizza, la pasta. Mangia di tutto ma poco, la verdura fa bene ma sempre e solo verdura non è sufficiente. Poi siamo italiani, insomma senza pasta che vita è?
    Se c'è una cosa che ti consiglio e di non fare mai coppia tra pasta e pane, o mangi pane o mangi la pasta
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"
     
  5. L'avatar di Hannibal__Lecter

    Hannibal__Lecter Hannibal__Lecter è offline FriendMessaggi 2,800 Membro dal Aug 2020 #5

    Predefinito

    Non esistono regole generali adatte a tutti, se si vuole fare una dieta seria meglio rivolgersi ad un dietologo che ne appronti una personalizzata, calibrata alle nostre particolari esigenze. Le diete "fai-da-te" oltre ad essere quasi sempre fallimentari, possono anche provocare guai seri.
    Minsc likes this.


    "​Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena"
     
  6. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline FriendMessaggi 3,849 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #6

    Predefinito

    Questo è vero, in ogni caso diffidate da diete o chi vi dice di limitare questo o quello. Il nostro corpo ha bisogno di tutto, anche se in minima quantità altrimenti ci va di mezzo la salute. Come chi vuole dimagrire troppo e non si rende conto che anche se perde peso avrà problemi peggiori in futuro senza una corretta alimentazione
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"
     
  7. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 15,926 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #7

    Predefinito

    Dafne,
    diciamo che ti sei espressa un pò male, ma ci può stare. Allora, se per verdure si intendono gli ortaggi, la spadona o il radicchio od il sedano o finocchio o cavolo, di carboidrati ne prendi pochi, diciamo che dovresti mangiare 4Kg di insalata mista per ottenere i carboidrati necessari a sostenerti per mezza giornata!
    Quindi lasciamo stare il discorso "verdure-ortaggi" e facciamoci una domanda facile: le patate sono verdure? E i legumi? E i cereali?

    Ora, per semplificare secondo quantità di carboidrati contenuti in un vegetale, prima fonte sono la canna da zucchero, la barbabietola e tutte le piante da cui si ottiene lo zucchero; poi ci sono i cereali raffinati con o senza glutine; poi i tuberi tipo la patata; e forse a parimerito con i tuberi, i legumi.
    Va fatta una riflessione a parte per la frutta che andrebbe considerata come una delle fonti primarie di carboidrati se non fosse che ha altri "effetti collaterali" non secondari, per cui atteniamoci alle fonti più da pasto ...

    ... quindi per prima cosa andrebbe "tradotta" la tua affermazione secondo significati impropri che hai riportato, ma se si pensa di eliminare o limitare un macronutriente come il carboidrato dalla dieta quotidiana si fa un errore madornale, un pò come chi vuole eliminare le proteine animali o i grassi.
    Invece, andrebbe approfondita seriamente la necessità di assumere le quantità giuste di micronutrienti che sono indispensabili per le migliaia di funzioni vitali del nostro corpo.

    Se posso darti un consiglio, prima centrare bene le parole che si usano e poi ragionare sul variare per ogni pasto, ogni giorno dovremmo assumere i nutrienti da decine di alimenti, ma mai mescolare in un singolo pasto diversi tipi di carboidrati o diversi tipi di proteine animali. Quindi se mangi un cereale, non assumere altri cereali o patate o legumi (mix cereale+legume=scuregge, ad es.); se mangi una braciola, astenersi da mangiare altra carne o pesce o uova o formaggio ... le verdure si possono mescolare ... ma evitare a pasto frutta e dolci o bevande alcoliche o liquori ... per chi non può fare a meno del vino o della birra, ricordarsi che il lievito di fermentazione della birra fa effetto anche nell'intestino in combinazione con derivati dei cereali ...

    ... di cose interessanti ce ne sono tantissime, ma tutti o quasi preferiscono ingoiare senza accedere alla conoscenza profonda sia del nostro sistema digerente sia nella fisiologia dell'uomo e della donna sia nella scienza dell'alimentazione.
    Minsc and norge like this.
    ... another perspective ...
     
  8. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 15,926 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Dafne608 Visualizza Messaggio
    Sia per curiosità, sia perché ho la necessità di limitarli 🤗
    ... ci sono delle quantità giornaliere consigliate per i macronutrienti, ma l'errore più frequente è privilegiare un macronutriente a discapito di un altro o ancora peggio, non considerare i micronutienti che sono quegli alimenti che ci fanno utilizzare correttamente il macronutriente nelle varie funzioni vitali del nostro corpo. Quindi, considerando che i carboidrati contenuti nello zucchero e nei cereali sono delle "bombe" energetiche, quello che si può fare è sia attenerci alle quantità necessarie per vivere bene, sia evitare di assumere cibi che sono un miscuglio di, appunto, zucchero+farina raffinata di cereale+lievito. In sostanza, è preferibile che si mangino 150gr di lenticchie piuttosto che 50-80gr di un dolce o biscotti.
    Però, vedi che la stessa cosa vale per la carne od il pesce o il formaggio, considera che possiamo utilizzare 30gr di proteine animali per ogni pasto che sono contenute in 100-120gr di alimento base. Perché mangiarne 200gr? Ne sprechiamo la metà praticamente.
    Quindi dovresti approfondire la cosa non per curiosità, ma per essere in salute.

    Considera che i carboidrati che lasciano meno strascichi nel nostro corpo sono quelli contenuti nei legumi, cioè, vengono utilizzati completamente nelle ore successive al pasto anche se in grandi quantità. Ma la stessa cosa avviene se si consuma il cereale non in farine raffinate, bensì in chicchi. Cioè invece di mangiare tutti i giorni la pasta di grano, possiamo mangiare il riso integrale o il farro integrale o il miglio integrale ... quindi se nell'arco della settimana alterni tra pasta, legumi e cereale integrale a chicco, azzecchi il peso forma e il miglior stato di salute per ciò che riguarda i cereali. Sempre confinando la frutta o a colazione o come spuntino di metà mattina e metà pomeriggio, mentre i dolci in genere solo a colazione e metà mattina (alternandoli alla frutta di stagione, capisci le parole, frutta di stagione e non di cella frigorifera come sono pere e mele in gennaio ...).
    norge likes this.
    ... another perspective ...
     
  9. Dafne608 Dafne608 è offline PrincipianteMessaggi 135 Membro dal Jun 2020 #9

    Predefinito

    Io sono già seguita da un nutrizionista... Non è mia intenzione fare una dieta sbilanciata. La domanda nasce da una affermazione fatta da una donna giapponese che diceva che loro (n.b. non tutti i giappo solo lei e la madre) non mangiano carbo, solo riso ogni tanto e preferiscono prendere i carboidrati dalle verdure, come ad esempio la zucca, le carote cucinate, la batata queste cose qui. Ecco perché la mia domanda. Quindi curiosità. Ora che ho contestualizzato, io cerco di variare più possibile, usando solo cibi integrali (pasta, miglio, riso max 50-60gr), tante verdure, pesce e poca carne, frutta. Limito i carboidrati anche per un problema metabolico. Purtroppo ho un debole per il pane, la pizza e i dolci e cerco di contenermi anche se in questo periodo ci sto riuscendo meno infatti una volta a settimana mangio i dolci, anche se prima li avevo eliminati totalmente, ed esagero perché non ne mangio pochi. Ma credo sia perché è un periodo un po' così...
    Grazie per le risposte 🌻
    fausto62 likes this.
     
  10. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 15,926 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #10

    Predefinito

    ... il dolce è una coccola consolatoria che ci serve in periodi "strani" come questo attuale, ma può essere anche un disequilibrio reale come sai. Io gestisco la cosa a colazione, da metà settembre fino ad aprile o fino a quando non si esauriscono le scorte di miele, nel té verde della colazione metto un cucchiaino di miele e sulle gallette di riso un pochino di marmellata. Questo è il mio dolce quotidiano "per i mesi freddi". Poi qualche volta ne assumo un pochino di più, qualche volta di meno. Per il resto non ho richieste da parte del mio corpo. È anche questo il motivo per cui tendo a non eliminare cibi ma ad aumentarne come numero diminuendo le quantità settimanali.
    L'alimentazione deve rispondere alle necessità che il corpo ci trasmette. Il problema nasce dal mangiare sempre le stesse cose in grosse quantità: questo comportamento ci fa perdere sensibilità comunicativa e non capiamo più le richieste giuste.
    Dafne608 likes this.
    ... another perspective ...