cerco aiuto. disperata - Pagina 3

Discussione iniziata da obic86 il 21-07-2021 - 38 messaggi - 2034 Visite

Like Tree22Likes
  1. obic86 obic86 è offline PrincipianteMessaggi 10 Membro dal Jul 2021 #21

    Predefinito

    Ciao ragazzi scusate la latitanza di questi giorni ma ero impegnata molto con il lavoro. So che sembra difficile da capire ma cercherò di essere più precisa possibile. Allora partendo dalle vostre domande o dubbi rispondo a tutti.:
    di donne con cui è stato almeno 150 ne ho conferma io (purtroppo) stiamo insieme da quando avevamo 21 anni. quindi è presumibile almeno minimo 200 perchè molte non se le ricorda lui. (spero non venga percepito in modo negativo ma il fatto di aver iniziato a 15 anni e aver conosciuto nella sua vita personaggi di dubbia moralità ha permesso lui di frequentare tra i 18 e i 21 ambienti particolare (club privati , di scambisti ecc . Lui è stato un ex calciatore professionista ma ha dovuto smettere proprio intorno ai 22/23 anni per questi problemi e altri di salute e quindi aveva accesso purtroppo a molte donne facilmente). E' per questo che ha avuto una vita particolare ma non voglio parlare troppo di questo per rispetto della sua privacy. La prima cosa che abbiamo pensato è che questi problemi fossero correlati a questo periodo della sua giovinezza invece soffriva gia da prima a partire dai 16 anni. Lui non è sicuro di sè anzi si descrive ogni giorno come brutto inutile insignificante e inferiore agli altri uomini ma dal punto di vista fisico. Quindi aspetto ma soprattutto misure. L ho conosciuto all'università e ho avuto la fortuna di scoprire tutto il mondo che stava dietro alla maschera che porta ogni santo giorno. Non è l'uomo perfetto perchè non esiste ma fa sesso in maniera stupenda ha un viso bellissimo ha un corpo veramente bello ed è umile e divertente quel poco che riesce (parliamo di ogni tanto visto che è sempre depresso e quel poco riesce grazie ai psicofarmaci continui che prende). Lui vede gli altri e pensa sempre di essere inferiore e appare quindi da fuori sempre assorto in pensieri tristi o arrabbiato. Come già detto non cerco qui lo psicologo ma solo qualcuno che soffre o ha sofferto di sindrome da spogliatoio o dismorfofobia peniena. Chiamatela come volete. Vorrei davvero parlare con lui. Per quanto riguarda come se lo vede lui , la risposta è piccolo e brutto ma in realtà è tutto il contrario sia come dimensioni e come forma.


     
  2. Adanyy Adanyy è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,579 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #22

    Predefinito

    Non capisco come faccia "a fare sesso in maniera stupenda" visto il problema che ha.
    Comunque sia direi che anche tu vivi il suo problema con tanta ansia e non vorrei che questa, aggiunta alla sua, renda il tutto ancora più difficile da affrontare e superare.

    Spero che qualcuno che ha questo problema possa risponderti, ma penso che sia come cercare un ago in un pagliaio.
     
  3. obic86 obic86 è offline PrincipianteMessaggi 10 Membro dal Jul 2021 #23

    Predefinito

    mi scuso se come scrive qualcuno molte cose non vi tornano , forse faccio fatica a spiegarmi ma descrivere una vita così difficile e contorta come la sua su un forum spezzettata e a distanza di giorni mi riesce un pochino difficile, quindi cercherò di essere più comprensibile d'ora in avanti. Non l ho mistificato sessualmente, a 19 anni aveva già fatto sesso con centinaia di donne di tutte le età dai 18 ai 50 anni. Pensa che ha fatto anche filmini amatoriali (per fortuna coperto). Però ripeto non voglio entrare in discussioni inutili. Il problema della percezione distorta nasce cosi di punto in bianco verso i 16 e diventa subito una ossessione. Questi pensieri generano super ansia e ricerca da parte sua ci giudizi continui dalle donne , rassicurazioni continue sulle dimensioni che risultano totalmente inutili vista la forza dei pensieri. Da li inizia ansia ma soprattutto depressione. per anni senza lavoro senza la capacità di alzarsi dal letto fino al pomeriggio. Abbiamo e stiamo vivendo l'inferno. Ma io una persona cosi so benissimo che è piu unica che rara e sto lottando con tutta me stessa anche se a volte vorrei urlare e piangere per una giornata intera. (scusate lo sfogo). Quindi vi prego per favore se conoscete qualcuno o qualcuno ha scritto di esperienze simili fatemi scrivere o ditemi dove posso trovare dei topic aperti. Col cuore in mano ve lo dico. Grazie a tutti. Alice
     
  4. Midnight77 Midnight77 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 187 Membro dal Jun 2021
    Località Nowhere
    #24

    Predefinito

    La dismorfofobia, per quel poco che ne so, è un disturbo cronico legato al DOC (Disturbo Ossessivo Compulsivo). Un po' come per chi soffre di anoressia per intendersi. Il che lo rende molto ma molto difficile da trattare. Conosco personalmente persone che ne soffrono da oltre 10 anni, del DOC intendo. Le cure psicologiche sono sempre a livello di terapia cognitivo-comportamentale, a quanto pare è ciò che maggiormente funziona. Ho accompagnato una di queste persone da uno specialista a Brescia, che tratta il disturbo. Forse l'avete già fatto ma magari provando a sentire una di queste cliniche specializzate nel DOC, riuscite a trovare un supporto. C'è n'è una specializzata anche a Firenze, ma sanno probabilmente direzionarti in base alla zone dove vivete, anche in cliniche che adottano il loro metodo. Quando li ho sentiti io sono stati molto gentili e disponibili. Loro necessitano inizialmente di ricovero se viene valutato un caso grave e una full immersion nella terapia.

    Spesso vengono somministrati due farmaci, la sertralina + un antipsicotico, credo l'olanzapina in dosaggi molto specifici, vado a memoria, è passato un po' di tempo. Il primo allevia (brutalmente parlando) le sindromi legate all'ansia, l'altro appunto agisce sulle psicosi. Con il cervello "alleggerito" da certe meccaniche è più probabile l'attecchimento della terapia cognitivo-comportamentale. Il resto è la volontà del paziente.

    E' una orrenda malattia purtroppo, l'ho vissuta non direttamente, ma molto da vicino... ti capisco piuttosto bene purtroppo. Con questo non ti sto consigliando farmaci eh, è solo una memoria. Forse anche le esperienze legate al sesso sono legate al disturbo. Avrebbe un senso, per come conosco io il problema.

    Invece non conosco nessuno con l'esatta patologia del tuo compagno.
     
  5. L'avatar di angeloazzurro63

    angeloazzurro63 angeloazzurro63 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 13,506 Membro dal May 2010
    Località Italia
    #25

    Predefinito

    Ecco questo mi sembra davvero un buon consiglio.

    ps ho trovato strano che una terapista consigliasse di trovare qualcuno con lo stesso problema per confrontarsi, non mi è parsa una buona idea
    Ultima modifica di angeloazzurro63; 24-07-2021 alle 07:18
     
  6. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 20,517 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #26

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da obic86 Visualizza Messaggio
    Quindi vi prego per favore se conoscete qualcuno o qualcuno ha scritto di esperienze simili fatemi scrivere o ditemi dove posso trovare dei topic aperti. Col cuore in mano ve lo dico. Grazie a tutti. Alice
    ... anche se alcuni passaggi mi appaiono strani ... ok si è capito grosso modo che il problema è pesante ma ciò che è ancora più preoccupante è il fatto che cerchi un suggerimento o una qualche soluzione su di un forum o genericamente in internet dove chi scrive è un'entità virtuale e non verificabile ... come esperto del settore "internette" devo dirti che non è questa la via per quanto tu possa essere disperata ... come ha scritto Midnight professionisti preparati e cliniche specializzate ci sono e attraverso canali sanitari reali e verificabili li puoi contattare ... con angoscia ti leggo perché sperare di trovare nel virtuale una soluzione ad una patologia reale è una patologia!
    ... non devi andare in giro bendata per azzeccare una strada che ti porti ad una soluzione ... devi vedere bene e chiaro per azzeccare la strada giusta e questo lo puoi fare solo nel reale e con professionisti certificati ... in "internette" trovi gente che ci sta per cazzeggiare ... le poche persone serie vengono trattate a pesci infaccia come il nostro amico Alberto Campese proprio perché non è verificabile la serietà in "internette" ...
    ... quindi per quanto tu sia disperata per non riuscire a risolvere nel reale la patologia del tuo uomo ... evita di affidarti ad un mezzo che è per sua natura inaffidabile ...
    Holden likes this.
    ... another perspective ...
     
  7. obic86 obic86 è offline PrincipianteMessaggi 10 Membro dal Jul 2021 #27

    Predefinito

    Grazie per le risposte , come gia detto purtroppo siamo gia al quarto specialista e non è doc come da analisi e test anche se vi sono aspetti correlati. Sono d'accordo sul cognitivo comportamentale ma ne i farmaci ne le terapie per adesso sono efficaci neanche minimamente. Ripeto non cerco la soluzione qui anzi la strada dei professionisti la stiamo percorrendo da 10 anni. Cerco solo qualcuno che avesse vissuto un esperienza uguale o simile in prima persona o indirettamente. Vorrei solo riuscire a parlargli. La nostra terapeuta non ha consigliato ma ha detto che potrebbe essere una buona cosa per noi parlare con qualcuno simile. Spero sia chiaro quello che sto cercando. Tutto li. Grazie a tutti
     
  8. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 20,517 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #28

    Predefinito

    Obic,
    è abbastanza chiaro ma che pensi di trovare in chi ha un problema identico? Solo discorsi identici a quelli che puoi fare con il tuo uomo. Io che ho la colite se parlo con un'altra persona che ha la colite che ottengo? Che parliamo di sintomi e malesseri ma certamente non potremmo azzeccare soluzioni perché l'avere una patologia non dà competenza.
    Ciò che serve è insistere con gli specialisti perché pultroppo non tutti riescono a risolvere tutti i casi. Per un problema fisico di mio figlio2 ne ho dovuti consultare 4 e l'ultimo in un centro specializzato di Firenze ... e mi è andata bene!
    Per il caso del tuo uomo forse ne dovrai consultare parecchi altri proprio perché da ciò che racconti è qualcosa di particolare e fortemente radicato.
    L'unica cosa che potresti ottenere nel parlare con altri che hanno codesta patologia è il sentirti non da sola, mal comune mezzo gaudio.

    Se fossi in te e avendone la possibilità mi informerei attraverso medici vari per arrivare ai veri centri d'eccellenza che non a caso puoi trovare dove queste patologie sono più frequenti: USA e più nello specifico cliniche che seguono le patologie degli artisti o in genere di persone di successo.
    ... another perspective ...
     
  9. Midnight77 Midnight77 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 187 Membro dal Jun 2021
    Località Nowhere
    #29

    Predefinito

    Chiaro, certo.
     
  10. L'avatar di angeloazzurro63

    angeloazzurro63 angeloazzurro63 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 13,506 Membro dal May 2010
    Località Italia
    #30

    Predefinito

    In realtà temo che queste patologie si auto alimentino parlandone con qualcuno che l’ha … oltretutto non può nemmeno dirti come ne è uscito perché sono percorsi molto personali….
    Ecco perché non mi pare proprio una bella idea.
    Ma vabbè
    Holden and fausto62 like this.