Che cos'è l'amore?

Discussione iniziata da Ray88 il 11-05-2021 - 49 messaggi - 2255 Visite

Like Tree41Likes
  1. L'avatar di Ray88

    Ray88 Ray88 è offline ApprendistaMessaggi 407 Membro dal Dec 2009
    Località Girati, sono dietro di te.
    #1

    Predefinito Che cos'è l'amore?

    Ciao ragazzi,

    la domanda è semplice quanto complessa. Che cos'è l'amore? O meglio, il sentimento d'amore.

    In una relazione che ho avuto qualche tempo fa (già adulti), mi è capitato di voler bene alla persona, ma di non provare altro che affetto. Questo l'ho riconosciuto, bene. L'amore io non lo riconosco, non so definirlo.

    Quando tirammo fuori la questione, e dato che nessuno di noi aveva mai avuto relazioni degne di nota, ci chiedemmo: ma non è che ci stiamo impazzendo, pensiamo di voler troncare il rapporto perché non sappiamo quello che proviamo, quando invece l'amore è proprio questo che stiamo vivendo e non ce ne accorgiamo? Non è che l'amore, tralasciando le cotte adolescenziali, in realtà è semplicemente volersi bene, stare bene, essere felici e provare affetto per la persona che abbiamo affianco? Se non è così, che cos'è?

    Occhio che parlo prettamente di situazioni in età adulta. Da adolescenti si sa che le emozioni siano più ballerine e più "vive" (oppure no, non lo so).

    Altra cosa, si riesce a vivere una relazione in maniera equilibrata, da innamorati? O si perde sempre il lume della ragione?



    «Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale. E' il coraggio di andare avanti che conta.»
     
  2. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 10,432 Membro dal Oct 2017 #2

    Predefinito

    Quando ti innamori lo riconosci, perché ti senti in uno stato di ebbrezza, ti passa la fame, non fai altro che pensare alla persona, hai sempre voglia di lei.

    La relazione che descrivi è un po' triste alla tua età, è più una cosa che fanno gli adulti ormai stremati dalle pene d'amore, si scelgono un partner con cui stanno bene ma senza sentire le farfalle nello stomaco.
    Ray88 and bigcrazy like this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  3. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 10,432 Membro dal Oct 2017 #3

    Predefinito

    Si può vivere una relazione equilibrata da innamorati solo se corrisposti.
    Ray88 and Mielezenzero like this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  4. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 9,254 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #4

    Predefinito

    L'amore ha un significato soggettivo ma ne assume tante di forme. Voler bene, aiutare, esserci per quella persona, fare partecipare quella persona nella nostra vita e hobby e farla stare bene sono tutti elementi dell'amore e lo compongono. Anche vedere i sogni realizzati della persona che ami che sia una carriera o un progetto se ami ti rende felice e se hai dato anche il minimo contributo ti fa stare bene. Si puoi rimanere lucido certo, forse non in giovane età. Naturalmente ci si ama in due e se a senso unico niente di tutto questo può nascere ed esserci
    Ray88 likes this.
    Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L’agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi.
     
  5. L'avatar di Ray88

    Ray88 Ray88 è offline ApprendistaMessaggi 407 Membro dal Dec 2009
    Località Girati, sono dietro di te.
    #5

    Predefinito

    Ok, quindi mi sembra di capire che la componente fondamentale per vivere il sentimento in maniera equilibrata sia l'essere ricambiati.

    In ogni caso, confermate anche che si riconosce e si distingue perfettamente dal solo voler bene ad una persona o dal tenerci.

    «Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale. E' il coraggio di andare avanti che conta.»
     
  6. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 9,254 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #6

    Predefinito

    L'amore è più profondo del semplice voler bene e necessità di tempo per formarsi e si solo se è un sentimento ricambiato può esserci. La principale differenza sta anche nell'ambito sessuale secondo me. Una persona la puoi voler bene ma non significa che la desideri per altro mentre se ami quella persona vuoi farci l'amore, le coccole e così via
    Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L’agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi.
     
  7. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 18,547 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #7

    Predefinito

    Ray,
    il tuo errore è nel non definire i "sintomi" dell'amore in riferimento della consapevolezza che la maturazione della persona rende sempre più profonda. È chiaro che se tu hai 50 anni non puoi indossare la definizione dell'amore che nozionisticamente ha un giovane di 20 o 25 anni, anche un 30-40enne non ti può chiarire cosa è l'amore per un 50enne.
    Innanzi tutto ciò che è la condizione base per definire l'amore è l'essere attivo come persona cioè non cercarlo negli altri e non avere bisogno di una corrispondenza. Cercare negli altri l'amore ed essere corrisposti è un attegiamento passivo ed i sentimenti positivi non sono "passivi", i sentimenti positivi vengono espressi dalla persona, esprimerli è uno stato attivo che sappiamo riconoscereanche negli altri. Quindi si ama perché si è attivi e di conseguenza sappiamo riconoscere lo stesso stato negli altri. Questa è consapevolezza, cioè l'essere cosciente di sé e degli altri in maniera attiva.
    Ora capisci che per un 20enne, ancora alle prime esperienze su tutto, ciò che caratterizza l'essere attivo è l'euforia che concede poco alla consapevolezza. Invece per un 50enne l'euforia è una parte del bagaglio esperienziale giovanile in cui ci sono tante scelte anche sbagliate perché l'errore è importante nella trasformazione delle nozioni in competenze. Non può il 50enne chiedere a chi oggettivamente è molto meno maturo e consapevole cosa è l'amore proprio perché l'amore è un'espressione dell'essere attivamente maturo e consapevole.
    Non credo che tu non sappia cosa sia l'amore che esprimi nel volere il tuo bene ed il bene delle persone con cui ti relazioni in modo attivo. Credo invece che non hai chiaro come negli anni il sentimento e la passione si evolvono. Questo differenzia la consapevolezza dell'amore dalla spinta sessuale e chimica dell'innamoramento.
    Un giovane è facilmente sopraffatto dall'innamoramento che è chimica ormonale che ha come fine la riproduzione. Di solito l'innamoramento con gli anni si riesce a gestire e rimane come spinta al rapporto sessuale con la partner. Ma questo non è parte necessaria dell'amore perché l'amore è lucido e razionale, come è lucido e razionale è fare attivamente e consapevolmente il proprio bene ed il bene della partner.

    L'affetto che provavi era l'amore che esprimevi attivamente da persona matura e che non dipendeva dall'essere contraccambiato. L'unica cosa che "mancava" era la consapevolezza razionale magari perché non hai avuto un maturamento sentimentale "continuo" negli anni. La felicità è una realtà semplice, consapevole conseguenza dell'amare. È uno stato di grazia che si esprime nella consepevolezza dell'essere uomo. Alcune persone arrivano a questo stato di grazia, alla felicità, con naturalezza e non se ne rendono conto perché vedono la maggior parte delle persone che non sono felici per cui non capiscono come la felicità si viva così facilmente.

    Essere innamorati da adulti significa voler essere la persona giusta per la partner, anche questo è uno stato attivo dell'essere, è fare il bene della partner comprendendo attivamente la componente sessuale.
    A me succede di riconoscere questo stato quando mi ritrovo a guardare ed ascoltare mia moglie durante la giornata, con interesse, anche dopo 36 anni di vita insieme.
    ... another perspective ...
     
  8. L'avatar di Mielezenzero

    Mielezenzero Mielezenzero è offline SeniorMessaggi 8,521 Membro dal May 2017 #8

    Predefinito

    L' amore è voler condividere la propria vita con quella persona sapendo che senza quella persona sarebbe una vita triste.

    "Io però l' amore ancora non l' ho imparato"
    toshio27 likes this.
     
  9. L'avatar di Pitonessa

    Pitonessa Pitonessa è offline MasterMessaggi 30,865 Membro dal Aug 2013
    Località Torino
    #9

    Predefinito

    petitenoir and sakura985 like this.
    .........Si vive una volta sola, ma se lo fai bene, una volta sola è abbastanza

    Mae West
     
  10. L'avatar di Ray88

    Ray88 Ray88 è offline ApprendistaMessaggi 407 Membro dal Dec 2009
    Località Girati, sono dietro di te.
    #10

    Predefinito

    @fausto62 però così mi confondi un po' le idee, già per altro disorganizzate

    Io sono un adulto (30-40) e ho sempre vissuto relazioni in cui o ero la parte più coinvolta mentre l'altra lo era zero (ogni volta, in situazioni del genere, sono andato sotto perdendo la ragione), o relazioni in cui ero la parte non coinvolta mentre l'altra lo era (vedi l'ultima, ma ci sono stati anche altri casi).

    Ora, se tu mi dici che in età adultà, il sentimento d'amore (non l'amore in sé, perché l'amore come parola generica si può provare per qualsiasi cosa, per la madre, per il padre, per un figlio, per un animale domestico. Parlo di amore verso un partner) si nasconde facilmente con il volere bene ad una persona, con l'essere felici, con lo stare bene insieme, con voler il meglio per lei, con il prendersene cura...mi fai pensare che allora, nell'ultima relazione, ci siamo lasciati per non esserci capiti e ci amavamo entrambi.

    Perché io provavo tutte queste cose: volevo il meglio per lei, avevo profonda stima, le volevo tanto bene, ci tenevo, volevo sapere se e quando tornasse a casa. Eppure dentro di me sentivo che non bastava. Però, non avendo mai conosciuto l'amore vero (ed è per questo che ho aperto il topic), mi chiedevo quantomeno se fosse ben riconoscibile quel "plus" in più che si ha quando si è innamorati.

    Altrimenti io ho vissuto l'amore e non me ne sono accorto. Ma per me quei sentimenti di cui parli (voler bene, rendere felici, prendersi cura) li puoi provare benissimo per una bella amica.

    Perdonami, forse non ho colto bene il tuo intervento.

    «Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale. E' il coraggio di andare avanti che conta.»