Che cosa vi ha spinto a volere un figlio?

Discussione iniziata da Didy92 il 26-09-2020 - 6 messaggi - 482 Visite

Like Tree8Likes
  • 2 Post By Antasia
  • 3 Post By trale
  • 1 Post By Mielezenzero
  • 2 Post By rabe
  1. L'avatar di Didy92

    Didy92 Didy92 è offline PrincipianteMessaggi 173 Membro dal Jul 2016 #1

    Predefinito Che cosa vi ha spinto a volere un figlio?

    Ciao a tutti!

    Ho una domanda per voi, prima ve la pongo e poi vi spiego il senso:


    Che cosa vi ha fatto capire che volevate un figlio? Come lo avete capito, quali sono le motivazioni che vi hanno spinto a farlo?


    Ho 27 anni, ritengo di avere ancora abbastanza tempo per pensarci, ma vivo in un Paese nel quale per le donne è già normale avere un figlio a 25 anni. Pertanto sono costretta almeno a pensarci e pormi la domanda con largo anticipo. Non vi nascondo che spesso ci sto male e piango. E sapete perché? Perché la gente attorno a me fa figli e sembra felice, mentre io non ho ancora deciso se vorrò mai un bambino. Non capisco che cosa spinga gli altri a fare figli, su che basi abbiano deciso.


    Le persone attorno a me, per la maggior parte, sono persone a cui “è capitato”, non stavano ancora cercando figli. Semplicemente è andata così. Inizialmente pensavo che l’unico vero esempio di donna che ha veramente VOLUTO un figlio, e che non lo ha fatto perché “è ora”, “è la cosa giusta da fare”, “mia suocera mi assilla che non ha ancora un nipote”, “le donne che hanno figli mi guardano male”, ecc... fosse mia madre. Mia madre ama i bambini alla follia, quando ne vede uno diventa matta, perciò pensavo che quella di avere me fosse stata una scelta basata unicamente su questo. Poi pensandoci meglio ho capito che in realtà lo stesso anno che sono nata io era morto mio nonno, l’unica figura importante rimasta a mia madre, e che probabilmente la paura di rimanere sola è stata la spinta fondamentale nella decisione di avere un figlio. Poi ho pensato che anche se la decisione fosse stata presa sulla base del fatto che mia mamma ama follemente i bambini - beh, anche questa non è una gran motivazione. Il fatto che li ami non vuole assolutamente dire che tu sarai una buona madre.


    Mi ritrovo insomma da capo. Non capisco come e quando, sulla base di cosa si decida che si vuole un figlio. D’altra parte il “è capitato” a me personalmente non piace. Nel mio mondo ideale io dovrei un giorno svegliarmi e capire che VOGLIO un figlio e non che, ad esempio, sono stufa di sentirmi dire dai genitori di mio marito “quando ci fate un nipotino?”, e solo dopo aver preso questa decisione iniziare a cercarlo.


    Chiedo quindi a voi, mamme e non ancora mamme, papà e futuri papà: che cosa è successo? Che cosa vi ha fatto “click” nella testa quando avete deciso?
    Mi rivolgo soprattutto a chi un figlio lo ha proprio voluto e cercato, e non a chi “è capitato”. Non perché non mi interessino le risposte del secondo gruppo, ma perché mi interessa soprattutto capire cosa succede nella testa di chi vuole un figlio prima che il bambino effettivamente compaia. Grazie!


     
  2. L'avatar di Antasia

    Antasia Antasia è offline ApprendistaMessaggi 495 Membro dal Sep 2020 #2

    Predefinito

    Il problema è che stai permettendo ad altre persone di dirti cosa fare.
    “Quando ci fate un nipotino” = frase invadente e assolutamente sbagliata. Nessuno deve intromettersi in scelte delicate solo per appagare il desiderio di sentirsi utile, di fare il nonno, di rientrare in determinati canoni sociali.
    Le tue incertezze stanno ad indicare il fatto che tu non sia ancora pronta. Hai una idea vaga, sei in balia di sottili paure che ti stanno facendo perdere di vista il centro più importante della questione, ovvero che i figli si fanno solo se si è realmente PRONTI E CONVINTI.
    Come farai a capire di essere pronta e convinta?quando inizierai a ragionare con la tua testa, a capire che sei in grado di badare a una terza persona, a volere che il tuo compagno/tuo marito sia il padre dei tuoi figli e non semplicemente perché te lo sei sposato e ci vivi insieme, ma perché sai che sarebbe la persona più giusta con cui vorresti che vivesse tuo figlio.
    Andreamore and Berlin__ like this.
    "Chi disse preferisco avere fortuna che talento, percepì l'essenza della vita. La gente ha paura di ammettere quanto conti la fortuna nella vita. Terrorizza pensare che sia così fuori controllo."

    "Non posso farci nulla: l'idea dell'infinito mi tormenta."
     
  3. L'avatar di trale

    trale trale è offline SeniorMessaggi 14,173 Membro dal Feb 2015 #3

    Predefinito

    E' una domanda a cui non so dare risposta, è come se mi chiedessi cosa mi ha fatto innamorare o decidere di stare in coppia piuttosto che da sola. Posso dirti che una volta ero in vacanza e ho visto un piccolo bimbo giapponese seduto per terra, con una macchinia in mano, tutto assorto a farla muovere. Un bimbo con un testone grosso e i capelli nerissimi a spazzola, tipici degli orientali. Sono rimasta incantata a guardare questo piccolissimo uomo e ho pensato che avrei voluto sentirmi come i genitori di quel bambino. E' un'esperienza di vita, come innamorarsi o fare altre cose; esperienza che ho voluto fare senza pormi troppe domande, così come non mi sono chiesta se ero una buona fidanzata prima di innamorarmi.
    Gigetta89, Hurrem and rabe like this.
     
  4. L'avatar di Andreamore

    Andreamore Andreamore è offline PrincipianteMessaggi 186 Membro dal Dec 2019 #4

    Predefinito

    Click, perfetto lucido e consapevole.
    Mi ricordo perfettamente il momento in cui ho deciso che avrei voluto un figlio.
    Quando ho conosciuto il mio attuale marito, mi sono innamorata di lui come uomo ma quando l'ho visto come padre ( lui aveva già due figli avuti da un precedente matrimonio) mi ha fatto passare tutte le paure, insicurezze che avevo nell'eventuale futuro ruolo di madre. Ho desiderato di mettere al mondo un figlio perché lo amavo e lo stimavo molto come padre. Il figlio poteva essere il frutto del nostro amore.
    Questo per me è un figlio il desiderio di due individui di creare un essere umano con amore e legarsi per sempre
     
  5. L'avatar di Mielezenzero

    Mielezenzero Mielezenzero è offline Super FriendMessaggi 5,061 Membro dal May 2017 #5

    Predefinito

    È stato istintivo.
    Volevo completare ciò che ero io come donna e come moglie, ne avevo proprio il desiderio.
    Non farti mai condizionare dalle scelte altrui, specialmente su una decisione così intima ed importante come quella di voler diventare madre.
    luca9028 likes this.
     
  6. L'avatar di rabe

    rabe rabe è offline MasterMessaggi 29,436 Membro dal Aug 2010 #6

    Predefinito

    A dire il vero a me i bambini non sono mai piaciuti molto, poi un bel giorno ho capito che era giunto il momento e adesso sono felice ed esausta
    luca9028 and norge like this.
    Campionessa
    Megatorneo Panamandiano
    Covid - 19

    Muta il destino lentamente,

    ad un'ora precipita.




    (U.Saba)