Che ne pensate di Salvini? - Pagina 86

Discussione iniziata da Spettrale il 05-05-2019 - 1379 messaggi - 103642 Visite

Like Tree326Likes
  1. Berlin__ Berlin__ è offline BannedMessaggi 5,639 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #851

    Predefinito

    il problema della sinistra è sempre stato "gli italiani sono idioti", tutte le volte che perdevano il motivo è sempre stato lo stesso. Tutti sui loro piedistalli, sulla superiorità etica e morale, sul 'siamo un partito democratico' che rigetta i leader, anche quando in 60 anni ne hanno visto uno solo che in realtà era un cavallo di tr_o_i_a, in quanto era tutto meno che di sinistra.
    GGGianlu likes this.


    Ultima modifica di Berlin__; 31-10-2019 alle 10:19
     
  2. L'avatar di Spettrale

    Spettrale Spettrale è offline MasterMessaggi 26,956 Membro dal Oct 2007
    Località dove capita
    #852

    Predefinito

    Fausto@
    Bisogna pur ammettendo per onore di cronaca ..che il Pd si era allontanato dalle piazze di ...spaccio 😂🤣🤣
    buona questa ah ah ah
    Dove la sinistra era sempre presente ...dove i salviniani destrista ci hanno fatto la..spesa 🙄
    Ma fanno sempre la solita propaganda politica antisociale e anti democratica ...creando ad arte la lotta tra poveri..
    Sbagli a dire che Renzi sia di destra. ..quando mai?!🤣🤣
    Se dobbiamo dargli una definizione precisa...rimane un democristiano di sinistra. .e non è una cosa. . brutta 😁
    Wow
    Accidenti a te.👄Wowsiamo tutti bugiardini..Amore Sally toccami la mano... scopiamo pure su questo divano😋👄
     
  3. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,682 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #853

    Predefinito

    Effettivamente non ci capisco un tubo di economia e politica, ma facendo una ricerchina veloce si trovano articoli tipo questo:

    Iva al 25% nel 2018: la pesante eredità di Renzi
    O si trovano 42 miliardi in due anni o scattano le clausole di salvaguardia

    12 dicembre 2016 - Mentre in Parlamento sta per nascere il governo Gentiloni, con l’obiettivo di traghettare il Paese a nuove elezioni in primavera o al più tardi in autunno, si comincia a fare i conti con l’addio di Matteo Renzi conseguente alla vittoria del No nel referendum costituzionale voluto dallo stesso ex premier. A partire dalle ‘mance’ elettorali che non hanno sortito l’effetto di portare il Sì alla vittoria, ma che lasciano un conto non indifferente dal saldare nel prossimo biennio. Nel contempo rimangono due cose: l’azzeramento del deficit strutturale di bilancio nel 2019 e il rinvio dell’aumento dell’Iva.

    Che significa? Che il prossimo presidente del Consiglio sarà chiamato a trovare 19 miliardi nella prossima manovra per il 2018 e 23 miliardi nella manovra per il 2019. Altrimenti scatteranno le clausole di salvaguardia. Dove troverà quei soldi? Facendo tagli oppure imponendo nuove tasse: infatti non potremo più rinviare l’aumento dell’Iva emettendo altro debito perché dobbiamo ridurre fino ad azzerarlo nel 2019 il deficit strutturale di bilancio. Ne parla diffusamente l’esperto di fondi europei Andrea Del Monaco sull’Huffington Post.

    GLI IMPEGNI PRESI CON BRUXELLES – In base all’analisi dell’esperto, la Legge di bilancio appena approvata disattende l’impegno preso in maggio da Padoan coi Commissari europei Moscovici e Dombrovskis: il deficit 2017 sale da 1,8 a 2,3%. “Il 16 maggio 2016, in una lettera ufficiale, Dombrovskis e Moscovici hanno concesso un deficit per il 2016 al 2,3%, solo a condizione che il Ministro Padoan si impegnasse per iscritto all’obiettivo di un rapporto Deficit/PIL per il 2017 pari all’1,8%”. Padoan ha assunto quell’impegno e “a maggio Bruxelles non ha aperto la procedura di infrazione solo grazie a tale impegno”.

    RISCHIO AUMENTO IVA – Il problema è che la Legge di Bilancio approvata non ottempera a tale impegno, “chiede una flessibilità dello 0,5% e porta il deficit strutturale di bilancio per il 2017 al 2,3%” Secondo Del Monaco l’impegno del Ministro Padoan ad abbassare il deficit all’1,8% per il 2017 non è adempibile perché servono 19 miliardi per evitare l’aumento dell’Iva al 25% nel 2018.

    INCREMENTI INEVITABILI – In particolare, “l’anno prossimo, nella manovra per il 2018, la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia ci costerà 19,5 miliardi: 6,9 miliardi per evitare l’aumento dell’Iva agevolata dal 10 al 13%, e 12,2 miliardi per evitare che l’Iva ordinaria passi dal 22 al 25%. Nella manovra del 2018 per il 2019 la sterilizzazione ci costerà 23,2 miliardi. Non solo 6,9 miliardi per evitare l’aumento dell’Iva agevolata dal 10 al 13%, non solo 12,2 miliardi per evitare che l’Iva ordinaria passi dal 22 al 25%: questi sono i costi per sterilizzare le clausole precedenti. Si aggiungeranno nuove clausole: nel 2018 serviranno altri 3,6 miliardi per evitare che l’Iva arrivi dal 25 al 25,9%”.
    Berlin__ likes this.
    ... another perspective ...
     
  4. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,682 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #854

    Predefinito

    L’aumento dell’Iva che ora va scongiurato lo aveva deciso Renzi?

    30 mar 2017

    Secondo Bersani, l'ex premier "ora dovrebbe dire come toglierlo"

    Pierluigi Bersani, ospite di Lilli Gruber su La7, ha dichiarato lo scorso 29 marzo: “L’aumento dell’Iva è già stato deciso dal governo Renzi per il 2018. Renzi dovrebbe dire come facciamo a togliere l’aumento dell’Iva”.

    L’ex segretario del Pd, fuoriuscito dal partito insieme ad altri per fondare una nuova formazione politica (Articolo 1 – Movimento Democratici Progressisti), risponde così alla dichiarazione di Renzi che, ospite di Bruno Vespa, aveva qualificato come “un errore politico” l’aumento dell’imposta sul valore aggiunto.

    Bersani ha ragione.

    Il governo Renzi, con la legge di stabilità per il 2015, introdusse una clausola di salvaguardia (comma 718), che prevedeva un incremento automatico delle aliquote Iva e delle accise e che poteva essere evitato con interventi di revisione della spesa. In particolare dovevano essere trovati 12,8 miliardi nel 2016, 19,2 miliardi nel 2017 e 22 miliardi dal 2018.

    Per il 2016 e per il 2017, il governo Renzi è riuscito a far quadrare i conti in modo che la clausola di salvaguardia non venisse attivata. Con la legge di Bilancio 2017, in particolare, si è previsto che quell’anno non scattassero gli aumenti previsti: per l’Iva “agevolata”, che riguarda solo una serie di prodotti e servizi (tra cui ristrutturazioni edilizie, vari beni alimentari, prodotti farmaceutici etc.) l’aumento sarebbe stato dal 10% al 13%, e per l’Iva ordinaria, che riguarda cioè tutto il resto, dal 22% al 24%.

    Per il 2018 invece la stessa legge di Bilancio 2017 - presentata dal governo Renzi ed approvata definitivamente dal Parlamento il 7 dicembre, pochi giorni prima delle dimissioni del premier – prevede che le aliquote salgano dal 10% al 13% e dal 22% al 25% (che nel 2019 diventa 25,9%), e che anche dalle accise sulla benzina vengano reperiti 350 milioni di euro, per coprire un fabbisogno di 19,571 miliardi di euro.

    Si tratta ovviamente di previsioni che il governo può sovvertire, come già fatto negli anni passati, con la legge di Bilancio 2018 che dovrà essere approvata entro la fine di quest’anno. Si pone il problema di reperire circa 20 miliardi di euro per impedire che diventi inevitabile l’aumento dell’Iva.

    Bersani ha dunque ragione quando attribuisce al governo Renzi la paternità di questi aumenti, al momento previsti ma su cui si può ancora intervenire.

    Per fare un po’ di storia, ricordiamo che l’introduzione delle prime pesanti clausole di salvaguardia in Italia risale all’ultimo governo Berlusconi. Questo, coi decreti legge del 2011 numero 98 e 138, dispose che, se l’esecutivo non avesse trovato dalla razionalizzazione della spesa sociale 20 miliardi già iscritti in bilancio come entrata entro il 30 settembre 2012, sarebbe intervenuta una “clausola di salvaguardia” e ci sarebbe stato un taglio lineare delle agevolazioni fiscali.

    Il governo Monti reperì parte di quei 20 miliardi, ma non tutti. Per la parte mancante fu presa la decisione – con il decreto legge 201 del dicembre 2011 – di non toccare le agevolazioni fiscali ma l’Imposta sul valore aggiunto, che salì dal 21% al 22% mentre era al governo Letta, a ottobre 2013.

    Il governo Letta, a sua volta, lasciò in eredità al successore, con la legge di stabilità 2014 (comma 430), un’altra clausola di salvaguardia con cui si disponeva che, se la spending review o l’aumento delle entrate non avessero portato al raggiungimento degli obiettivi previsti, (rispettivamente 3 miliardi di euro per l'anno 2015, 7 miliardi per l'anno 2016 e 10 miliardi a decorrere dal 2017), i soldi sarebbero stati trovati con una diminuzione delle detrazioni e delle agevolazioni o con un aumento delle imposte.

    Il governo Renzi, con la legge di stabilità per il 2015, “sterilizzò” – cioè rese inefficace – la clausola di salvaguardia ereditata per quell’anno ma, come si diceva, ne introdusse una nuova. Quella che, neutralizzata per il 2016 e 2017, ora pende sulla testa dell’esecutivo come una spada di Damocle per il 2018.
    Berlin__ likes this.
    ... another perspective ...
     
  5. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,682 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #855

    Predefinito

    Mi piace contribuire fattivamente per ciò che riguarda la politica economica dei sinistri ... la pallina di m e r d a che fece il Berlusca è divenuta, governo dopo governo, una montagna di m e r d a. Sarebbe bello che ogni protagonista di tale produzione di escrementi se ne assuma la responsabilità e se non ricordo male, prima del barbaro, ci sono almeno un governo tecnico e tre sinistri.

    Il club dei bellissimi addossa l'intera responsabilità sul barbaro ... forse sti italioti che sono passati a destra non sono completamente italioti ...
    ... another perspective ...
     
  6. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,682 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #856

    Predefinito

    Ops, volevo far notare che nel secondo articolo parla Bersani che non è propriamente un adoratore del barbaro ... è un sinistro più sinistro del renzino ...
    ... another perspective ...
     
  7. L'avatar di Spettrale

    Spettrale Spettrale è offline MasterMessaggi 26,956 Membro dal Oct 2007
    Località dove capita
    #857

    Predefinito

    Be' in effetti non sono tutti italdioti ..ma solo ex simpatizzanti di Berlusconi .. passati al rozzo barbaro del papeete ah ah ah
    Peppaciere ..
    Sarebbe più' serio che tu facessi informazione leale ..e non di parte come tuo costume . Ehm
    Ti faccio presente ..che le prime salvaguardie tramite l'Iva
    sono state introdotte da Monti ..dopo lo sfascio dei conti di quel bel governo di centrodestra di cui già vi siete scordati le macerie che avete lasciato.
    Poi continuate con i governi precedenti ..fino a quello attuale
    dove per sterilizzare l'aumento dell'Iva c'erano già in cassa ben 7 miliardi lasciati in dote dal governo Gentiloni (il migliore degli ultimi anni)
    Mentre con il duo monnezza Salvini e Di Maio l hanno portato a ben 23 miliardi per finanziare le due leggi flop e indegne come quota 100 e rdc. che hanno aumentato olttemisura pure il debito pubblico ..e tolto risorse ai più' giovani .
    Una genialata direi
    Wow
    Accidenti a te.👄Wowsiamo tutti bugiardini..Amore Sally toccami la mano... scopiamo pure su questo divano😋👄
     
  8. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,682 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #858

    Predefinito

    "Sarebbe più' serio che tu facessi informazione leale ..e non di parte come tuo costume ."

    E lo dici a me? Ma dai, sei romano ma non te ne approfittare: Ccà nisciuno è fesso!

    Semo nati imparati ...
    ... another perspective ...
     
  9. L'avatar di Spettrale

    Spettrale Spettrale è offline MasterMessaggi 26,956 Membro dal Oct 2007
    Località dove capita
    #859

    Predefinito

    Essere romani e' già un previlegio ..Ma io non me ne sono mai approfittato ah ah ah
    Accidenti a te.👄Wowsiamo tutti bugiardini..Amore Sally toccami la mano... scopiamo pure su questo divano😋👄
     
  10. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 17,682 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #860

    Predefinito

    Non è che non te ne approfitti, sei romano senza fare apposta. L'obbiettività non è una vostra peculiarità, siete anche convinti che Roma è la città più bella del mondo: avere ruderi da buttare non è un plus per chi ci vive ...
    ... another perspective ...