Colleghe vipere. Aiuto

Discussione iniziata da Depressa90 il 21-07-2020 - 29 messaggi - 2179 Visite

Like Tree31Likes
  1. Depressa90 Depressa90 è offline PrincipianteMessaggi 30 Membro dal Mar 2020 #1

    Predefinito Colleghe vipere. Aiuto

    Buonasera a tutti. Non scrivevo da un po. Grazie a questo forum ho avuto la possibilità di sfogarmi dopo il grave lutto subito.L unica nota positiva di questo brutto anno, è stato il ricevere un contratto a tempo indeterminato, nel negozio dove lavoravo da 8 mesi circa(prima a tempo determinato) . Bene, sono una umile addetta alle vendite, Con contratto part-time. E purtroppo lavoro con tutte donne. Ahimè, è un grave gap.Fondamentalmente non amo le amicizie a lavoro, e quindi già prima del grave lutto che ho subito, non amavo le uscite post lavoro con colleghe. Sono dell'idea che il lavoro sia soltanto lavoro!!! Poi perché essendo l ultima arrivata, mi evidenziano tutti gli errori e sopratt sparlano facilmente. (chissà quante me ne diranno dietro).Bene, dopo 4 mesi di cassa integrazione, sono ritornata a lavoro. Per me è stato come ricominciare.Le mie colleghe sempre uguali. Sempre a sparlare, o a farsi i fatti loro e mettetela a quel posto. Tipo fino a pochi giorni fa, nessuno doveva andare in ferie. Ora invece si sono tutte organizzate(improvvisamente???!) . E a me ovviamente nemmeno è stato chiesto.Da quando ho ricevuto l indeterminato, si comportano da *******.Oggi la più anziana colleghw(ha più di 50 anni) mi ha fatto fare una brutta figura davanti ad un cliente giovane . Ha detto che mi ero permessa di dare del tu ad un cliente vecchio pochi attimi prima. Cosa non vera, non mi permetterei mai. Ribadendolo più di una volta, e affermando che lei sente bene. Ok mi sono detta, mantieni la calma. Giuro, io sono molto istintiva ed ho paura di svalvolare. Poi tra me e me penso ai guai che ho, al lutto subito e cerco di farmi scivolare giù queste cattiverie gratuite. Però poi torno a casa e ci rimurgino su . È vero che ultimamente ho tanti pensieri negativi e sono un po tra le nuvole, ma lavoro e mi do da fare, perché grazie a questo riesco a non pensare alla mia vita. Ma sono sempre molto educata con i clienti, perché so che grazie a loro io lavoro. Cerco di farmi sempre i fatti miei con le colleghe , perché appena dici qualcosa fuori posto si passano le notizie a vicenda. Cerco di non uscirci, di non creare rapporti, ma di lavorarci solo. Non so che fare. Non ho nessuna di loro con cui sfogarmi, se ho un problema a lavoro. Mi sento una pecorella contro un branco.Da dire che il lavoro non è affatto pesante, tanto ci sono io a dovere fare le cose più pesanti. Provengo da altri negozi dove veramente dovevi lavorare tanto, quindi so cosa significhi lavorare. Qui è più soft, ma veramente non reggo queste colleghe.


     
  2. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline SeniorMessaggi 14,261 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #2

    Predefinito

    Cara Depressa ...
    ... questa è la vita ... anche se ci si fa discorsi di principio sulla morale e sui valori ... di fatto morale e valori ce li possiamo aspettare solo da noi stessi verso noi stessi ... intendo dire che la tua migliore alleata sei tu ... è dentro di te che devi chiarire il modo per riuscire a vivere bene nonostante i branchi di nemiche o false amiche con cui condividi l'esistenza ...
    ... la situazione costantemente critica è proprio questa ... avere dei valori e dover subire persone che si adoperano a crearti problemi fino a costringerti a disattendere ciò in cui credi e te stessa ... quindi ... consapevole che la vita è uno possibile scontro continuo ... trova la soluzione che ti possa migliorare l'esistenza ... personalmente l'ho trovata dopo duri scontri e arrabbiature memorabili e la mia soluzione l'ho passata ai miei figli e funziona sia per me che per loro ... per prima cosa devi attentamente analizzare l'ambiente in cui lavori e vivi ... poi devi osservare e ascoltare (le donne parlano e straparlano tanto e sempre) attentamente le tue colleghe ed il proprietaria/o dell'attività ... devi conoscere tutto di loro ... carattere ... debolezze ... abitudini ricorrenti ... simpatie/antipatie ... devi raccogliere tutte le informazioni possibili ... quando avrai fatto questa raccolta dati strategica ... devi studiare delle tattiche di distrazione delle colleghe più pericolose ... avendo cura di non trovartele vicine o condividerci situazioni potenzialmente pericolose ... e se succede individuare subito una via di disimpegno ... quello che in guerra è evitare lo scontro frontale con uno spostamento laterale e se possibile arrivare a "minacciarle" alle loro spalle ... costruendo un deterrente che le convinca che non sei una sprovveduta bensì una temibile alleata ... quindi inizia a relazionarti senza mai dare informazioni su di te e sulla tua vita esterna all'attività ... devi colloquiare facendole parlare di loro e non di te ... pompa il loro ego e ottieni informazioni utili ... quando ti attaccano sposta il discorso sulle loro "abilità" e sulla loro bravura dicendo che hai imparato da loro a dare del lei ai clienti maturi ... e per loro merito stai facendo un buon lavoro ... e le ringrazi ... ma subito dopo fai arrivare loro una simpatica frecciatina su qualche loro debolezza o mancanza ...
    ... sai che il pesce grande e cattivo mangia il pesce piccolo e incauto ...
    ... è il momento di tirar fuori le ovaie ... ca77o! ...
    ... good luck ...
    2020 . . . bi.sex.stile ... sex.stile ... stile ... bi bi ...
     
  3. L'avatar di Pitonessa

    Pitonessa Pitonessa è offline MasterMessaggi 29,665 Membro dal Aug 2013
    Località Torino
    #3

    Predefinito

    Purtroppo di vipere è pieno il mondo, impara a conviverci e a non farti mordere....
    Pitonessa
    .........Si vive una volta sola, ma se lo fai bene, una volta sola è abbastanza

    Mae West
     
  4. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline FriendMessaggi 4,613 Membro dal Aug 2017 #4

    Predefinito

    Non ti piacerà molto quello che ho da dire ma hai in qualche modo alimentato questa situazione non volendo socializzare ed uscire con loro fuori dal lavoro.
    Per quella che è la mia esperienza nessuno è perfetto sul lavoro ed è più difficile lavorare con le donne rispetto agli uomini quindi già le premesse non sono le migliori. Ma non stai aiutando te stessa. Sarebbe più semplice socializzare ed uscire con loro. Nessuno dice che tu debba raccontare loro la storia della tua vita se sono delle pettegole ma instaurare un rapporto superficiale in cui si parla e si scherza renderebbe tutto più sopportabile e loro si comporterebbero meglio con te.

    Mi dispiace ma non capirò mai la gente che dice che il lavoro è solo lavoro, si passa tanto di quel tempo a lavoro ogni giorno che vedi più i colleghi che le persone a te care. Quindi come si fa a vivere in questo modo, non vedendo l’ora di andartene a casa perché non sopporti più i colleghi?
    Regolarefollia and flair like this.
    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​
     
  5. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 26,135 Membro dal Jan 2019 #5

    Predefinito

    Fai come fa una mia amica quando ha colleghe che spakkano fa finta di non sentirle... ( queste si incavolato di brutto perché manco le risponde)... Al massimo le dici "Caspita hai davvero tanti problemi per pesare a ste caz....!"
    Per le ferie la prossima volta devi dir loro o si decide insieme o vado dal superiore!

    Tira fuori le unghie. Mi sembri una ragazza buona a volte però ci vuole grinta.
    Si dice "meglio far paura che compassione"
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)
     
  6. Depressa90 Depressa90 è offline PrincipianteMessaggi 30 Membro dal Mar 2020 #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da norge Visualizza Messaggio
    Fai come fa una mia amica quando ha colleghe che spakkano fa finta di non sentirle... ( queste si incavolato di brutto perché manco le risponde)... Al massimo le dici "Caspita hai davvero tanti problemi per pesare a ste caz....!"Per le ferie la prossima volta devi dir loro o si decide insieme o vado dal superiore!Tira fuori le unghie. Mi sembri una ragazza buona a volte però ci vuole grinta.Si dice "meglio far paura che compassione"
    Il pesce purtroppo puzza dalla testa. La direttrice ha provveduto a pianificare le ferie! In realtà, ne ho più io che loro, in quanto non avevo mai preso ferie, e ne ho maturate più di 4 settimane. A me delle ferie non interessa, perché non sarei andata da nessuna parte quest anno. Ma si tratta di savoir faire! Sono l ultima arrivata e loro lavorano da anni insieme, è difficile integrarsi. Anche perché, almeno io, venendo da ambienti dove si doveva lavorare tanto e lasciare le chiacchiere fuori dal lavoro, mi viene davvero difficile fare come loro. A modo mio, cerco di farmi forza pensando che devo resistere poche ore alla settimana la dentro. Per chi dice che io non voglia uscire con loro, dico una cosa. Spesso il gruppetto che organizza le uscite lo fa di nascosto. Quindi quando pare a loro insistono affinché io esca, quando invece si deve sparlare non me lo dicono. Beh, perché io dovrei uscire con loro? Il gruppetto che di solito organizza le uscite è formato da 5 persone, le alte adulte hanno famiglia e non escono solitamente. Io sono una persona fondamentalente rispettosa, lavoratrice. Il lavoro è lavoro, ripeto! Gli inciuci a lavoro preferisco non farli
     
  7. L'avatar di Regolarefollia

    Regolarefollia Regolarefollia è offline Super FriendMessaggi 5,577 Membro dal Jun 2015
    Località Deep north east
    #7

    Predefinito

    Indipendentemente dalle tue precedenti esperienze e dall'inclinazione alla poca socialità, è fondamentale imparare ad adattarsi all'ambiente. Serve armonia perché un team funzioni, ad ogni livello. Concordo quindi con Hurrem, impara a comunicare con loro, a distendere le tensioni con una battuta (magari evitando il sarcasmo), ad apprezzarne le qualità. Puoi partire da un semplice gesto inaspettato, una gentilezza rivolta a tutte... non so, mi vengono in mente le brioches calde il mattino. Non è necessario stravolgere la tua vita, sentirti una gregaria nelle uscite ma è più intelligente operare per un buon clima piuttosto che farsi la guerra.
    Hurrem and flair like this.
     
  8. Depressa90 Depressa90 è offline PrincipianteMessaggi 30 Membro dal Mar 2020 #8

    Predefinito

    Aspettate un attimo. Mi sono espressa male e stiamo sviando il discorso sul mio essere poco sociale. Non è così. Sono una ragazza abbastanza solare, ma vi ripeto, non vuole essere una scusante, ma ho subito un grave lutto pochi mesi fa e sinceramente spesso sono triste. Ma ciò non vuol dire che io non sia una persona socievole. Anzi. Porto ogni tanto qualcosa da mangiare, pochi giorni fa ho portato anche pasticcini. Certo non mi piace fare le uscite con loro, perché si organizzano sempre in base ai loro impegni e non ai miei. Abitando vicino loto riescono ad organizzarsi anche meglio. Se vogliono che io esca, potrebbero anche chiedere. Non è che io debba sempre organizzarmi in base alle loro preferenze ed accodarmi!
     
  9. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline FriendMessaggi 4,613 Membro dal Aug 2017 #9

    Predefinito

    Sul fatto delle uscite mi trovo in disaccordo.
    Sono stata l’ultima arrivata nel lavoro attuale è mi sono trovata con un team che lavora insieme da 3-5 anni. Lo spazio me lo sono dovuta guadagnare e creare da sola. Non è che gli altri devono adeguarsi a te, tu devi adeguarti al loro stile di uscita ed accodarti perché sei tu quella nuova che ha interesse di stringere dei rapporti, non loro. Loro stanno bene anche senza di te.

    Poi se vuoi vivere il lavoro come una rottura che non vedi l’ora che finisca ogni giorno allora vai pure avanti sulla tua strada. A me sembra uno strazio, e ricorda che sei a tempo indeterminato quindi presumo che vorresti lavorare a lungo in quel negozio.
    Per come la vedo io un buon lavoratore non si vede solo da come fa il proprio lavoro ma anche da come interagisce con i colleghi e su questo hai molto da imparare e potesti guadagnarci tantissimo se facessi uno sforzo.

    La scelta è tua e farai chiaramente quello che ritieni sia meglio per te. Ma per quella che è la mia esperienza è molto più semplice fare “amicizia” e vivere in maniera più spensierata il lavoro che continuare ad alimentare questo clima teso.
    Regolarefollia likes this.
    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​
     
  10. L'avatar di la-psicolabile

    la-psicolabile la-psicolabile è offline JuniorMessaggi 1,458 Membro dal Dec 2017 #10

    Predefinito

    D'accordo con te Depressa90 , non devi mica uscirci fuori dal lavoro con queste vipere . E' già tanto che le sopporti durante il turno in negozio . L'unico consiglio che posso darti è di ignorarle e quando ti dicono qualcosa di sgradevole o inventano balle sul tuo cont , rispondi a tono . Fai vedere che hai le palle , probabilmente hanno captato che sei una debole che non sa difendersi e ti hanno presa di mira . Devi cercare di cambiare l'immagine che loro hanno di te : da agnellino a leonessa. E ricordati che le donne malvagie quando si alleano sono davvero pericolose quindi usa la loro stessa moneta . Facci sapere come va
    Depressa90 likes this.
    Quando sono andato a scuola, mi hanno chiesto cosa volessi diventare da grande. Ho risposto “felice”. Mi dissero che non avevo capito l’esercizio e io risposi che loro non avevano capito la vita.
    (John Lennon)