Come reagite ai discorsi degli altri?

Discussione iniziata da eustorgio il 18-12-2009 - 1 messaggio - 628 Visite

  1. eustorgio eustorgio è offline PrincipianteMessaggi 194 Membro dal Aug 2007
    Località Nel regno delle zanzare
    #1

    Predefinito Come reagite ai discorsi degli altri?

    Questo è un topic dedicato soprattutto a chi non ha esperienza in campo sentimentale e sessuale o ne ha molto poca: come reagite di fronte ai discorsi degli amici e conoscenti in materia di conquiste e vicissitudini amorose? Solo oggi ho dovuto sorbirmi il resoconto, con tanto di dettagli morbosamente intimi, dell'ultima conquista di un mio amico ultraquarantenne: mi ha parlato di come è riuscito ad "affondare il colpo" su di una ragazza con meno della metà dei suoi anni, compiacendosi della conquista, perché la "preda" era difficile, poco esperta e refrattaria a lasciarsi andare sulle prime. Ma poi lui a colpo sicuro a sfoderato le sue armi di seduttore ed ha realizzato un grande slam (o quasi) fatto di tutte le pratiche sessuali comunemente conosciute.
    Ovviamente racconti del genere sono spesso infarciti di poderose invenzioni, quando non addirittura inventati di sana pianta, eppure io so riconoscere una storia vera (anche se magari viziata da esagerazioni e interpolazioni) da una balla spaziale, e storie del genere ne ho ascoltate parecchie da sempre. In genere mi limito a sorridere, a volte mi unisco all'atmosfera di goliardia e partecipo con battute e allusioni di complicità...un tempo mi lasciavo incuriosire dai particolari e arrivavo a indulgere sugli stessi con domande dettagliate ma ora non più. Non mi interessa più sapere cosa hanno fatto o faranno gli altri da quando le delusioni si sono accavallate e le mie speranze affievolite. Il mondo delle conquiste e degli exploit sessuali che emerge dai racconti altrui sembra un universo parallelo al mio, lontano, remoto e incongiungibile. Mi chiedo se sono io a vivere un'altra realtà o un altro incubo.

    Ma bando alla tristezza e all'autocommiserazione: capita anche a voi di assistere a simili racconti e di sentirvi sempre più alieni ed estranei?

    PS Fortuna che nessuno si è mai arrischiato a farmi domande sulla mia (non)vita sessuale. In tal caso non saprei se mentire o dire la verità.