Come si combatte l'ipergamia femminile? - Pagina 52

Discussione iniziata da Firecatcher il 10-08-2020 - 534 messaggi - 23160 Visite

Like Tree412Likes
  1. Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,023 Membro dal Aug 2019 #511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    Boh, a me pare ovvio che si usi il termine "masculiniy" per indicare appunto quella parte della mascolinità "tossica", non per dire che tutta nella sua interezza lo è. E infatti, digitando su google mi risulta che mascolinità tossica e machismo siano sinonimi usati in maniera intercambiabile.
    Sfortunatamente c'è differenza tra la definizione enciclopedica di un termine e il suo utilizzo comune. Tante parole sono state utilizzate impropriamente fino a far perdere loro valore e significato originale.
    La stessa definizione di “toxic masculinity”, poi, è fallace, perché attribuisce a un solo genere dei comportamenti che col genere non hanno nulla a che fare. Potresti prendere la stessa definizione e chiamarla “toxic humanity” o “toxic behavior”. Allora perché si è scelto proprio il termine masculinity?

    Jordan Peterson esprime il concetto molto meglio di quanto potrei mai fare io:


    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    Partendo dal solito presupposto che il "movimento" femminista e i pensieri femministi sono eterogenei ed è difficile parlarne come se si stesse parlando del nazismo nel '40, perché le teste sono tante e non c'è un capo che detta la linea..
    Invece la linea c’è ed è ben visibile e definita. Il femminismo si nasconde (di nuovo) dietro la definizione enciclopedica del termine e sbandiera la rivendicazione di uguali diritti. Tali diritti, però, sono uguali da quasi un secolo.
    Il femminismo di oggi non è altro che vittimismo e vilificazione dell’uomo, semplicemente perché quello tradizionale non ha più una base su cui esistere.
    Basterebbe davvero poca ricerca per accorgersi del vero volto del femminismo, quello velenoso che sta su twitter e tra le fila dei maggiori media inglesi/americani.
    Ci sono femministe moderate? Può darsi. Ma sono silenziose, incospicue e non si sa bene per cosa si battano nel 2020.
    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    comunque, a parte ciò, non capisco, quali comportamenti tipicamente o stereotipicamente maschili positivi sarebbero comunque oggetto di attacchi per il solo fatto di caratterizzare l'uomo? Che ne so, l'andare a pesca con il figlio? Il dare la giacca alla compagna che sente freddo? L'impegnarsi nel lavoro? L'apprezzare lo sport? I motori? Il bricolage?
    Sul serio, non capisco a cosa tu ti riferisca.
    Non è questo il punto. Il positivo non è oggetto di attacchi, ma non è neanche mai preso in considerazione. Per la corrente femminista l’uomo si riduce a un cavernicolo sessista, prevaricatore e violento. La mascolinità positiva non viene neanche mai citata.
    Viene attaccato tutto ciò che fa un uomo, semplicemente perché viene visto tutto in funzione della sua presunta aggressività e del suo presunto sessismo. Ecco che un uomo che dà la giacca alla donna diventa un gesto sessista perché implica che la donna sia meno capace di sopportare il freddo e più debole dell’uomo. La competitività e l’ambizione sul lavoro diventano arrivismo e prevaricazione nei confronti degli altri. La naturale pulsione sessuale diventa perversione. La forza fisica diventa un pericolo per le donne e per il prossimo. La sicurezza di sé e il carisma diventano arroganza e “mansplaining”. E così via.

    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    Proprio non comprendo.
    Se lo scopo è criticare/condannare le risse o le molestie (verbali), è ovvio che si parlerà degli uomini che lo fanno, non per dire che sono comportamenti che del 100% della popolazione ma per dire che questi comportamenti sono un problema e chi li attua dovrebbe essere educato in modo che smetta ed evolva.
    Il problema è che questi comportamenti vengono fatti passare non solo per esclusiva maschile, ma anche come un qualcosa di inevitabile, di intrinseco nel maschio. Certi comportamenti vengono chiamati “toxic masculinity” anche quando possono essere adottati indipendentemente dal genere della persona. Una donna violenta, ad esempio, sarà affetta da toxic masculinity? Ne dubito. Una donna che picchia un uomo è generalmente accettata come una scena comica, mentre il contrario è un crimine.

    E’ stato così creato, un po’ alla volta, uno stereotipo di uomo rozzo, violento, sessista e spesso anche ridicolo. Stereotipo perpetrato costantemente da ogni media.
    Mi secca riprendere sempre quella schifezza di spot della Gillette, ma è l’esempio più lampante di un fenomeno che già prima si trovava negli spot, nelle sitcom, negli articoli, nei film, nei fumetti e in molti altri mezzi di comunicazione. Le prime due parole dello spot sono “bullying” e “masculinity”, poi si sente un sottofondo con “metoo” alludendo alle molestie sessuali. Le prime immagini mostrano episodi di bullismo e cyberbullismo, con un bambino che viene rincorso, uno che piange e degli insulti via smartphone. Ora mi chiedo: perché questi episodi vengono associati ai maschi e alla mascolinità, quando il fenomeno del bullismo è largamente presente anche tra le ragazze? Non è forse uno stereotipo privo di fondamento?

    E poi c’è una sfilza di pseudo-molestatori, bambini che si picchiano, una fila di uomini davanti a dei barbeque (perché i barbeque? che ha di male l’uomo che fa il barbeque?) che ripete come zombie “boys will be boys” e un ragazzo che viene fermato perché sta andando a conoscere una ragazza, come se fosse implicito che volesse violentarla.

    Questi sono gli uomini che vengono rappresentati ogni giorno, in un’infinità di canali mediatici. Macchiette, stereotipi, cavernicoli. Non si tratta di correggere un comportamento. E’ una sistematica vilificazione del maschio.
    Voi, giustamente, vi lamentate quando le donne sono ritratte come oche materialiste che cercano solo il tipo coi soldi. E’ esattamente lo stesso tipo di stereotipo, solo che il primo è considerato corretto (ed è utilizzato dai media per attrarre consenso), il secondo misogino. Gli spot degli assorbenti non fanno che ripetere quanto la donna sia forte e coraggiosa, quelli dei rasoi umiliano gli uomini. Vorrei vedere cosa accadrebbe se la nivea cominciasse a fare la predica alle donne dicendo loro di smetterla di spettegolare, passare le giornate dall’estetista e a comprare scarpe e utilizzare gli uomini come bancomat.

    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    Non è da te citare studi in maniera così superficiale.
    Come sono queste famiglie monoparentali? In quali quartieri vivono? Come sono le loro condizioni socioeconomiche?
    Le madri sono ereditiere con 2 colf e 3 tate o sono donne che devono fare 3 lavori per arrivare a fine mese e per questo sono costrette a trascurare i figli? E i figli, cosa pensano dell'abbandono paterno? È questo causa di rabbia/dolore?
    Dai su.
    C’è veramente tanta letteratura in proposito. Ovviamente in una statistica possono essere inseriti solo dati numerabili, non cosa pensano i figli. Si prendono in considerazione razza, estrazione sociale, livello di istruzione dei genitori, reddito.

    By comparing criminals of the same race, education, income, and mother's education whose primary observable difference is family structure, social scientists have come as close as they can to making the causal case with the methodological tools available.

    https://www.ncjrs.gov/pdffiles/172210.pdf
    In questo documento del 1998 il dipartimento di giustizia degli Stati Uniti si interrogava su come limitare il fenomeno crescente della criminalità. A pagina 11 si cita il fenomeno del crescere in una casa senza padre e i dati che vengono fuori sono i seguenti:

    Sixty-three percent of youth suicides are from fatherless homes.
    Ninety percent of all homeless and runaway youths are from fatherless homes.
    Eighty-five percent of children who exhibit behavioral disorders are from fatherless homes.
    Seventy-one percent of high school dropouts are from fatherless homes.
    Seventy percent of youths in State institutions are from fatherless homes.
    Seventy-five percent of adolescent patients insubstance abuse centers are from fatherless homes.
    Eighty-five percent of rapists motivated by displaced anger are from fatherless homes.

    Qui uno studio del 2012 dell’ASPE sui bambini che vivono in condizione di povertà:

    https://aspe.hhs.gov/basic-report/in...on-survey-data
    In 2011, the poverty rate for children in married-couple families was 10.9 percent, up from a recent low of 8.1 percent in 2006.
    The poverty rate among children in female-headed families with no spouse present was 47.6 percent in 2011, up from a recent low of 42.0 percent in 2006.
    Children living in female-headed families with no spouse present had a poverty rate over four times that of children in married-couple families in 2011 (47.6 percent compared to 10.9 percent).

    Lasciando perdere i freddi numeri, questo è uno studio dal punto di vista psicologico:
    https://www.mnpsych.org/index.php%3F...news%26id%3D54

    E qui si spiega il ruolo positivo e indispensabile del padre nella crescita di un figlio:
    https://eclkc.ohs.acf.hhs.gov/family...ren-head-start


     
  2. Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,023 Membro dal Aug 2019 #512

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    Appunto perché la mascolinità tossica è dannosa in primis per l'uomo, dovrebbe essere interesse ed impegno comune quello di superare il problema, per questo non capisco la polemica.
    Perché gli uomini non vengono visti come vittime del machismo, ma come artefici e promotori di esso. Non ho mai letto comprensione verso gli uomini, solo accuse. Di solito chi viene ripetutamente accusato si chiude al dialogo e diventa ostile.

    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    Occhio che sei a un passo dalla campagna contro il pericoloso complotto della teoria del gender!
    La fluidificazione dei generi e della sessualità non l’ho certo inventata io.

    Citazione Originariamente Scritto da Hafsa Visualizza Messaggio
    È prerogativa maschile nel senso che si riferisce a comportamenti maschili (tendenzialmente, poi è ovvio che ci sono pure le donne che fanno risse.. sempre di più, e infatti si dice stia avvenendo una virilizzazione della donna, no?), è un problema femminile nella misura in cui ci sono donne che apprezzano questi comportamenti tossici perché li ritengono, erroneamente per quel che mi riguarda, dimostrazioni di mascolinità e virilità.
    La mascolinità è qualcosa di tipicamente maschile. La toxic masculinity è un’altra cosa. E’ un termine dispregiativo che è stato affibbiato ai comportamenti dell’uomo, ma che non hanno a che fare col genere, bensì con variabili come educazione, estrazione sociale, ecc. Anche la donna può essere violenta, sessista, prevaricatrice, ecc. Non ha senso associare questi comportamenti alla mascolinità.


    PS: la prima parte è andata in moderazione perché contiene link
    Gershwin and Simpas like this.
    Ultima modifica di Baal; 29-08-2020 alle 15:33
     
  3. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline FriendMessaggi 4,787 Membro dal Aug 2017 #513

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da francesco983 Visualizza Messaggio
    Si possono dire tante cose negative della chat, ma non che una donna non ha una vasta possibilità di scelta.
    Ma guarda io non critico la chat, io ho trovato quello che volevo.
    Però penso che se in foto fossi completamente diversa da come sono dal vivo non avrei il coraggio di usare le chat. Perché poco importa che il tipo sia normale, carino o un figo stratosferico. A chiunque farebbe girare le palle trovare una persona diversa da quello che si aspettava. E per me il problema è tutto lì.
    Poi forse ho frainteso io completamente la situazione, in tal caso mi scuso. Ma sulla base della descrizione e cose che lei ha aggiunto non posso che immaginarmi una ragazza anonima (non se la fila nessuno dal vivo) che usa foto poco realistiche che fanno furore sui social. Ne ho viste così, sembrano due persone tra social e presenza dal vivo. Quindi boh, non so quale sarebbe la soluzione. Scegliere foto più realistiche tenendo in conto dei risultati meno strabilianti rispetto alle foto fighe?
    Gershwin likes this.
    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​
     
  4. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,243 Membro dal Jul 2009 #514

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Firecatcher Visualizza Messaggio
    Se lui sta cercando di conoscere non è altruismo, è una tentativo che potrebbe essere poi fortunato per entrambi.
    Certo. Come uno potrebbe essere interessato a "ficcare" e basta.
    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  5. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,243 Membro dal Jul 2009 #515

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gershwin Visualizza Messaggio
    Simile? Era "la regola del salto in basso", altro che "la pesca nel proprio stagno": pròpi n'atra roba, Alberico del mio cuor!

    Comunque se ne nascono altre bisognerà fare uno specchietto, un glossario, un diagramma a torta, un thread in evidenza con tutte le teorie!
    Una guida allo stagno giusto?
    Rischiamo di essere invasi da quelli che cercano informazioni sulla pesca delle carpe
    Gershwin likes this.
    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  6. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,243 Membro dal Jul 2009 #516

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da liz23 Visualizza Messaggio
    Ah boh, io mai ricevute proposte su facebook, né su instagram...
    Forse non mi sono fatta avanti molte volte, ma quando l'ho fatto non è andata bene. Ma siamo sempre lì: dal punto di vista di un uomo è offensivo se dico che non è andata bene con un uomo che mi ha voluta solo per sesso, dal mio punto di vista è offensivo dire che mi è andata bene se un uomo mi ha voluta solo per sesso.
    Punti di vista, ma chi dice che quello dell'uomo è quello giusto?
    Essendo punti di vista diversi ognuno tenderà a considerare il proprio quello giusto. D'altra parte, avere delle possibilità di scelta, per quanto limitate esse siano, è cmq meglio che non averne affatto.
    passerosolitario84 likes this.
    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  7. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,243 Membro dal Jul 2009 #517

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hurrem Visualizza Messaggio
    Forse sarò confusa io, è vero che lei ha detto che preferirebbe conoscere una persona dal vivo.
    Anche io avevo capito questo. Il problema, secondo me, è che ha poche amicizie con conseguente scarsa vita sociale. Questo implica che conosce (che è diverso da "incontrare") poche persone.
    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  8. L'avatar di Navigatore1

    Navigatore1 Navigatore1 è offline Super FriendMessaggi 6,588 Membro dal Apr 2015
    Località Torino
    #518

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Alberich Visualizza Messaggio
    Rischiamo di essere invasi da quelli che cercano informazioni sulla pesca delle carpe
    Io pesco solo carpe Koi.
    Anzi in genere più che carpe, pesco scarpe
     
  9. michelino123 michelino123 è online JuniorMessaggi 1,367 Membro dal May 2019 #519

    Predefinito

    Se è una chat anonima come quelle di 20 anni fa cioè senza foto e un username a caso, allora si che c'è da dubitare e forse anche da aver paura.
    Chi ******* è? Ti dice che ha 30 anni e invece ti si presenta un vecchio di 60 anni.
    Ma se si tratta di facebook con un profilo reale e 100 foto, non cambia niente dal conoscere una persona nella sala di attesa del dentista.
    Voi pensate che tutti i cattivi e traditori siano online e dal vivo tutti santi e perfetti? Mi dispiace per voi, i bastardi sono ovunque.
     
  10. L'avatar di francesco983

    francesco983 francesco983 è online JuniorMessaggi 2,191 Membro dal Oct 2019
    Località Italia
    #520

    Predefinito

    Hurrem
    La tua ultima frase dice tutto perfettamente.
    E' vero che ci sono persone che in foto escono molto meglio dal vivo, ad esempio le persone molto magre rendono meglio in foto che dal vivo, oppure difetti che in foto non penalizzano, ad esempio essere molto basse/i se hai un fisico proporzionato in foto non ti penalizza, dal vivo si.
    Ed è anche vero che ci sono persone irriconoscibili in foto, ma queste persone, non solo hanno caratteristiche naturali che rendono meglio in foto che dal vivo, ma fanno anche in modo di valorizzarle al meglio: espressione giusta, angolazione pure, luce studiata, distanza dalla camera pensata ad hoc e tante altre cose.
    Se queste persone di facessero una foto dritto per dritto non sarebbero irriconoscibili rispetto a come sono dal vivo.

    Quindi continuo a pensare che questo topic ha tante cose che non tornano.