come si fa a scoprire che un uomo è omosessuale? - Pagina 14

Discussione iniziata da memolegio il 09-02-2010 - 135 messaggi - 46702 Visite

Like Tree1Likes
  1. survival survival è offline ApprendistaMessaggi 229 Membro dal Jan 2010 #131

    Predefinito

    [quote=orientexpress;1559583]guarda dopo la frase sui disabili che nn dovrebbero aver figli mi fermo qui.....nn mi va neanche di ri battere xchè si vede che siamo su 2 pianeti completaente diversi. Siamo su due dimensioni diverse se per te e' lecito e giusto che i disabili e i gay si riproducano.non c'e' razzismo nel ,mio discorso ma un filo logico, una ragione che motiva le mie opioni che differiscono dalle tue anche se per motivi egoistici ognuno tira l'acqua al proprio mulino. Dico solo che il genitore perfetto non esiste, e anche i genitori per essere un buon padre e una buona madre nn devono rinunciare alla loro dimensione di uomo e donna e alle aspirazioni che hanno come tali....se no sarebbero dei frustrati che proiettano sui loro figli le mancate aspirazioni realizzate....tutto sta nel trovare il giusto equilibrio tra le eigenze del bambino (che vengono al primo posto) e le esigenze dei genitori per svolgere serenamente i loro compito di educatori. Concordo questa parte del discorso purche' i genitori siano uomo e donna etero dal cui amore nasce un figlio.che poi i divorzi ci siano si sa ma almeno le premesse erano quelle giuste e si e' partiti con il piede giusto.survival


     
  2. dlbCS dlbCS è offline PrincipianteMessaggi 1 Membro dal Nov 2016 #132

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da babydoll1974 Visualizza Messaggio
    Pensare che durante la fase adulta cambi l'oggetto del desiderio penso sia azzardato.
    Tieni presente che ci sono scuole di pensiero che sostengono che in realtà la bisessualità non è altro che la non accettazione dell'omosessualità.


    Su questo io dissento completamente. Parto sempre dal presupposto che la psicologia non può essere una scienza esatta ma come tu stessa la definisci è una scuola di pensiero, essa non può prescindere dalla soggettività individuale ma è già difficile capire se stessi pur percependo le proprie emozioni e sensazioni figuriamoci se è possibile pensare di cogliere l'essenza dell'anima altrui non potendo percepire quelle stesse emozioni e sensazioni. Direi che se c'è un'alta percentuale di persone che si professano bisessuali, soprattutto a seguito di una ricca vita sessuale condivisa con persone di entrambi i sessi, bisogna avere l'umiltà di accettare questa condizione come vera a prescindere dal fatto che il poter percepire esclusivamente solo le proprie emozioni e sensazioni ponga un limite invalicabile.
    La sessualità, espressione dell'individuo e di tutto ciò che lo compone sia in termini fisiologici che trascendenti ed emotivi, ha infinite sfumature, così come infinite sono le possibili realtà "aperte" nelle fisica quantistica e che poi vengono "selezionate".
    Ti faccio il mio esempio: io ho sempre sentito esclusivamente attrazione fisica per le donne e sono di aspetto molto virile, ciononostante mi travesto e ho trovato spesso eccitante avere rapporti con transessuali in cui ho avuto un ruolo passivo. Trovo molto intrigante il rapporto con una donna fallica ma non posso certo definirmi eterosessuale perché un uomo chiaramente definito tale non avrebbe mai contatti con gli organi sessuali maschili seppure "innestati" su un corpo estremamente femminile. E' anche vero d'altronde che quanto compone l'essere "maschio" ovvero barba, peli, odori, muscoli e soprattutto "anima" non m'intriga in alcun modo, ergo non mi posso nemmeno definire un omosessuale latente...allora la definizione che meglio si accosta al mio modo di essere sarebbe una bisessualità non direttamente legata alle attrazioni fisiche e quindi agli stimoli sensibili (visivi, olfattivi etc.) quanto una bisessualità dettata dal mio modo di essere nel letto, ovvero dal fatto che mi piace molto l'idea della sottomissione e dell'aver anche un ruolo femminile ma con una persona che ai miei occhi è donna (pur non essendolo ovviamente); la dinamica nel mio caso è tutta dettata dal mio modo di sentirmi in quel contesto e non da ciò che condivido nel letto con una partner transessuale. Cerco di spiegarmi meglio: si puo parlare a mio parere di omosessualità quando c'è una conclamata attrazione fisica ed emotiva per persone dello stesso sesso e di eterosessualità quando c'è un esclusiva attrazione per persone del sesso opposto. Nella bisessualità forse occorrerebbe comprendere quanto questa sia legata ad un'effettiva attrazione fisica e mentale per persone di entrambi i sessi; riesce anche a me difficile pensare ad una bisessualità "perfetta" ovvero alla possibilità di provare piacere fisico con persone di entrambi i sessi, condividendo con entrambi anche emozioni e quanto altro dovuto ad una complicità emotiva. In conclusione, secondo me, la bisessualità esiste perché possono essere molteplici le dinamiche che portano una persona ad avere esperienze con persone del proprio stesso sesso ma non sono del tutto sicuro che esista una bisessualità emotiva e mentale....questo è un caso assai più delicato da trattare e rispetto al quale non sento di prendere posizione.
    Ciao, trovo il tuo caso abbastanza "interessante" e vorrei porti alcune domande, oltre a farti qualche "appunto"; comincerei col precisare che più che "collocarti" nel vasto e ancora non così tanto "analizzato", per quanto poi se ne possano trarre conclusioni chiare, terreno della bisessualità, e come vedi una persona sente spesso il bisogno di trovare una "collocazione", benché riconosca il fatto che questo potrebbe sminuire il significato quell'aspetto della sua vita, tenterei a presentare il tuo "caso" come "neo-sessualità"; non è la prima volta che ne sento parlare; non dimentichiamo, inoltre, che esistono, connesse o meno alle neo-sessualità o meno, anche le cosiddette "parafilie" (la parola "parafilia" nel Manuale Diagnostico di Psichiatria sostituisce quella di "perversione", che aveva in precedenza un'accezione particolarmente negativa); questo perché, come per omosessuali ed eterosessuali, anche i bisessuali, almeno da un punto di vista "tecnico", che potrebbe essere definito semplicistico, sono caratterizzati dalla sussistenza di un legame senza accentuate e frequenti rotture, benché a volte si siano verificate, però, in netta minoranza, fra genere anatomo-biologico, senso di appartenenza allo stesso genere, pulsioni sessuali, vicissitudini sessuali, agite e non agite, nei confronti di persone dello stesso sesso per gli omosessuali, del sesso opposto per gli eterosessuali e per entrambi i sessi per i bisessuali; dal momento in cui una persona cominci a manifestare la vicinanza al mondo femminile ed esprima la volontà di acquisire le caratteristiche fisiche, presupponendo di aver già quelle psichiche, premettendo, comunque, che sia difficile, nonostante il legame fra aspetti biologici e consuetudini manifestate in prevalenza dai due generi, categorizzare le attitudini femminili e quelle maschili prescindendo dalle loro determinazioni storico-socio-culturali, verificando che si tratti di una volontà, agita o non agita, di assumere sembianze di donna che perduri per svariati mesi (minimo sei), si tratterebbe di una disforia di genere e non di una bisessualità; nel tuo caso persisterebbe una incongruenza fra genere anatomo-biologico e senso di appartenenza a quel genere, ma pulsioni sessuali e vicissitudini sessuali rivolte alle donne, tipico degli eterosessuali e delle donne omosessuali e a differenza degli eterosessuali uomini che non considerano il pene "fonte di piacere"; nella "pratica sessuale" fai quello che usualmente piace alle donne omosessuali quando hanno un ruolo "passivo"; da chiarire se provino piacere nella penetrazione poiché legata all'azione di un pene o a prescindere da questo; ricordo, inoltre, che Simona Argentieri, membro dell'Associazione internazionale di psicanalisi e medico chirurgo, in un breve saggio edito da Einaudi nel 2010, scrisse, a proposito, della cosiddetta "invidia fallica", che spesso le bambine sperimentano, circoscrivendola ad una fase pre-puberale di un soggetto di sesso femminile, che, se persiste, potrebbe essere una della cause intrapsichiche dell'omosessualità per le donne, oltre ad un complesso di Edipo nei confronti del padre prolungato; ma, stando al "caso" tuo, vorrei farti un'altra domanda; credi di aver accettato pienamente l'attrazione per il "fallo", che è comunque abbastanza rilevante e credi che affermare di essere attratti dagli altri tratti tipicamente maschili, possa essere una mancata accettazione della tua bisessualità e/o omosessualità, soddisfatta, quindi in pratiche neo-sessuali? Non credi di poterti sentire "passivo" e sottomesso al di là della presenza di un fallo, sperimentando posizioni e pratiche in cui la donna, pur mantenendo il proprio organo sessuale-riproduttivo, possa dominarti e psicologicamente, e fisicamente?
    Le consiglierei una visita psicanalitica per dare dei "confini" al suo comportamento sessuale che permettano di attribuirgli una "definizione", senza abolire le "sfumature" e gli aspetti a-normativi.
    Anche io mi sono travestito in chat, ma per un uomo, altrimenti non avrebbe prestato attenzione al mio corpo, commettendo un errore, visto che l'episodio è legato esclusivamente alla possibilità di ricevere "apprezzamenti" da parte di un uomo e, non essendo espressione di una mia volontà o di un mio desiderio, potrei definirlo un "compromesso obbligatorio" verso cui mi sono stato spinto dalle mie pulsioni omosessuali e vicissitudini, pur non sentendo di appartenere al genere femminile; creai un profilo Facebook, a tredici anni, con nome e cognome femminili, ma lo feci per soddisfare le mie pulsioni omosessuali, anche se non agite, di mettermi in contatto con persone del mio stesso sesso che trovavo particolarmente attraenti o di cui ero interessato a comprenderne alcuni aspetti della loro personalità che si manifestavano anche "esteticamente", perché li consideravo anche parte di me, perché erano totalmente diversi da parti di me, perché semplicemente mi piacevano?
     
  3. Vescovo12 Vescovo12 è offline PrincipianteMessaggi 1 Membro dal May 2021 #133

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da memolegio Visualizza Messaggio
    si daccordo, può andare che tanti uomini nn siano gay anche se vanno con altri uomini, ma allora perchè andarci?cosa li spinge?perchè?
    Non sono gay adoro le donne faccio sesso volentieri con loro ma sono attratto anche dal pene mi eccita toccare un alro uomo farlo crescere sentirlo pulsante e succhiarlo è bellissimo quando lo si prova difficilmente si smette
     
  4. L'avatar di toshio27

    toshio27 toshio27 è offline FriendMessaggi 4,396 Membro dal Feb 2013 #134

    Predefinito

    Vescovo evidentemente sei bisex...
     
  5. L'avatar di Hannibal__Lecter

    Hannibal__Lecter Hannibal__Lecter è offline FriendMessaggi 4,358 Membro dal Aug 2020 #135

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da toshio27 Visualizza Messaggio
    Vescovo evidentemente sei bisex...
    Oppure, considerando che quello è il suo primo ed unico post, un troll.
    toshio27 likes this.


    "​Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena"
     

AMANDO SOCIAL

AVVISO LEGALE


Le pagine seguenti contengono immagini e testi a carattere erotico la cui visione è assolutamente vietata ai minorenni.

Questo avviso verrà riproposto entro 24 ore agli utenti che non hanno effettuato il login (oppure in seguito al cambio di indirizzo IP)

Consigliamo ai genitori di utilizzare un software di protezione per impedire ai minorenni di accedere alle pagine di questo e altri siti per adulti:
www.netnanny.com - www.cyberpatrol.com
www.surfcontrol.com - www.cybersitter.com

Questa pagina di avviso costituisce un accordo con valore legale fra l'editore di questo sito web e l'utente.

Cliccando sul pulsante "Accetto e Continuo" dichiaro e certifico:

- di essere maggiorenne cioé di avere almeno 18 anni (21 per alcuni paesi) e che la legislazione del paese da cui sto accedendo mi consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale.

- di essere il solo responsabile di eventuali dichiarazioni false o di conseguenze legali relative alla visualizzazione, alla lettura o al download di qualsiasi materiale di questo sito.

- di non portare a conoscenza di nessun minore il contenuto di tale sito e di non utilizzare le pagine seguenti per poter contattare o adescare minori.

- che il materiale sessualmente esplicito che visualizzo è solo per mio uso personale e che non esporrò alcun minore alla visione di tale materiale.

- di non ritenere che la visione delle pagine seguenti possa turbarmi e di non ritenere offensive ne obiettabili le immagini e testi per soli adulti, di adulti che praticano sesso o altro materiale a contenuto sessuale.

- di sollevare da qualsiasi responsabilità l'editore del sito ed il provider che lo ospita.