Completamente combattuto sulla strada da seguire

Discussione iniziata da White_Cav2 il 07-03-2018 - 4 messaggi - 448 Visite

Like Tree1Likes
  • 1 Post By noncercarmi
  1. White_Cav2 White_Cav2 è offline PrincipianteMessaggi 110 Membro dal Feb 2018 #1

    Predefinito Completamente combattuto sulla strada da seguire

    Buona sera a tutti.
    Da non molto sono entrato nel lavoro. Come tutti, credo di aver fatto una scelta sbagliata. Ancor prima di laurearmi - a pieni voti e perfettamente in corso - preso dalla foga di iniziare ho cominciato uno stage in una società ammaliato più dal nome che dal resto. La società è molto rinomata ed è forse la migliore nel suo settore. Per "farmi curriculum" ho accettato le condizioni lavorative che ad oggi, dopo che ci sono da mesi, definirei patetiche (600 euro al mese, con orari e pressioni da dipendente normale, e anzi orari peggio del normale visto che capitano giorni che faccio dalle 8 alle 19:30, straordinari naturalmente non pagati a noi stagisti). All'inizio la mia idea era che mi formassero e investissero un po' su di me ma sono stato un povero illuso. Mi hanno messo fondamentalmente a tappare un buco, con uno stipendio misero, di un lavoro di cui non ne ho idea, assolutamente zero su zero formazione (e questo incide anche molto sulla "qualità" del lavoro che svolgo), assolutamente zero riconoscimento e quasi nulla possibilità che mi tengano. In tutto ciò il ruolo non fa crescere a livello professionale, essendo troppo, troppo tecnico (di fatti i colleghi più senior sono tutti arenati a livello di carriera, con stipendi contenuti). Fra l'altro anche se mi tenessero, scapperei a gambe levate, visto che rinnoverebbero lo stage nuovamente dandomi sempre più roba fino a spremermi, e, a fine anno, a progetti conclusi, sotto al nuovo neo laureato "entusiasta" di entrare in quell'azienda che verrà spremuto per bene. La scusa che usano tutti, anche i tutor della Regione, è il classico "eh ma è comunque esperienza". A me sembra perdita di tempo stare un anno a tappare un buco e imparare pure poco dato che fondamentalmente ai manager non interessa quello che fai. Comunque.
    Naturalmente non sto solo a lamentarmi e ho già spedito vari curriculum.
    Il mio dubbio ora però è un altro.
    Sono molto indeciso nella mia prossima scelta o nella terza scelta.
    Purtroppo ho scelto un percorso di studi e una specializzazione per cui o davvero vai al totale macello per renderti spendibile sul mercato del lavoro (per totale macello intendo tranquillamente 10/12 o più ore al giorno e, se necessario, si lavora il weekend) oppure se fai la vita lavorativa più o meno normale degli altri rischi di non inserirti e avere poche soddisfazioni economiche e lavorative.
    La prima scelta ha il vantaggio che mi stimolerebbe a crescere professionalmente ed economicamente, ma ha il difetto che mi richiede la rinuncia al lavoro su me stesso, ai miei interessi (ho molte cose in mente, studio delle lingue per andare all'estero, palestra, ballo, mi piace leggere, mi piace uscire con le donne e gli amici), e alla vita "rilassata". Inoltre, se per sfiga mi ritrovassi con una vita sociale azzerata e zero possibilità di conoscere donne, perché dovrei lavorare tutto il giorno per trasformarmi in un falso-soddisfatto ciccione in giacca che non si fa una donna per 10/15 anni di fila tolte le prostitute?
    La seconda scelta ha il vantaggio che ti lascia una vita privata, ma ti accontenti nel resto.
    Nessuna delle due strade dà certezza matematica, ma solo probabilità dell'una o dell'altra sorte.
    A complicare tutto c'è il fatto che il lavoro ha messo in serio dubbio il mio analizzare le mie capacità. Sì sono studioso, ci metto impegno e sono intelligente, ma, ad esempio, non sono uno disposto a scavalcare gli altri e competere nel lavoro, son più per il "se si collaborasse, sarebbe meglio". E questo è un atteggiamento che non so se mi porterebbe a diventare dirigente, anche ammesso che scegliessi la via della "crescita professionale". D'altro canto bello avere interessi hobby e tempo libero, ma con lo stipendio patetico che guadagno ora sono già molto bravo a non chiedere supporto economico ai miei (e comunque non arrivo a mettere da parte per comprarmi nemmeno un paio di scarpe perché alla fine 600 in un mese volano subito dato che quello che metti da parte serve per pagare le bollette e le imposte ceh arriveranno nei prossimi mesi).

    Non vi chiedo di dirmi che fare perché so che non esiste una risposta sola, ma se qualcuno di voi ha avuto il dubbio come me, mi farebbe piacere una vostra condivisione.


     
  2. noncercarmi noncercarmi è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 658 Membro dal Mar 2018
    Località Italia <3
    #2

    Predefinito

    Concorsi pubblici?
    passerosolitario84 likes this.
     
  3. L'avatar di Sousuke

    Sousuke Sousuke è offline MasterMessaggi 48,783 Membro dal Jun 2015
    Località Gallarate - Padania
    #3

    Predefinito

    tu devi ricordarti di una cosa che spesso sfugge ai vari berlusconiani che infestano la rete (non credo lo sia tu)

    tu, come altri promettenti dipendenti di un'azienda, siete delle semplici commodity (uso un termine inglese che fa figo per i vari bocconiani che credono di essere più preparati), cioè un fattore della produzione da sfruttare al pari delle materie prime

    e infatti guarda che stipendio che hai; roba da denuncia, contro la dignità umana

    non illudetevi e non credete alle teorie sui libri sulla valorizzazione del personale, delle risorse umane etc...

    sono tutte baggianate per rimbambirvi, e farvi sfruttare; nessuna azienda valorizza il personale, tranne quello che fa gli interessi del capo, cioè fa aumentare i profitti con metodi illegali o calpestando le persone

    la gavetta non esiste, chi ce la fa dopo la gavetta significa che ha fatto porcherie sul lavoro, si è sporcato le mani, e dopo te lo ritrovi nelle serate con colleghi a vantarsi delle sue capacità

    quindi il mio consiglio per le persone oneste, e molto capaci, è uno solo

    o vi armate di martello passamontagna, o andate all'estero
    Ultima modifica di Sousuke; 18-03-2018 alle 20:50
     
  4. L'avatar di Sousuke

    Sousuke Sousuke è offline MasterMessaggi 48,783 Membro dal Jun 2015
    Località Gallarate - Padania
    #4

    Predefinito

    dirigente? tu vuoi diventare dirigente in una medio-grande azienda italiana?

    ma tu sai come sono gestite le grandi aziende italiane? io sì, per esperienza dall'interno delle stesse, avendo avuto ruoli dove passava tutto sotto il mio naso; tu ti ritieni una persona onesta o no?

    se sei onesto fai ciao ciao con la manina per il posto da dirigente

    ovviamente adesso arriverà qualcuno forse a smentirmi, ma a questa eventuale persona farei fare una visita della guardia di finanza, e verificherei se è uno che ha interesse ad attaccarmi, cioè copre la sua azienda o lavora da dirigente e simile per fare gli interessi del capo (cioè massimizzare i profitti, che non c'entra nulla col gestire bene un'azienda rispettando i diritti delle persone)
    Ultima modifica di Sousuke; 18-03-2018 alle 20:52
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]