Convivenza e cucina - Pagina 3

Discussione iniziata da darkness il 23-12-2020 - 73 messaggi - 3954 Visite

Like Tree45Likes
  1. L'avatar di Soldatojoker

    Soldatojoker Soldatojoker è offline FriendMessaggi 2,719 Membro dal Nov 2019 #21

    Predefinito

    Si, lo so che la faccenda è seria: c'è un passato di anoressia, un inesistente rapporto con il cibo dal punto di vista del piacere, fors'anche un'eccessiva considerazione del fisico.

    Ma qui, non riesco a trattenermi dall'essere ludico, c'è una buffissima analogia con "Fiore Calabro", sorta di sit-com nata da quella geniale fucina di gag che è il programma radiofonico 610.

    "Fiore Calabro: radiodramma in 7689 puntate, prodotto da Pasquale Dianomarina (vedi sotto), con il nobile intento di diffondere nel mondo il consumo della soppressata, e la pratica del calabrese estremo. Sono narrate le struggenti vicende di una famiglia calabrese tradizionale, particolarmente dedita alla preparazione ed alla degustazione di abbondanti libagioni a base di pietanze locali, riccamente intrise di peperoncino piccante. Protagonista della saga è la Zzia Albina, che con la collaborazione del marito Carmelo, cerca in tutti i modi di prendere per la gola il nipote Michele, per sottrarlo alla prelibata ma ripetitiva cucina della madre Assuntina. La rivalità culinaria delle due comari deve fare i conti con il temibile giudizio della gente del pajise, e con l'alimentazione non convenzionale di Michele il quale, tornato da un viaggio a Milano, ha l'inopinata intenzione di aprire un sushi-bar. Mamma Assuntina e papà Peppino, stavolta con l'aiuto dei numerosi parenti, organizzano un pranzo ricchissimo di tipiche specialità calabresi, che riesce a far cambiare idea al ragazzo. Ma dopo questa apparente riappacificazione, cosa succederà....!?"
    (Fonte Wikipedia)
    IsoldaCoeurDAnge likes this.


    "Dato che tutti gli altri posti erano già occupati, ci siamo seduti dalla parte del torto" (B. Brecht - G. Meloni - L. Ciampolillo)
     
  2. darkness darkness è offline PrincipianteMessaggi 31 Membro dal Mar 2008 #22

    Predefinito

    Vi ringrazio molto per le risposte e consigli. E' vero, io non ho un bel rapporto con il cibo e lo ammetto. Ma purtroppo tutto questo "ostentare" il cibo e la cucina mi ha portato ad odiare entrambe le cose. La storia con questa persona va avanti tra alti e bassi da tre anni e tra i tanti problemi c'è anche questo. Io prima di lui non dico che avevo un rapporto "normale" con il cibo, però mangiavo un pò di tutto. In casa mia non si è mai data troppa importanza al preparare i pasti, siamo cresciuti a sughi pronti perchè comunque entrambi i miei genitori lavoravano. Avrò visto un pasticcio credo 4 volte cucinare a casa dai miei, e ho 36 anni. Frutta e verdura non sono mai mancate, nè altri alimenti. Eravamo quelli che magari preferivano fare lunghe passeggiate e arrivare a casa all'ultimo e mettere su qualcosa al volo. Lui è l'opposto; comincia a preparare il sugo per la pasta alle 11 del mattino. La sua giornata ruota attorno al cibo e a cosa preparare. Fa piatti molto elaborati, è bravissimo, ma purtroppo a me certe cose non piacciono. Io sono astemia e non fumo. Per lui il massimo è bere, mangiare e fumare. Gli concedo di farlo in una stanza di casa mia perchè altrimenti mi dice che se non fuma sta male, gli lascio campo libero su tutto, cerco veramente di venirgli incontro su tante cose. Accetto le sue critiche su come tengo la casa, sulle marche di elettrodomestici (le sue sono le migliori in assoluto),ma col cibo non ce la faccio, non mi piace e considero una perdita di tempo cominciare a pensare al pranzo alle 11 e alla cena alle 17.30 perchè ci vogliono due ore ogni volta per preparare qualcosa. Io quando sono a tavola con lui mi blocco, non riesco a mangiare perchè mi mette in soggezione, se poi qualcosa non mi piace (come ad esempio ieri sera) ho talmente paura di deluderlo che lo mangio per forza. Ieri sera purtroppo erano frutti di mare e ad un certo punto non ce l'ho più fatta. Lui si è offeso perchè "ha passato due ore a curare il pesce per me" ed è impossibile che a me non piacciano certe cose. Purtroppo io per quanto possa apprezzare il lavoro in cucina se mi presenti davanti qualcosa di elaborato la mangio, ma se non fai a tempo e mi dai un'insalata pronta....va bene lo stesso, non muore nessuno. Poi muso lungo perchè non riuscivo a finire il calice di vino che mi aveva versato per il brindisi di Natale...purtroppo io sono astemia perchè qualsiasi tipo di vino, anche il migliore, mi provoca bruciore di stomaco.
    Mi rendo conto che sono cavolate,ma posso garantire che sono MOLTO più tranquilla stasera che cenerò da sola con una semplice bistecca ai ferri e un pò di insalata. Sono comunque in analisi da una psicologa la quale mi dice che mi devo adattare a questa situazione. Solo che delle volte faccio veramente fatica, e finisco per mangiare pochissimo (i periodi che ho convissuto con questa persona ero molto magra, anche perchè non facendo palestra perchè lui non voleva avevo anche perso il tono muscolare). Non so cosa fare.
    Gigetta89 likes this.
     
  3. L'avatar di Gigetta89

    Gigetta89 Gigetta89 è offline Super SeniorMessaggi 15,570 Membro dal Nov 2012
    Località Toscana
    #23

    Predefinito

    Non sono cavolate, tutt'altro.
    Hai scritto una serie di cose che per me sono molto indicative del fatto che con lui non stai bene e che lui in qualche modo mini la tua autostima e la tua stabilità.

    Se prima di lui avevi un rapporto normale col cibo (con tutta la fatica che immagino ti sia costata per arrivare a quel punto) e ora il pensiero dei pasti ti genera stress per come vive lui la cosa, con i tuoi trascorsi dovresti allontanarti quanto più possibile da un contesto del genere.

    E non dovresti accettare le sue critiche su come tieni la casa, o sugli elettrodomestici o su cosa hai in cucina: è la tua casa, la tua cucina e la tua vita.

    Oltretutto lui non sembra fare nessun passo nei tuoi confronti, pare che semplicemente pretenda che sia tu ad adattarti, punto e basta.

    Quanto hai bisogno di lui? Riesci a valutare razionalmente se questa storia ti faccia più male o più bene?
    Hurrem likes this.
     
  4. erendil erendil è online JuniorMessaggi 2,180 Membro dal Dec 2016 #24

    Predefinito

    Non è casuale niente, nella tua storia. Nè l'imprinting famigliare (certi comportamenti che si attuano da adulti si acquisiscono con l'esempio dei genitori, e tu ne sei la dimostrazione), nè la tua fissazione con lo sport, nè il trascorso di anoressia, nè l'incontro PROPRIO con qualcuno che, all'opposto di te, è godereccio e, per colmo di sfortuna (tua) anche casalingo disperato.
    La tua psicologa ti ha fatto capire come le situazioni siano collegate?
     
  5. IsoldaCoeurDAnge IsoldaCoeurDAnge è offline BannedMessaggi 10,574 Membro dal Aug 2017
    Località Francia
    #25

    Predefinito

    Grz per gli aggiornamenti, ora è tutto più chiaro.
    Decisamente lui è innamorato della cucina e dovrebbe farlo come mestiere.
    Pero non ha il diritto di trattarti cosi,di obbligarti di mangiare o bere,là diventa esagerato.
    Quindi avete pure altri problemi,non vi separa solo il cibo,direi che dovresti valutare seriamente se continui questa storia.
    Io ti consiglierei di non continuarla,sei infelice e stanca e il futuro non porterà di meglio!
    Minsc likes this.
     
  6. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline Super FriendMessaggi 5,258 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #26

    Predefinito

    In effetti il fatto che ti obblighi a bere o mangiare qualcosa che non ti piace , quando tu ti sei definita astemia è qualcosa di grave ,molto grave e trovo più grave il fatto che tu abbia cercato di accontentarlo(nel senso che in questo modo vai ad intaccare la tua dignità e amor proprio, questo non è amore, il fatto che ti controlla o ordina) ma non il fatto di bere ma il fatto stesso che lui ti ordina, insomma come un controllore. Non sembra una brava persona e suona di relazione tossica che non potrà che peggiorare, a questo punto valuta tu ma ti consiglio di lasciar perdere.
    Ultima modifica di Minsc; 27-12-2020 alle 18:51
     
  7. darkness darkness è offline PrincipianteMessaggi 31 Membro dal Mar 2008 #27

    Predefinito

    Grazie a tutti per le risposte e per i consigli. La dottoressa da cui sono in analisi dice che devo "provare"e cercare di venire incontro a questa persona. Io ho il problema di essere molto legata ai miei genitori e questo è un pò un "banco di prova" per capire se riesco anche a staccarmi da loro (psicologicamente, fisicamente vivo fuori casa da 10 anni). Lui è molto fissato con il cibo e non parla veramente di altro, non vi dico che disperazione perchè non riesce a procurare il pesce per la cena del 31 dicembre e non scherzo, ne fa un affare di stato. Abbiamo la passione comune per lo sci e basta. Per il resto non gli interessa fare sport, leggere, andare al cinema o a una mostra, nulla. Io causa covid sto soffrendo molto queste "restrizioni", mentre a lui non interessa, perchè almeno il covid ci concede di mangiare. Io purtroppo...ho fame di altro. Cercherò di adattarmi e di venirgli incontro. Grazie a tutti per i consigli, una buona serata a tutti
     
  8. L'avatar di Dedelind

    Dedelind Dedelind è offline JuniorMessaggi 1,373 Membro dal Apr 2017
    Località Come fu che Masuccio Salernitano fuggendo con le brache in mano riuscì a conservarlo sano
    #28

    Predefinito

    Mettendola in termini medici, la vostra relazione è una sorta di D.O.A. oppure un accanimento terapeutico. Il tuo nick ti si addice.
    Wandi, Maslow, Spettrale...servirono il forum, celebravano il Bene. Declamiamo i loro nomi con orgoglio, e ricordiamoli, gonfi di cordoglio.


     
  9. IsoldaCoeurDAnge IsoldaCoeurDAnge è offline BannedMessaggi 10,574 Membro dal Aug 2017
    Località Francia
    #29

    Predefinito

    È come in un SF quando colpito per un fulmine comincia avere dei super poteri mz alla fine questo gli porta solo delle sfortune e allora cerca apposta di attirare il fulmine per tornare alla vita normale di prima.
    Cosi anche con l'autrice del thread,ti tocca un pazzo di cibo forse per sanare il tuo conflitto con il cibo,sappilo che non è a caso questa relazione anche se nociva.
    Magari ti serve un shock per ritornare alla normalità.
     
  10. L'avatar di Soldatojoker

    Soldatojoker Soldatojoker è offline FriendMessaggi 2,719 Membro dal Nov 2019 #30

    Predefinito

    Vabbè, io lo dico! 😂
    A me sta sorta di Ratatouille meridionale sta un po' antipatico: va bene che mangiare è un'attività primaria, ma caspita, non si vive di solo pane, diceva uno che la sapeva lunga. Cioè quello è fissato, ma fissato e compulsivo...una sorta di Rainman della tavola.
    Darkness, va bene che la terapista ti ha detto di andargli incontro... ma se facendolo è per espiare tutte le colpe del tuo passato... anche no 🤯 E che dev'essere la tua vita? Un purgatorio? 😉
    norge likes this.
    "Dato che tutti gli altri posti erano già occupati, ci siamo seduti dalla parte del torto" (B. Brecht - G. Meloni - L. Ciampolillo)