Convivenza e matrimonio quale dei due è meglio secondo voi? - Pagina 8

Discussione iniziata da Mnl96 il 18-11-2019 - 79 messaggi - 4781 Visite

Like Tree57Likes
  1. L'avatar di Rosebush

    Rosebush Rosebush è offline ApprendistaMessaggi 235 Membro dal Feb 2020 #71

    Predefinito

    Io sono per la convivenza prima, come test della coppia, e poi matrimonio.

    Citazione Originariamente Scritto da IsoldaCoeurDAnge Visualizza Messaggio
    La convivenza è come il matrimonio, ma senza i diritti legali,in resto non cambia nulla,solo che se vogliono separarsi è più facile.
    Il matrimonio è buono solo per le donne in italia in quanto escono vincenti in caso di separazione e sono ben tutelate,specialmente se si hanno dei figli.
    In altri paesi nel caso di divorzio,si fa 50 e 50 non esiste che prende tutto la donna,cosa che mi sembra normale,addiritura in Spagna si fa spesso matrimonio con separazione dei beni.
    Nel Regno Unito in teoria si divide al 50/50, in pratica non è così. Il coniuge più debole, soprattutto se il divorzio è per colpa dell'altro, può richiedere che l'altro sborsi tot al mese, e solitamente la richiesta passa. Mentre per adulterio si intende solo il tradimento che includa un rapporto completo, si può divorziare anche per "comportamento insolito", non ricordo il termine esatto, ovvero per qualsiasi comportamento che risulta sbagliato o strano per l'altro. Se una moglie becca il marito a farsi fare del sesso orale da un'altra donna, non può divorziare per adulterio, ma se lo becca a masturbarsi può divorziare per comportamento insolito. Una signora che conosco ha divorziato dal secondo marito perché questo aveva dei conti correnti intestati a lui stesso e non le aveva detto nulla. Qui in UK non esiste la separazione dei beni: quello che ha una persona, in automatico diventa anche del partner.


     
  2. L'avatar di flair

    flair flair è offline FriendMessaggi 2,950 Membro dal Jul 2015
    Località Ruttalia - Flairburg
    #72

    Predefinito

    @Fausto
    @Antonio

    In realtà è corretto solo a metà ciò che scrivete perchè il mantenimento dei figli spetta ad entrambi i genitori.
    E' chiaro che se i figli sono allocati dalla mamma, il papà da la sua quota ... poi naturalmente bisogna vedere quanto la mamma investa del proprio in aggiunta a quello che versa l'ex e qui bisognerebbe mettersi una mano sul cuore.
    Riguardo la casa, se i coniugi sono in affitto ed entrambi lavorano, chi se ne va non ha l'obbligo di accollarsi l'affitto dell'altro.
    Poi bisogna anche fare un distinguo fra separazione e divorzio perchè in sede di divorzio, alcuni "benefit" concessi con la separazione alla parte debole vengono meno o ridotti di molto come l'assegno di mantenimento.
     
  3. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline SeniorMessaggi 13,125 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #73

    Predefinito

    ... eccerto Flair ... nel mio caso ... ammesso che ci fossimo separati ... mia moglie ha gia delle case di famiglia ... per cui non avrei avuto l'onere di garantire un tetto ai figli se affidati alla madre ... ma se non si hanno proprietà ... nel caso di madre con reddito dipendente ... il padre deve pagare una quota dell'affito della casa dove vivono i figli con la madre ... e al 100% il proprio ... i dettagli sono da vedere caso per caso ...
    ma stavamo facendo un discorso sulla separazione dei beni più che su separazione dei coniugi e divorzio ...
    2020 . . . bi.sex.stile ... sex.stile ... stile ... bi bi ...
     
  4. L'avatar di antonio60

    antonio60 antonio60 è offline JuniorMessaggi 1,085 Membro dal Mar 2020 #74

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fausto62 Visualizza Messaggio
    ... ma stavamo facendo un discorso sulla separazione dei beni più che su separazione dei coniugi e divorzio ...
    Esatto.
     
  5. L'avatar di flair

    flair flair è offline FriendMessaggi 2,950 Membro dal Jul 2015
    Località Ruttalia - Flairburg
    #75

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da antonio60 Visualizza Messaggio
    Anche in Italia esiste 3) la separazione dei beni, che tra l'altro è il sistema più usato, ma non conta in caso di divorzio. Anche per questo in Italia è sempre molto sbilanciato a favore della donna, non ci sono tutele patrimoniali per il marito.
    Citazione Originariamente Scritto da fausto62 Visualizza Messaggio
    ... eccerto Flair ... nel mio caso ... ammesso che ci fossimo separati ... mia moglie ha gia delle case di famiglia ... per cui non avrei avuto l'onere di garantire un tetto ai figli se affidati alla madre ... ma se non si hanno proprietà ...1) nel caso di madre con reddito dipendente ... il padre deve pagare una quota dell'affito della casa dove vivono i figli con la madre ... e al 100% il proprio ... i dettagli sono da vedere caso per caso ...2)
    ma stavamo facendo un discorso sulla separazione dei beni più che su separazione dei coniugi e divorzio ...
    Rispondo al punto 1:
    Nel caso di coniuge affidatario con proprio reddito a prescindere se dipendente o libero professionista, il genitore non affidatario paga il 50% della quota di affitto ogni figlio e il proprio al 100% e su questo sono d'accordo.

    Per quanto riguarda il punto 2), ho risposto al punto 3) scritto da Antonio.
     
  6. SALITADISA SALITADISA è offline BannedMessaggi 7 Membro dal May 2020 #76

    Predefinito

    una settimana di vacanza al mare.
    Quanto meno puoi testare la compatibilità con quella persona... e si può tornare indietro.
    Ovviamente è il mio modestissimo punto di vista.
     
  7. luca9028 luca9028 è offline JuniorMessaggi 1,796 Membro dal Apr 2020 #77

    Predefinito

    Ora come ora convivenza..
     
  8. Ioebasta15 Ioebasta15 è offline PrincipianteMessaggi 35 Membro dal Mar 2020 #78

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mnl96 Visualizza Messaggio
    Titolo e domanda Sta tutto li Al momento io sarei piuttosto indecisa ma tenderei più alla convivenza almeno per il momento. E voi? Mi riferisco anche alle persone sposate oltre che single di entrambi i sessi!!!
    In questo momento, sicuramente anche per colpa della mia ultima esperienza, preferisco di gran lunga la convivenza. Sono sfiduciata... Pensare al matrimonio poi mi fa sentire soffocata. Giurarsi amore eterno e "legarsi legalmente" per poi ritrovarsi con il doppio dei problemi se l'altro (o anche io), prima o poi si sveglia e si ritiene infelice, ora mi sembra per quel che mi riguarda una scelta incoscente.
    Perché parliamoci chiaro, l'amore è un rischio che si vuole correre senza nessuna garanzia, preferisco vivermi la persona che ho vicino senza particolari vincoli con una convivenza...
    Poi chissà, magari finalmente incontro uno che con gli anni non cambia e diventa un estraneo, e sento il bisogno di ufficializzare quel legame con il matrimonio....
    Ora la penso così.
     
  9. cavalletto cavalletto è online FriendMessaggi 3,034 Membro dal Dec 2016
    Località sei di Cinisello se...
    #79

    Predefinito

    avendole provate entrambe, direi che se le guardi in ottica della fine, la convivenza i miei tempi, economicamente era meno dolorosa.
    ma solo da quel punto di vista, per tutto il resto sono uguali.
    Per prendere un caffè e tradire la moglie c'è sempre tempo. (Totò)
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]