La coppia - un punto di vista alternativo - Pagina 7

Discussione iniziata da cinciabigia il 31-07-2013 - 61 messaggi - 4106 Visite

Like Tree11Likes
  1. L'avatar di fanta.calcio

    fanta.calcio fanta.calcio è offline JuniorMessaggi 1,119 Membro dal Aug 2013
    Località italia
    #61

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da cinciabigia Visualizza Messaggio
    Chiedere cos’è l’amore direi che sarebbe una domanda troppo banale con una risposta maledettamente complicata. Ognuno ha la sua risposta, qualcuno nemmeno si pone il quesito. E la coppia dove la mettiamo?

    Da un anno e 4 mesi sono single, nel complesso direi felicemente single. Sono passata per diverse frequentazioni (sesso, amicizia, io presa lui no – e viceversa, ecc.) con periodi in cui volevo stare da sola (“dio, non sarà poi così difficile?!”) a periodi in cui avevo voglia/bisogno di conoscere e frequentare persone.
    L’amore trionfa sempre, forse è questa la segreta speranza del mio inconscio, visto che il mio ‘conscio’ dice che è tutta una fregatura.

    Fino a non molto fa (parliamo di qualche mese) credevo che stare assieme ad una persona senza amarla fosse una follia! Questo poi ho visto essere il pensiero di molti… quasi tutti oserei dire.
    Beh tra corna, amori distrutti e amori impossibili (e chi più ne ha più ne metta), sono giunta alla conclusione che forse non è così male stare in coppia anche se non innamorati, certo bisogna essere molto consci ed onesti verso se stessi e verso l’altra persona.

    “Caro, non ti amo ma voglio stare con te”. Perché vivere soli a lungo andare è un gran pacco, perché un orecchio che ascolti le disavventure quotidiane sta sempre bene, magari con qualche parola di conforto, perché condividere gioie & dolori sembra più una necessità che una virtù (o un dovere).
    Su questo ultimo punto ci ho riflettuto di recente, ma non mi pare sia una novità anzi è sotto gli occhi di tutti (o quasi): facebook fa la parte della regina, migliaia di post su cosa pensiamo, cosa sentiamo e come stiamo. Ma nessuno si è chiesto perché? Perché ho bisogno che i miei amici sappiano come mi sia svegliata stamattina? Condividere, anche se all’altro non gliene può fregare di meno.
    Forum come questi possono rientrare in questa necessità. Gli aperitivi con gli amici anche. Condividere e comunicare.

    E a casa? Se non si vive con mamma e papà che -bene o male- ci ascoltano e ci commentano (=criticano), se non si vive da studenti in 5 nello stesso appartamento, se si vive soli ma non ci sono i soliti amici & parenti installati a casa nostra, se la tv non ci soddisfa (e per fortuna!), se vogliamo bene al nostro cane/gatto che ovviamente ci capisce perfettamente ma (per fortuna) non ha il dono della parola, se parlarci allo specchio può sembrarci una forma di disturbo mentale latente… Troviamoci un fidanzato! Poco importa se non lo amiamo, se l’amore sembra una cosa dell’altro mondo (quello delle fiabe o delle Barbie), se quanto abbiamo vissuto ci ha fatto erigere una corazza verso l’innamoramento.

    Ci sono mille teorie per chi ha questa corazza: paura dell’intimità, paura di impegnarsi, sindrome di Peter Pan, “non ti accontenti mai”, “non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca”, ‘cuore di pietra’, ecc. Insomma di tutto pur di farti sentire strano, inadeguato, quasi malato.

    E poi i romanticoni (a mio parere sono più le donne), cresciuti a pane & Cenerentola, che inorridiscono “Stai con lei/lui e non la/lo ami??” Orrore!!
    Una volta c’era anche “Fai sesso senza sentimento??” ma mi pare che questo non scandalizzi più nessuno, tranne le nonne (della sere ‘si stava meglio quando si stava peggio’).

    Insomma… se siamo di quelli che credono che innamorarsi sia un po’ come calare le braghe, dobbiamo restare per forza single? Se all’altra persona diciamo quello che pensiamo realmente, senza illuderla e magari illudendoci che sia abbastanza matura e forte per decidere e rendersi conto di quello che fa, perché non si può stare in coppia??
    Certo io comunque devo avere una certa intesa mentale, spirituale e fisico/sessuale… quindi non è che prenderei il primo che passa. Ma devo sentirmi un mostro solo perché non ne sono innamorata?? Ma cos’è l’amore poi… Eh…

    Beh almeno se ci lascia staremo meno male. Dico meno e non ‘non staremo male’ perché comunque ci si affeziona, ci si abitua, ma sarà come dire addio a una cara amicizia.
    Dopotutto l’amore non è anche saper lasciare andare quando questa risulta la cosa più giusta da fare??

    Cinica? Forse sì. Certo che ora vedo il mio futuro meno nebuloso (forse).
    che ccchifo d pensierooooo

    sec me saresti la compagna ideale d un tipo che mi s è accollato addosso
    quasi quasi t giro il suo num