E' così difficile capire che "fare le difficili" genera frustazione? - Pagina 10

Discussione iniziata da Frnaco87 il 23-08-2020 - 171 messaggi - 9115 Visite

Like Tree173Likes
  1. Samuelito87 Samuelito87 è offline ApprendistaMessaggi 231 Membro dal Dec 2018 #91

    Predefinito

    Argomento complesso, provo a dire la mia.

    Per quanto mi riguarda, se una mi dava anche solo lontanamente l’idea che potesse “tirarsela”, non ci perdevo nemmeno un secondo di più a starle dietro, salvo rare eccezioni (ma comunque con pazienza a tempo determinato). Per come concepisco io i rapporti, tanto più considerando che non ho più 20 anni, la voglia di conoscersi deve essere reciproca e non legata a giochetti, sotterfugi e “shit test” vari. Odio pesantemente queste cose, io sono per la trasparenza e la sincerità.

    Su questa base, non ho mai dovuto veramente lottare per conquistare persone che se la tirassero, di carattere non sono uno che si “fissa”, se vedo che dall’altra parte non c’è alcun feedback, io semplicemente cambio obiettivo. Ma non è raro (anzi, direi è abbastanza comune, soprattutto in certi contesti) che gli uomini si fissino con determinate ragazze e diventino degli autentici zerbini nella speranza di poter conquistare la loro attenzione.

    Guarda caso, prima di incontrare la ragazza con cui ora sto insieme, ne stavo conoscendo un’altra con la quale non ero ancora riuscito ad organizzare un incontro di persona. Visto che, nel frattempo, stavo uscendo con altre, avevo deciso di darle corda per vedere fino a che punto potesse “tirarsela”. Ad un certo punto, stanco di quella pantomima, le inviai un paio di secchi messaggi vocali in cui le dicevo chiaramente che non avevo intenzione di continuare a sentirla, vista la difficoltà nel riuscire a combinare un incontro. A quel punto, come da copione, mi ha mandato tutta una serie di messaggi accorati e dispiaciuti, con tanto di invito a vederci tal giorno a tal ora e sottolineando il fatto di essere contenta di aver ricevuto quei messaggi perché le ho fatto capire di essere una persona di carattere e non uno “yes man”. L’incontro non c’è mai stato, lei ha tentato di riconquistarmi nei giorni successivi, ma io non le ho più dato corda. Da notare che, un paio di settimane dopo, ha pubblicato il classico messaggio su Facebook del genere: “chi non ti cerca, non ti merita” o cavolate del genere…

    Che poi, ne parlavo anche con la mia ragazza attuale (straniera) e mi diceva, parlando della questione della sessualità vista dalla prospettiva dell’uomo e della donna: “ma possibile che la maggior parte delle italiane con cui ho parlato sembra non avere mai veramente voglia di fare l’amore? Perché, se è una cosa bella e soddisfacente per entrambi, devono farla diventare una “concessione”?”. In effetti, come darle torto…
    francesco983, Hurrem and Zisso like this.


     
  2. L'avatar di francesco983

    francesco983 francesco983 è offline FriendMessaggi 3,041 Membro dal Oct 2019
    Località Italia
    #92

    Predefinito

    Concordo con Gianni.
    Non é questione di tutte le donne italiane ed una straniera o altro.
    Si fa sempre un discorso generico e di media, in genere approcciare una ragazza straniera é più piacevole per tutta una serie di motivi.
    Con una Italiana tutto rischia di diventare frustrante e noioso.
    Concordo anche con Baal, al di la Della maleducazione, sembra che molte ragazze si sopravvalutino largamente, anche per un seguito social e che l’uomo debba fare chissà che per conquistarle.
     
  3. Berlin__ Berlin__ è offline BannedMessaggi 5,639 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #93

    Predefinito

    per quello che vale, concordo pure io. Per straniere parliamo di Europee o comunque paesi bene o decentemente-stanti, credo che qualunque europeo usi Tinder in paesi poveri si renda conto immediatamente della differenza, e non serve spiegare a cosa sia dovuta (vale in questo caso anche per le conoscenze reali, conosco pure io italiani che non battevano chiodo e sono andati a Cuba e hanno trovato facile, chissà perchè). Cultura media e chiesa fanno il resto dei danni, che in un circolo vizioso rende i tanti che non scopano zerbini, il che porta le donne a sovrastimarsi, e cosi via.
    Non so se fosse in questo thread che si era finiti off-topic parlando della voglia di sesso, e del paragone con gli hamburger. In altri ambiti mi sono ritrovato a discorrere sul tema "uomini/donne chi ha più voglia", le donne sostenevano che secondo loro non c'è alcuna differenza, portando esempi specifici di vita vissuta. Ma appunto, la fame del ristorante tri-stellato Michelin, non è paragonabile a quella di chi mangerebbe di continuo in qualunque bettola. Chi ha il vogliometro ? come si misura ? ha più voglia chi lo farebbe 3 volte al giorno con un uomo su 1000, o chi lo farebbe con tutti o quasi, o parteciperebbe a orge ? Il solo fenomeno della prostituzione, per quanto complesso nelle sfaccettature di chi ci va, è difficile da spiegarsi, se le cose fossero paritarie. Discussione priva di soluzione, oltre che totalmente inutile per tutti, non essendoci una gara nè nulla in palio.
     
  4. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 9,809 Membro dal Oct 2017 #94

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Baal Visualizza Messaggio
    Io non parlo solo di foto seminude o sensuali. Mediamente una donna carina riceve tanti like anche per una foto al ristorante. Indipendentemente dal motivo per cui postano e dal contesto della foto, però, l'alto numero di apprezzamenti tende a farne gonfiare l'ego.
    Guarda, io sono molto categorica in questo: se una persona, donna o uomo, dà un peso eccessivo ai like di una foto, sicuramente non è tanto intelligente. Gli apprezzamenti fanno piacere a tutti, ma si può essere in grado di dare loro il giusto valore anche a seconda di chi li fa. Certamente un complimento del mio fidanzato (per dire, chiaramente) avrà molto più valore rispetto al complimento di un signor nessuno su Facebook. Pensare che davvero i like su un social abbiano il potere di "gonfiare l'ego" mi sembra un visione falsata, perché figurati se anche la ragazza più carina non avrà le sue insicurezze, le abbiamo tutti, solo che ci piace pensare che l'erba del vicino sia sempre più verde, evidentemente.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  5. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 9,809 Membro dal Oct 2017 #95

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni84 Visualizza Messaggio
    Se vuoi un esempio ecclatante in italia, mi è successo che una ragazza mi guardasse più volte in un locale, mi sono avvicinato, le ho detto 'ciao, mi chiamo Gianni, come ti chiami? E lei mi ha dato le spalle senza proferire parola..
    In questo caso se vuoi possiamo parlare di maleducazione (poi bisognerebbe sapere se davvero ti guardava "in quel senso", e non magari perché avevi qualcosa di strano secondo lei), ma secondo me non c'è niente di strano se in generale una persona non è predisposta alla conoscenza a freddo, anzi è abbastanza normale se non stiamo parlando di una fascia d'età sui 20 anni.

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni84 Visualizza Messaggio
    Capisco il non essere interessata, ma a volte si rasenta il limite della maleducazione.
    Ma infatti un conto è non essere interessata e rifiutare con garbo, un altro è essere maleducati, però ti ricordo che la maleducazione è a prescindere dai rapporti sentimentali, quindi non si può imputare ad una visione superiore di sé, ma appunto, ad una mal educazione.

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni84 Visualizza Messaggio
    Poi però leggo post di ragazze che si chiedono perché gli uomini non corteggiano e non ci provano più..
    Ma forse ti riferisci a ragazze sotto i 30 anni, dubito che una donna adulta normale si metta a scrivere piagnistei di questo tipo su Facebook.

    Dovreste anche accettare che una persona immatura, appunto non è matura, quindi può avere dei comportamenti sciocchi. Ma come la ragazza è ridicola con questi post, il ragazzo sarà ridicolo in altro.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  6. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 9,809 Membro dal Oct 2017 #96

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gianni84 Visualizza Messaggio
    È chiaro che ciò che ti spinge a conoscere una ragazza sia in primis l'aspetto esteriore, ma se mi avvicino ad una ragazza perchè mi attrae, non ho un contratto in mano che dice che la sposerò qualsiasi cosa accada. Quello che stanno affermando molti uomini qui è che invece le donne si comportano come se fosse così.
    Secondo me invece è solo un fraintendimento. L'uomo pensa che la donna sia scostante perché "se la tira", invece magari la donna è scostante perché dell'avvicinamento dell'uomo in senso broccolatorio non gliene può fregar di meno. Quando un uomo si avvicina senza far capire che "vuole conoscerla" sono sicura che ci saranno la metà di questi problemi.

    Il problema sono le aspettative, da una parte una donna vorrebbe essere avvicinata con intenzioni serie da parte dell'uomo, e l'uomo vorrebbe disponibilità immediata. Come chiarisci che non è possibile per un uomo avere da subito intenzioni serie (perché giustamente non conosce la persona), anche per la donna non è possibile avere da subito un interesse, per cui si capisce che queste aspettative sono dannose per l'uno e l'altra, e che la cosa migliore è una conoscenza che avvenga senza di esse. Questo approccio funziona perché la donna non si mette sulla difensiva e l'uomo ha più libertà di espressione, se sa giocarsela.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  7. Samuelito87 Samuelito87 è offline ApprendistaMessaggi 231 Membro dal Dec 2018 #97

    Predefinito

    Se qualcuno è curioso, do in privato l'indirizzo IG (profilo aperto) di una ragazza con cui sono uscito 1 volta e che ho mollato perché, nella realtà, era decisamente troppo diversa dalle foto.

    Lei rappresenta lo stereotipo della famigerata insicurezza celata dietro ad un profilo IG con foto ritoccate e nutrito seguito di lumaconi.

    Gira che gira, i nodi vengono al pettine: on-line tutti a farle complimenti e sembra caschino ai suoi piedi, ma poi, gira che gira, è ancora single (e non per scelta)...

    Lei si definiva una di quelle "difficili" "che non danno attenzioni al primo che capita". A me, invece, ha fatto una gran tenerezza quando l'ho incontrata, perché l'apparente sicurezza che aveva on-line si è completamente smaterializzata quando ci siamo trovati faccia a faccia (e deve aver intuito come il giochetto dei troppi filtri non mi sia piaciuto granché...).
    Melite likes this.
     
  8. Simpas Simpas è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 6,729 Membro dal Sep 2015
    Località Ignota
    #98

    Predefinito

    Mah io non penso che le donne siano così contrarie a conoscere altri uomini (in generale, forse a freddo sì ma dipende dal singolo caso anche quello e anche dal contesto) quindi non sarei così perentorio come Melite che dice che la maggior parte delle donne è "contraria a conoscere a freddo, a caldo, sui social, dal vivo e in qualsiasi contesto che non preveda una conoscenza pregressa massima con codice genetico di tutti i familiari, fedina penale, situazione sociale e situazione lavorativa fino a 1800 inoltrato". Battute a parte, io ho perso la verginità con due ragazze americane in gita scolastica (avevo 17 anni ed ero in gita a Siena) e la stessa cosa mi è successa con una ragazza spagnola l'anno successivo sempre in gita (non di perdere nuovamente la verginità...), e non ho fatto proprio niente di niente, si sono incuriosite loro, mi hanno approcciato e conquistato (se così si può dire) loro, ragazze molto carine, la mia conoscenza di donne straniere dal vivo finisce qui.
    Riguardo alle italiane io non penso esista "un dictat universale", dipende dalla zona geografica, dalla città, dal singolo carattere delle stesse, dal loro livello umano anche, ecc ecc. Io non posto quasi nulla sul mio FB (tranne cambiare la foto profilo ogni 2 o 3 mesi), e su Instagram metterò una foto al mese tanto per metterla. Non ho mai scritto a nessuna e nemmeno ho mai contattato qualche tizia (manco per provare "l'effetto che fa ad essere un Michelinide" ) e nè mi sono messo nel codazzo dei "likeatori universali", sono comunque stato abbordato qualche volta online e ho ricevuto like anche da modelle e pseudo tali, questo non è che mi ha fatto sentire "un figo assurdo eh" perchè ci possono essere mille motivi perchè una tipa del genere ti mette un like (collezionare un nuovo follower, un likeatore, volersi farsi scrivere, ecc ecc). Ovvio che la gran maggioranza delle persone di sesso maschile se non si fa avanti non riceve nessun "via libera" e i social sono diventati a torto o ragione una fonte di conquista, del resto basta guardare sul forum quante persone postano storie iniziando "ci siamo conosciuti su un social" o "lui mi contatta su un social" oppure "mi ha scritto da un social la prima volta", si tratta di un modo come un altro per comunicare e creare rapporti, ora o ci si adegua o si rimane fuori con tutto quel che ne compete, e lo dico da "spettatore non partecipante" delle conquiste online eh.
     
  9. michelino123 michelino123 è offline JuniorMessaggi 1,723 Membro dal May 2019 #99

    Predefinito

    questo squilibrio tra uomo e donna non si appiattirà mai. neanche tra mille anni, un uomo anonimo si potrà permettere di stare immobile e guardare decine di donne che fanno a gare per parlare con lui, cioè quello che succede oggi al contrario.
    secondo me non cambierà mai nulla.
    passerosolitario84 likes this.
     
  10. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 9,809 Membro dal Oct 2017 #100

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Simpas Visualizza Messaggio
    non sarei così perentorio come Melite che dice che la maggior parte delle donne è "contraria a conoscere a freddo, a caldo, sui social, dal vivo e in qualsiasi contesto che non preveda una conoscenza pregressa massima con codice genetico di tutti i familiari, fedina penale, situazione sociale e situazione lavorativa fino a 1800 inoltrato"
    Ahahahahahahahahah!
    Simpas likes this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)