La cura PRO - Pagina 13

Discussione iniziata da Gnunez il 27-12-2020 - 265 messaggi - 16316 Visite

Like Tree216Likes
  1. L'avatar di Alberich

    Alberich Alberich è offline SeniorMessaggi 11,775 Membro dal Jul 2009 #121

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Azzy Visualizza Messaggio
    Concordo sul fatto che molti si piangono addosso e aprono il portafogli. Punto.
    Sul fatto che molti amino pagare una donna, perché così la sviliscono, considerandola merce o rafforzandosi nell'idea che sono tutte meretrici.
    Sul fatto che alcuni godono nel "possedere" (pagano!) un'altra persona.
    Sul fatto che alcuni hanno "perversioni" tali che per realizzarle devono pagare perché magari difficilmente accettate.
    Mah. Non capisco perchè si cerchino sempre spiegazioni complicate quando quelle semplice funzionano meglio: banalmente le pro colmano la differenza tra domanda maschile e offerta gratuita femminile. se per gli uomini fare sesso fosse facile come per le donne, la prostituzione non sparirebbe ma si ridurrebbe a numeri minimali come la prostituzione maschile ad uso femminile.

    Questo non è un approccio sano all'altro sesso e verso un'altra PERSONA.
    è cmq meglio di nessun approccio.

    Per non parlare del discorso "professionista"....e vabbè lasciamo perdere....
    Ma non ditemi che le immigrate sulle strade che non parlano nemmeno l'italiano, che su un turno di 12 ore usano come toilette un cespuglio lato strada, che non hanno possibilità di lavarsi tra un cliente e l'altro, che piuttosto che morire di fame o freddo fanno anche quello, non ditemi che sono delle professioniste. E dal numero sulle strade, direi che sono la maggioranza.
    Professionista vuol dire esercitare una professione, le modalità e il fatto che ci possano essere specifici casi di sfruttamento non inficia il discorso. Poi sono il primo a dire che è meglio evitare le pro di strada, proprio perchè c'è un forte rischio di trovare donne sfruttate. Fermo restando che conosco pro che esercitano in strada pur essendo indipendenti.


    "L'inverno del nostro scontento si è mutato in una calda estate di gloria grazie
    a questo sole di York"

    "Un cavallo! Un cavallo! Il mio regno per un cavallo!"
     
  2. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 20,619 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #122

    Predefinito

    @SunsetLimited

    ... chi esercita la professione di prostitute è tenuta a normativa fiscale come per altre professioni. Pochissime lo fanno ma succede che quando ciò che guadagna una prostituta viene utilizzato per l'acquisto di proprietà o viene investito in prodotti finanziari o versato su di un c/c, la finanza arriva a chiedere la parte che spetta allo stato!

    La prostituzione è soggetta a imposizione fiscale
    di Alesso Ileana
    30 gennaio 2017

    Corte di Cassazione - sez. V civile - sentenza n. 15596 del 27-7-2016
    La prostituzione è una attività di prestazione di servizi retribuita e quindi assimilabile al lavoro autonomo se svolta in modo continuativo e abituale, è comunque soggetta ad imposizione fiscale se è invece esercitata in modo occasionale poiché rientra nella categoria dei redditi diversi.

    La guardia di Finanza esegue una verifica fiscale a carico di una signora che, ad eccezione dell’anno 2003, non aveva mai presentato una dichiarazione dei redditi.
    A seguito degli accertamenti effettuati la signora risultava possedere numerose autovetture, alcune di lusso, risultava intestataria di un immobile, di diversi contratti di locazione, di dieci conti correnti attivi e di gestioni patrimoniali. La Guardia di Finanza emette quindi un avviso di accertamento. La signora ricorre contro il provvedimento sostenendo che tali redditi, provenendo dalla propria attività di prostituzione, non sono tassabili.
    La Commissione Tributaria Provinciale di Firenze accoglie parzialmente il ricorso ma la sentenza viene contestata dall’Agenzia delle Entrate che propone appello.
    Il Giudice di appello conferma in seguito che i proventi dell’attività da prostituzione devono essere tassati e compresi nella categoria residuale dei “redditi diversi”. Contro la sentenza d’appello la signora ha proposto un nuovo ricorso ma la Corte di Cassazione lo ha respinto affermando che:

    – l’elemento comune dei diversi tipi di redditi considerati dal testo Unico delle imposte sui redditi è la derivazione del reddito stesso da una fonte produttiva;

    – tale impostazione è stata poi ampliata da leggi successive che hanno stabilito che i proventi derivanti da attività illecita (civile, penale o amministrativa), se non sottratti con sequestro o confisca, sono sottoposti a tassazione e che i proventi illeciti sono comunque considerati redditi diversi;

    – se sono considerati reddito i proventi derivanti da attività illecita a maggior ragione devono considerarsi reddito i proventi derivanti da attività di prostituzione, di per sé non illecita (infatti, è illecito solo il favoreggiamento o lo sfruttamento della prostituzione).

    – nel caso specifico il giudice di merito ha accertato che la signora svolgeva autonomamente e liberamente tale attività ottenendo dei profitti e ha correttamente stabilito che tale attività è assimilabile al lavoro autonomo, se esercitato in forma abituale, o da redditi diversi se, sempre in modo autonomo, è esercitata in maniera occasionale.
    ... another perspective ...
     
  3. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 20,619 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #123

    Predefinito

    ... mi sembra di ricordare che sono tenute ad emettere ricevuta fiscale "anonima" ... ma nessuna lo fa (un pò come troppi medici), finché la finanza non "vede" un capitale interessante, non interviene. Nei casi in cui la pro accumula proprietà vistose, ecco che la finanza arriva puntuale in tutta Italia, ci sono casi documentati ovunque di pro che spesso a carriera finita ricevono la verifica fiscale e devono spartire il guadagno con lo stato e parliamo di fifty-fifty!
    Qualche anno fa leggevo un articolo su alcune verifiche svolte in Sicilia, ad una ex pro la finanza trovò beni ed investimenti per 4,5 milioni di euro, questa fece tutti i ricorsi possibili perché risulto che avrebbe dovuto pagare sui 2,5 milioni tra tasse e sanzioni ... ed alla fine pagò!
    ... another perspective ...
     
  4. Hafsa Hafsa è offline FriendMessaggi 3,967 Membro dal Oct 2015 #124

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jonesthecat Visualizza Messaggio
    tu puoi chiamarle come vuoi, io faccio lo stesso..e comunque non mi interessa la denominazione polically correct, poiche' la eccessiva correctness mi pare fuori luogo ed ipocrita..come ho gia' scritto, la cosa vale per me, non necessariamente per altri..
    Può essere che meretrice sia più offensivo, ma ciò non diminuisce il dispregio del temine che usi tu, a prescindere dalla sua origine etimologica.
    Neppure a me interessa tanto del politically correct di per sé, semplicemente sono abituata a rispettare le persone che (per me) non hanno fatto niente per non essere rispettate, e non mi sento fuori luogo o ipocrita per questo.

    Citazione Originariamente Scritto da jonesthecat Visualizza Messaggio
    ma se c'e' tutto questo senso, e lo ripetero' ad libitum, perche' non lo dite alla mamma quando andate a mangiare i tortellini alla domenica?
    Oltre a quello che ha giustamente detto Gigetta, aggiungerei che la consapevolezza dello stigma sociale intorno al tema è una cosa, il fatto di considerarlo in prima persona moralmente sbagliato è un'altra: uno può non vederci nulla di male, ma non volendo essere mal giudicato dalla società (o parte di essa) se lo tiene comunque per sé.

    Citazione Originariamente Scritto da jonesthecat Visualizza Messaggio
    se volete cercare di farmi pensare che andare a p*u*t*t*a*n*e perche' non si trova una donna non sia una sconfitta per se stessi, fate pure, ma proprio non se ne parla di farmi cambiare idea..
    Ma quindi secondo te vivere in castità perenne perché non si trova una donna è meno sconfitta? Si sta meglio? Si è più "vincenti"?
    È fare sesso pagando che fa la differenza?
    (Occhio perché se ne fai un discorso di "farsi il fisico" avvalli le tesi di chi dice che il problema è l'aspetto)

    P.S. Mi pare scontato (spero per tutti) il discorso riguardi unicamente le prostitute che scelgono liberamente questa attività.

     
  5. L'avatar di francesco983

    francesco983 francesco983 è offline FriendMessaggi 3,165 Membro dal Oct 2019
    Località Italia
    #125

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Azzy Visualizza Messaggio
    Concordo sul fatto che molti si piangono addosso e aprono il portafogli. Punto.
    Sul fatto che molti amino pagare una donna, perché così la sviliscono, considerandola merce o rafforzandosi nell'idea che sono tutte meretrici.
    Sul fatto che alcuni godono nel "possedere" (pagano!) un'altra persona.
    Sul fatto che alcuni hanno "perversioni" tali che per realizzarle devono pagare perché magari difficilmente accettate.

    Questo non è un approccio sano all'altro sesso e verso un'altra PERSONA.

    Per non parlare del discorso "professionista"....e vabbè lasciamo perdere....

    Ma non ditemi che le immigrate sulle strade che non parlano nemmeno l'italiano, che su un turno di 12 ore usano come toilette un cespuglio lato strada, che non hanno possibilità di lavarsi tra un cliente e l'altro, che piuttosto che morire di fame o freddo fanno anche quello, non ditemi che sono delle professioniste. E dal numero sulle strade, direi che sono la maggioranza.
    Poi in qualche film americano si vede anche il figone che fa la mistress nella supervilla e riceve filosofi e capi di stato. Si vede tutto in TV eh...
    Sinceramente il discorso sul piangersi addosso è veramente ridicolo.
    Semplicemente per una percentuale tutt'altro che marginale di uomini trovare una donna che sia per sesso o per frequentazione non è così facile come per le donne.
    Poi quale sia il motivo è irrilevante, facendosi il fisico da attore Holliwodiano risolverebbero? probabile, ma non è una cosa così immediata, una cosa è stare relativamente in forma, un altra è avere il fisicaccio, richiede un impegno di tempo, energie non indifferente, non trascurando il fatto che certi risultati in modo "naturale" lì ottieni solo con una genetica favorevole, altrimenti o ti dopi peggio di Lance Armstrong oppure piu' di tanto non ottieni.
    Idem sull'approccio verso un altra persona. Le prostitute, tranne ovviamente quelle sfruttate/schiavizzate/che lo fanno contro la loro volontà, sono ben felici di essere "approcciate" con le carte da 100 euro in mano.
    La storiella delle prostitute sfruttate, vale solo per una parte di loro, per tutte le altre la prostituzione è una scelta, per altre l'unica via per portare a casa uno stipendio (tra l'altro generalmente piuttosto abbondante viste le tariffe, il fatto che sia tutto in nero e che non hanno costi e spese particolari).
    Sul professionismo tra l'altro un pò in tutti i settori c'è chi naviga nell'oro e chi fa la fame... l'unico "limite" nel definire una prostituta una professionista è la mancanza di una posizione fiscale e nel pagamento delle tasse... per il resto si... sono professioniste del sesso.
    Berlin__ and Gigetta89 like this.
     
  6. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,739 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #126

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Azzy Visualizza Messaggio
    Concordo sul fatto che molti si piangono addosso e aprono il portafogli. Punto.
    si vede che pensano siano soldi ben spesi.

    Citazione Originariamente Scritto da Azzy Visualizza Messaggio
    Sul fatto che molti amino pagare una donna, perché così la sviliscono, considerandola merce o rafforzandosi nell'idea che sono tutte meretrici.
    supposizioni, del tutto inutili. Ci sono parimenti donne gratificate del fatto che qualcuno sia disposto a sborsare soldi per farsele. Qual è il punto ?

    Citazione Originariamente Scritto da Azzy Visualizza Messaggio
    Sul fatto che alcuni godono nel "possedere" (pagano!) un'altra persona.
    a questo punto aboliamo il lavoro dipendente. Ma anche gli imprenditori, posseduti dalle banche. E' abominevole che qualcuno ti paghi per avere un servizio.

    Citazione Originariamente Scritto da Azzy Visualizza Messaggio
    Sul fatto che alcuni hanno "perversioni" tali che per realizzarle devono pagare perché magari difficilmente accettate.
    definisci perversione, non solo nel cosa ma anche nella frequenza. Uno che vuole farlo tutti i giorni è un pervertito ? se vorrebbe un pom pino ? sii precisa.

    Citazione Originariamente Scritto da Azzy Visualizza Messaggio
    Questo non è un approccio sano all'altro sesso e verso un'altra PERSONA.
    definisci il concetto di sano, quale approccio lo sia. Una cena offerta al primo appuntamento può costare 50 euro, dobbiamo farlo o no ? è sano o no ? definisci tutto ciò che è sano nei rapporti "normali".

    Il punto è il solito, come sottolineato da Sunset Limited: bigottismo di gente atta a giudicare persone che liberamente si accordano per un do ut des. L'unica cosa moralmente deprecabile, è che lo stato giri la testa dall'altra parte, e non si possano pagare un po' di tasse, con cui fornire servizi di check sanitari obbligatori.
    Moralisti ridicoli e bigotti.
    Ultima modifica di Berlin__; 06-01-2021 alle 13:11
     
  7. L'avatar di Baal

    Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,513 Membro dal Aug 2019 #127

    Predefinito

    Continuate a dare per scontato che la prostituta sia l'ultima spiaggia del disperato che non trova una donna, quando la maggior parte dei clienti sono uomini sposati. Se si vuole fare una discussione seria sul ruolo della prostituta, bisogna partire dalle premesse reali dell'argomento.
    Gigetta89 likes this.
    Ultima modifica di Baal; 06-01-2021 alle 14:03
     
  8. L'avatar di Pitonessa

    Pitonessa Pitonessa è offline MasterMessaggi 31,910 Membro dal Aug 2013
    Località Torino
    #128

    Predefinito

    Lessi un libro di Biagi dove parlava dell'Avvocato il quale ordinava un "charter di baldracche" per i festini, la cosa che però mi colpì di più fu che pur permettendosi la spesa non gradiva maggiorazioni sui prezzi...
    .........Si vive una volta sola, ma se lo fai bene, una volta sola è abbastanza

    Mae West
     
  9. barret barret è offline Super ApprendistaMessaggi 650 Membro dal May 2013 #129

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da jonesthecat Visualizza Messaggio
    ma se c'e' tutto questo senso, e lo ripetero' ad libitum, perche' non lo dite alla mamma quando andate a mangiare i tortellini alla domenica?
    il problema è che stai inquadrando la cosa da un punto di vista assoluto....cioè nessuno sostiene che oggettivamente fare sesso soltanto con le pro sia normale e appagante come avere una regolare vita sessuale con la dolce mogliettina/fidanzata, è chiaro che la normalità è quest'ultima......ma posto che uno questa normalità non riesce a viverla per tutta una serie di motivi è meglio e meno anomalo fare cmq sesso oppure rimanere eternamente illibati?!!

    e cmq ci sono tante cose, anche del tutto naturali che qualsiasi persona fa fa ogni giorno ma si guarda bene dal raccontarle in pubblico come tipo defecare, scoreggiare.....
     
  10. L'avatar di Pitonessa

    Pitonessa Pitonessa è offline MasterMessaggi 31,910 Membro dal Aug 2013
    Località Torino
    #130

    Predefinito

    Barret, tu dai per scontato avere un intestino regolare...
    francesco983 and luca9028 like this.
    .........Si vive una volta sola, ma se lo fai bene, una volta sola è abbastanza

    Mae West
     

AMANDO SOCIAL

AVVISO LEGALE


Le pagine seguenti contengono immagini e testi a carattere erotico la cui visione è assolutamente vietata ai minorenni.

Questo avviso verrà riproposto entro 24 ore agli utenti che non hanno effettuato il login (oppure in seguito al cambio di indirizzo IP)

Consigliamo ai genitori di utilizzare un software di protezione per impedire ai minorenni di accedere alle pagine di questo e altri siti per adulti:
www.netnanny.com - www.cyberpatrol.com
www.surfcontrol.com - www.cybersitter.com

Questa pagina di avviso costituisce un accordo con valore legale fra l'editore di questo sito web e l'utente.

Cliccando sul pulsante "Accetto e Continuo" dichiaro e certifico:

- di essere maggiorenne cioé di avere almeno 18 anni (21 per alcuni paesi) e che la legislazione del paese da cui sto accedendo mi consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale.

- di essere il solo responsabile di eventuali dichiarazioni false o di conseguenze legali relative alla visualizzazione, alla lettura o al download di qualsiasi materiale di questo sito.

- di non portare a conoscenza di nessun minore il contenuto di tale sito e di non utilizzare le pagine seguenti per poter contattare o adescare minori.

- che il materiale sessualmente esplicito che visualizzo è solo per mio uso personale e che non esporrò alcun minore alla visione di tale materiale.

- di non ritenere che la visione delle pagine seguenti possa turbarmi e di non ritenere offensive ne obiettabili le immagini e testi per soli adulti, di adulti che praticano sesso o altro materiale a contenuto sessuale.

- di sollevare da qualsiasi responsabilità l'editore del sito ed il provider che lo ospita.