Dedicare la propria vita agli altri.

Discussione iniziata da Iperbole_Equilatera il 01-11-2017 - 4 messaggi - 1168 Visite

Like Tree2Likes
  • 2 Post By Iperbole_Equilatera
  1. Iperbole_Equilatera Iperbole_Equilatera è offline JuniorMessaggi 1,572 Membro dal Apr 2017 #1

    Predefinito Dedicare la propria vita agli altri.

    È da qualche tempo che guardandomi attorno provo sconforto ed insoddisfazione; non solo per le delusioni e il non essere stata accettata dagli altri, ma perché la società mi sembra alquanto vuota e superficiale. Ok, sono banalissima e retorica; lo so. Il punto è che sto iniziando a pensare di cambiare radicalmente vita: frequentare locali di sera, parlare solo di sciocchezze, sentire le amiche che si lamentano per idiozie non m'interessa più, anzi, mi fa proprio schifo ad essere onesta. Con questo non intendo dire che mi senta superiore, probabilmente ho sviluppato più sensibilità solo perché sono stata meno fortunata; ma il punto è che adesso vorrei impegnarmi concretamente per aiutare chi sta peggio, ad esempio entrare in qualche associazione di sostegno ai senzatetto, iscrivermi all'Avis, donare il midollo e cose simili. Non voglio dire che il volontariato sia un palliativo per chi viene ignorato e rifiutato, è che proprio ho bisogno di dare un senso diverso alla mia vita. È come se dopo tanto dolore avessi aperto gli occhi; sono stanca della superficialità e dell'egoismo che vedo attorno a me e che troppe volte vedo anche DENTRO di me. Io ho avuto a che fare con gente ******* e crudele che mi ha rovinato la vita offendendomi e facendomi sentire una ***** che non meritava nulla, gente che ha infierito sui sentimenti che provavo; ecco, io voglio essere una persona diversa da loro, voglio far sentire meglio gli altri, soprattutto quelli che sono stati ancora più sfortunati di me. Davvero, sono stanca di tutto questo vuoto e di questo cinismo.


     
  2. passerosolitario84 passerosolitario84 è offline FriendMessaggi 3,602 Membro dal Mar 2016 #2

    Predefinito

    Iperbole anch'io spesso sento questo forte desiderio di aiutare gli altri. É una cosa bella di per sé, ma bisogna capire se lo vogliamo davvero o se é soltanto un inganno della nostra mente: cercare di rendere felici gli altri nella speranza di rendere felici noi stessi.
     
  3. L'avatar di Discuro

    Discuro Discuro è offline PrincipianteMessaggi 171 Membro dal Oct 2017
    Località Parigi
    #3

    Predefinito

    Gentile Iperbola,

    Cosa posso dirti a parte che un grande e bello progetto. Anch'io ho dedicato dieci anni alla società. Sono economista e penso come te che il sistema (lo chiama "lo spettacolo" Guy Debord) contemporaneo è difficile per tutti e non fa sognare la giovinezza di più ...

    Sono stato anch'io una vittima di questo sistema allora ti capisco se dici che non è abbastanza uscire e chiacchierare con i ragazzi. Vorrei che sappia che c'è une grande movimento sociale che è portato dagli associazioni. Queste associazione che partecipano a questo movimento riuniscono tutte le classe della società e tutte le età. E, veramente, ciò che ci lega qualigruppi è esattamente il sentimento che hai espresso nel primo post.

    Ora posso solamente dirti due cose importante, di cui sono assolutamente convinto : l'istinto di fraternità è l'altra regole della giungla ... e psicologicamente quest'istinto è une dei modi de difesa il più avanzato. Lo spettacolo ci dice che la fraternità appartenne alle religioni e che essere adulto e solo preoccuparsi di se.

    Ma in greco l'amore si divide tra quattro nozione filosofiche distinte :

    Agapé : amore universale per il prossimo e la società in generale
    Eros : l'amore fisico
    Storgé : l'amore per i parenti, sorelle e bambini
    Philia : il piacere della compagnia degli altri.

    Nello stesso modo che l'amore per i nostri ci rendi più felici, esprimer tale sentimenti per il prossimo tra azioni ci rende ugualmente felici. Io faccio del sostegno scolastico per ragazzini sfortunati (ho studiato all'università è posso "imparali a imparare") e non ho vergogna di dire che, per esempio, il sostegno che esprimo indietro a John Smith nella sezione "depressione & malessere" fa parte di questo tipo d'azione e è MOLTO gratificante per me.

    I cinici ti diranno sempre che in realtà fai questo solo per il tuo ego e che alla fine sei cosi tanto egoista che gli altri e che tu non dovresti sentire superiore. Ma io penso davvero che quelli che hanno bisogno di di aiutare sono quelli che costruiscono la società. Se sei senti che è una necessità dovresti guardare nel elenco di associazioni di tua città.

    NB. Ma fare attenzione al tuo cuore. La miseria più essere difficile da toccare. Io, per esempio, non posso lavorare a la mensa dei poveri perché mi spezza il cuore è penso che fare dell lavoro di educazione (è une vero lavoro, serioso, con una supervisione ecc) è il meglio uso della mia capacità : potrei farlo pagare 30 euro all'ora ma lo faccio gratuitamente perché di questo modo anche io trovo un inclusione sociale che il mio lavoro indipendente non mi può fornire.


    Insomma : hai una bella anima, sarebbe peggio che tu rimanessi frustrata è in rabbia incontro la società in generale. Dare del tempo è molto meglio di dare dei soldi, questo ne te assicuro. Sia per te che per questi sfortunati.
    Ultima modifica di Discuro; 01-11-2017 alle 15:47
     
  4. L'avatar di Discuro

    Discuro Discuro è offline PrincipianteMessaggi 171 Membro dal Oct 2017
    Località Parigi
    #4

    Predefinito

    Scusate per gli errori non ho avuto il tempo di correggerli tutti ...
    Ultima modifica di Discuro; 01-11-2017 alle 15:56
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]