Diatriba amante single Vs amante impegnato - Pagina 25

Discussione iniziata da Jungle il 08-05-2021 - 344 messaggi - 20107 Visite

Like Tree277Likes
  1. L'avatar di Hannibal__Lecter

    Hannibal__Lecter Hannibal__Lecter è offline FriendMessaggi 4,777 Membro dal Aug 2020 #241

    Predefinito

    Intanto registro, en passant, che da diversi giorni, dopo aver alimentato due interessantissime discussioni, Herald è sparito (e, soprattutto, non ha trovato il tempo di rispondere alle mie domande del post #227 ).
    Etta87 likes this.




    "​Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena"
     
  2. L'avatar di K.Herald

    K.Herald K.Herald è offline ApprendistaMessaggi 232 Membro dal Feb 2021 #242

    Predefinito

    Eccomiii! Hai ragione Hannibal, non mi sono dimenticato, semplicemente mi sono goduto il weekend e non mi sono preso il tempo per farlo, anche perché sinceramente, le vostre risposte meritano ben più di un semplice like. Inoltre, stavo pensando di farne un thread a parte, personale e non continuare in questo thread dove effettivamente abbiamo avuto una leggera digressione dal focus.
     
  3. IsoldaCoeurDAnge IsoldaCoeurDAnge è offline BannedMessaggi 12,259 Membro dal Aug 2017
    Località Francia
    #243

    Predefinito

    Thread molto interessante.
     
  4. IsoldaCoeurDAnge IsoldaCoeurDAnge è offline BannedMessaggi 12,259 Membro dal Aug 2017
    Località Francia
    #244

    Predefinito

    Mi è capitato di piacermi tantissimo una persona impegnata e ho ben pensato se mi lanciavo o no.
    Ero single però mi sono resa conto che non potevo,che avrei sofferto a morte e avrei fatto altre persone soffrire.
    Mi sono fermata al tempo,per fortuna la ragione era più forte.
    Credo che chi è single e fa l'amante ha troppo da perdere e sacrificare.
    Etta87 likes this.
     
  5. L'avatar di K.Herald

    K.Herald K.Herald è offline ApprendistaMessaggi 232 Membro dal Feb 2021 #245

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hannibal__Lecter Visualizza Messaggio
    Maledizione, questo bellissimo thread mi era sfuggito... O, meglio, mi era sfuggita la bellissima storia che ha raccontato K. Herald (poi mi spiegherà come mai gli piace così tanto un semisconosciuto cantante norvegese... ).
    Storia che ho trovato molto ben scritta, coinvolgente, emozionante in più punti.
    La sua storia mi ha colpito non solo dal punto di vista stilistico, ovviamente, ma soprattutto per i contenuti.
    Grazie grazie e ancora grazie. Il nome è pura fantasia, un mix tra un acronimo e un'assonanza col nome del mio cane
    Come già ripetuto più volte, sto cercando di scrivervi la storia, la mia storia, così da poter dialogare e condividere i pensieri con un thread apposito. Prometto che lo farò a breve.

    Citazione Originariamente Scritto da Hannibal__Lecter Visualizza Messaggio
    "non cercata, ci sono cascato, ho pensato che scrivere non mi portasse a flirtare, ho pensato che l'intesa mentale non mi portasse all'intesa sessuale, ho pensato che innamorarmi non mi portasse ad amarla, ho pensato che mai avrei sofferto così tanto, ci son cascato"

    Colpisce.
    Colpisce vedere come la forza progressiva ed irresistibile di un innamoramento possa travolgere ogni ragionamento logico, ogni razionalità, ogni possibile difesa mentale: arriva, senza che quasi tu te ne accorga, ti prende e ti trascina giù, come nel gorgo di un torrente.
    Colpisce vedere come questo possa capitare anche ad una persona ben strutturata, intelligente, "quadrata", come indubbiamente appare essere Herald.
    Leggere questa storia penso possa far sorgere a chiunque la subdola domanda: "ma potrebbe capitare anche a me?"
    Ed in questo caso, come reagirei?
    Se fossimo onesti con noi stessi, dovremmo rispondere TUTTI che non lo sappiamo, non possiamo saperlo... Nel presente, chi più chi meno, una risposta ce la possiamo dare: io posso essere sicuro, come sono, non al 100% ma al 1000% che non mi avventurerei mai sulla china presa da Herald e dalla sua donna "extra"... ma tra 5-10-15-20 anni?
    Il futuro nessuno lo conosce, il futuro nessuno lo può prevedere... Chi mette la mano sul fuoco ipotecando già adesso come si potrebbe comportare nella situazione in cui "è cascato" Herald o è un mentitore o un ingenuo... E siccome io non sono né l'una né l'altra cosa, sono costretto a riconoscere, obtorto collo, che alla domanda maligna che mi ha suscitato la storia di Herald non ho una risposta, il punto interrogativo mi rimane sospeso...
    Io ho sempre creduto fermamente d'essere estremamente razionale, quadrato, ma sapevo benissimo d'esser molto sensibile, non appena ho lasciato aperto quel varco, mi son fottuto con le mie stesse mani. Apparentemente è la stessa domanda che potresti fare ad una persona con una relazione: "tradiresti mai?". Onestamente dovrebbe rispondere: "oggi no, ma tra 5-10-15-20 anni non so... forse".

    Citazione Originariamente Scritto da Hannibal__Lecter Visualizza Messaggio
    Sottoscrivo in toto.
    Però, però.... Mi rivolgo direttamente a te, Herald: secondo te quanto è probabile che un innamoramento folle e totalizzante come quello che hai appena descritto (acclarato che non possa resistere uguale a se stesso in eterno) si trasformi in un amore "maturo" fatto di "sentimenti veri"?
    Per esemplificare: quanto è probabile che un amore nato con le farfalle nello stomaco regga l'impatto con la quotidianità, con le rate del mutuo da pagare, i calzini sporchi lasciati in giro, la pipì fatta fuori dal vaso (per lei) o le crisi isteriche per un nonnulla, la suocera invadente, le ore passate ad aspettare che lei si prepari per uscire (per lui) eccetera eccetera?
    In particolare: tu sei sicuro, ma proprio sicuro sicuro, che se la tua ex si fosse comportata diversamente ed avesse lasciato il marito per iniziare una storia "vera" con te, l'innamoramento folle che ci hai descritto sarebbe sopravvissuto alla fine dell'adrenalina connessa con la sua natura di storia extra? Che si sarebbe trasformato nell'amore dei "sentimenti veri, presa di cura, presenza, preoccupazione, voler bene"?
    Ricorda che spesso consideriamo "grandi amori" gli amori impossibili, quelli travagliati, dolorosi.. Amori che se smettessero di essere tali diventerebbero, probabilmente, meno grandi... O forse non sopravviverebbero proprio.
    Io non sono sicuro di nulla mi caro Hannibal, l'unica cosa di cui sono sicuro e certo è che mi sarei messo in gioco davvero totalmente, alla follia più assurda. Non avrei cambiato chi sono, ma sarei stato disposto a cambiamenti anche abbastanza radicali, ti basti sapere che: l'avrei accolta in casa, l'avrei mantenuta (vi prego di considerarlo un termine generoso e non maschilista) mentre ci saremmo sistemati, avrei valutato assieme a lei di cambiare casa, l'avrei appoggiata in una nuova avventura lavorativa, avrei desiderato una famiglia e se la natura l'avesse permesso anche un figlio, quindi sì, ti rispondo tranquillamente sarei andato oltre a quello che sarebbe stato un semplice innamoramento. Follia da innamoramento?! Non avrebbe funzionato?! Non posso dirlo, posso soltanto dirti cosa provavo.

    Citazione Originariamente Scritto da Hannibal__Lecter Visualizza Messaggio
    "il "matrimonio" è irreparabile e l'interesse è prevalentemente egoistico ed autorealizzativo. L'amore per suo marito non lo metto in dubbio, dico seriamente, ma il matrimonio e la relazione di coppia è fottuta ed è "incollata" prevalentemente (ci tengo a sottolineare la situazione con questo aggettivo) da un legame lavorativo comune. So che vi sembrerò un pizzico velenoso, ma è ciò che penso ed in parte forse è il mio orgoglio ferito a parlare, anche se ribadisco, non metto in dubbio affetto e amore nei confronti di suo marito".

    Una descrizione che definire contraddittoria è dire poco: dici tutto ed il contrario di tutto, affermi ben due volte che lei ama suo marito (non lo metti in dubbio) ma che il suo matrimonio è finito e che lei sta con lui solo per motivi pratici, lavorativi...
    Sei sincero, però, quando dici che "forse" è il tuo orgoglio ferito a parlare...

    Ed allora ecco la domanda "cattiva", basata sulla tua distinzione tra innamoramento ed amore: non è che dovendo necessariamente scegliere tra "innamoramento" (per te) ed "amore" (per suo marito) lei abbia semplicemente scelto l'amore?
    Non la trovo una domanda cattiva, sono ben altre le domande fuori luogo, questa la trovo interessante e sono d'accordo con te quando scrivi che mi son contraddetto. Diciamo che prevale l'amore per sé stessa (e qui scroscio di applausi per i sostenitori del "prima ama te stesso") e senza alcuna ombra di dubbio un grande affetto, attaccamento, sorta di amore, per suo marito. Ci ho pensato molto anch'io se lo ama davvero, e sai cosa, mi è stato detto in una delle ultime telefonate: "amo mio marito", poi però mi è stato detto anche altro che qui non riporto insieme a: "il matrimonio è fottuto". Forse sono io che non capisco.
     
  6. L'avatar di K.Herald

    K.Herald K.Herald è offline ApprendistaMessaggi 232 Membro dal Feb 2021 #246

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fausto62 Visualizza Messaggio
    Ad es. la donna di cui si è innamorato Herald è stata sincera con lui? Ma oggettivamente sincera?
    Intendo dire se è stata sua cura far capire ad Herald la lista vera delle sue priorità di donna e di donna sposata.
    Quando si vuol capire la sincerità delle parole di una persona la si deve osservare senza l'audio. Ciò che esprime con il viso, con il corpo e con ciò che concretamente fa nella sua quotidianità.
    Io credo che sia stata sincera, io credo che i suoi occhi abbiano parlato, li ho visti, credo che il suo cuore abbia parlato, l'ho sentito, ma senza alcunissima ombra di dubbio hanno parlato ancor di più i suoi gesti: è tornata a casa sua e non ha deciso di mettersi in gioco.

    Citazione Originariamente Scritto da fausto62 Visualizza Messaggio
    Esperienze come questa di Herald portano ad essere un professionista della vita cioè ad essere una persona in equilibrio che calibra il proprio comportamento con consapevolezza. A cosa serve rischiare tutto in una relazione normale?
    Non ho capito la domanda.
     
  7. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 19,183 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #247

    Predefinito

    ... sono stato innamorato sia non corrisposto sia corrisposto ... da adolescente e giovane uomo è stato bellissimo ... non avendo esperienze di droga ma facendo riferimento a letture fatte ... credo che l'innamoramento sia più propriamente paragonabile alla LSD ... perché quando l'innamoramento piano piano cessa ci si accorge com'è realmente la persona di cui si era innamorati cioè non perfetta ... ed anche LSD copre i difetti della realtà che tornano evidenti a effetto terminato ...
    ... another perspective ...
     
  8. L'avatar di K.Herald

    K.Herald K.Herald è offline ApprendistaMessaggi 232 Membro dal Feb 2021 #248

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Spaturno999 Visualizza Messaggio
    L'unica cosa che posso dire è che ad un certo punto ci si accorge che c'è una simpatia, quella stessa simpatia che "ti ha fatto scrivere" come dici tu.
    Voi avete deciso di fare gli gnorri e "soffiare sul fuoco". Tu non avevi motivi per non farlo, lei forse poteva evitare.
    Non posso darti torto. Ciò che scrivi mi è stato detto altre volte da amici. Per come sono fatto io, le ho scritto perché sentivo di condividere questa emozione che avevo provato in sua presenza, poi ti racconterò nel dettaglio. Non le ho scritto per aprire porte o portoni o soffiare sul fuoco. Poi che possa risultare ingenuo te lo concedo.

    Citazione Originariamente Scritto da Spaturno999 Visualizza Messaggio
    Poi ripeto io non la conosco, ma da come la descrivi ne esce fuori una figura che sembra molto egocentrica, che prede ciò che vuole per se senza pensare più di tanto agli altri.
    Senza dubbi è egoista, ama sé stessa più di quanto possa amare gli altri e se altri dovranno pagare le conseguenze del suo amar sé stessa, saranno soli effetti collaterali. Vuoi mai che abbia ragione Fausto

    "La prima azione di chi ama è fare il bene di se stesso"
     
  9. L'avatar di K.Herald

    K.Herald K.Herald è offline ApprendistaMessaggi 232 Membro dal Feb 2021 #249

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fausto62 Visualizza Messaggio
    ... sono stato innamorato sia non corrisposto sia corrisposto ... da adolescente e giovane uomo è stato bellissimo ... non avendo esperienze di droga ma facendo riferimento a letture fatte ... credo che l'innamoramento sia più propriamente paragonabile alla LSD ... perché quando l'innamoramento piano piano cessa ci si accorge com'è realmente la persona di cui si era innamorati cioè non perfetta ... ed anche LSD copre i difetti della realtà che tornano evidenti a effetto terminato ...
    Sai di cosa mi sto accorgendo sempre più, di questa leggerissima sfumatura:

    Non ho idealizzato lei, perché lei rimane una donna incredibile, che stimo (sì, anche se fedifraga), che amo, che invidio (nella sua accezione positiva), no quindi, non ho idealizzato lei, ho piuttosto idealizzato il sentimento che lei provava per me, l'ho fatto più sentimento per me di quanto invece non fosse amore per sé stessa dettato dalle emozioni che le davo.
    IsoldaCoeurDAnge likes this.
     
  10. L'avatar di K.Herald

    K.Herald K.Herald è offline ApprendistaMessaggi 232 Membro dal Feb 2021 #250

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Spaturno999 Visualizza Messaggio
    Ma Rob,
    Onestamente la frase in cui la giudico egocentrica non deriva tanto da come ha trattato Herald, quanto dalla descrizione che lo stesso Herald ne ha fatto.
    Infatti la descrive in alcuni passaggi come una persona cinica che ha rinunciato all'amore per una realizzazione personale lavorativa e che inganna il marito (per cui lo stesso herald si dispiace in più post, in quanto il matrimonio è spacciato) per lo stesso motivo.
    Quindi è un giudizio non proveniente da mie elucubrazioni, ma estrapolato dai commenti dell'interessato.
    Sottoscrivo.