Dice che siamo solo amici, ma...

Discussione iniziata da eurus95 il 10-07-2020 - 8 messaggi - 438 Visite

Like Tree1Likes
  • 1 Post By eurus95
  1. eurus95 eurus95 è offline PrincipianteMessaggi 4 Membro dal Jul 2020 #1

    Predefinito Dice che siamo solo amici, ma...

    Salve, sono nuova del forum e con un dubbio enorme.Ho 25 anni. A inizio Febbraio una mia amica, D., ex compagna di banco al liceo, mi contatta per propormi di entrare in un gruppo teatrale, sapendo che amo questo genere di cose. Il suo ragazzo l'ha appena mollata e lei si è buttata in questo nuovo progetto. Il gruppo è formato da ragazzi dai venti anni in su, tutti frequentanti lo stesso locale dove mettiamo in scena i live. A gestire il tutto è un ragazzo di 28 anni, che chiamerò A., che la mia amica ha conosciuto 6 mesi prima e che io avevo già visto in qualche occasione in giro, dato che la mia città non è certo grande. Lei ci presenta per introdurmi nel gruppo e subito per me scatta la cotta. Ci vediamo spesso al locale e usiamo un gruppo whatsapp in comune con la mia amica per parlare. Sono in cura da anni per vari disturbi dell'umore che non sto qui a specificare ed entrambi scopriamo di avere anche questa diagnosi in comune. Ne scaturiscono chiacchierate notturne molto profonde, sulla malattia, su come la viviamo e l'abbiamo vissuta. Agli inizi di Marzo lui mi invita in montagna con alcuni suoi amici senza la mia amica storica. In quell'occasione conosco il suo migliore amico, N. che subito inizia a provarci con me.Qualche giorno dopo partecipo insieme al gruppo alla prima rappresentazione. La serata è un successo ma quando vedo la mia amica appartarsi con A. e chiacchierare in maniera più "spinta" faccio la cosa peggiore che si possa fare e mi butto sul migliore amico di lui, invitato alla serata.Dal giorno dopo scatta la quarantena. Io e N. cominciamo a scriverci, ma ovviamente non va come deve,ma lui continua a provarci imperterrito. Durante la quarantena però, decidiamo di cancellare il gruppo in comune e A. comincia a scrivermi in privato, finché non si stabilisce una bella amicizia. Al primo giorno di via libera mi invita ad uscire e chiama anche il suo migliore amico. Questo ovviamente continua a provarci con me e A. vedendoci insieme, fa una non proprio mascherata scenata di gelosia.Accompagnato N. a casa, io e A. discutiamo animatamente su cosa sia accaduto quel giorno e lui sostanzialmente inventa un sacco di scuse sul perché si sia comportato a quel modo. Mi dice che mai si sarebbe aspettato che io ed N. ci interessassimo l'un l'altra (bugia che ho scoperto dopo... Lo sapeva benissimo, N. gli aveva parlato del suo interesse per me)Io gli confesso di non essere così interessata ad N, di averci flirtato ma di aver scoperto che non siamo compatibili per una relazione, almeno dal mio punto di vista, e lui mi dice che a lui è successa la stessa cosa con D.Mi chiede di uscire insieme qualche volta, dice che in me rivede molto di lui e che il mio modo di pensare lo affascina (è un tipo molto particolare e visionario, credo come tutti gli artisti)Cominciamo a uscire decidendo di tenere per noi la nostra amicizia, o almeno di non rivelare agli altri che usciamo così assiduamente insieme, facendo credere a tutti di essere si amici, ma come prima della quarantena. Intanto io ed N. ci allontaniamo e vengo a sapere da altre persone del gruppo che A. ha cominciato ad allontanare D. dal gruppo. Un nostro amico in comune mi dice che mesi fa, prima del mio arrivo, A. gli aveva confessato di essersi innamorato di D. ma che ora sembra volerla tenere lontana a tutti i costi. Lei dopo un po' abbandona del tutto il gruppo. Provo a parlarle ma lei è chiusa, mi dice solo che il teatro l'ha stancata. Io e A. usciamo sempre più spesso e facciamo sempre più tardi, fino a rimanere a dormire in auto una sera. Io spesso lo affronto riguardo la questione delle uscite di nascosto dagli altri, ma ogni volta che lo faccio mi attacca, facendomi sentire persino in colpa per aver fatto domande in merito. E questa cosa mi puzza, riconosco il comportamento di chi ha qualcosa da nascondere. Lui mi manda segnali contraddittori, mi parla come se fossimo già una coppia, mi dice che le nostre uscite sono l'unica cosa bella che ha ultimamente, che sono diventate una droga. Comincia a mandarmi il buongiorno e la buonanotte. Parliamo spesso anche tutta la notte, spesso fa battute su una possibile convivenza e quando andiamo in giro per negozi fa finta di essere una coppia. È molto timido nel toccarmi o lasciarsi toccare da me, anche solo sfiorare, anche se una sera ci abbracciamo quando mi riaccompagna a casa e addirittura mi annusa i capelli e il collo senza preoccuparsi di essere discreto. Dopo quella sera però lui ha di nuovo una crisi depressiva e mi allontana perché ha paura che io abbia paura di lui quando è così. Dopo un po' di giorni di silenzio mi chiama e mi dice che sta meglio e che vorrebbe che rimanessi da lui a dormire per la notte.Io vado senza troppi problemi. Avviene tutto in modo naturale. Un secondo prima stiamo chiacchierando, un secondo dopo siamo aggrovigliati l'un l'altra. A quel punto lui mi chiede se vogliamo farlo, ma senza ripercussioni. Mi dice che vuole sapere se provo dei sentimenti per lui perché lui dal canto suo "non ha alcun dubbio" (mi fa capire che intende che non prova nulla per me, ma non è esplicito... Lui non è mai esplicito, fa allusioni, parla in modo vago sempre, quello che dice si presta a mille interpretazioni, così quando io provo a dare un nome alle cose lui può sempre rigirare la frittata a suo piacimento) Io non rispondo ma gli dico che non voglio fare sesso con lui quella sera. Lui mi dice che non ricapiterà più se non lo facciamo quella sera e che comunque non mi sono persa nulla, perché un c****o equivale a un altro (come se gli avessi dato del gigolò... Mah) Mi confessa allora che sapeva di me e N. quando ha iniziato a scrivermi durante la quarantena. Io ormai decisamente esausta dai suoi giochi mentali e non proprio stabile emotivamente ho un forte crollo emotivo e lui mi consola, salvo averlo anche lui poco dopo. Passiamo il resto della notte abbracciati e ad accarezzarci a vicenda. Negli ultimi due giorni lui sembra stare molto meglio emotivamente, è oberato di lavoro ma ci sentiamo ancora, anche se molto meno. Spesso mi scrive prima lui, a volte prima io. Ma mi sembra un po' distante.Ho ricontattato D. in questi ultimi giorni e mi ha detto che si sentono ancora, ma lei pare restia a tornare al locale o a vederci di nuovo tutti insieme perché "vuole evitare certe situazioni"Io non so davvero cosa fare, non ci sto capendo nulla. Lui si sta davvero divertendo a giocare con me oppure ho davvero una speranza?È una persona con un problema e questo lo so, ma non vorrei essere finita in una ragnatela più grande di me. Qualche consiglio da parte di maschietti? Grazie


     
  2. L'avatar di Totoro

    Totoro Totoro è offline PrincipianteMessaggi 111 Membro dal Nov 2015
    Località Va-Mi
    #2

    Predefinito

    E' una situazione spinosa che secondo me non si risolve finchè non scopri che cosa lo tiene così tanto a freno. Lui è un indeciso di natura, ma anche gli indecisi di natura smettono di esserlo se non hanno motivo di essere indecisi. Da come ne parli mi sembra che a lui piaci, eppure c'è qualcosa di strano che non torna. Devi sforzarti ad avere una conversazione in cui lui ti dice sinceramente quello che prova e quali sono gli ostacoli che lui percepisce. Se non ci riesci io eviterei di perderci troppo tempo perchè solitamente imbarcarsi in queste storie porta più dolori che gioie.
     
  3. L'avatar di Maslow

    Maslow Maslow è offline JuniorMessaggi 1,770 Membro dal Nov 2019
    Località Italy
    #3

    Predefinito

    Le cotte passano... Per me ad A non interessi davvero e l'amico voleva pucciare il biscotto...
     
  4. eurus95 eurus95 è offline PrincipianteMessaggi 4 Membro dal Jul 2020 #4

    Predefinito

    Grazie per le risposte. Cercherò di essere più distaccata da lui, almeno sul piano emotivo, comincio a capire che se mi perdo troppo in questa storia ne uscirò davvero "ammaccata". L'unica in questo caso è cercare di non farsi coinvolgere troppo e lui in questo mi sta anche dando una mano, perché i suoi giochetti mi stanno davvero drenando energia.
    Grazie ancora a tutti.
     
  5. L'avatar di Melograna

    Melograna Melograna è offline JuniorMessaggi 1,763 Membro dal Aug 2019 #5

    Predefinito

    Sei invischiata e non ti rendi conto che in realtà la situazione è più chiara di quel che pensi.
    Hai ragione dove dici che questo tizio fa giochini mentali. È un manipolatore. Sta recitando il ruolo dell'artistoide che và in confusione, e che mette disordine nella propria vita e in quella degli altri. In realtà a me sembra che abbia le idee molto chiare: voleva portarti a letto, ma per lui provarci e basta, sarebbe stato troppo scontato, perché lui è un artista, mica qua qua come chiunque altro.
    Se vuoi un consiglio, allontanati il più possibile da questo tizio e dalla sua combriccola di amici.
    Non fidarti.
    La cattiveria ha due genitori: l'ignoranza e la sofferenza.
     
  6. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline FriendMessaggi 4,200 Membro dal Aug 2017 #6

    Predefinito

    I problemi li hai anche tu, quindi puoi passarci sopra.
    Il vero problema qui è il bisogno di nascondersi, che per me è sintomo del fatto che non gli piaci veramente. L’amore non passa in un secondo e qualche mese prima si dichiarava innamorato della tua amica (che sente ancora). Io lo lascerei perdere. Se veramente era innamorato della tua amica, è ancora preso da lei. E se non lo era ed era tutta manipolazione, beh è ancora più squallido di quanto io pensassi.
    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​
     
  7. eurus95 eurus95 è offline PrincipianteMessaggi 4 Membro dal Jul 2020 #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Melograna Visualizza Messaggio
    Sei invischiata e non ti rendi conto che in realtà la situazione è più chiara di quel che pensi.
    Hai ragione dove dici che questo tizio fa giochini mentali. È un manipolatore. Sta recitando il ruolo dell'artistoide che và in confusione, e che mette disordine nella propria vita e in quella degli altri. In realtà a me sembra che abbia le idee molto chiare: voleva portarti a letto, ma per lui provarci e basta, sarebbe stato troppo scontato, perché lui è un artista, mica qua qua come chiunque altro.
    Se vuoi un consiglio, allontanati il più possibile da questo tizio e dalla sua combriccola di amici.
    Non fidarti.
    Forse questa è la ricostruzione più realistica che tu abbia fatto di lui.
    Penso di non avere altra scelta che allontanarmi. Mi dispiace solo per il gruppo à cui sono molto legata, ma a questo punto, se viene a mancare coesione tra noi, ne risentirà anche il lavoro che facciamo.
    Melograna likes this.
     
  8. eurus95 eurus95 è offline PrincipianteMessaggi 4 Membro dal Jul 2020 #8

    Predefinito

    Come volevasi dimostrare, dopo pochi giorni... Sparito *---*
    Ma non prima di avermi detto di averlo "usato" per farmi una sc****a
    Adoro tutto questo