Donne svantaggiate nel mondo del lavoro?

Discussione iniziata da francesco1983 il 11-01-2016 - 46 messaggi - 3030 Visite

Like Tree35Likes
  1. L'avatar di francesco1983

    francesco1983 francesco1983 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 5,459 Membro dal Mar 2015
    Località Italia
    #1

    Predefinito Donne svantaggiate nel mondo del lavoro?

    Voi vi sentite svantaggiate? rispetto agli uomini a parità di competenze, professionalità ecc ecc.

    Ogni tanto vengono fuori statistiche che dimostrano che gli uomini lavorano di piu' e guadagnano di piu'... sarà... io in parte penso sia dovuto alla scelta di tante donne di abbandonare o comunque non spingere sulla carriera lavorativa in favore di altro... perchè in assoluto, almeno nei lavori che ho fatto io, a me sembra che essere donna sia invece un discreto vantaggio... ho visto ragazze (chiaramente carine) preferite a me anche se professionalmente mi potevano giusto fare un pomp... però preferite perchè ragazze e fighette... in linea di massima che le ragazze siano sfavorite non ho mai avuto un riscontro reale...


     
  2. ameliadespel ameliadespel è offline BannedMessaggi 8,015 Membro dal Nov 2015
    Località italia
    #2

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da francesco1983 Visualizza Messaggio
    Voi vi sentite svantaggiate? rispetto agli uomini a parità di competenze, professionalità ecc ecc.

    Ogni tanto vengono fuori statistiche che dimostrano che gli uomini lavorano di piu' e guadagnano di piu'... sarà... io in parte penso sia dovuto alla scelta di tante donne di abbandonare o comunque non spingere sulla carriera lavorativa in favore di altro... perchè in assoluto, almeno nei lavori che ho fatto io, a me sembra che essere donna sia invece un discreto vantaggio... ho visto ragazze (chiaramente carine) preferite a me anche se professionalmente mi potevano giusto fare un pomp... però preferite perchè ragazze e fighette... in linea di massima che le ragazze siano sfavorite non ho mai avuto un riscontro reale...
    ok, eppure le retribuzioni (dati ufficiali) non possono mentire.

    l'ottenere lavoro in cambio di favori sessuali ti sembra un vantaggio' per una che si presta, ce ne saranno 10 o 20 scartate.

    a parte questo, a me è stato chiesto se ero sposata, se avevo figli, se volevo farne. cosa che nonriguarda il mio datore i lavoro eventuale.

    e sai la motivazione che mi è stata addotta? noi non cerchiamo persone con molta esperienza, ma persona giovani che passino molto tempo e si dedichino con tutte loro stesse al lavoro.

    come se avere un fidanzato o dei figli voglia ire non mettere impegno nel lavoro. tanto più che anche i padri possono chiedere il congedo, che esistono asili, baby sitter e tutto un mondo.

    ma è la testa di certi imprenditori che andrebbe cambiata (o tagliat, dipende dai punti di vista).

    ad altre mie conocenti è stata fatta firmare la lettera di dimissioni, da usare in caso di ascita di un figlio, anche se loro avessero voluto reatare a lavorare.
     
  3. L'avatar di Navigatore1

    Navigatore1 Navigatore1 è offline Super FriendMessaggi 5,802 Membro dal Apr 2015
    Località Torino
    #3

    Predefinito

    Beh un discrimine ci può essere nelle aziende piccole al momento dell'assunzione ma poi una volta che sono dentro.... aleee
    E' chiaro che vale solo per le carine e disponibili (dove per disponibilità a volte basta un po' di gattamortismo a volte eh) per il resto sono al pari degli uomini non certo di meno
     
  4. L'avatar di crimar

    crimar crimar è offline Super FriendMessaggi 7,444 Membro dal Apr 2010
    Località Milano
    #4

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ameliadespel Visualizza Messaggio
    a parte questo, a me è stato chiesto se ero sposata, se avevo figli, se volevo farne. cosa che nonriguarda il mio datore i lavoro eventuale.
    ...
    tanto più che anche i padri possono chiedere il congedo, che esistono asili, baby sitter e tutto un mondo.
    I nove mesi di gravidanza però (con tanto di esonero - legittimo - da determinate mansioni ritenute faticose o comunque "a maggior rischio") sono appannaggio esclusivamente delle femmine, tanto è vero che se i padri possono chiedere permessi straordinari, per le madri invece un periodo di assenza pre e post parto è obbligatorio per incontestabili ragioni di salute.
    Ultima modifica di crimar; 11-01-2016 alle 15:52 Motivo: aggiunta citazione
     
  5. bruttino bruttino è offline BannedMessaggi 533 Membro dal Dec 2015 #5

    Predefinito

    Le donne sono il sesso forte Oggigiorno, piantatela per favore con questi piagnistei e queste bugie. Non sono svantaggiate in nulla, anzi sono avvantaggiatissime. Sono avvantaggiate anche nel mondo del lavoro ovviamente. Quelle carine soprattutto. Poi comunque resta una mia opinione personale.
    francesco1983 likes this.
    Ultima modifica di bruttino; 11-01-2016 alle 15:52
     
  6. L'avatar di francesco1983

    francesco1983 francesco1983 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 5,459 Membro dal Mar 2015
    Località Italia
    #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ameliadespel Visualizza Messaggio
    ok, eppure le retribuzioni (dati ufficiali) non possono mentire.

    l'ottenere lavoro in cambio di favori sessuali ti sembra un vantaggio' per una che si presta, ce ne saranno 10 o 20 scartate.

    a parte questo, a me è stato chiesto se ero sposata, se avevo figli, se volevo farne. cosa che nonriguarda il mio datore i lavoro eventuale.

    e sai la motivazione che mi è stata addotta? noi non cerchiamo persone con molta esperienza, ma persona giovani che passino molto tempo e si dedichino con tutte loro stesse al lavoro.

    come se avere un fidanzato o dei figli voglia ire non mettere impegno nel lavoro. tanto più che anche i padri possono chiedere il congedo, che esistono asili, baby sitter e tutto un mondo.

    ma è la testa di certi imprenditori che andrebbe cambiata (o tagliat, dipende dai punti di vista).

    ad altre mie conocenti è stata fatta firmare la lettera di dimissioni, da usare in caso di ascita di un figlio, anche se loro avessero voluto reatare a lavorare.
    Questo vale anche per gli uomini attenzione.
    Certe aziende cercano figure che abbiano la massima flessibilità, nessun legame, ne intenzione di metter su famiglia, per potersi dedicare interamente al lavoro e magari trasferirle da una città all'altra a piacimento.
    Non riguarda solo le donne, lo chiedono anche agli uomini.
     
  7. L'avatar di francesco1983

    francesco1983 francesco1983 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 5,459 Membro dal Mar 2015
    Località Italia
    #7

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ameliadespel Visualizza Messaggio
    ok, eppure le retribuzioni (dati ufficiali) non possono mentire.

    l'ottenere lavoro in cambio di favori sessuali ti sembra un vantaggio' per una che si presta, ce ne saranno 10 o 20 scartate.

    a parte questo, a me è stato chiesto se ero sposata, se avevo figli, se volevo farne. cosa che nonriguarda il mio datore i lavoro eventuale.

    e sai la motivazione che mi è stata addotta? noi non cerchiamo persone con molta esperienza, ma persona giovani che passino molto tempo e si dedichino con tutte loro stesse al lavoro.

    come se avere un fidanzato o dei figli voglia ire non mettere impegno nel lavoro. tanto più che anche i padri possono chiedere il congedo, che esistono asili, baby sitter e tutto un mondo.

    ma è la testa di certi imprenditori che andrebbe cambiata (o tagliat, dipende dai punti di vista).

    ad altre mie conocenti è stata fatta firmare la lettera di dimissioni, da usare in caso di ascita di un figlio, anche se loro avessero voluto reatare a lavorare.
    Il punto è che nella peggiore delle ipotesi, ovvero che non fanno nemmeno un pò le gatte morte o non sono un pò fighe allora in quel caso vengono prese alla pari con un uomo... ovvero se sanno fare il loro lavoro e servono vengono prese... altrimenti no...
     
  8. ameliadespel ameliadespel è offline BannedMessaggi 8,015 Membro dal Nov 2015
    Località italia
    #8

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da crimar Visualizza Messaggio
    I nove mesi di gravidanza però (con tanto di esonero - legittimo - da determinate mansioni ritenute faticose o comunque "a maggior rischio") sono appannaggio esclusivamente delle femmine, tanto è vero che se i padri possono chiedere permessi straordinari, per le madri invece un periodo di assenza pre e post parto è obbligatorio per incontestabili ragioni di salute.
    ci mancherebbe altro.
     
  9. ameliadespel ameliadespel è offline BannedMessaggi 8,015 Membro dal Nov 2015
    Località italia
    #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da francesco1983 Visualizza Messaggio
    Questo vale anche per gli uomini attenzione.
    Certe aziende cercano figure che abbiano la massima flessibilità, nessun legame, ne intenzione di metter su famiglia, per potersi dedicare interamente al lavoro e magari trasferirle da una città all'altra a piacimento.
    Non riguarda solo le donne, lo chiedono anche agli uomini.
    posso dirti che ho "spiato" i colloqui degli aspiranti maschi e queste cose non gli sono state cieste.

    ovvio che non mi sia capitato in tutti i colloqui, ma, alcuni mi hanno fatto proprio capire di non volermi in quanto donna e a rischio di fare figli.
     
  10. L'avatar di crimar

    crimar crimar è offline Super FriendMessaggi 7,444 Membro dal Apr 2010
    Località Milano
    #10

    Predefinito

    Qui non è in discussione il diritto delle donne di diventare mamme salvaguardando la salute loro e del feto, bensì quello, altrettanto valido, del datore di lavoro di assumere una persona che sarà in grado di svolgere al 100% le mansioni per cui è pagata. In questo senso è ovvio che una donna parta svantaggiata oppure, nel caso di assunzione, che abbia una retribuzione inferiore in quanto potenzialmente a rischio "assenteismo".
    CIAMBELLINA NON TI DIMENTICHERO' MAI!
    MEGLIO SOFFRIRE PER POI GIOIRE, CHE ILLUDERSI E POI MORIRE.
    Fiero di aver fischiato "La Marsigliese"!
    Il mondo è dei furbi, tutt'al più dei ricchi. Certo non degli onesti.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]