L' educazione sessuale

Discussione iniziata da amorefallito il 27-01-2018 - 13 messaggi - 997 Visite

Like Tree8Likes
  1. amorefallito amorefallito è offline PrincipianteMessaggi 98 Membro dal Jan 2018
    Località Milano
    #1

    Predefinito L' educazione sessuale

    questa sconosciuta. c'è una barzelletta:
    "mamma quando fai l'amore con papà gli dici grazie?"
    "no"
    "papà quando fai l'amore con mamma gli dici grazie?"
    "no"
    "e allora cos'è questa educazione sessuale?"
    --------------------
    chi la dovrebbe impartire?
    i genitori? i nonni? gli zii? la scuola? i coetanei?
    di fatto l'apprendiamo in gran parte dei coetanei o poco più grandi, o da internet, un tempo dalle riviste pornografiche, nel senso che imparavamo cosa si fa in un certo qual modo, altrimenti non avremmo mai visto un nudo fino all'eventuale prima notte di matrimonio, o primo incontro intimo col partner.
    tempo fa ho letto che qualcuno del mondo del porno diceva che non era quella la via per imparare la sessualità, e se lo dicono loro ...
    ok, però bisogna fare qualcosa e mai nessuno ha fatto niente. ma in che modo? da parte di chi?
    ci insegnano un sacco di cose inutili, e non quella tra le più importanti nella vita.
    dite la vostra.
    passerosolitario84 likes this.


     
  2. L'avatar di crimar

    crimar crimar è offline Super FriendMessaggi 7,444 Membro dal Apr 2010
    Località Milano
    #2

    Predefinito

    A mio avviso è giusto impararla strada facendo da "autodidatti". Qualunque adulto se ne prendesse carico finirebbe infatti per dare vita a un discorso imbarazzante da entrambe le parti che di fatto non porterebbe ad alcun risultato.
    CIAMBELLINA NON TI DIMENTICHERO' MAI!
    MEGLIO SOFFRIRE PER POI GIOIRE, CHE ILLUDERSI E POI MORIRE.
    Fiero di aver fischiato "La Marsigliese"!
    Il mondo è dei furbi, tutt'al più dei ricchi. Certo non degli onesti.
     
  3. passerosolitario84 passerosolitario84 è offline FriendMessaggi 4,249 Membro dal Mar 2016 #3

    Predefinito

    Dovrebbero essere insegnarla i genitori, in base ai propri valori e all'età dei figli.
     
  4. L'avatar di sakura985

    sakura985 sakura985 è offline Super FriendMessaggi 6,495 Membro dal Mar 2017 #4

    Predefinito

    Spesso si dimentica che le prime curiosità, più ingenue magari, nascono da piccoli: "perché i maschietti hanno il pisellino?" viceversa "perché le femminucce hanno la patatina?".
    Ecco, sembrano domande stupide, ma da qui si inizia con le domande, e da qui, i figli, in base alle risposte che riceveranno dai genitori, instaureranno automaticamente quel rapporto grazie alla quale, crescendo, inizieranno man mano a porre altre domande, sempre più intime.
    Oppure, si alzerà una barriera che porterà a mettere questi discorsi come tabù, perché ci si rende conto che i genitori, quelle risposte, non te le danno, e ti lasciano col dubbio...

    Sono del parere che sia giusto saziare queste curiosità con delle risposte adeguate in base all'età, aggiungendo magari dei dettagli con il crescere del figlio/a.

    Inutile prendersi in giro, all'età adolescenziale si arriva già con la piena conoscenza di cosa sia il sesso. La differenza starà se aiutato nella comprensione da una precedente "formazione" avvenuta con il dialogo col genitore, oppure se appreso solo tramite le "dicerie" tra passaparola con amici o da internet.

    Io, ogni volta che mia figlia viene a chiedere, sono felice perché preferisco essere io a dissipare dubbi e sfamare curiosità con risposte quanto più adeguate ed oneste, piuttosto che andare a chiedere all'amichetta o facendo ricerche sul web (cosa che capiterà, prima o poi, ma almeno so che un'educazione corretta di base ce l'ha).
    Non si vede bene che col cuore, l'essenziale è invisibile agli occhi. (Antoine de Saint-Exupéry)
     
  5. L'avatar di SilentScream

    SilentScream SilentScream è offline FriendMessaggi 4,438 Membro dal Dec 2017 #5

    Predefinito

    Concordo con sakura ci sono domande che si pongono fin da bambini a cui i genitori dovrebbero dare un minimo di risposte...secondo me ok la vergogna ci sta ma non dovrebbe essere un tabù parlarne in famiglia...io vengo da una famiglia molto chiusa ed ho dovuto scoprire da me cose, ma credo che in parte bisognerebbe essere disposti a trattare il discorso in famiglia.
    Sarei favorevole anche ad introdurre un corso di educazione sessuale già alle medie perché è sempre meglio imbarazzarsi un po' ma sapere le cose piuttosto che leggere certe idiozie su internet e poi rimanere incinte perché ci si è informati e preso le cose sotto gamba.
    Sento troppe storie di poco più che bambine in casini del genere perché hanno fatto certe cose alla leggera, pensando non succede niente o affidandosi a credenze ridicole e consigli di coetanei mal informati.
    Io sarei per la combo famiglia in primis e scuola in modo da coprire ogni possibilità e far si che i ragazzi siano informati e consapevoli.
    amorefallito likes this.
     
  6. L'avatar di MonacoFrigido

    MonacoFrigido MonacoFrigido è offline SeniorMessaggi 11,652 Membro dal Jun 2016
    Località A nord-est rispetto a PINASO
    #6

    Predefinito

    Una delle ragioni per cui io non sarei un buon padre è che non riuscirei mai ad instaurare un dialogo con un mio ipotetico figlio, né su questi argomenti né su altri, ed è per questo che io ho deciso che non diventerò mai padre. Avendo io sempre criticato i cattivi genitori, non voglio mancare di coerenza.
    UN BEL CALCIO
     
  7. L'avatar di SilentScream

    SilentScream SilentScream è offline FriendMessaggi 4,438 Membro dal Dec 2017 #7

    Predefinito

    Sarà che io non so se voglio dei figli e l'idea metterebbe a disagio pure me...però credo sia "necessario" che il bambino non percepisca dal genitore che non si possa parlare...proprio per questa difficoltà io metterei un corso obbligatorio già al primo anno delle medie dove i ragazzini iniziano a capire cosa succede, in modo che anche nelle famiglie dove ci sono difficoltà a parlare di certi argomenti si riesca ad avere una buona educazione sessuale.
     
  8. amorefallito amorefallito è offline PrincipianteMessaggi 98 Membro dal Jan 2018
    Località Milano
    #8

    Predefinito

    io non ho mai avuto figli e forse non ne avrò mai, ma veramente non saprei come rispondere ad una domanda come detto sopra "perchè i bambini hanno il pisellino e le bambine la patatina". a dire il vero da bambino questa domanda non me la ero neanche posta!
    comunque sono d'accordo: famiglia e scuola.
    ma anche consultori, ecco, le asl dovrebbero prevedere qualcosa in tal senso, almeno dal punto di vista scientifico, e dopo dal punto di vista psicologico, ma forse questo già lo fanno, non so
     
  9. ragazzobds ragazzobds è offline FriendMessaggi 4,056 Membro dal Jul 2017 #9

    Predefinito

    Dovrebbero parlarne i genitori e la scuola, in maniera illuminata però.

    In base all'età del bambino e alle domande che pone. Instaurare un dialogo è fondamentale con i genitori, anche per superare l'imbarazzo che ci sarebbe comunque, e che se non abbattutto rischia solo di accentuarsi con l'andare del tempo.
     
  10. nebbiainpolvere nebbiainpolvere è offline JuniorMessaggi 1,032 Membro dal Mar 2016 #10

    Predefinito

    In un mondo ideale sarebbe giusto che fossero i genitori a instradare i figli anche dal punto di vista sessuale, ma indubbiamente questo creerebbe imbarazzo da entrambe le parti.
    amorefallito likes this.