Esiste ancora gente che si vuole emozionare? - Pagina 5

Discussione iniziata da FBGL il 17-07-2017 - 42 messaggi - 2150 Visite

Like Tree74Likes
  1. L'avatar di Ridiamo

    Ridiamo Ridiamo è offline Super FriendMessaggi 7,927 Membro dal Mar 2016
    Località Milano città dell'anima mia.
    #41

    Predefinito

    Il mio compagno mi ha conquistata una sera in cui gli stavo raccontando una vicenda personale e gli ho visto inumidirsi gli occhi. Ho capito che c'era affinità di sensibilità.
    È un peccato che le emozioni vengano spesso così tenute a freno dagli uomini (ed anche dalle donne ormai).

    Come ha regione il Papa quando dice "non abbiate paura della tenerezza"!


    susy84, Ivanhoe89 and Tony59 like this.
     
  2. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline Super FriendMessaggi 5,850 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #42

    Predefinito

    Volete che vi dica un'esperienza davvero commovente, che mi fa venire i lucciconi o quasi?

    Mi viene in mente ora, me l'ha fatto venire in mente Ridiamo, col suo racconto relativo alla sua vacanza in Grecia,
    anche se vi sto raccontando una cosa diversa.
    Nel 1998 trascorsi, da solo come sempre, una settimana a Parigi. E' stata l'unica volta che io sia stato in Francia.
    Non potevo perdermi il Louvre. Mi ci recai, feci tutta la fila necessaria, lunga, per poter entrare, pur senza attendere
    troppo a lungo. Mi interessava vedere i vari dipinti, però, l'avete capito, principalmente desideravo vedere la Gioconda
    o la Monna Lisa, come la si voglia chiamare, di Leonardo. Entrando in sala, la vidi subito...bientot...de paca.
    Sì, mi viene anche da pensare con gratitudine ai francesi, al personale di direzione e amministrazione del museo.
    Il quadro è davvero piccolo, relativamente alle dimensioni degli altri esposti. Ha una particolare chiarezza e perfino
    luminosità, rispetto a quelle altre opere. Era collocato al centro della parete, così da acquistare un rilievo e un'evidenza,
    da non sfuggire all'attenzione di nessuno. Non dico tutta la gente in sala, però vorrei dire più di un terzo dei visitatori presenti,
    erano radunati lì...davanti a quel ritratto, oltretutto così misterioso e discusso, di un grande artista e non solo, emblema
    della nostra cultura rinascimentale.
    Vi scarabocchio e vi mando un saluto, dalla piazza principale di Lienz (Hauptplatz Lienz).Auf wiedersehen
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]