Essere come il buon vino

Discussione iniziata da LostForever il 13-09-2021 - 3 messaggi - 347 Visite

  1. L'avatar di LostForever

    LostForever LostForever è offline ApprendistaMessaggi 228 Membro dal Nov 2018 #1

    Predefinito Essere come il buon vino

    Stamattina sveglia relativamente tardi, alle 7, colazione e poi palestra alle 8. 1 ora e 45 di allenamento e poi fuori, via a bere un caffè rapido con un ragazzo che viene in palestra. Nulla di che, solita routine che amo, se non per un piccolo fattore... Poco dopo esser arrivati al bar intravedo una mia ex compagna delle medie. Ebbene si, proprio lei, la più bella e la più desiderata della classe e anche della scuola, non che la concorrenza fosse esagerata, ma aveva davvero il fatto suo. Sono passati tanti, tantissimi anni, io non ho più avuto modo di parlare con lei, l'ho intravista si e no 2/3 volte in 15 anni, ma in tutta onestà mica sentivo il bisogno di cercarla, parlarle o altro. La vita corre veloce e ognuno prende la propria strada.Mi sembra ieri di sognare d'avere 18 anni per prendere la patente, ora ho 30 anni. Ho continuato a parlare con il mio "collega di palestra" io l'avevo notata, ma lei non aveva fatto altrettanto e va benissimo così. Proprio quando stavamo per alzarci dal tavolo, arriva lei, senza che io me ne accorgessi e mi dice "Ma sei davvero tu?" oltre ad avermi fatto prendere uno spavento, le dico "si io sono io" da lì abbiamo iniziato a parlare del più e del meno, poi mi chiede se puo' sedersi con noi, assieme alla sua amica, il mio collega decide di andarsene per via di un impegno, ed io le dico che non ci sono problemi. Resto con lei e la sua amica, mai vista prima, si parla e soprattutto parla lei, Madonna mia quanto è diventata logorroica.Racconta i tempi delle elementari e delle medie alla sua amica, racconta tutto, tranne che io le chiesi più volte di diventare la mia fidanzatina, ricevendo sempre risposta negativa. Be che male c'è? Allora lo racconto io. È anche grazie a lei se da piccino ho iniziato a capire di non essere Brad Pitt. Lei diventa rossa e "ta dan" la sua amica se ne esce con un "Gli hai detto di no????" io all'inizio non avevo subito afferrato, ma poco dopo si. La mia compagna delle medie non sapeva più che dire e se ne esce con un "be alle medie mica era così" cosa ho pensato in quel momento? Che era ancora decisa e anche un po' sfacciata come all'ora. Confermo quanto detto da lei e rincaro proprio la dose. Ero magrolino all'epoca, mia madre mi vestiva di m. e non ero per niente un bel ragazzino. Non ero brutto, ma manco bello, normale, tendente al brutto per come mi tenevo/tenevano in più il mio carattere super impulsivo non aiutava. La mia compagna delle medie se ne esce con la frase che porta il titolo della suddetta discussione "siamo grandi abbastanza da poter dire che sei come il buon vino, invecchiando sei decisamente migliorato. Fai palestra vero? (ma va dai, chi l'avrebbe mai detto!) barba, capelli lunghi che ti stanno proprio bene. Ne è passato di tempo e tu sei quello che è migliorato più di tutti." Non ero stupito, ne esaltato, ne altro, quelle parole ho iniziato a pensarle io anni fa.Ho sempre fatto tanti errori, gravi anche, che mi hanno pesato per anni. Non sapevo controllarmi e nessuno me lo aveva insegnato, ero scorbutico e impulsivo. Avevo tanti amici, ma altrettanti "nemici" all'epoca. A scuola andavo male e già alle medie mi sentivo dire dalle insegnanti che sarei diventato un fallito. A 14 anni io e la mia compagnia iniziammo ad uscire il Sabato sera ed il mantra era sempre lo stesso "ubriacarsi" i miei genitori mi dicevano di tornare a casa a mezzanotte, ma io ci tornavo alle 6 del mattino spesso e volentieri. Per rendere credibile il mio ritardo, dicevo che ero rincasato all'una, loro tanto dormivano e ci credevano. Non potevo biasimare le voci che giravano in paese su me ed i miei amici. Ma gli anni sono passati e col tempo si matura.Ora sono come il buon vino, la mia ex compagna di scuola non è la prima che me lo dice, ma grazie a me che mi sono dato da fare. Bevo 1 birra a settimana da anni ormai, mi capita ancora di ubriacarmi, ma molto raramente meno di 1 volta all'anno e non sono di certo le sbronze dell'epoca, quella in cui finivo per sboccare l'anima in qualche vialetto. Lavorativamente parlando sto facendo carriera e sono molto contento, ma la stessa cosa vale per quasi tutti i miei amici. Abbiamo trovato la nostra strada che ci sta portando in alto.Non è una rivalsa, non è una rivincita, è parte di me e basta.Della mia ex compagna che dire? È rimasta sempre bella, ma non si è data da fare più di tanto, si è cullata troppo sugli allori. Le ho chiesto cosa faccia oltre a lavorare e uscire, mi ha detto che non fa nulla. Io le ho detto che le persone così sono larve e che si dovrebbe svegliare... L'ho punzecchiata non poco e lei rosicava. Mi ha chiesto info sulla palestra, le ho spiegato un po' di cose e mi ha detto che si iscriverà. A me frega poco in tutta onestà, spero che lo faccia solo per il titolare della palestra, che così avrebbe una cliente in più.Non so nemmeno io perché ho scritto queste cose, alla fine non c'è uno scopo, un senso in questa discussione. Di tanto in tanto però mi piace parlare di me e ancor di più del mio passato e di come son cambiato. Perché io mi sento davvero d'esser stato aiutato solo dai miei amici e da me stesso e sono ultra fiero di me.


     
  2. L'avatar di Azzy

    Azzy Azzy è offline Super FriendMessaggi 7,512 Membro dal Dec 2015 #2

    Predefinito

    La vita dà e toglie continuamente, sei stato bravo a trovare equilibrio e a non rimanere un ragazzino ubriacone: è il minimo, crescere. Sei come tanti altri, tanti brutti anatroccoli che crescendo sono diventati adulti belli fisicamente e indipendenti.
    Non mi sembra un buon motivo per apostrofare gli altri come larve. Ognuno fa secondo le proprie capacità, l'educazione ricevuta e un po' di fortuna. I bilanci si faranno a 100 anni.
    In ogni caso hai ragione di essere soddisfatto di te stesso, la strada è quella buona.
    Welcome Home
     
  3. L'avatar di LostForever

    LostForever LostForever è offline ApprendistaMessaggi 228 Membro dal Nov 2018 #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Azzy Visualizza Messaggio
    La vita dà e toglie continuamente, sei stato bravo a trovare equilibrio e a non rimanere un ragazzino ubriacone: è il minimo, crescere. Sei come tanti altri, tanti brutti anatroccoli che crescendo sono diventati adulti belli fisicamente e indipendenti.
    Non mi sembra un buon motivo per apostrofare gli altri come larve. Ognuno fa secondo le proprie capacità, l'educazione ricevuta e un po' di fortuna. I bilanci si faranno a 100 anni.
    In ogni caso hai ragione di essere soddisfatto di te stesso, la strada è quella buona.
    Non mi sento speciale infatti. Reputo speciali ben altre persone che fanno cose ben più importanti, questo è poco ma sicuro.
    Se leggi bene ho scritto che l'ho punzecchiata, non ho pensato realmente che fosse una larva. Ma è stato divertente, perché lei era la reginetta della scuola e nessuno si azzardava a dirle nulla, punzecchiandola così, oltre che per scherzare, ho voluto anche farle capire che i tempi son proprio cambiati totalmente.
    Io più che bravo, mi reputo fortunato per gli amici che ho tutt'ora e che ho avuto. È vero bevevamo e pure tanto, ma avevamo il "nostro codice" no droga e no alcolismo. Se tornassi indietro rifarei tutto, ho ricordi indelebili nella mia mente.

    È stato anche carino ricordare i tempi della Scuola. È stato come un salto nel passato in un età in cui si era più spensierati.