essere mantenute dal marito - Pagina 17

Discussione iniziata da Maiasoul il 19-05-2010 - 167 messaggi - 61856 Visite

Like Tree21Likes
  1. giorgina1996 giorgina1996 è offline PrincipianteMessaggi 2 Membro dal Jan 2018 #161

    Predefinito

    Anche se questo post è ora mai vecchio ci tengo a rispondere in quanto DONNA. Perché donna è la parola alla quale mi identifico più di tutte quelle elencate sotto alle risposte. Madre, moglie,mantenuta..non voglio criticare e giudicare nessuno ma voglio avere la possibilità di non condividere. Ho 21 anni e ho un figlio di quasi 3 anni. Ho appena perso il lavoro dove guadagnavo i miei bellissimi 1300-400 euro al mese + 160 euro di Bonus bebe del inps. Il mio ragazzo non lavora e non viviamo insieme, è praticamente ho sempre gestito due case : la mia e la sua. Certo non è bello stare con una persona che non collabora alle spese del bambino e tanto meno è questo quello che voglio, ma senza cambiare troppo il discorso volevo esprimere la mia gioia nel aver avuto per 2 anni la mia indipendenza economica. Perché penso che si può fare tutto .,si può lavorare, gestire soldi, coccolare e far crescere i bambini, ma non dobbiamo mai dimenticarci di chi siamo, di cosa abbiamo e di cosa probabilmente nel futuro non avremo più. Lavoravo film time, portavo soldi, tornavo a casa , lavavo il bambino , gli stavo a presso, ninne è appena dormiva mi dedicavo alle cose di casa tanto è vero che il mio sonno era di circa 5 ore a notte. Ma non ce cosa più bella di aver tutto e di averlo fatto con le proprie mani . Quello che non capisco in questa discusso è l’estremita Delle cose. O lavori ma non sei una mamma e moglie perfetta o non lavori ma sei una mantenuta. Cavolo, ma rimboccarsi le mani e fare tutto no? E poi pensate che sistema orribile se nel mondo del lavoro ci sarebbero solo uomini. Siamo essenziali in tutto non solo a casa. Ho letto pesino qualcuno che ha scritto che se una donna ha deciso di metteRe al mondo un figlio deve prenderse cura. Certo perché siamo noi che preghiamo l’uomo a ingravidarci? Mi sembra che sono scelte che si prendono in due, e in due bisogno occuparsene, chi di più nel lato economico e chi di più con il tempo ma quel che si ha si mette. Ma entrambi devono fare tutto. Non bisogna annullarsi per quelle che siamo. Ma poi io dico ora ho 21 anni e vabbè, mettiamo che il mio ragazzo mi campasse e si occupasse di tutte le spese , ok da una parte bellissimo. Poi a 35 anni non sono più innamorata di lui e intendo lasciarlo, perciò non vivremmo più nemmeno insieme. Cosa devo fare??? Non lascio perché se no chi mi mantiene? Come potrei a 35 anni trovare un lavoro se non lavorerei già da anni e anni? Mi trovo un altro uomo ma gli controllo prima il portafoglio? Cavolo sono d’accordo che quando si è una famiglia non si ha il mio conto o il tuo conto, ma è una necessità , per la mia dignità dire almeno di avere il MIO conto poi come viene gestito è un’ altra cosa. Si tratta della mia vita, del mio futuro perché avere un figlio non è solo cambiargli il pannolino o giocarci tutto il giorno, ma è anche un mio bisogno garantirgli un futuro senza fargli mai
    Mancare nulla e voglio che mio figlio abbia una mamma felice e non una casalinga stressata ma una mamma che si può permettere di andare dal parrucchiere di comprarsi vestiti nuovi. Siamo donne e lo siamo a 365 gradi non solo quando sforniamo bambini o quando ci sposiamo.
    Ridiamo likes this.


     
  2. giorgina1996 giorgina1996 è offline PrincipianteMessaggi 2 Membro dal Jan 2018 #162

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da giorgina1996 Visualizza Messaggio
    Anche se questo post è ora mai vecchio ci tengo a rispondere in quanto DONNA. Perché donna è la parola alla quale mi identifico più di tutte quelle elencate sotto alle risposte. Madre, moglie,mantenuta..non voglio criticare e giudicare nessuno ma voglio avere la possibilità di non condividere. Ho 21 anni e ho un figlio di quasi 3 anni. Ho appena perso il lavoro dove guadagnavo i miei bellissimi 1300-400 euro al mese + 160 euro di Bonus bebe del inps. Il mio ragazzo non lavora e non viviamo insieme, è praticamente ho sempre gestito due case : la mia e la sua. Certo non è bello stare con una persona che non collabora alle spese del bambino e tanto meno è questo quello che voglio, ma senza cambiare troppo il discorso volevo esprimere la mia gioia nel aver avuto per 2 anni la mia indipendenza economica. Perché penso che si può fare tutto .,si può lavorare, gestire soldi, coccolare e far crescere i bambini, ma non dobbiamo mai dimenticarci di chi siamo, di cosa abbiamo e di cosa probabilmente nel futuro non avremo più. Lavoravo film time, portavo soldi, tornavo a casa , lavavo il bambino , gli stavo a presso, ninne è appena dormiva mi dedicavo alle cose di casa tanto è vero che il mio sonno era di circa 5 ore a notte. Ma non ce cosa più bella di aver tutto e di averlo fatto con le proprie mani . Quello che non capisco in questa discusso è l’estremita Delle cose. O lavori ma non sei una mamma e moglie perfetta o non lavori ma sei una mantenuta. Cavolo, ma rimboccarsi le mani e fare tutto no? E poi pensate che sistema orribile se nel mondo del lavoro ci sarebbero solo uomini. Siamo essenziali in tutto non solo a casa. Ho letto pesino qualcuno che ha scritto che se una donna ha deciso di metteRe al mondo un figlio deve prenderse cura. Certo perché siamo noi che preghiamo l’uomo a ingravidarci? Mi sembra che sono scelte che si prendono in due, e in due bisogno occuparsene, chi di più nel lato economico e chi di più con il tempo ma quel che si ha si mette. Ma entrambi devono fare tutto. Non bisogna annullarsi per quelle che siamo. Ma poi io dico ora ho 21 anni e vabbè, mettiamo che il mio ragazzo mi campasse e si occupasse di tutte le spese , ok da una parte bellissimo. Poi a 35 anni non sono più innamorata di lui e intendo lasciarlo, perciò non vivremmo più nemmeno insieme. Cosa devo fare??? Non lascio perché se no chi mi mantiene? Come potrei a 35 anni trovare un lavoro se non lavorerei già da anni e anni? Mi trovo un altro uomo ma gli controllo prima il portafoglio? Cavolo sono d’accordo che quando si è una famiglia non si ha il mio conto o il tuo conto, ma è una necessità , per la mia dignità dire almeno di avere il MIO conto poi come viene gestito è un’ altra cosa. Si tratta della mia vita, del mio futuro perché avere un figlio non è solo cambiargli il pannolino o giocarci tutto il giorno, ma è anche un mio bisogno garantirgli un futuro senza fargli mai
    Mancare nulla e voglio che mio figlio abbia una mamma felice e non una casalinga stressata ma una mamma che si può permettere di andare dal parrucchiere di comprarsi vestiti nuovi. Siamo donne e lo siamo a 365 gradi non solo quando sforniamo bambini o quando ci sposiamo.
    Scusate gli errori di scrittura ma in quanto DONNA non sono capace a usare bene questi telefoni ahahah
     
  3. trale trale è offline SeniorMessaggi 14,566 Membro dal Feb 2015 #163

    Predefinito

    Cavolo, ma rimboccarsi le mani e fare tutto no?

    No, non puoi lavorare fuori casa e occuparti della casa a vita. Non c'è la fai fisicamente. O le faccende domestiche si fanno in due, ma veramente ... Non per finta come avviene oggi e cioè che l'uomo ti "aiuta" quando non è stanco, quando ne ha voglia, lasciando a te la responsabilità di gestire la casa. Oppure ci si mette d'accordo e si paga una persona che lo faccia al posto tuo. Non c'è altro modo.
    Oggigiorno più che la famiglia patriarcale o matriarcale si dovrebbe cercare di costruire una famiglia flessibile e collaborativa. A me è capitato di lavorare per anni per 45-50 ore a settimana e di mantenere marito e due figli piccoli. Mio marito, che aveva perso il lavoro da dirigente e che provava a far partire una sua attività, si occupava dei figli e della casa.
    Adesso le cose sono al contrario, mio marito fa 2 lavori, uno come libero professionista e l'insegnante e io che sono libera professionista e ho meno lavoro "gestisco" di più la casa ... Anche se non ce la faccio a fare tutto e a dormire poche ore per notte e dunque mi faccio aiutare da una persona esterna.
    68love and Regolarefollia like this.
     
  4. L'avatar di 68love

    68love 68love è offline Super ApprendistaMessaggi 789 Membro dal Sep 2017 #164

    Predefinito

    il mio matrimonio purtroppo e` finito (se leggete la mia storia), ma vorrei portare la mia piccola testimonianza. Appena sposati lavoravamo entrambi. Lei purtroppo in nero. col primo figlio, non avendo nonni vicini e possibilita` economiche di baby sitter dovette lasciare il lavoro. Volendo noi avere altri figli, insieme (e sottolineo insieme) decidemmo che io mi sarei concentrato sulla carriera e lei sulla casa. Non l`ho mai considerata una mantenuta, entrambi portavamo il nostro contributo al benessere della famiglia. Non c`era il mio stipendio, ma il nostro stipendio. Io potevo progredire nel lavoro perche` lei faceva tante cose piu` pesanti delle mie. Ha cresciuto tre figli egregiamente e anche oggi fa un grande lavoro. Questo lo dico con grandissimo rispetto per le donne lavoratrici e madri (mia madre non era una casalinga).
    No one knows what it's like To be the bad man To be the sad man Behind blue eyes
     
  5. trale trale è offline SeniorMessaggi 14,566 Membro dal Feb 2015 #165

    Predefinito

    @68love, Mandare avanti una casa e tre figli è un lavoro, non ci sono dubbi. Anche io e mio marito abbiamo sempre ragionato in termini di famiglia riguardo il reddito e non abbiamo mai pensato in termini individuali. Certo che fare anni e anni la casalinga significa dedicare la tua vita ad altri, perdi un po' la percezione di te stessa perché vivi di riflesso la vita dei tuoi familiari e non la tua. Ti preoccupi dei compiti dei tuoi figli, di parlare coi professori, di comprare loro l'attrezzatura per lo sport, fai in modo che tuo marito abbia le camicie stirate per presentarsi bene al lavoro, etc ... È tutto molto bello ... ma c'è il rischio che le persone che stanno con te diano per scontato tutto questo e che tu ti senta inutile per la società.
    68love likes this.
     
  6. L'avatar di 68love

    68love 68love è offline Super ApprendistaMessaggi 789 Membro dal Sep 2017 #166

    Predefinito

    Purtroppo questo pericolo c'è, infatti mia moglie è sempre stata attiva anche in ambito volontarististico. Un ulteriore problema è rappresentato dal fatto che in Italia, dopo una certa età, è estremamente difficile ricollocarsi nel mondo del lavoro. Anche per questo apprezzo il suo sacrificio e quando, ora che siamo separati, qualcuno dice "beh, ora può andare a lavorare, mica puo' vivere alle tue spalle", io francamente mi inca**o un pò.
    No one knows what it's like To be the bad man To be the sad man Behind blue eyes
     
  7. SaltOfTheLand SaltOfTheLand è offline BannedMessaggi 82 Membro dal Nov 2021 #167

    Predefinito

    la donna ha come obiettivo essere mantenuta quando trova l'uomo
    secondo te perchè le modelle vanno solo coi ricchi?