Essere vivi, ma sostanzialmente morti dentro - Pagina 4

Discussione iniziata da Antasia il 27-09-2020 - 58 messaggi - 3499 Visite

Like Tree51Likes
  1. L'avatar di Mielezenzero

    Mielezenzero Mielezenzero è offline Super FriendMessaggi 7,882 Membro dal May 2017 #31

    Predefinito

    Mi spiace se ti senti così.lo capisco perché ci sono passata, ritrovandomi scaraventata in una realtà che mi ha messo tanta rabbia tristezza e paura.
    E la paura ti fotte sempre, perché non ti lascia libera .
    Ho vissuto anni in cui mi sentivo come se fossi in una bolla, ma poi ho reagito.
    Inevitabilmente la parte brutta della vita quando ci colpisce da vicino poi ci cambia per sempre, questo non lo possiamo cambiare.
    Ma possiamo imparare ad accettarlo, se tu accetti una cosa puoi da lì avere lo slancio per riuscire a gestirla e conviverci serenamente.( A volte con molta molta fatica).
    Ma se non lo accetti, continuerai a sbatterci contro.
    E poi quando penso alla persona che ho perso tremendamente anni fa, mi dico che merita il mio sorriso perché la vita lo merita sempre, nonostante tutto.
    Antasia likes this.


     
  2. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è online Super FriendMessaggi 6,974 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #32

    Predefinito

    Antasia, i piani non vanno mai per come vorremmo, anche se pianifichi in mille modi, non a caso si creano piani B,C e cosi via. Si prendono sempre delle deviazioni nella vita, per qualsiasi cosa. La riprogrammazione di quello che facciamo avviene continuamente se ci ragioniamo bene e vale su tutte le cose però d'altro canto questo rende tutto più vario e meno "monotico" e da un lato questo è una cosa incoraggiante e positiva. Trovo meno avvincente il fatto che pianifichi qualcosa ed effettivamente va tutto liscio, se ci pensi ti annoieresti un pochino. Io non penso che si può perdere spensieratezza, non la perdi ma chiudi tutto in un cassetto ma questo cassetto puoi aprirlo quando vuoi. Serve solo ritrovare la chiave, sono certo che la ritroverai. L'importante è circondarti di elementi positivi ed essere soddisfatta di quello che hai, se vuoi un risultato a volte non c'è una strada singola per arrivarci ma tante ramificazioni e diciamo che non si ha mai tutto quello che si vuole nella sua interezza ma si ottiene una "stima" o un "campione". Sta a te decidere se sei soddisfatta del risultato o vorresti di più, in quel caso devi continuare, non è mai troppo tardi e puoi riuscire nell'intento e mai perdere le speranze
    Antasia likes this.
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"

    "Il cambiamento non viene mai senza dolore"

    "Anche nei momenti bui, non possiamo rinunciare alle cose che ci rendono umani"

     
  3. fantasticonov fantasticonov è offline BannedMessaggi 4,220 Membro dal Jan 2020 #33

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hannibal__Lecter Visualizza Messaggio
    ....
    Come si supera?
    Non si supera.
    Ci si imbottisce di diversivi, di obiettivi più o meno fasulli da raggiungere, si adoperano mezzi e mezzucci per impedirci di pensare, solo quello.
    Nella speranza che il Tempo, gran Medico, possa un giorno guarirci.
    Niente altro.
    In tutta onestà mi sembra una visione catastrofica della vita! Certo che si superano le cose! E se c'è bisogno di elaborarle e crescere, ci si può fare aiutare da un bravo terapeuta che sappia farci lavorare per prendere consapevolezza delle nostre ferite interiori e imparare a convivere con oro con maggiore serenità.
    Ultima modifica di fantasticonov; 10-12-2020 alle 22:06
     
  4. trale trale è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 14,362 Membro dal Feb 2015 #34

    Predefinito

    Guarda, come mi sento te lo dico. Nella mia vita ho avuto parecchie batoste che mi hanno fatto vacillare non poco. Ho avuto lunghissimi periodi in cui ero sola con me stessa a risolvere un problema che non può essere risolto se non con una inevitabile lentezza. Ho temuto spesso di aver perso le speranze e adesso invece, molto lentamente, vedo che facendo un passo piccolo per volta, ho fatto un lungo cammino e adesso comincio a stare bene. Quando accade qualcosa di brutto, spesso (non voglio dire sempre perché non è così) è una opportunità per un cambio positivo o neutro ma comunque un cambio che ci fa ringiovanire.
    Se posso darti un consiglio, guardati intorno e cerca di iniziare qualcosa che ti faccia sentire viva.
    Antasia likes this.
     
  5. Berlin__ Berlin__ è offline BannedMessaggi 5,639 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #35

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fantasticonov Visualizza Messaggio
    ci si può fare aiutare da un bravo terapeuta
    questo soprattutto
    Mielezenzero likes this.
     
  6. L'avatar di SunsetLimited

    SunsetLimited SunsetLimited è offline Super ApprendistaMessaggi 796 Membro dal Jan 2017
    Località La più grande delle isole italiane
    #36

    Predefinito

    La psicoterapia aiuta a comprendere, poi bisogna fare uno sforzo per cercare di non ricadere negli stessi errori e soprattutto perdonarsi per gli errori passati e iniziare a guardare avanti, non in modo stupidamente ottimistico ma possibilista valutando tutti gli aspetti di ciò che ci capita e anche i possibili benefici. Però come dicevo all'inizio del post, senza sapere i dettagli di cosa ha portato a questo è difficile potersi esprimere.
    "𝑳'𝒂𝒎𝒐𝒓𝒆 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒆̀ 𝒍'𝒆𝒇𝒇𝒆𝒕𝒕𝒐 𝒑𝒓𝒐𝒓𝒐𝒎𝒑𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝑫𝒊 𝒅𝒐𝒕𝒕𝒓𝒊𝒏𝒆 𝒎𝒐𝒓𝒂𝒍𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒔𝒖𝒍𝒍𝒆 𝒗𝒐𝒈𝒍𝒊𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒈𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝒆̀ 𝒊𝒍 𝒑𝒊𝒖̀ 𝒄𝒐𝒎𝒐𝒅𝒐 𝒓𝒊𝒎𝒆𝒅𝒊𝒐 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒂𝒖𝒓𝒂
    𝑫𝒊 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 𝒄𝒂𝒑𝒂𝒄𝒊 𝒂 𝒓𝒊𝒎𝒂𝒏𝒆𝒓𝒆 𝒔𝒐𝒍𝒊"
     
  7. L'avatar di Firecatcher

    Firecatcher Firecatcher è offline FriendMessaggi 2,949 Membro dal Sep 2015 #37

    Predefinito

    Io soffro da tempo di un problema relazionale, che consiste nel non avere più voglia di parlare con le persone. Inizio uno scambio di battute e poi lascio cadere il discorso come se non avessi intenzione di proseguirlo. Non riesco ad elaborare risposte interessanti perchè ho come la fretta di interrompere, e l'altra persona, avvertendo questa mancanza di empatia, si allontana a sua volta. Quand'ero più giovane non stavo mai zitto, ero molto più positivo e facevo battute a raffica. A farmi chiudere in me stesso sono stati tanti riscontri deludenti che ho ricevuto da gente alla quale invece mi ero affezionato (sia amicizie che amori). Ci sarebbero ragioni anche più profonde ma non sto a raccontarle, ad ogni modo il dilemma è che ora come ora non so più se voglio davvero guarire da questa situazione.
    Antasia likes this.
     
  8. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,530 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #38

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Antasia Visualizza Messaggio
    Sebbene non mi senta di applicare questa frase alla mia situazione, sento ormai da tempo che qualcosa in me si è rotto, e che non sarò mai più la persona che ero prima.
    Dovresti cercare di scoprire, da sola o con l’aiuto di un/a professionista: cosa si è rotto in te, come è avvenuta questa rottura e quanta sofferenza o, come la chiami tu, “amara consapevolezza”, tale ferita ti provoca. Come tutti – Alda Merini scrive che tutti abbiamo vissuto qualcosa che ci ha cambiato per sempre - non sarai la persona che eri prima; Montale ti risponderebbe che “è giusto così”. Se son d’accordo con la Merini, di quel che afferma Montale, oggi come oggi, non so tanto sicura; so che nella vita cambiare è naturale e che, adesso, anche se ti contraddici un attimino (non sento di - sento ormai), è importante che tu ti prenda cura di te quanto prima possibile per far sì che le tue sensazioni non mettano radici nel tuo corpo e nella tua anima. Non mi dilungo, ma ti invito a riflettere sulla "contraddizione" che scrivi e a prenderti cura di te.
    Ultima modifica di stellafalc; 11-12-2020 alle 14:16
     
  9. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,530 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #39

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Antasia Visualizza Messaggio
    Non è depressione, ma amara consapevolezza che le cose non vanno come si pensava andassero, che ci sono delle deviazioni che ti segnano per sempre, e che diminuiscono, e forse annullano, la spensieratezza di un tempo.

    Avere consapevolezza, seppur amara consapevolezza, di ciò che, diversamente da quanto ci aspettiamo, ci capita vivendo non è sempre scontato e controproducente; la si deve rendere agrodolce, qualsiasi consapevolezza amara e questo dipende da come e da quanto si riesce a lavorare interiormente su di sé. Ernest Hemingway ti direbbe che “Ai più importanti bivi della vita non c’è segnaletica” e Alda Merini aggiungerebbe che viviamo eventi che ci cambiano per sempre . Che si può fare? Accettare che sia così. Rocco Scotellaro scrisse “Uno si distrae al bivio”: succede pure questo! Che si può fare? Decidere, e sottolineo mille volte decidere, di andare avanti! Come? Lo si scopre camminando.
    Antasia likes this.
    Ultima modifica di stellafalc; 11-12-2020 alle 14:28
     
  10. L'avatar di stellafalc

    stellafalc stellafalc è offline Super SeniorMessaggi 20,530 Membro dal Jan 2009
    Località Salento....ma vivo in un mondo tutto mio...di follia! Altrove...! Sono felice qui!
    #40

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Antasia Visualizza Messaggio
    Il problema è vivere con questa presa di coscienza, e riprogrammare la propria visione della vita.
    Galielo Galilei ti direbbe che dietro ogni problema c’è una opportunità, l’importante, ma anche il difficile, è riuscire a vedere il problema come opportunità – già questo implica dover cambiare visione della vita. Penso che si debba partire da ciò che si può fare: come ho scritto sopra, si può, puoi, riflettere sulle tue "contraddizioni" e vivere, decidere di vivere, prendendoti cura della tua anima e del tuo corpo. Già avere consapevolezza di quanto sia necessario riprogrammare la propria visione della vita è importante, come riprogrammare la propria esistenza lo si scopre camminando.
    Ultima modifica di stellafalc; 11-12-2020 alle 14:37