Gender salary gap

Discussione iniziata da Berlin__ il 13-11-2020 - 4 messaggi - 329 Visite

  1. L'avatar di Berlin__

    Berlin__ Berlin__ è offline Super FriendMessaggi 5,595 Membro dal Jul 2018
    Località Italia
    #1

    Predefinito Gender salary gap

    Da una relazione ufficiale del parlamento Europeo:

    Cos’è il divario salariale di genere



    • • Si tratta della differenza fra gli stipendi medi di uomini e donne
    • • Definito ufficialmente "differenziale retributivo di genere non rettificato", in quanto non tiene conto di tutti i fattori che influenzano il differenziale retributivo, come le differenze in termini di istruzione e esperienza sul mercato del lavoro
    • • Nei calcoli si tiene conto soltanto delle aziende con dieci o più dipendenti





    20200303PHT73855-pl.jpg

    Un minore divario retributivo di genere non corrisponde necessariamente a una maggiore uguaglianza.
    In alcuni stati membri, divari retributivi più bassi, come quello italiano del 5%, tendono ad essere collegati ad una minore partecipazione delle donne al mercato del lavoro. A loro volta, divari più alti tendono a essere collegati ad un'elevata percentuale di donne che svolgono un lavoro part-time o alla loro concentrazione in un numero ristretto di professioni.

    Uomini e donne sul mercato del lavoro

    Le cause del divario salariale sono complesse: ci sono molti fattori di cui tenere conto e si va oltre la questione di ottenere pari retribuzione a parità di lavoro.



    Sebbene le laureate superino i laureati nell’UE, sono sotto-rappresentate sul mercato del lavoro. Quasi il 30% delle donne lavora part-time. Le donne sono inoltre più propense ad avere interruzioni di carriera e a prendere decisioni professionali basate sulla cura e le responsabilità familiari.


    Si osserva che il divario retributivo si allarga con l'età mentre è piuttosto basso quando le donne entrano nel mercato del lavoro. Si riscontrano differenze anche a seconda del settore: secondo i dati del 2017 il divario è più alto nel privato nella maggior parte degli stati membri.


    Altre cause del divario salariale sono la sovra-rappresentazione delle donne nei settori relativamente a basso salario come l'assistenza, le vendite o l'istruzione e la sotto-rappresentazione nei settori dove le retribuzioni sono più alte. Ad esempio, nel 2018 erano donne solo il 41% di tutti gli occupati come ingegneri e scienziati nell’UE. Le donne occupano solo il 33% delle posizioni manageriale in Europa.

    Con meno denaro da risparmiare e investire, questi divari si accumulano e di conseguenza le donne sono a maggior rischio di povertà ed esclusione sociale in età avanzata. Il divario di genere nelle pensioni era circa del 30% nel 2018, oscillando da un massimo del 43% in Lussemburgo a un minimo dell’1% in Estonia.


    Informazioni su quello che sta facendo il Parlamento europeo per ridurre il divario retributivo di genere


     
  2. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 8,167 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #2

    Predefinito

    Cio' che non capisco, non viene neppure accennato, se l' inquadramento sindacale di una donna sia diverso da quello di un uomo.
    Sembrava un problema superato, forse perche'...
    ...era stato superato davvero.
    Ammetto pero' di avere un'altra eta'.
    Certe diseguaglianza, pur non ancora del tutto nei fatti, erano state eliminate e dimenticate, ai tempi in cui valevano i contratti sindacali. Allora, una mia collega donna, a parita' di anzianita' e grado, avrebbe avuto uno stipendio ne' maggiore ne' minore del mio. Ma erano altri tempi, quando la discriminazione di genere, sul piano retributivo, sembrava d'altri tempi.
    Questi contratti avevano perfino identico valore della legge.

    So che le garanzie sindacali sono venute meno. E' accaduto dalla fine anni Novanta ad ora, a causa di interventi legislativi da li' in poi. Veniva lamentata da molti imprenditori una certa rigidita' nel mercato del lavoro.
    Anche se sono un uomo, la situazione e' divenuta cosi', ma cosi' flessibile, che si sia veramente tornati a questo?
    BUON 8 MARZO a TUTTE le DONNE del Forum
     
  3. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline Super FriendMessaggi 5,323 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Tony59 Visualizza Messaggio
    Cio' che non capisco, non viene neppure accennato, se l' inquadramento sindacale di una donna sia diverso da quello di un uomo.
    Sembrava un problema superato, forse perche'...
    ...era stato superato davvero.
    Ammetto pero' di avere un'altra eta'.
    Certe diseguaglianza, pur non ancora del tutto nei fatti, erano state eliminate e dimenticate, ai tempi in cui valevano i contratti sindacali. Allora, una mia collega donna, a parita' di anzianita' e grado, avrebbe avuto uno stipendio ne' maggiore ne' minore del mio. Ma erano altri tempi, quando la discriminazione di genere, sul piano retributivo, sembrava d'altri tempi.
    Questi contratti avevano perfino identico valore della legge.

    So che le garanzie sindacali sono venute meno. E' accaduto dalla fine anni Novanta ad ora, a causa di interventi legislativi da li' in poi. Veniva lamentata da molti imprenditori una certa rigidita' nel mercato del lavoro.
    Anche se sono un uomo, la situazione e' divenuta cosi', ma cosi' flessibile, che si sia veramente tornati a questo?
    Eppure la soluzione è cosi semplice, il livello di reddito dovrebbe basarsi in base alla posizione lavorativa ed alla abilità della persona, non in base al genere. Ancora non c'è perfetta parità e lo dimostrano i dati ma sono stati fatti progressi e sono sicuro che si continuerà a farli. Basti pensare che il tasso di partecipazione delle donne oggi è aumentato molto e addirittura aumenta più velocemente\maggiormente rispetto a quello degli uomini, questo però in età più giovanile, bisogna considerare quei momenti dove la donna va in maternità e potrebbe rinunciare alla carriera, in quella fascia di età ,dai 35 in su, il divario è più grande tendenzialmente ed ovviamente. Anche a livello di posizioni lavorative come già stato detto ci sono molte donne in ruoli importanti, come ad esempio i ministri o capi del governo quindi non siamo ai livelli di un tempo per fortuna!
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"

    "Cos’è meglio, nascere direttamente buono, o sconfiggere la tua natura malvagia attraverso un grande sforzo?"

    "Anche nei momenti bui, non possiamo rinunciare alle cose che ci rendono umani"

     
  4. BenShapiro BenShapiro è offline BannedMessaggi 297 Membro dal May 2020 #4

    Predefinito

    Il salary gap fondamentalmente deriva dalle diverse scelte che uomini e donne fanno in ambito di istruzione, lavoro e vita privata. Mi pare che ci fosse già un topic a riguardo.