Il green pass è il marchio della discriminazione. - Pagina 15

Discussione iniziata da Avatar64 il 27-09-2021 - 888 messaggi - 35626 Visite

Like Tree825Likes
  1. L'avatar di Tristaldo

    Tristaldo Tristaldo è offline JuniorMessaggi 1,943 Membro dal Apr 2017 #141

    Predefinito

    Il Green Pass è pieno di incongruenze, di paradossi e di contraddizioni, come tutte le regole applicate, soprattutto quelle applicate con la fretta. Io non sono mai stato favorevole alla vaccinazione obbligatoria, avrei preferito che le persone si vaccinassero per libera scelta e vorrei credere al valore della comunicazione con una corretta informazione. Mi rendo conto però che con le mie idee non avremmo mai raggiunto i risultati che sono stati raggiunti con l'imposizione del Green Pass.

    Ieri sono stato al cinema con gli amici. Finalmente il cinema è tornato ad essere ripopolato ed eravamo anche in tanti. Per la prima volta dopo tanto tempo mi è sembrato di tornare alla vita di sempre o quasi. Le attività sportive hanno ripreso e ho potuto giovarne con gli amici. Siamo anche andati tutti assieme al ristorante, all'interno, nel nostro posto preferito. Sono cosciente del fatto che tutto questo non sarebbe stato possibile senza la vaccinazione. Adesso vedremo se questo tenore ce lo potremo permettere anche nelle prossime settimane, perché nulla qui è certo e determinato.


    Date parole al vostro amore se non volete che il vostro cuore si spezzi! (William Shakespeare)
     
  2. L'avatar di Tristaldo

    Tristaldo Tristaldo è offline JuniorMessaggi 1,943 Membro dal Apr 2017 #142

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Avatar64 Visualizza Messaggio
    Tristaldo,
    Spezzettando una parte del mio post, peraltro modalità di rispondere che mi irrita profondamente in questo forum, lo hai decontestualizzato..
    Non ti preoccupare, è una cosa che succede a tutti, è un effetto collaterale della comunicazione sul forum digitale.

    Perdonami ma dal momento in cui hai scritto: "Questa, come del resto lo sono tutte le altre discussioni sul forum" hai generalizzato, ovvero hai astratto il contenuto dal contesto particolare.

    Mi sento obbligato a dilungarmi ancora, sulla questione dello "spezzettare" parte dei post di un qualsiasi interlocutore. Mi spiace che a qualcuno possa dare fastidio, ma è l'unico modo per riferire un intervento ad un punto particolare. Altrimenti si rischia che non si capisca più chi risponde a chi, o a cosa si riferisca nello specifico. L'alternativa potrebbe essere l'approccio di Tony, massimo rappresentante dell'approccio olistico nelle discussioni.
    Date parole al vostro amore se non volete che il vostro cuore si spezzi! (William Shakespeare)
     
  3. L'avatar di Avatar64

    Avatar64 Avatar64 è online FriendMessaggi 2,792 Membro dal Jun 2021
    Località Italia
    #143

    Predefinito

    In un mondo perfetto non servirebbe l’obbligo del green pass, come d’altronde non servirebbero nemmeno tutti gli altri documenti, che invece la legge ci impone di avere al seguito, perché basterebbero le autocertificazioni.
    Ma questo non è un mondo perfetto!

    Il green pass è certamente una forma di ricatto, posto in essere dal governo, pensato per indurre a vaccinarsi i riottosi al vaccino, per raggiungere il prima possibile il numero di cittadini vaccinati, che garantisse la cosiddetta immunità di gregge, al fine di ostacolare la circolazione del virus o quantomeno limitarne gli effetti più virulenti sui contagiati.

    Nella lotta contro il virus c’è in gioco moltissimo, in quanto non c’è solo l’aspetto sanitario da dover considerare, ma soprattutto quello economico.
    Questo Paese non può più permettersi di fermare l’economia, come ha giustamente fatto nella fase iniziale dell’epidemia e soprattutto ha la necessità di consolidare e potenziare la ripresa economica della nazione.
    Perciò, serviva qualcosa in questa fase che invogliasse i cittadini a vaccinarsi (sfido chiunque in alternativa a sottoporsi ogni 48 ore ai tamponi), ma soprattutto che facesse anche riacquistare la fiducia nella gente, alquanto scossa dall’epidemia, nel frequentare di nuovo un determinato tipo di attività collettive senza indossare le protezioni individuali.

    Per coloro che sostengono che il green pass sia una limitazione della libertà individuale oppure l’inizio di uno stato di polizia e la fine della democrazia, gli avrei fatto visitare volentieri, come io ho fatto, quei paesi in cui quelle affermazioni sono veritiere, per rendersi conto delle castronerie che affermano, senza conoscere nemmeno quello di cui parlano e temono.
    “Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui”(Ezra Pound)
     
  4. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 21,593 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #144

    Predefinito

    Al di là delle seghe mentali dei fanca77isti, ad una persona estremamente seria come Mario Draghi serviva la certezza di avere una percentuale di lavoratori vaccinati almeno del 70-80%, cioè un numero di lavoratori che garantissero un livello adeguato di produzione. Se salvini o meloni non si vaccinano e si beccano il covid con ricovero di mesi, non succede nulla, anzi meglio perché almeno non dicono bestialità per due mesi. La stessa cosa per Letta o Conte o Grillo. I problemi ci sono quando restano chiusi interi reparti produttivi. L'alto numero di vaccinati dà modo a Draghi di giocarsi le sue carte puntando seriamente alla ripresa economica e poi ad impostare una leadership europea basandosi sugli ottimi dati italiani. Credibilità sua e dell'Italia che riesce a far qualcosa di buono.
    Ora è chiaro che si deve essere pazienti anche con i no vax, ma "disattivandoli" nei ruoli delicati come la vicequestore che non ha capito la sua figura istituzionale, quindi spostata ad altro incarico.
    Le chiacchiere tante ma servono i fatti e Draghi è abituato a fare i fatti.
    ... another perspective ...
     
  5. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,433 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #145

    Predefinito

    Si, certo.
    Va puntualizzato che, nel caso presente, la questione economica non va sottovalutata, quanto salute ed economia sono fattori ed esigenze che marciano di pari passo.
    Veduta adriatica, presso Punta Aderci, Abruzzo.
     
  6. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,433 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #146

    Predefinito

    In questa vicenda, salute ed economia sono due fattori ed esigenze che marciano di pari passo.
    Il problema non è solo italiano. L' Italia, inoltre, non è il paese più con le ossa rotte; mi riferisco sia all'ambito sanitario sia a quello economico.
    Veduta adriatica, presso Punta Aderci, Abruzzo.
     
  7. Falalalala Falalalala è offline BannedMessaggi 6 Membro dal Oct 2021 #147

    Predefinito

    l'unica possibilità è la disobbedienza a questa dittatura
    mai il vaccino
    mai il green pass
    venite a prendermi a casa se avete il coraggio
     
  8. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,433 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #148

    Predefinito

    E' stato bannato quel troll, il cui nickname stesso è da quaquaraqua.
    Di gente così, mi spiace non poterla vedere alla prova dei fatti; appunto, se per qualche motivo ci fosse un mandato contro di lui, la valorosa e strenua resistenza che farebbe....
    Veduta adriatica, presso Punta Aderci, Abruzzo.
     
  9. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,433 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #149

    Predefinito

    Sono arrivato oggi pomeriggio a Lienz. Qui non c' è una sola persona mascherata. Io stesso vado in giro a viso scoperto e, certamente, non mi dispiace. Ho mostrato il green pass alla signora dell'albergo, alla quale l' avevo già mostrato la volta scorsa, in luglio.

    Con ciò, non biasimo assolutamente le misure italiane. In Italia, in aggiunta al green pass - a cui molta gente è così refrattaria - c' è ancora l' obbligo della mascherina nei locali interni. Non voglio criticare neanche questo.
    È probabile che si vada a lungo in giro in maschera, finché c' è gente che cerca difficoltà.

    Taluni che fanno difficoltà sono della stessa genia di chi prende un senso vietato per non girare attorno a un isolato; si sentono violati, se un un ambiente in cui ciò è richiesto, devono lasciare un documento e ricevere un pass da mettersi addosso: i boari, i tangheri.
    A qualcuno non piacerà : "Misere cupis abire, iamdudum video. Sed nil agis, usque tenebo, persequar" (Orazio).
    E questi boari che della loro ignoranza fanno un caso politico, per non adeguarsi al vivere civile, piuttosto elaborano un' idiozia... un' ideologia; la dittatura sanitaria e tutte quelle loro balle, non solo alcoliche.
    Veduta adriatica, presso Punta Aderci, Abruzzo.
     
  10. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,433 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #150

    Predefinito

    Ma di cosa ci meravigliamo?
    Questa... massa, al supermercato, ancora non è decisa a distinguere un cesto scorrevole per la spesa da un cesto per la robaccia. Devo ogni volta setacciare i carrelli, per trovarne uno in cui questi maiali non ci abbiano lasciato un involucro di nylon usato:
    questa biomassa di gente !

    La realtà si capisce e nasce dalle piccole cose, inutile fingere di non capirlo.
    Veduta adriatica, presso Punta Aderci, Abruzzo.