Il green pass è il marchio della discriminazione. - Pagina 17

Discussione iniziata da Avatar64 il 27-09-2021 - 903 messaggi - 38771 Visite

Like Tree829Likes
  1. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,449 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #161

    Predefinito

    Ai populisti e nazionalisti italiani, invece, desidero far notare che la pandemia non è arrivata dall' Africa e non ce l'hanno portata quei loro delirati "nuovi barbari e invasori dal mare". Tutte quelle volte che ho visto una persona nera, non ho avuto alcuna paura; avrei forse dovuto avere terrore? Quando fosse, me l'annotero', per ricordarmelo.
    Facendo invece riferimento ai legami di questi politici - Sono politici? Non mi sto sbagliando? - con la gente della
    Grande Steppa, questi ci dovrebbero parlare chiaro della pandemia; quanto meno come "persone informate dei fatti".


    Foresta nel Casentino, Toscana. Ho effettivamente fatto un bel casentino.....
     
  2. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,449 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #162

    Predefinito

    Avatar,
    mi trovi d'accordo - e forse lo immaginavi - col tuo commento n 153, in cui accenni all' obbligatorietà del green pass in Vaticano.
    Ma forse molti ancora non capirebbero.
    Soprattutto, sarebbe bello farlo notare al cardinale Vigano', chiedergli se questo sia opera di Lucifero.... Chi xelo...?
    Io sapevo di Lucignolo, il cattivo compagno di Pinocchio. A titolo personale, non vedrei però differenza. Infatti, quel criminale... volevo dire "cardinale", scusate, tutto sommato si trastulla e si balocca, dicendo delle asinate.
    Foresta nel Casentino, Toscana. Ho effettivamente fatto un bel casentino.....
     
  3. L'avatar di NewHorizons

    NewHorizons NewHorizons è offline ApprendistaMessaggi 488 Membro dal Apr 2019
    Località Italia, Emilia Romagna
    #163

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da fausto62 Visualizza Messaggio

    Mi scuso ma sentire lodi verso l'austria mi è decisamente fastidioso. Mi dà estremo piacere essere italiano come il grande generale Diaz che con la vittoria sull'austria nella prima guerra mondiale ne decretò la fine dell'impero! Impero di cui gli austriaci sono "fieramente" nostalgici ancora oggi! E gli rode che li abbiamo bastonati proprio noi che eravamo considerati incapace terra di conquista!

    Perdonate lo sfogo in OT!
    Purtroppo invece come ricordo rimane indelebile la codardia presunta e a noi attribuita con la disfatta causata da una semplice quanto imperdonabile sottovalutazione degli Austriaci con gli alleati Germanici nella battaglia di Caporetto, in una asola azione battagliera perdemmo tutto quello conquistato in qualche anno di dure battaglie, dovendo arretrare fino al Piave, da lì, Cadorna fù silurato, Badoglio perdonato, e visto che nessun generale voleva riprendere in mano l'offensiva Italiana fu scelto Diaz perchè sacrificabile in caso di ennesima disfatta, poi dopo battaglie alienata dal maltempo che rendeva difficile i ponti di fortuna costruiti sul Piave, dalla nostra i rifornimenti USA che con la loro macchina bellica, poderosa e colma di libagioni ci dava manforte, riuscimmo a tenere a bada gli Austroungarici, e tedeschi pativano anche loro su altri fronti, quindi dopo che ormai per le altre nazioni la guerra era già terminata e all'esercito Austroungarico, composto da diversi popoli che già vedevano i loro paesi natali agglomerarsi in nuove nazioni: Ungheria, Cecoslovacchia, Yugoslavia ecc non avevano più motivazione di combattere per un impero che non esisteva più. Una vittoria, si, eravamo dalla parte dei vincitori, ma quelli messi peggio, sia in termini territoriali che in ambito geo politico, infatti molti giornali dell'epoca, incluso Gabriele D'annunzio, la chiamarono "La vittoria mutilata".
    Niente è semplice, nulla è automatico, per non dire scontato.
    Sono appassionato di storia, non me ne vogliate.
     
  4. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 21,668 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #164

    Predefinito

    ... effettivamente, messa così sarebbe stato più onorevole perdere!
    ... another perspective ...
     
  5. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,449 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #165

    Predefinito

    Sarebbe stato meglio che non fosse tradita dall'Italia un'alleanza in essere fino a quel momento, con l' Austria, che nella contingenza non ci obbligava neppure a entrare in guerra. In virtù di quell'alleanza, c' era una trattativa aperta, grazie a cui avremmo potuto ottenere forse più e meglio - senza inutile spargimento di sangue. Onore ai caduti, vergogna a chi li ha mandati e fa sul loro sangue della retorica, nauseabonda e ipocrita.

    Non capisco però lo storicismo, di chi sembra aver letto vicende di un secolo fa, con la convinzione di averle lette sul giornale di ieri.
    Foresta nel Casentino, Toscana. Ho effettivamente fatto un bel casentino.....
     
  6. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 21,668 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #166

    Predefinito

    Dai uno sguardo all'Africa ed al Medio Oriente e capirai quali sono le coerenze di intese ed alleanze. Poi se non ricordo male, l'alleanza a cui l'Italia puntava era con la Germania e l'Austria era un "rospo da ingoiare", politicamente indigeribile. L'intesa con Gran Bretagna e Francia era una conseguenza del processo di unificazione che l'Austria aveva osteggiato. Effettivamente era un periodo apparentemente molto confuso ma anche molto interessante se ci si focalizza sull'azione diplomatica del giovane stato italiano. A detta di alcuni storici, in quel periodo fu espresso uno dei più alti livelli di abilità politico-diplomatica dell'Italia unita.
    Poi, come succede ancora in Africa e Medio Oriente appunto, le elitte nobili, militari (che erano un pò la stessa cosa) ed ecclesiastiche avevano ben poca considerazione del popolo ignorante che veniva mandato a morire nelle battaglie di trincea. Il disastro della seconda guerra mondiale che fu la prima guerra di movimento fece capire che non ci possiamo permettere un'altra guerra su larga scala ma ciò non significa che il popolo ignorante ha un valore per le elitte, non è maggiormente tutelato dalle stesse: l'andamento della pandemia e della distribuzione dei vaccini lo dimostra.
    ... another perspective ...
     
  7. L'avatar di Avatar64

    Avatar64 Avatar64 è offline FriendMessaggi 2,881 Membro dal Jun 2021
    Località Italia
    #167

    Predefinito

    New,

    Per essere un appassionato di storia hai fatto una ricostruzione alquanto semplicistica e, peraltro, con alcune inesattezze ed omissioni degli eventi finali della grande guerra.

    La battaglia di Caporetto fu una grande sconfitta per l’esercito italiano, che oltre al terreno perduto, precedentemente conquistato con il sangue, perse un intera armata circa 300.000 uomini con armamenti e materiali.
    Le cause di quella sconfitta furono molteplici e concomitanti tra loro come: lo schieramento italiano predisposto per l’attacco e non per la difesa, quindi con poca profondità, l’utilizzo di gas asfissianti e di nuove tecniche per l’infiltrazione tra le linee nemiche da parte degli austro tedeschi, nonché l’iniziativa spinta adottata dai comandanti nemici (mission commander), i quali seppero approfittare della sorpresa e confusione iniziali oltre ogni aspettativa iniziale. Nondimeno ci furono anche casi di codardia da parte di unità, che si arresero senza combattere, ma anche casi di estremo valore da parte di altre, soprattutto la cavalleria, che furono annientate sul posto, nel tentativo di di rallentare e di frenare l’avanzata nemica.

    Tuttavia, quello stesso esercito sconfitto seppe ripiegare sul Piave, ricostruire le unità distrutte e riequipaggiarle, ma soprattutto seppe resistere da solo all’ultima offensiva degli austro tedeschi del giugno del 2018, la battaglia del solstizio, che mirava a sferrare il colpo mortale per costringere l’Italia alla resa.
    In seguito, con la battaglia di Vittorio Veneto, l’esercito italiano passo al contrattacco e ruppe il fronte nemico, con l’ausilio di sole 5 divisioni Franco inglesi, di un reggimento americano e l’impiego di più di 50 divisioni italiane.
    L’esercito austriaco si sfaldo solo dopo la sconfitta di Vittorio Veneto, ottenuta tramite lo sfondamento del fronte e la suddivisione in più tronconi dell’esercito stesso, per cui le varie nazionalità dell’impero, approfittando della stessa, proclamarono l’indipendenza dall’Austria, decretando la fine del medesimo.
    La vittoria italiana fu vitale per la vittoria dell’Intesa, in quanto sul fronte occidentale si combatteva ancora e l’esercito tedesco occupava parte della Francia e del Belgio, quando fu costretto a chiedere l’armistizio a causa della resa dell’Austria, da ciò il mito, sfruttato poi dal nazionalsocialismo, della vittoria germanica tradita.
    Gli stessi tedeschi ammisero che l’Austria arrendendosi all’Italia, trascino nel baratro della sconfitta pure la Germania.

    Tony,
    Scrivi che con le trattative si poteva ottenere di più senza spargimento di sangue, per effetto dell’alleanza con l’Austria e la Germania.
    Forse m, dimentichi che era la Germania, che spingeva sull’Austria per farle accettare le richieste italiane, ma soprattutto che a guerra finita con la vittoria tedesca, chi ci avrebbe garantito che avrebbero mantenuto la parola e non ci avrebbero invece attaccato, per vendicarsi del mancato intervento in guerra?
    Nondimeno, noi non abbiamo tradito l’alleanza, stipulata nel secolo precedente con la Germania e l’Austria, poiché essa era meramente difensiva, quindi ci obbligava solo nel caso che loro avessero subito un attacco, mentre invece erano state proprio loro a scatenare la prima guerra mondiale con le loro mire imperialiste.
    “Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui”(Ezra Pound)
     
  8. L'avatar di Stormrider

    Stormrider Stormrider è offline JuniorMessaggi 1,758 Membro dal Aug 2021 #168

    Predefinito

    E poi io sono stato accusato di andare off topic, portando documenti di divulgazione sul funzionamento dei vaccini mRNA in un topic in cui si parla di vaccini e green pass. Il disagio, l'anima di internet.
    A man carried a monkey about for a show, and because he was a little wiser than the monkey, grew vain, and conceived himself as much wiser than seven men.
     
  9. Melite Melite è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 12,540 Membro dal Oct 2017 #169

    Predefinito

    Dai ci sono sempre le discussioni sulle pratiche sessuali, puoi scrivere lì 😂😂😂
     
  10. L'avatar di Stormrider

    Stormrider Stormrider è offline JuniorMessaggi 1,758 Membro dal Aug 2021 #170

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Melite Visualizza Messaggio
    Dai ci sono sempre le discussioni sulle pratiche sessuali, puoi scrivere lì 😂😂😂
    Già fatto, non è quello il problema. Mi da fastidio essere stato accusato di andare off topic parlando di vaccini in un topic in cui si parla di vaccini. Ed essere stato accusato da chi sta delirando sulla Seconda Guerra Mondiale, che nemmeno una partita di Risiko.
    A man carried a monkey about for a show, and because he was a little wiser than the monkey, grew vain, and conceived himself as much wiser than seven men.