Il green pass è il marchio della discriminazione. - Pagina 20

Discussione iniziata da Avatar64 il 27-09-2021 - 390 messaggi - 20389 Visite

Like Tree507Likes
  1. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 21,124 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #191

    Predefinito

    "Avi",
    mai detto che non c'è un regolamento e commissioni disciplinari serie, ci mancherebbe altro. Ho semplicemente fatto notare che c'è una componente informale dove si trovano soluzioni adeguate nei casi come questo in cui c'è uno scapocciamento "inconsapevole": di fatto non conviene a nessuno di "linciare" sulla base di regolamento una dirigente che potrebbe avere anche una più che decente carriera alle spalle. Poi se vuoi fare il santino della situazione fai pure, magari spostati in uno stato storicamente più formale di quello italico.

    Non per sminuire nessuno, ma fino a poco più di un paio d'anni fa nessuno si sarebbe aspettato ciò che sappiamo oggi sulla magistratura italiana. Non è sicuramente la stessa situazione questa in argomento, ma ammettere che ci sono possibili convenienze di accordo non mi sembra assurdo.

    Comunque, diciamo che non avrà troppa difficoltà nel trovarsi un nuovo impiego nel pubblico, magari per via politica.


    ... another perspective ...
     
  2. Avatar64 Avatar64 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,567 Membro dal Jun 2021
    Località Italia
    #192

    Predefinito

    Fausto,

    Non è voglia di fare il “santino” della situazione, ma ho soltanto esposto quello che probabilmente accadrà al vicequestore in parola per la vicenda in esame.

    Nondimeno, proprio per la mia esperienza nei procedimenti disciplinari di stato, avendo ricoperto il ruolo di difensore, inquirente e giudice, posso affermare quello che ho scritto.

    Peraltro, in virtù della mia esperienza, posso dirti tranquillamente che per l’imputato finisce quasi sempre male, anche quando dopo il provvedimento di destituzione, egli ricorre alla magistratura amministrativa per cassare il provvedimento, poiché ho accertato, studiandone diversi, che questa conferma i provvedimenti di destituzione emanati dall’ammirazione di appartenenza.

    Tale ricerca l’ho fatta soprattutto, quando ricoprivo il ruolo di difensore, con lo scopo di trovare qualcosa di utile da inserire nella stesura della memoria difensiva di quello che seguivo.
    Perciò, mi sono reso conto, anche con stupore, che in quel tipo di procedimento non si fanno sconti all’imputato e che i magistrati in seguito confermano tali provvedimenti in sede giudiziaria.
    Mi ricordo che allora tra gli altri mi colpì molto il procedimento disciplinare di qualche anno fa, istituito nei confronti di 4 musicisti della banda della polizia penitenziaria destituiti, in quanto avevano suonato al matrimonio dell’ex moglie di un boss, che si risposava con un cantante!

    Quindi, Fausto questo paese è molto più serio di come lo dipingono ed avvolte lo raccontano.
     
  3. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 21,124 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #193

    Predefinito

    "Avi",
    non per insistere perché non cambierebbe nulla, ma è chiaro che se c'è di mezzo mafia, droga ed omicidi o fatti di sangue non c'è trippa per gatti. È altrettanto chiaro che se la nostra vicequestora non anticipa la situazione presentando lei le dimissioni poi si dovrà adeguare alla decisione ovvia. Ma sai che qui in Umbria non è che non siamo seri, è che ci sono tanti santi incluso il santo patrono d'Italia.
    ... another perspective ...
     
  4. Avatar64 Avatar64 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,567 Membro dal Jun 2021
    Località Italia
    #194

    Predefinito

    Fausto,

    Stai diventando più bravo di Etta nel rigirare la frittata, come ti pare 😂.

    Sei partito scrivendo che, ti avevano riferito degli amici poliziotti, che alla Schiliro’ avrebbero offerto un altro posto in un’altra amministrazione dello Stato e ti ho scritto che è impossibile, anche perché un dipendente statale espulso da un suo comparto non può essere assunto in nessun altro del medesimo.

    Dopo ti ho citato l’esempio della destituzione dei musicisti, che al massimo avranno suonato qualche canzonetta, e te ne sei uscito, che era ovvio nel casi di droga, mafia e violenza, quasi a volere sminuire l’infrazione disciplinare commessa dal vicequestore. Infrazione che tanto ridicola non è per aver attaccato una legge dello Stato e sostenuto che non dovrebbe essere osservata dai cittadini.

    Mi sembra doveroso rammentarti che tutti i dipendenti statali giurano, all’atto della loro assunzione in servizio, di osservare la costituzione e le leggi.
    Nella formula del giuramento non è prevista la potestà di contestare ke leggi, se si dovesse ritenerle incostituzionali, poiché vi sono organi preposti a quel compito.

    Perciò, ritengo che la Schiliro’ ha peccato di ingenuità e di ignoranza, salendo su quel palco, ed ora finalmente qualcuno, forse il suo avvocato, glielo ha fatto comprendere bene.

    Del resto un po’ ingenua la ragazza deve essere, in quanto forse ti è sfuggita un’altra chicca del vicequestore esposta nella trasmissione di Giletti, quando ha sostenuto che i tribunali dell’Inquisizione avevano mandato al rogo 30.000.000 di donne con l’accusa di stregoneria.
    Un’altra emerita ca77ata sia per il numero, in quanto le persone mandate al rogo in quegli anni bui sono state tra i 40.000 e 60.000, sempre tante, ma soprattutto perché la maggior parte di esse erano pure uomini.
    Nondimeno, se fosse stato vero quel numero avrebbe voluto dire, che per i secoli di attività dei tribunali ecclesiastici, si sarebbero dovuti accendere 117 pire al giorno ogni giorno e con ogni tempo, pure con il cattivo tempo, per bruciare tanti eretici.

    Quindi, Fausto smettila di fare concorrenza ad Etta, basta e avanza l’originale 😉.
     
  5. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 21,124 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #195

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Avatar64 Visualizza Messaggio
    Fausto,

    Stai diventando più bravo di Etta nel rigirare la frittata, come ti pare 😂.

    Sei partito scrivendo che, ti avevano riferito degli amici poliziotti, che alla Schiliro’ avrebbero offerto un altro posto in un’altra amministrazione dello Stato e ti ho scritto che è impossibile, anche perché un dipendente statale espulso da un suo comparto non può essere assunto in nessun altro del medesimo.
    ... no, hai letto male. Ho scritto che in casi tipo questo in argomento ci può essere un "accordo" che prevede ovviamente l'uscita dalla polizia con dimissioni volontarie e una concomitante domanda di trasferimento a "incarico" civile. E ho scritto che conosco ex poliziotti/e a cui questa procedura "amichevole" è stata possibile perché se non sono stati commessi casini grossi, c'è la disponibilità a riconoscere una carriera più che decente. Poi è chiaro, dicevo, che se il procedimento disciplinare parte la vicequestore si becca l'esito secondo regolamento. Ma dicevo che se non è stata un disastro prima della sparata pro no vax sul palco e se ha goduto della stima di qualche superiore, non c'è interesse di punirla, quanto di proporle informalmente una via di uscita senza clamore.
    Posso essere impreciso nei termini, ma come dicevo conosco diversi ex poliziotti a cui è stato accettato il "trasferimento" ad un ufficio "civile" pubblico.

    Io del caso Schilirò non ne ho parlato con amici poliziotti semplicemente perché non ne ho motivo!
    ... another perspective ...
     
  6. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 21,124 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #196

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Avatar64 Visualizza Messaggio
    Dopo ti ho citato l’esempio della destituzione dei musicisti, che al massimo avranno suonato qualche canzonetta, e te ne sei uscito, che era ovvio nel casi di droga, mafia e violenza, quasi a volere sminuire l’infrazione disciplinare commessa dal vicequestore. Infrazione che tanto ridicola non è per aver attaccato una legge dello Stato e sostenuto che non dovrebbe essere osservata dai cittadini.
    ... ricordo di articoli di giornale sul matrimonio della vedova di un boss della camorra e di un cantante neomelodico:

    Chi è Tina Rispoli, moglie di Tony Colombo e vedova del boss Gaetano Marino
    Tina Colombo, all’anagrafe Immacolata Rispoli, cresce a Secondigliano, quartiere della periferia settentrionale di Napoli considerato “difficile”. Il primo matrimonio di Tina è con Gaetano Marino, boss dei cosiddetti Scissionisti che, nei primi anni Duemila diedero vita a una sanguinosa guerra di camorra con il clan Di Lauro nella “prima faida di Scampia”. Gaetano Marino viene ucciso il 23 agosto del 2012: rimasta vedova, Tina Rispoli si è risposata con Tony Colombo, noto cantante neomelodico, con un matrimonio al Maschio Angioino che ha fatto molto discutere.

    Oggi è nota come Tina Colombo, ma alla nascita il nome è Immacolata Rispoli. La famiglia è quella che a Secondigliano chiamano dei “boxer”, dal soprannome del padre Nicola. Due fratelli e due sorelle, molto affiatati, che crescono tra il centro storico del quartiere nell’area nord di Napoli e i rioni di nuova costruzione post terremoto dell’Ottanta che stravolgeranno la geografia e il panorama sociale dell’intero territorio. Ed è dalla casa Rispoli di via Tagliamonte che il 28 marzo scorso Tina, 43 anni, esce, indossando un romantico abito bianco stile ottocento, velo in pizzo e gonna simil-crinolina, per andare a sposare il cantante neomelodico Tony Colombo. Percorre raggiante su un cocchio fiabesco trainato da sei cavalli bianchi, accompagnata dal fratello Vincenzo e dal figlio minore Nicola avuto nel precedente matrimonio, tutto il corso principale fino a piazza Capodichino, paralizzando il traffico. Ad aprire il corteo nuziale giocolieri, trampolieri, personaggi in costume da belle époque, majorette e la banda musicale con tanto di finale in Rolls Royce al suon di tromba. La coppia è ora al centro di una inchiesta a puntata realizzata da Fanpage.it e intitolata Camorra Entertainment.

    Da vedova di camorra a moglie di Tony Colombo

    Il fatto di quartiere diviene nel giro di poche ore notizia da prima pagina. Perché tra la Immacolata Rispoli di ieri e la Tina Colombo di oggi c’è di mezzo la ragazza che, giovanissima, ha sposato Gaetano Marino, boss del clan degli “scissionisti”, cartello nato da una costola dei Di Lauro, freddato con undici colpi di arma da fuoco sul lungomare di Terracina nell’agosto del 2012 all’esterno di uno stabilimento balneare. Intanto al Maschio Angioino, dove all’ultimo momento viene spostata in altra sede un’iniziativa di Libera dedicata alle vittime innocenti di camorra per evitare contatti imbarazzanti, la aspettano lo sposo, l’altro fratello Raffaele, la sorella Maria, gli altri due figli Crescenzo junior e Mary, a cui fa seguito uno stuolo di fan e curiosi. Pioggia di riso, smartphone alzati per gli scatti e l’inizio delle polemiche. I festeggiamenti terminati con il banchetto nel castello de La Sonrisa, compreso l’addio al nubilato a sorpresa tre giorni prima delle nozze in piazza del Plebiscito, diventato videoclip di lancio del nuovo singolo del marito che incassa milioni di visualizzazioni, finiscono sotto i riflettori di tutta Italia per la sfacciata sfarzosità e poi sotto quelli della Procura.

    Le mancate autorizzazioni e la raffica di sanzioni per le irregolarità, dal corteo al flash-mob serenata trasformatosi in miniconcerto con palco, drone e ospiti vip della tv; i cinque ispettori di polizia penitenziaria trombettieri sospesi dal Dap; le multa al cocchiere, quelle per l’impatto acustico e per l’occupazione di suolo pubblico; lo scambio di battute al vetriolo tra il sindaco De Magistris e la star neomelodica di origini palermitane; le critiche agli eccessi e l’imbarazzo del Comune; l’interrogazione parlamentare al ministro Salvini presentata da 25 deputati del Movimento 5 Stelle e Colombo che si difende nei video sui social sbandierando le carte del nullaosta. Il matrimonio teatralizzato scatena un vespaio di polemiche, ma il day after è un’esplosione di popolarità per gli sposini.

    La storia tra Tina Rispoli e Tony Colombo

    Una storia d’amore, quella di Tina e Tony, che viaggia sui social da quando la coppia comincia a condividerne gli inizi, prima su Youtube, in seguito su Facebook per poi approdare su Instagram. Una sorta di racconto no-stop che diventa anche difesa o chiarimento come nel caso degli spari contro le vetrate della casa discografica di Colombo a Secondigliano, la House Colombo Dreams, quattro mesi prima del matrimonio. “Nessun raid, è stato solo un tentativo di furto”, precisa subito Tony mettendo a tacere le voci su una possibile vendetta per la love story con la vedova del boss. Le ospitate nei salotti televisivi si susseguono alle interviste sui rotocalchi nazionali. Tina condivide minuto per minuto la vita di neo-moglie, mostrando ai suoi followers instangrammiani gli interni del lussuoso yacht ormeggiato al Borgo Marinari su cui trascorre le ore di relax durante l’ultimo tour estivo di Tony, facendo tutorial sul ragù o sulla pasta e patate cucinati nella villa con piscina fuori città a cui il cantante ha dato il nome di “Colombolandia”, riprendendo il backstage delle serate, dei matrimoni o dei compleanni in cui il marito è chiamato a cantare. Non dimentica di pubblicare nemmeno la foto dell’abbraccio con il figlio appena uscito dal carcere. Crescenzo junior viene arrestato il 24 aprile scorso perché durante una colluttazione ha staccato a morsi l’orecchio del compagno dell’ex fidanzata, causandogli anche gravi danni alla retina. La condanna è di 4 anni e 4 mesi da scontare ai domiciliari.

    Con il boss Gaetano Marino ha avuto 3 figli

    Tina moglie e madre al centro del gossip. La figlia Mary è anche lei cantante neomelodica, ora a riposo. La sua canzone “Ciao papà”, dedicata a Gaetano Marino e uscita pochi mesi dopo la sua uccisione, è subito un successo di ascolti e il suo videoclip fa boom di visualizzazioni, ma riapre lo “scandalo” iniziato due anni prima, nel 2010, quando la dodicenne partecipa a una trasmissione di sfida canora andata in onda sulle reti Rai. Alla fine dell’esibizione Mary, accompagnata dalla conduttrice, scende dal palco per dare un bacio al papà. È Gaetano, in prima fila con la moglie Tina, detto “moncherino” perché privo delle mani a causa dello scoppio improvviso di un ordigno, fratello di Gennaro oggi al 41 bis e promotore militare della faida di Scampia, entrambi detti i Mckay perché il padre somigliava al protagonista di una famosa serie di telefilm western. La comparsata sugli schermi televisivi scatena l’accesa diatriba sulla inopportunità di dare spazio ad un capoclan. «Ciao papà, come va la vita in paradiso? Qui la gente ti racconta ancora, dicono “che splendida persona”. Anche i miei fratelli ti salutano. Mamma dice che non basta un secolo per dimenticare un amore grande come te» cantava Mary Marino. Indimenticabile. Che lascia tracce indelebili. Come quel tatuaggio con il nome del marito defunto Gaetano che Tina Rispoli, oggi signora Colombo, ha ancora sulla mano destra.
    ... another perspective ...
     
  7. Avatar64 Avatar64 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 2,567 Membro dal Jun 2021
    Località Italia
    #197

    Predefinito

    Fausto,

    Allora non hai letto bene quello che ho scritto, se ti buttano fuori da un impiego statale con lo Stato hai chiuso forever, solo il privato potrebbe assumerti.

    L’unica cosa che potrebbero aver offerto al tuo amico poliziotto è un posto pubblico in cambio delle sue dimissioni, ma senza avviarli il procedimento disciplinare e, perciò, senza che fosse emanato un provvedimento disciplinare di destituzione.

    Il procedimento disciplinare della Schiliro’ è stato già avviato ed è stato sollecitato dal Ministro dell’Interno in persona, perciò il destino del vicequestore è stato già scritto.

    Poi, se in seguito lei riuscirà ad inventarsi un’altra carriera come scrittrice, influencer, nello spettacolo o come politica, questo è un altro film.
     
  8. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 21,124 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #198

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Avatar64 Visualizza Messaggio
    L’unica cosa che potrebbero aver offerto al tuo amico poliziotto è un posto pubblico in cambio delle sue dimissioni, ma senza avviarli il procedimento disciplinare e, perciò, senza che fosse emanato un provvedimento disciplinare di destituzione.
    ... bravo, hai detto quello che ho scritto e ripetuto in diversi messaggi ...

    Citazione Originariamente Scritto da Avatar64 Visualizza Messaggio
    Il procedimento disciplinare della Schiliro’ è stato già avviato ed è stato sollecitato dal Ministro dell’Interno in persona, perciò il destino del vicequestore è stato già scritto.
    ... ed anche questo l'avevo già scritto, quando il procedimento parte non si scappa, segno che non ha conoscenze per cui è stata proprio pirla.
    ... another perspective ...
     
  9. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,326 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #199

    Predefinito

    Nota off-topic e un po' per il sottile.

    Non ho letto tutto l'intervento di Fausto, sulle seconde nozze della Tina Rispoli col piccione.... col Colombo. Non capisco la precisazione (due volte, forse tre), della Tina Colombo nata Rispoli....
    Una donna coniugata assume il cognome del marito aggiuntivamente, non in sostituzione. Se deve indicare il proprio nominativo, per esempio compilando un modulo, deve indicare il cognome con cui è nata; il cognome autentico è quello. Ciò, in virtù di una legge del 1975, tuttora in vigore.
    È vero che ci sono state delle eccezioni, su cui non so cosa pensino le donne, per la maggioranza: Letizia Moratti (il cognome proprio dell'ex ministra è Brichetto); Giustina Destro (ex sindaca di Padova, si chiama Mistrello).

    "Mia moglie si chiama I. Si chiamava D da ragazzina". Un giovane che conoscevo, appena sposato, nel 1980; legge cambiata da cinque anni.
    "Mi chiamavo X.... ZY era il mio cognome da ragazzina...". Una signora di mezza età - che allora vedevo già vecchia...- nel 1981; legge cambiata da alcuni anni.
    "Mia figlia, a breve, si verrà a chiamare..." (cognome del genero). Un'amica di mia madre, allora poco più che cinquantenne, verso metà anni Novanta; legge cambiata da circa vent'anni.....
    Per rendere l'idea
     
  10. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,326 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #200

    Predefinito

    Ma cosa ci importa della love-story tra il piccione.... sì, tra il neomelodico e il mastello.. scusate, tra il Colombo e la Tina?
    Tutto il can can di cui parla Fausto è su fatti avvenuti senza un'autorizzazione (blocco del traffico). Altre cose che destano scandalo sono, contestualmente alle nozze, il voler fare apparire i camorristi, quali il precedente marito della sposa, degli "uomini d'onore". Sono stati o sono delle schifezze, a volerli riabilitare sono dei quaquaraqua'. Questo va detto... mica solo sui camorristi, anche su altra gente che non c' è più e, relativamente alla quale, su altra gente che c'e' ancora....

    Il feuilleton è forse un'altra delle digressioni... come ieri o ieri l'altro, sulla prima guerra mondiale......