​Guida per Minidotati: perchè imparare a non desiderare più le donne - Pagina 3

Discussione iniziata da micromaschio il 10-08-2021 - 32 messaggi - 5078 Visite

Like Tree26Likes
  1. L'avatar di jonesthecat

    jonesthecat jonesthecat è offline FriendMessaggi 4,750 Membro dal Apr 2016 #21

    Predefinito

    io l'ho visto nel 1984 a Padova..ricordo: in un pieno d'orchestra assurdo, quasi cacofonico, ha fatto 4 volte il tema del bolero di Ravel,
    e poi ha ricominciato a suonare con gli altri..non so quanti l'abbiano riconosciuto, perche' l'acustica era quello che era, ma...mamma mia,
    che furioso


    The Wood is lovely, dark and deep,
    But I have promises to keep
    And miles to go before I sleep,
    And miles to go before I sleep.

    (Stopping by Woods on a Snowy Evening - R. Frost)
     
  2. Genzale Genzale è offline PrincipianteMessaggi 185 Membro dal Nov 2020 #22

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tappodisughero Visualizza Messaggio
    salve a tutti,sono iscritto da un'pò però questa è la prima volta che intervengo invece di fermarmi alla sola lettura
    micromaschio io capisco perfettamente il problema perchè io rientro in quella minoranza che il mondo considera ipocritamente normale ma nella realtà è fonte di disagio però devo dirti che la tua guida è pericolosa.una persona che si rende conto della sua situazione ha già i suoi bei problemi sociali da anni e se allontana le persone non fà altro che ingrandire il problema sociale e mantenere quello sessuale.una situazione del genere ti spinge alla solitudine e se ti vuoi bene non ti privi dell'unica cosa che ti può aiutare(anche per poche ore)a non pensare ad un problema senza soluzione.dico questo perchè io sono la prova in passato ho fatto quello che hai scritto ed oggi sono un beone asociale ed invidoso(e non invidio solo la normalità sessuale ma sopratutto quella sociale a chi mi sta intorno)
    sia chiaro,il mio non vuole essere un rimprovero!questo è il tuo modo di affrontare il problema e lo rispetto,ma è un modo che per tanti altri non andrebbe bene perchè aggraverebbe la situazione.
    sai cos'ho imparato in questi anni?che sono"***** miei!"(purtroppo).
    io faccio parte di una minoranza e come tutte le minoranze il mondo non ha ne la possibilità ne la volontà di occuparsi di questi problemi ed il perchè è presto detto:in un'ipotetica scala di valori ci sono tanti altri problemi più importanti,risolvibili e sopratutto che riguardano un numero di persone decisamente più grande.è triste,molto triste,ma è così e devo accettarlo.
    vedi,io credo che nessuno abbia colpe,la battutina ed il sarcasmo maschile e femminile sono la normale conseguenza(immagina un'omone di 2 metri con piedi da bambino di 5anni!è talmente anomalo che la risata parte)chi"scarta"lo fà solo per la sua felicità,chi ti rassicura mentendo vuole evitarti l'ennesima nevrosi e chi c'è nato in questa condizione non lo ha di certo scelto però la situazione è questa e se non vuoi vivere una vita ancora più misera di quella che il signore ti ha prospettato(o il destino se come me credi nel tangibile)devi cercare di vivere al meglio conscio dei limiti sessuali e sociali che si hanno;e chissà ,se hai la fortuna di essere religioso magari un giorno incontrerai dio e potrai chiede a lui perchè al mondo ci sono così tante ingiustizie..così magari ti fai un'idea della"statura di dio"(questa non è mia)
    La mia ex ha avuto una storia con un micro dotato...sesso al buio e lei non sentiva...la prima volta con un po' di luce vidde..e era due centimetri...poverino ...un bel ragazzo ma se trova una che finge, ok, sennò è umiliante..la mia ex aveva la vagina stretta e mi disse che lui non lo ha fatto manco toccare per evitare una sega a due dita..
     
  3. Genzale Genzale è offline PrincipianteMessaggi 185 Membro dal Nov 2020 #23

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Genzale Visualizza Messaggio
    La mia ex ha avuto una storia con un micro dotato...sesso al buio e lei non sentiva...la prima volta con un po' di luce vidde..e era due centimetri...poverino ...un bel ragazzo ma se trova una che finge, ok, sennò è umiliante..la mia ex aveva la vagina stretta e mi disse che lui non lo ha fatto manco toccare per evitare una sega a due dita..
    Però a riposo quando le donne ti fanno un pompino è molto più bello, una volta una me ne fece uno di mezz'ora e io ero moscio , molto ..le chiesi di umilierki un po' ma non lo fece... invece un altra lo faceva e mi eccitava.. godeva poi se avevo dei cali lo sentiva, e mi umiliava..oppure con la mano la penetravo immaginando di essere non tre
     
  4. tappodisughero tappodisughero è offline PrincipianteMessaggi 5 Membro dal Jun 2021 #24

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Genzale Visualizza Messaggio
    La mia ex ha avuto una storia con un micro dotato...sesso al buio e lei non sentiva...la prima volta con un po' di luce vidde..e era due centimetri...poverino ...un bel ragazzo ma se trova una che finge, ok, sennò è umiliante..la mia ex aveva la vagina stretta e mi disse che lui non lo ha fatto manco toccare per evitare una sega a due dita..
    ma infatti secondo me il problema è doppiamente grave perchè viene affrontato malamente da tutti.chi è sotto la media è spesso intrattabile e si piange addosso,gli addetti ai lavori spacciano per normali persone che nella realtà 99volte su 100 vengono scartate(quindi traumi a gogo!)e la massa delle persone non può dire ciò che pensa realmente perchè l'ipocrisia generale comanda in questo mondo.quando viene meno la virilità l'uomo perde la sua identità ed il suo posto nella società,è questo purtroppo il problema..
     
  5. Gixx Gixx è offline PrincipianteMessaggi 2 Membro dal Nov 2021 #25

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da tappodisughero Visualizza Messaggio
    ma infatti secondo me il problema è doppiamente grave perchè viene affrontato malamente da tutti.chi è sotto la media è spesso intrattabile e si piange addosso,gli addetti ai lavori spacciano per normali persone che nella realtà 99volte su 100 vengono scartate(quindi traumi a gogo!)e la massa delle persone non può dire ciò che pensa realmente perchè l'ipocrisia generale comanda in questo mondo.quando viene meno la virilità l'uomo perde la sua identità ed il suo posto nella società,è questo purtroppo il problema..
    Allora ho un problema.... Sono anch'io mini (11 cm) ... Però sono sposato (mia moglie era vergine perciò non aveva confronti) però ho avuto una decina di relazioni precedenti, e uscivano tutte soddisfatte, basta un po di fantasia e una tecnica collaudata. Ho avuto anche esperienze occasionali e numerose prostitute. Non nego che qualche volta mi fatto dominare, facendomi squirtare in bocca i pisciare ifaccia, ma anche nelle relazioni normali erano soddisfatte.Oltre a ciò in palestra, piscina, saune miste non non ho mai nascosto o mi sono vergognato dei mie 10 cm... Anzi non me ne importava niente. Con una mia amica (non amante) in sauna mista ci abbiamo anche scherzato sopra....
    Ultima modifica di Gixx; 24-11-2021 alle 11:15
     
  6. Gixx Gixx è offline PrincipianteMessaggi 2 Membro dal Nov 2021 #26

    Predefinito

    L'importante non è la dimensione ma come è quanto lo usi....
     
  7. tappodisughero tappodisughero è offline PrincipianteMessaggi 5 Membro dal Jun 2021 #27

    Predefinito

    ed una rondine non fà primavera!
     
  8. Giovanni76 Giovanni76 è offline ApprendistaMessaggi 367 Membro dal Jun 2018 #28

    Predefinito

    Cosa significa avere un pene piccolo al cospetto delle ragazze italiane ? La strada dell' ipodotato è segnata e uguale per tutti i maschi: emarginazione, solitudine, alcool, masturbazione, pornografia a più non posso. Il tutto condito da un pizzico di saltuaria e scadente prostituzione.
    tappodisughero likes this.
     
  9. tappodisughero tappodisughero è offline PrincipianteMessaggi 5 Membro dal Jun 2021 #29

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Giovanni76 Visualizza Messaggio
    Cosa significa avere un pene piccolo al cospetto delle ragazze italiane ? La strada dell' ipodotato è segnata e uguale per tutti i maschi: emarginazione, solitudine, alcool, masturbazione, pornografia a più non posso. Il tutto condito da un pizzico di saltuaria e scadente prostituzione.
    confermo...aggiungo solo "joint" tra alcol e masturbazione per gli amanti del made in amsterdam!
     
  10. L'avatar di LaSeguaceDiCratete

    LaSeguaceDiCratete LaSeguaceDiCratete è offline ApprendistaMessaggi 394 Membro dal Jan 2016 #30

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da micromaschio Visualizza Messaggio
    Ho voluto scrivere questa breve guida affinchè qualche soggetto -- nel chiuso della sua stanza afflitto nella solitudine dal mio stesso problema (il pene minuscolo) -- possa avere qualche punto di riferimento per muoversi nel mondo considerato il fatto che l'immenso gruppo femminile lo considera da sempre maschio di serie Zeta a causa delle scarse dimensioni genitali. Lo scopo di questo prontuario è quello di essere un utile strumento per chi si trova a vivere questa inqualificabile condizione fisica.
    Ebbene, iniziamo:
    Punto n. 1: il maschio normale ha un pene in erezione tra i 18 e i 20 cm
    Punto n. 2: il maschio Zeta invece ha tra le gambe qualcosa grande come una chiavetta USB (8 - 10 cm)
    Punto n. 3: la donna si abitua fin da ragazzina (14 - 15 anni) a fare sesso solo con maschi normali o superdotati
    Punto n. 4: la donna non ha alcun contatto con il maschio Zeta in quanto definito dalla stessa prodotto difettoso del processo naturale
    Ora, dati questi punti iniziali -- acquisiti dal popolo maschile (regolare) e dal popolo femminile come certezze -- il minidotato si trova davanti ad una sola scelta, ad un'unica via d'uscita, ovvero a quella di imparare pian piano a non desiderare più le donne, a non vederle più come uno strumento di necessità, per una questione di difesa psicologica personale allo scopo di superare quell'handicap sessuale che lo ha condannato fin dalla giovinezza alla mancanza di esperienze e di conseguenza alla solitudine.
    Il suo punto di partenza è legato forzosamente a queste domande:
    Quanto è scarsa la valutazione delle donne nei mie confronti?
    Come posso imparare a non desiderarle più?
    Come posso respingere il mondo femminile quando la mia pulsione sessuale è forte?
    Come riesco a superare la trappola della seduzione?
    Sono sicuro che questo percorso di resistenza mi porterà alla vittoria?
    Ebbene, da questi quesiti deve iniziare, perchè solo rispondendo a queste domande riuscirà con il tempo a vincere il desiderio e a non patire più l'umiliazione frustrante delle donne quando per sbaglio vedono il suo pisello. L'inizio è faticoso, è un allenamento quotidiano fondato sulla irreale ma efficace convinzione che non ci siano più donne intorno anche quando si presentino casualmente davanti. Una forzatura mentale che lo porta a concepire le donne non più come soggetti da desiderare ma soggetti con cui convivere, così come si convive con un gatto, con un cane, con un armadio, con la televisione e con qualsiasi altro soggetto/oggetto parte della quotidianità: è un cambio di prospettiva radicale, un punto di vista totalmente differente legato a quella domanda terribile ma fondamentale che il pezzo difettoso non può mai perdere di vista: Quanto scarsa è la valutazione delle donne nei miei confronti? Questa importantissima domanda diventa l'arma potentissima in questa metodica per evitare di venire risucchiato dal vortice della fatalità femminile, male superiore per chi non può essere considerato un maschio normale. Imparare a non desidera più le femmine resta la via principale da percorrere, ovviamente con il peso di una fatica mentale non indifferente ma con risultati certi e gratificanti per il cosiddetto maschio Zeta. Pensare in grande per non restare più piccoli è il motto principale di questa battaglia. Pensare ad esempio che per ogni donna esista il pieno diritto di pretendere a letto un pene della lunghezza e dello spessore adeguati è già un modo per convincersi di essere esclusi dal gioco della coppia. Pensare che per ogni donna esista il pieno diritto ad una penetrazione soddisfacente è già un modo per prendere coscienza di non poter mai partecipare di questo godimento. E questi sono solo due esempi dai quali egli può partire per iniziare la strada verso la liberazione dall'umiliazione e dal sarcasmo femminile. Chiaramente ce ne sono altri ma in una guida breve diventa difficile classificarli tutti, spesso si lascia molto anche all'improvvisazione personale perchè non può mai mancare il contributo proprio per la vittoria in una battaglia difficilissima come questa.
    Il Minidotato nella realtà ha pochi mezzi per proteggersi dal desiderio di una donna (in effetti da qualsiasi parte si giri purtroppo vede donne bellissime a fianco di uomini ben attrezzati), però deve pur far qualcosa per superare questo empasse, ed il metodo più efficace resta quello del quotidiano esercizio mentale di imposizione (così lo definisco io), cioè quell'esercizio che porta a cancellare dalla mente la figura femminile, un po' come se nel mondo le donne non ci fossero più, o meglio ci sono ma diventano trasparenti. L'esercizio mentale di imposizione diventa l'arma più efficiente e convincente e si propone come strumento obbligato e inevitabile, soprattutto quando il Minidotato avverte cammin facendo qualche scampolo di desiderio (del resto noi Zeta sempre del sesso opposto siamo!). Ma come il dilemma del prigioniero (che nel calcolo statistico si trova davanti ad una fatale e irreversibile scelta) anche il maschio Zeta deve scegliere inevitabilmente per non cedere alla trappola seduttiva: soffocare il suo naturale bisogno di sesso diventa necessario, e siccome per farlo non può prendere un martello e darselo sui testicoli, allora ha bisogno di imparare a sublimare mentalmente quello che la debolezza fisica al contrario vorrebbe. Non ci sono altri modi o mezzi per raggiungere questo stato superiore: l'esclusione dal contatto femminile e il costante pensiero di imposizione restano le uniche strade da percorrere. D'altro canto, non si può mai dimenticare che la selezione naturale della specie operata dalla donna nel corso dei secoli ha creato uno spartiacque nel mondo maschile, una lotta impari se vogliamo, dove la dimensione genitale misura l'incastro perfetto tra un maschio e una femmina: chi possiede la dimensione giusta vince e conquista, chi possiede quella sbagliata perde e si estingue. Insomma, gli uomini con i genitali corretti dominano conducendo una vita normale, quelli con i genitali quasi infantili restano al margine in una no-man's land dove hanno la necessità di imparare a liberarsi dall'oppressione del desiderio. Liberarsi dal sarcasmo femminile una volta per tutte rende ogni maschio Zeta alla fine più sicuro e più felice in un mondo che purtroppo per tante cose è tutto sbagliato.
    (Spero che qualche Minidotato leggendo questa Guida possa trovare spunto per iniziare la sua personale battaglia).
    Auguri e buona lotta!
    Non so, quando leggo questi post mi scappa da ridere.... Senza offesa per il poster.
    Forse ti farà piacere sapere che ci sono anche donne alle quali il pene piccolo piace e godono lo stesso.
    Altrimenti attaccalo a una presa di corrente staccata, non ho idea.
     

AMANDO SOCIAL

AVVISO LEGALE


Le pagine seguenti contengono immagini e testi a carattere erotico la cui visione è assolutamente vietata ai minorenni.

Questo avviso verrà riproposto entro 24 ore agli utenti che non hanno effettuato il login (oppure in seguito al cambio di indirizzo IP)

Consigliamo ai genitori di utilizzare un software di protezione per impedire ai minorenni di accedere alle pagine di questo e altri siti per adulti:
www.netnanny.com - www.cyberpatrol.com
www.surfcontrol.com - www.cybersitter.com

Questa pagina di avviso costituisce un accordo con valore legale fra l'editore di questo sito web e l'utente.

Cliccando sul pulsante "Accetto e Continuo" dichiaro e certifico:

- di essere maggiorenne cioé di avere almeno 18 anni (21 per alcuni paesi) e che la legislazione del paese da cui sto accedendo mi consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale.

- di essere il solo responsabile di eventuali dichiarazioni false o di conseguenze legali relative alla visualizzazione, alla lettura o al download di qualsiasi materiale di questo sito.

- di non portare a conoscenza di nessun minore il contenuto di tale sito e di non utilizzare le pagine seguenti per poter contattare o adescare minori.

- che il materiale sessualmente esplicito che visualizzo è solo per mio uso personale e che non esporrò alcun minore alla visione di tale materiale.

- di non ritenere che la visione delle pagine seguenti possa turbarmi e di non ritenere offensive ne obiettabili le immagini e testi per soli adulti, di adulti che praticano sesso o altro materiale a contenuto sessuale.

- di sollevare da qualsiasi responsabilità l'editore del sito ed il provider che lo ospita.