Ha voluto lo strappo e io ora sto male, non so che fare

Discussione iniziata da Flokis il 08-05-2021 - 29 messaggi - 1306 Visite

Like Tree20Likes
  1. Flokis Flokis è offline BannedMessaggi 11 Membro dal May 2021 #1

    Predefinito Ha voluto lo strappo e io ora sto male, non so che fare

    Ciao a tutti, spero possiate aiutarmi e consigliarmi bene, perché sono un po' confuso

    Dopo anni di pausa e di silenzio totale, e dopo una "relazione" molto burrascosa in cui avevo fatto tanti errori ed ero diventato un succube perdendo ogni briciolo di dignità, nell'estate scorsa mi iscrivo su Tinder con la volontà di riscattarmi e comincia ad andarmi subito bene. Esco con una ragazza, ci vado a letto. Esco con la seconda, idem. Esco con la terza, che è la ragazza della mia storia.

    Volevo divertirmi, mi stava piacendo e avrei voluto continuare a farlo. Invece ho conosciuto questa ragazza: feeling immediato, ironia sulla stessa lunghezza d'onda. In foto sembrava anche molto carina. Ci vediamo, l'impressione dal vivo non è delle migliori, nel senso che mi cala un po' fisicamente, però è interessante, poi c'è feeling, quindi l'incontro va benissimo. Lei subito mi chiede il numero (e questo è un punto cruciale, perché d'ora in poi farà TUTTO lei).

    Io, sempre con la voglia in testa di esplorare, di avere nuove esperienze, non rinuncio però alla frequentazione, perché cominciavo a starci bene. Cominciano una serie di uscite, proposte sempre da lei, che però io accettavo di buon grado, anche se sempre dubbioso, perché erano cose da coppietta, e io non sapevo se volevo stare in coppia. Cinema, cene fuori...cose normali. Arriva però la seconda ondata della pandemia, ottobre. Le uscite sono sempre meno, quindi passiamo molte serate in casa. Appena possibile però, arrivano anche le prime gite fuori porta (sempre e solo proposte da lei), stiamo bene, ci divertiamo, c'è sintonia. Io però non mostravo mai entusiasmo.

    A novembre lei tira fuori le prime perplessità sul rapporto. Vuole definire cosa siamo, vuole sapere se stiamo insieme. Io non l'ho mai illusa, le ho da subito detto che per me il coinvolgimento non c'era più di tanto, che però stavamo bene insieme. Rimaniamo per il proseguire e capire se la cosa potrà mai evolvere.

    Passiamo i mesi invernali a vederci in casa, le viene pure il covid quindi non ci vediamo per un mese e mezzo, ma ci sentiamo tutti i giorni. Appena ristabilita facciamo anche un'altra passeggiata fuori porta (ancora, proposta da lei).

    Due giorni fa, mi blocca (stavamo per farlo) dicendo che deve per forza tirar fuori il discorso di novembre. Io, le dico le stesse cose: non so cosa provo, non sono coinvolto più di tanto, però sto bene con te. Lei allora questa volta decide di creare uno strappo, non le sta più bene. Io a lei piaccio, ma io non so se lei mi piace fino in fondo invece e non so se sono pronto a costruire qualcosa di ufficiale con lei. Quindi decidiamo di fare una pausa. Entrambi in lacrime, ci lasciamo.

    Ci risentiamo in chat per spiegarci meglio e le conclusioni sono queste: IO, ho voglia di stare con lei, perché stiamo bene insieme, le dico che proverò ad impegnarmi per essere più propositivo/attivo nel rapporto, ma continuo a non capire cosa provi per lei e ora, complice il fatto che stiano riaprendo tutto, sono disposto a vederci e ad uscire a fare cose nuove con lei. A metterci più entusiasmo insomma. LEI, ha voglia di stare con me, non sa cosa prova, ma vuole che se torno, torno perché sento veramente di voler stare con lei e di costruire qualcosa e che cominci a dimostrarle veramente il mio interesse, se c'è. Due porte aperte che non combaciano. Non vuole uno che debba ancora capire, dopo dieci mesi, se voler stare con lei o no.

    Ora, io ho pianto tanto, sia ieri che oggi, mi manca, mi manca il rapporto che avevamo, con lei ci stavo bene e mi sento uno ******* per averla trattata con poca importanza. C'è una spiegazione anche nell'essere stato così passivo...io ogni passo che lei faceva in avanti, mi ritraevo non perché non stessi bene con lei, ma perché era un modo per proteggermi e per proteggerla, per non invischiarmi troppo in qualcosa di cui non ero convinto, ho investito zero perché probabilmente io avrei voluto continuare con la libertà di conoscere altre, avere altre esperienze...lei invece avrebbe voluto costruire una relazione ufficiale (tanto che come ultima cosa mi aveva proposto di conoscere i suoi amici). Ci sto male però, perché non so cosa voglio, non so cosa fare. E non capisco se il mio ritrarmi ogni volta, dipenda dalla paura di instaurare qualcosa di serio e stabile, o dipenda dal fatto che non provi nulla per lei se non una forte amicizia. Quando provavo a chiedermi se fossi geloso di lei, non mi veniva nulla, ho sempre dato poca importanza a questo rapporto, l'ho lasciata sempre un po' da parte, l'ho voluta io di fatto la rottura. Però ora non so cosa provo, non so a cosa siano dovuti questi pianti e questo star male...mi aiutate a capire? Cosa dovrei fare?

    Grazie mille a chiunque vorrà darmi una mano.


     
  2. L'avatar di BeautySpot

    BeautySpot BeautySpot è offline ApprendistaMessaggi 434 Membro dal Aug 2011 #2

    Predefinito

    Scusa se sarò brusca, ma a queste cose fanno venire il nervoso. Hai scritto molte belle cose su questa persona (che è propositiva, che ci stai bene, che è carina, che ha una bella ironia etc etc) ma il succo è: non ti piace abbastanza da crearci una relazione seria. E questo, davanti a una ragazza che invece la relazione seria LA VUOLE e sta facendo di tutto per averla, a me sembra una presa in giro bella e buona. E' ovvio che faccia comodo avere una persona che sai che ti tiene su un piedistallo, che organizza cose piacevoli, che è caruccia e simpatica. Ma appunto: fa comodo. Non ti piace abbastanza da volere una cosa seria con lei, perchè fidati che sono cose che si capiscono praticamente subito, e non dopo mesi.
    E' bello avere una persona che pensa a te, con cui messaggiare, con cui uscire (soprattutto se è già tutto organizzato dall'altra persona), con cui avere rapporti sessuali e che ti riempie di attenzioni. Però a me sembra che tu questa ragazza la stia prendendo in giro, dal momento che sai benissimo cosa vuole lei (te l'ha detto più volte mi pare) e non combacia assolutamente con quello che vuoi, o meglio, non vuoi, tu.

    Se ti fosse piaciuta, fidati che te ne saresti accorto. E tutto sarebbe andato senza intoppi e lei non avrebbe dovuto chiederti più volte "ma stiamo insieme? ma cosa siamo?", spia che qualcosa forse tra di voi non va e non siete sulla stessa lunghezza d'onda. E ci sta magari all'inizio porsi qualche domanda, per carità, però qui parliamo di mesi in cui tu sei uscito con lei e non hai mai voluto definire il rapporto. Cerca di essere sincero in primis con te stesso, e poi con lei, visto che mi fa molta tenerezza sinceramente.
    Melite, rob221, Gigetta89 and 1 others like this.
    Quei momenti che respiravamo forte come se stessimo correndo, come per commemorare i tuoi capelli lunghissimi -
     
  3. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 9,254 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #3

    Predefinito

    Per me le hai fatto perdere tempo e hai illuso questa ragazza. Dai dopo tutto questo tempo le dici ancora che non lo sai se ti piace? questo è prendere per il cul. Lei è stata la succube non tu. Non ti piace? bene lasciala stare allora e diglielo chiaramente, dille che al massimo potrete essere amici e non altro. Chiunque si incavolerebbe se dopo tutto questo tempo si sentono ancora le stesse cose. La prossima volta sii sincero, dillo dall'inizio che ti vuoi divertire e non vuoi cose serie e se non hai tutto questo sentimento lo dici dopo 1 massimo 2 mesi non oltre. Almeno non soffre nessuno e nessuno viene illuso
    BeautySpot likes this.
    Ultima modifica di Minsc; 08-05-2021 alle 16:44
     
  4. Flokis Flokis è offline BannedMessaggi 11 Membro dal May 2021 #4

    Predefinito

    Non potete nemmeno giudicarmi però, chi ve lo ha detto che io l'abbia presa in giro? Come fate a constatare questo? Non le ho mai giurato amore eterno, io quando mi ritraevo ed ero titubante dandole poche soddisfazioni, stavo proteggendo me stesso (dall'invischiarmi in una situazione di cui non ero sicuro, pena sofferenze maggiori) e lei (per lo stesso motivo). A novembre già le dissi la verità, e decidemmo INSIEME di voler andare avanti e provare.

    Io ci stavo bene insieme, avrò messo in atto pure degli atteggiamenti egoistici, ma totalmente inconsciamente. Ho sbagliato, certo, dovevo tirar fuori le palle e troncare prima, ma io credevo sinceramente di continuare perché magari le cose potessero evolvere. Nella mia vita sono stato tante volte superficiale, ho voluto andare in fondo.

    Per me uno che prende in giro una persona è qualcuno che giura amore, che la riempie di complimenti, di apprezzamenti, che dice che vorrebbe passare il resto della sua vita con lei, ma io non ho fatto niente di tutto questo, sono stato sempre (e fin troppo) low profile.

    Io ora sto soffrendo e piangendo in assoluta sincerità, uno dei miei pregi è stato sempre quello di essere un tipo cristallino, che mi si vede se c'è qualcosa che non va e mi si vede il contrario. Non riesco a fingere, mai, per indole. Ripeto, ho sbagliato solo a portarla per le lunghe, sicuro.

    Però io ora ci sto male, mi sono accorto solo ora (bene) dei pregi che avesse, del fatto che mi facesse sentire me stesso. Sto cercando di capire se ne valga la pena riprovarci, migliorando ciò che non le è piaciuto, ma non posso nemmeno giurarle amore. Che male c'è a volerci riprovare, in maniera sincera, cambiando alcuni atteggiamenti? Ci so pensando, ci sto ragionando, ancora piango, mi manca la sua persona...non so cosa farò, per questo chiedevo consigli. Mi dispiace veramente tanto averla fatta soffrire, ma le cose erano state messe in chiaro, già a novembre.
     
  5. L'avatar di Melite

    Melite Melite è offline SeniorMessaggi 10,432 Membro dal Oct 2017 #5

    Predefinito

    Se sei sempre stato aperto a fare altre conoscenze, o comunque avresti voluto, significa che lei non ti ha preso più di tanto, quindi ora questo malessere sembra più che altro una conseguenza del fatto che lei abbia voluto interrompere dovuta all'orgoglio ferito. Ci sta che tu ci sia voluto andare con i piedi di piombo, ma dopo 10 mesi ancora essere indeciso, chiunque ti avrebbe mandato a stendere dai. Hai tirato troppo la corda. Adesso puoi solo sperare che lei sia disposta a darti un'altra possibilità, e di riuscire a non mandare di nuovo tutto all'aria.
    Minsc, Gigetta89, Hurrem and 1 others like this.

    La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri.

    (Mark Twain)



     
  6. rob221 rob221 è offline JuniorMessaggi 1,885 Membro dal Jun 2020 #6

    Predefinito

    Purtroppo paghi la tua indecisione. Solo tu puoi sapere i motivi per cui non sei mai stato deciso.Ma cerca di imparare qualcosa. Se in un rapporto non metti tutto te stesso dal primo giorno, non funzionerà, se hai il piano di riserva non capirai mai cosa vuoi. Meglio fallire dopo averci provato, che in questo modo.Perciò se scegli di riprovarci, fallo senza mettere alcun paletto.
    Minsc, Flokis, Gigetta89 and 1 others like this.
    Ultima modifica di rob221; 08-05-2021 alle 18:14
     
  7. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 9,254 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #7

    Predefinito

    Se non ti piaceva prima non può piacerti all'improvviso. Lascia perdere ormai è andata e poi sarebbe falsità e forzarsi di farsi piacere una persona. La prossima volta sii sincero e concreto, a nessuno piace perdere tempo o procastinare così tanto. Se dopo 2 mesi non scatta niente non sa da fare
    Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L’agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi.
     
  8. Flokis Flokis è offline BannedMessaggi 11 Membro dal May 2021 #8

    Predefinito

    Diciamo che io non mi aspettavo questa reazione da parte mia. Abbiamo comunque passato tanti momenti belli e io sicuramente potevo dare di più, se solo lo avessi voluto. Io devo ancora capire se la voglio, però, come ho detto:
    - La pandemia ci ha oppresso in casa: lei dice che non c'entra niente, ma per me c'entra, perché non ci ha fatto esprimere a livello di coppia. Quando i primi tempi andavamo a cena fuori, cinema ecc ero contento. Eravamo felici, questo virus ci ha costretti in casa per quasi tutto l'inverno. E ti credo che si diventa apatici;
    - Le ho promesso di cambiare dal punto di vista dell'essere propositivo/attivo;
    - Le ho anche detto che però alcuni lati del mio carattere (lei mi rimprovera di non parlare, di non farle capire nulla di quello che provo o delle mie sensazioni) non si cambiano.

    Questo sembra non andarle bene, sembra voglia che le giuri chissà cosa. Io non ci vedo niente di male a ricominciare con una nuova spinta, ora che sta riaprendo tutto, in serenità. Però certo, come dice @rob221 dovrò essere disposto a togliere tutti i paletti.

    Lei ieri mi ha detto che non fugge, che è lì, nel caso decidessi di tornare seriamente. Mi prenderò del tempo per capire, ma non so come comportarmi onestamente.
     
  9. L'avatar di Ultima

    Ultima Ultima è offline ApprendistaMessaggi 358 Membro dal Dec 2020 #9

    Predefinito

    Ciao Flokis, nel complesso, tu sei una conferma ad una ovvietà tra le più misconosciute: il coinvolgimento sentimentale fra due o più individui non è praticamente mai identico. E casi come il tuo ne sono la palese conferma.

    Possiamo dire che a lei tu piaci, mentre a te lei non dispiace, e come hai detto tu, queste due affermazioni non sono perfettamente combacianti, donde i problemi.

    (Hai fatto bene a precisare quali sono gli aspetti in cui è possibile, almeno a breve, un cambiamento da parte tua e quali invece no: c'è solo da sperare che lei recepisca il messaggio)

    Nel complesso, Flokis, hai tre possibilità:

    1) Interrompi la frequentazione, perché la ragazza non ti interessa abbastanza;

    2) Vi mettete insieme, non dicendo la verità riguardo ciò che senti;

    3) Continuate il vostro rapporto per come è ora, dicendo la verità riguardo ciò che senti.

    La 1) dipende principalmente da quanta scelta hai, o potresti avere, fra le mani.

    Ma credo che le vere opzioni siano la 2) e la 3).

    La 2) è sostanzialmente una bugia, ma che ti permette di guadagnare tempo: cosa che potrebbe anche esserti utile. In altre parole, mentendo un po' riguardo quello che provi per lei, avresti il vantaggio di guadagnare tempo: già ora sei un po' preso da lei, col tempo potresti anche sviluppare un interesse pieno e completo, ipotesi, questa, da non sottovalutare.

    La 3) è l'onestà: e non sempre l'onestà paga. Cosa la ragazza voglia, è abbastanza chiaro: ed allo stato attuale delle cose, tu non sei in grado di accontentarla, senza un certo grado di menzogna.
    Metti in conto che, in questa ipotesi, se continui la frequentazione assumendo il principio di non mentire riguardo il tuo coinvolgimento attuale per lei, è chiaro che il vostro rapporto non sarà più un semplice rapporto di amicizia o frequentazione: dovreste mettervi a tavolino e decidere i paletti del vostro rapporto, cioè cosa potete e cosa non potete reciprocamente fare nel vostro rapporto, per come è e sarà, almeno nel breve periodo.

    In pratica, Flokis, dovreste inventarvi un rapporto che non è né di amicizia o semplice frequentazione, né di vera e propria coppia: cosa che richiede un certo sforzo.

    A mio parere, l'opzione migliore sembrerebbe la 2): non è la verità, ma la bugia non è finalizzata ad altro che a guadagnare la variabile tempo. E da come hai descritto la tua situazione, non è davvero impossibile che con più tempo a tua disposizione tu possa realmente coinvolgerti in modo più pieno.
    La vita è una favola: tutto sta nel capirne la morale.
     
  10. Flokis Flokis è offline BannedMessaggi 11 Membro dal May 2021 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Ultima Visualizza Messaggio
    Ciao Flokis, nel complesso, tu sei una conferma ad una ovvietà tra le più misconosciute: il coinvolgimento sentimentale fra due o più individui non è praticamente mai identico. E casi come il tuo ne sono la palese conferma.

    Possiamo dire che a lei tu piaci, mentre a te lei non dispiace, e come hai detto tu, queste due affermazioni non sono perfettamente combacianti, donde i problemi.

    (Hai fatto bene a precisare quali sono gli aspetti in cui è possibile, almeno a breve, un cambiamento da parte tua e quali invece no: c'è solo da sperare che lei recepisca il messaggio)

    Nel complesso, Flokis, hai tre possibilità:

    1) Interrompi la frequentazione, perché la ragazza non ti interessa abbastanza;

    2) Vi mettete insieme, non dicendo la verità riguardo ciò che senti;

    3) Continuate il vostro rapporto per come è ora, dicendo la verità riguardo ciò che senti.

    La 1) dipende principalmente da quanta scelta hai, o potresti avere, fra le mani.

    Ma credo che le vere opzioni siano la 2) e la 3).

    La 2) è sostanzialmente una bugia, ma che ti permette di guadagnare tempo: cosa che potrebbe anche esserti utile. In altre parole, mentendo un po' riguardo quello che provi per lei, avresti il vantaggio di guadagnare tempo: già ora sei un po' preso da lei, col tempo potresti anche sviluppare un interesse pieno e completo, ipotesi, questa, da non sottovalutare.

    La 3) è l'onestà: e non sempre l'onestà paga. Cosa la ragazza voglia, è abbastanza chiaro: ed allo stato attuale delle cose, tu non sei in grado di accontentarla, senza un certo grado di menzogna.
    Metti in conto che, in questa ipotesi, se continui la frequentazione assumendo il principio di non mentire riguardo il tuo coinvolgimento attuale per lei, è chiaro che il vostro rapporto non sarà più un semplice rapporto di amicizia o frequentazione: dovreste mettervi a tavolino e decidere i paletti del vostro rapporto, cioè cosa potete e cosa non potete reciprocamente fare nel vostro rapporto, per come è e sarà, almeno nel breve periodo.

    In pratica, Flokis, dovreste inventarvi un rapporto che non è né di amicizia o semplice frequentazione, né di vera e propria coppia: cosa che richiede un certo sforzo.

    A mio parere, l'opzione migliore sembrerebbe la 2): non è la verità, ma la bugia non è finalizzata ad altro che a guadagnare la variabile tempo. E da come hai descritto la tua situazione, non è davvero impossibile che con più tempo a tua disposizione tu possa realmente coinvolgerti in modo più pieno.
    Ciao Ultima, grazie per questa analisi, un po' "asettica", ma efficace e di quelle che piacciono a me.

    L'opzione 1, è probabile. Il punto è questo, la pausa mi sta servendo per apprezzare alcuni suoi pregi di non poca rilevanza, ovvero il fatto che io riesca ad essere me stesso, che mi faccia ridere, che sia comprensiva, rispettosa degli spazi. Ma non so ancora se riuscirò a garantirle ciò che chiede, ovvero, da quello che ho capito, che io decida ora che lei debba essere la ragazza giusta per me o della mia vita. Perché questo sembra che chieda. In chat mi fa "voglio un uomo che resti", che non so cosa voglia dire, e mi sembra anche grossa come richiesta. Magari lo approfondirò con lei.

    L'opzione 2 la scarterei. E' vero che con una piccola bugia potrei guadagnare il fattore tempo, di cui onestamente ho bisogno, per capire se possa piacermi veramente o no. Ma siccome finora io non le ho mai detto bugie su ciò che proviamo e che provo, non mi piacerebbe comprarla con una bugia, non è nel mio stile.

    L'opzione 3 gliel'ho già messa davanti, ma sembra non accettarla. Non ho ancora ben capito cosa mi stia chiedendo, se una dichiarazione o cosa.

    In sostanza sto valutando le opzioni 1 e 3, mi serve ancora qualche giorno per capire. Io a lei ci tengo, mi piacciono tante cose di lei, mi manca, ma non so (e questo gliel'ho già detto) se riuscirò ad assicurargli un sentimento vero e pieno da subito. Io penso che alla fine proverò con l'opzione 3, sperando che mi accolga una sorta di refresh della relazione con un impegno maggiore da parte mia.

    Se ancora non dovesse accettare, interromperemo il rapporto definitivamente, perché onestamente non me la sento di dirle bugie su ciò che provo. Io posso lavorare su un maggiore spirito di iniziativa, nel darle più attenzioni, ma non posso lavorare su qualcosa di irrazionale, come il sentimento.