Nell'indifferenza dei media, la Chiesa piange l'ennesimo missionario italiano ucciso

Discussione iniziata da aquilabianca il 17-10-2011 - 7 messaggi - 807 Visite

Like Tree7Likes
  • 2 Post By IMPERATORE86
  • 3 Post By Antiitaliano
  • 1 Post By aquilabianca
  • 1 Post By Desierto
  1. L'avatar di aquilabianca

    aquilabianca aquilabianca è offline MasterMessaggi 28,816 Membro dal Nov 2008
    Località nei cuori di chi mi vuol bene
    #1

    Predefinito Nell'indifferenza dei media, la Chiesa piange l'ennesimo missionario italiano ucciso

    Il Pontificio Istituto per le Missioni estere perde un altro suo missionario a Mindana, nelle Filippine.Il padre 59 anni, originario del lecchese, è stato ucciso nella parrocchia di Arakan.«Padre Fausto - si legge sul blog dei missionari del Pime delle Filippine - è stato assassinato davanti alla sua parrocchia di Arakan, North Cotabato, Mindanao. Verso le 8 del mattino stava salendo sulla sua auto per recarsi a Kidapawan, 60 km dalla missione, per un incontro diocesano, quando un killer con casco in motocicletta si e' avvicinato e gli sparato diversi colpi.



    Da oltre 32 anni Fausto lavorava a stretto contatto con gli indigeni del luogo, i Manobos, nella formazione e organizzazione delle loro piccole comunità montane. Cercava così di rispondere alle loro necessità e speranze quotidiane, lavoro e scuola, ma "rispondere" voleva anche dire affrontare forze molto potenti interessate piu' ai beni materiali e interessi personali che a quelli di fratellanza locale e universale. Diversi anni fa era già stato oggetto di minaccia da parte di un gruppo armato appartenente al clan Bagani. In quella occasione fu protetto dagli stessi indigeni Manobos».



    Un profilo

    Padre Fausto era nato il 7 gennaio 1952 a Santa Maria di Rovagnate e cresciuto in Santa Maria Hoe', Lecco. Ordinato nel 1977 era partito per le Filippine l'anno seguente. Prima della missione in Arakan aveva lavorato in quella di Columbio, Sultan Kudarat, abitata da cristiani, musulmani e indigeni B'lang. La morte di padre Tentorio è un nuovo capitolo in quel volto del martirio che da tanti anni ormai contraddistingue la presenza del Pime a Mindanao. Prima di lui qui hanno donato la loro vita per il Vangelo già altri due missionari del Pime: padre Tullio Favali, ucciso nel 1985, e padre Salvatore Carzedd, ucciso nel 1992. Altri due missionari del Pime, in anni ancora più recenti, hanno subito un rapimento: padre Luciano Benedetti nel 1998 e padre Giancarlo Bossi nel 2007.



    Chi uccide i missionari?

    Ma chi è che uccide i missionari a Mindanao? Avevamo provato a spiegarlo su Mondo e Missione qualche anno fa nel servizio speciale che su Mondo e Missione avevamo dedicato a questa regione nel 2007, subito dopo il rapimento di padre Bossi. Per raccontare una terra dove sotto il problema del fondamentalismo islamico in realtà se ne nascondono anche tanti altri.


    A volte mi sorprendo,
    a volte mi stupisco,
    a volte mi prendo in giro,
    a volte mi sprono,
    a volte gioco,
    ma sempre , sempre, sempre,
    mi devo amare

    Non riempire la vita di attimi, riempi gli attimi di vita

    "Pensa gentilmente, parla gentilmente, vivi gentilmente!" Mattie Stepanek
     
  2. L'avatar di Desierto

    Desierto Desierto è offline Super SeniorMessaggi 15,203 Membro dal Jul 2009
    Località Tra i tuareg
    #2

    Predefinito

    Mi dispiace tanto. Purtroppo, al giorno d'oggi sono ancora tanti i missionari che vengono assassinati in Cina, Sudan, Colombia ecc
    "Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste, perché non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso."

    "Nessuno merita le tue lacrime, e chi le merita non te le farà mai versare."
     
  3. L'avatar di IMPERATORE86

    IMPERATORE86 IMPERATORE86 è offline Super ApprendistaMessaggi 549 Membro dal Sep 2011
    Località Liguria,provincia di Genova.
    #3

    Predefinito

    eh si dispiace anche a me..
    i media hanno di "meglio" da fare,vuoi mica che un reality oppure l'ennesima pu******** pomeridiana in tv venga spostata per dare spazio a un uccisione? non si chiamerebbe tv spazzatura se no...
    quel missionario veramente era una persona come ce ne sono poche...sfido chiunuqe ad andare in quei posti consapevoli del fatto che si rischia la pelle...per queste persone ci vorrebbero funerali di stato che non sò se sbaglio io(spero) ma ho idea che non si faranno..mentre vengono sempre fatti per conduttori tv(?) che non si sà cosa avrebbero mai fatto di cosi importante se non un lavoro "particolare" e magari essere simpatici ma nulla di più tanto da meritarsi un funerale di stato...bah..
    Desierto and stellafalc like this.
    Si vis pacem, para bellum <"Se vuoi la pace, prepara la guerra">.

    L’amore è un fiore bellissimo che però bisogna avere il coraggio di cogliere sull’orlo di un terribile precipizio. Stendhal

    L’amore coniugale, che persiste attraverso mille vicissitudini, mi sembra il più bello dei miracoli, benché sia anche il più comune. Mauriac

    Se l'amore non ti ha fatto commettere mai neanche la più piccola follia, vuol dire che non hai mai amato

    (W. Shakespeare)
     
  4. Antiitaliano Antiitaliano è offline BannedMessaggi 3,583 Membro dal Mar 2011
    Località Lo dice il nik
    #4

    Predefinito

    Ovviamente i soliti detrattori della chiesa e del cattolicesimo cercano di far passare sotto silenzio queste morti, per loro la chiesa è il male assoluto e non può esser compianta e ringraziata per le missioni e il bene che fa in giro per il mondo.
    Ultima modifica di Antiitaliano; 18-10-2011 alle 14:31
     
  5. L'avatar di aquilabianca

    aquilabianca aquilabianca è offline MasterMessaggi 28,816 Membro dal Nov 2008
    Località nei cuori di chi mi vuol bene
    #5

    Predefinito

    ma perchè tanto "astio" per la religione cattolica? non sarà perchè è solo lei la "verità?"
    IMPERATORE86 likes this.
    A volte mi sorprendo,
    a volte mi stupisco,
    a volte mi prendo in giro,
    a volte mi sprono,
    a volte gioco,
    ma sempre , sempre, sempre,
    mi devo amare

    Non riempire la vita di attimi, riempi gli attimi di vita

    "Pensa gentilmente, parla gentilmente, vivi gentilmente!" Mattie Stepanek
     
  6. L'avatar di Desierto

    Desierto Desierto è offline Super SeniorMessaggi 15,203 Membro dal Jul 2009
    Località Tra i tuareg
    #6

    Predefinito

    Tanto astio perchè tanta gente (leggasi: atei) ne temono la concorrenza, per questo usano mezzi ingiusti e ogni sorta di strumento di comunicazione per denigrarla.
    IMPERATORE86 likes this.
    "Non smettere mai di sorridere, nemmeno quando sei triste, perché non sai mai chi potrebbe innamorarsi del tuo sorriso."

    "Nessuno merita le tue lacrime, e chi le merita non te le farà mai versare."
     
  7. Nausicaa_ Nausicaa_ è offline JuniorMessaggi 2,103 Membro dal Oct 2011 #7

    Predefinito

    Mah.. I mass media sono attualmente occupati a fare gli sherlock holmes della situazione piuttosto che a fare cronaca.
    E ci sono, purtroppo, morti che sono considerate meno importanti di altre.

    Citazione Originariamente Scritto da aquilabianca Visualizza Messaggio
    ma perchè tanto "astio" per la religione cattolica? non sarà perchè è solo lei la "verità?"
    C'è astio perché si notano delle incoerenze.
    Ma come al solito è più facile fare tutta un'erba un fascio invece che vedere cosa di buono fanno tanti e di marcio fanno pochi.
    E non serve aspettare di sentire il Tg basta guardarsi con obiettività intorno.
    Purtroppo spesso si ragiona politicamente e si strumentalizza tutto.