Innamoramento: magia o sofferenza? - Pagina 10

Discussione iniziata da trale il 28-01-2020 - 126 messaggi - 6594 Visite

Like Tree96Likes
  1. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 20,605 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #91

    Predefinito

    "Questa descrizione dell'amore ha un confine leggerissimo con la dipendenza emotiva."

    ... dici?
    ... fosse solo dipendenza emotiva ... secondo me è anche un volersela cantare ... come se una contrizione possa motivare/giustificare/legittimare una disubbidienza ...


    ... another perspective ...
     
  2. L'avatar di trale

    trale trale è offline SeniorMessaggi 14,470 Membro dal Feb 2015 #92

    Predefinito

    Prima di tutto io non devo ubbidienza a nessuno, detto con simpatia.
    Poi comunque chi mi ha provocato più di chiunque sofferenza, l'unico che ad oggi mi ha lasciato tra l'altro, nonché colui che mi ha ispirato la descrizione dell'innamoramento, è proprio mio marito. Ecco, per lui ho fatto cose di cui tutt'ora mi vergogno. Adesso almeno ho capito che va bene amare, fare qualsiasi cosa per l'altro ma a patto di non ledere la propria dignità. Questo l'ho imparato a fare tardi e tutt'ora devo sforzarmi per non cascarci ... perché è vero che l'innamoramento è molto vicino ad una dipendenza. Del resto la sensazione è proprio quella una droga e le droghe danno dipendenza. E non è così banale non abusarne.
     
  3. L'avatar di angeloazzurro63

    angeloazzurro63 angeloazzurro63 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 13,506 Membro dal May 2010
    Località Italia
    #93

    Predefinito

    Ahah fregato !
     
  4. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 20,605 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #94

    Predefinito

    "Prima di tutto io non devo ubbidienza a nessuno, detto con simpatia."

    ... non a qualcuno, ma alle tue convinzioni "rigidine" ... pensavo che si capisse ... è un tuo discorso intimo ... è da lì che scaturiscono le sofferenze più profonde ...
    ... another perspective ...
     
  5. L'avatar di angeloazzurro63

    angeloazzurro63 angeloazzurro63 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 13,506 Membro dal May 2010
    Località Italia
    #95

    Predefinito

    Voltafrittata che si è bruciata !
     
  6. L'avatar di trale

    trale trale è offline SeniorMessaggi 14,470 Membro dal Feb 2015 #96

    Predefinito

    @Fausto, ma sull'argomento del topic, cosa hai da dire? Secondo te vale la pena soffrire un po' pur di vivere la condizione dell'innamoramento? Ti sei innamorato qualche volta? Come l'hai vissuta?
     
  7. L'avatar di Baal

    Baal Baal è offline JuniorMessaggi 1,513 Membro dal Aug 2019 #97

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da trale Visualizza Messaggio
    Questo è l'innamoramento, chiunque lo razionalizza e lo tratta con sufficienza ... non si è mai innamorato.
    Non me lo hai reso molto appetibile. Descritto così sembra più una patologia che una cosa da augurarsi.

    No, non credo di essermi mai innamorato nel modo da te esposto, e faccio fatica a concepirlo anche a livello teorico. Penso che continuerò a evitarlo, se potrò.
    Il mito del gender wage gap: https://forum.amando.it/mito-gender-wage-gap-147666/
     
  8. L'avatar di Tony59

    Tony59 Tony59 è offline SeniorMessaggi 9,194 Membro dal Dec 2010
    Località Anywhere I can stay, I have no fear to go away. No need to mind, where people are of your own kind.
    #98

    Predefinito

    Io non credo di essere immune dal virus dell'amore...ma di essermi immunizzato col tempo...come una malattia che puo' tornare, ma piu' difficilmente.
    Se c'e' gente innamorata sul serio, evviva per loro.
    Paesaggio di mare, a Capri
     
  9. L'avatar di trale

    trale trale è offline SeniorMessaggi 14,470 Membro dal Feb 2015 #99

    Predefinito

    @Baal, non era mia intenzione rendere appetibile niente, volevo solo capire come vivono gli altri queste fluttuazioni emotive. Mi domando se è normale quello che provo io, quello che ho provato, perché magari sono io che sbaglio qualcosa, che sono troppo fragile, che non sono capace di stabilire rapporti equilibrati. Anche fosse una malattia, il tuo intervento arriva quando io ci sono caduta più volte ... quindi vieni da una persona malata a dirle "ah meno male che io sono sono sano". Ok grazie del contributo 🙂
     
  10. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline Super SeniorMessaggi 20,605 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #100

    Predefinito

    "@Fausto, ma sull'argomento del topic, cosa hai da dire? Secondo te vale la pena soffrire un po' pur di vivere la condizione dell'innamoramento? Ti sei innamorato qualche volta? Come l'hai vissuta?"

    ... tutti i miei messaggi di questo thread sono "per te" ma partendo dalle mie esperienze ... per prima cosa avevo chiesto se intendessi innamoramenti corrisposti o non corrisposti ... se non corrisposti ... la sofferenza conseguente è la normalità ... ma se corrisposti ... la sofferenza è, come dicevo, "come se una contrizione possa motivare/giustificare/legittimare una disubbidienza" ... quando ero adolescente/giovane avevo delle convinzioni "ferree" che mi tenevano distaccato dalle ragazze ... ma mi innamoravo o prendevo delle cotte terribili per disubbidire a quelle convinzioni ... che avevo "maturato" per arginare le mie inadeguatezze ... era un qualcosa di intimo da cui "scaturivano le sofferenze più profonde" ... poi, a 21 anni, ho conosciuto una ragazza in una situazione del tutto inaspettata con cui ho avuto una relazione di anime, di dolcezza anche se con pochi contatti fisici ... quell'esperienza mi ha fatto capire che le convinzioni ferree non hanno motivo di esistere ... tutto è fluido e in questo "brodo primordiale" per ogni persona ci sono ingredienti vitali che solo lei può riconoscere ... se consapevole di sé anche solo a livello istintivo ... quel mio primo innamoramento corrisposto fu magia e anche se finì con il mio ritorno a casa dal servizio militare ... non mi ha lasciato sofferenza ... è come una parte di me di dolcezza sempre viva ... poi ho avuto qualche altro innamoramento ma non ho più dovuto disubbidire a niente e li ho vissuti tutti con consapevolezza ... umanamente senza magia ... ma ormai la mia umanità non mi ha più fatto sentire inadeguato ... la mia componente di dolcezza era stata legittimata ... ma è raramente capita ... forse perché il mio aspetto fisico ed il mio modo di pormi non è facilmente accostabile alla dolcezza ...
    Ultima modifica di fausto62; 08-02-2020 alle 10:28